CHIMICA

StrutturaDIPARTIMENTO DI CHIMICA E BIOLOGIA "ADOLFO ZAMBELLI"
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-27 - Classe delle lauree in Scienze e tecnologie chimiche

Obiettivo specifico del Corso di Laurea in Chimica (classe L-27), di durata triennale, è la formazione di un laureato che possieda un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, insieme con specifiche conoscenze chimiche di base, sia teoriche che sperimentali. Il laureato sarà in grado di inserirsi nelle attività lavorative che richiedono padronanza del metodo scientifico, capacità d'applicazione di metodi e tecniche innovative e uso di attrezzature complesse.

La formazione in attività di laboratorio, in particolare, dà una professionalità spendibile immediatamente nel mercato del lavoro. Inoltre le competenze acquisite permettono al laureato di adeguarsi all'evoluzione della disciplina, di interagire con le professionalità culturalmente contigue e di continuare gli studi nei corsi di laurea magistrale. Il percorso specifico è scandito da una solida formazione nelle discipline scientifiche di base (Matematica e Fisica) come si può riscontrare dal numero cospicuo di crediti formativi ad esse attribuite e da significative esperienze professionalizzanti in laboratorio.

Il corso afferisce al Dipartimento di Chimica e Biologia "Adolfo Zambelli" che vanta un'intensa e prestigiosa attività di ricerca e questo conferisce agli studenti un'attitudine a confrontarsi con un contesto internazionale. Si può inoltre contare su laboratori didattici moderni, sicuri e ben attrezzati.

Per essere ammessi al Corso di Laurea in Chimica occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. È altresì richiesto il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale in matematica, logica e scienze sulla base dei programmi ministeriali della scuola superiore.

L’adeguatezza della preparazione iniziale dello studente è verificata in ingresso mediante specifica prova di ammissione. Nel caso in cui la verifica non sia positiva sono assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso. Le modalità di svolgimento della prova di ammissione e i criteri per l’attribuzione e il recupero di eventuali obblighi formativi sono disciplinate nel Regolamento didattico del corso di studio.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e sono destinate ai potenziali futuri studenti:

- UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Per maggiori informazioni: http://www.disabilidsa.unisa.it/”

Il titolo di studio è conferito previo superamento di una prova finale. La prova finale consiste nell’esposizione in seduta pubblica dinanzi ad una apposita commissione di un elaborato scritto dallo studente sotto la guida di un docente relatore.

La scelta del contenuto del lavoro e il suo svolgimento, che prevede attività pratiche di laboratorio, devono avvenire con l'assistenza e sotto la responsabilità del relatore che concorda con lo studente l'argomento oggetto della prova.

La valutazione conclusiva tiene conto dell’intera carriera dello studente all’interno del corso di studio, della sua maturità culturale e della capacità di elaborazione intellettuale personale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi e di ogni altro elemento ritenuto rilevante.

Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Tecnico Chimico

Funzione nel contesto lavorativo

Il Laureato in Chimica può svolgere i seguenti ruoli professionali:

- addetto ad analisi complesse (laboratorio di controllo), ricercatore junior (laboratori di sviluppo), conduttore (impianti pilota), responsabile (in reparti di produzione), responsabile controlli (in stabilimento).

- informatore scientifico commerciale (sviluppo prodotti presso il cliente, assistenza postvendita, sviluppo del mercato e applicazioni) addetto alla logistica e di magazzino, addetto ufficio acquisti del settore materie prime e prodotti chimici. Addetto alla comunicazione scientifica.

Il laureato in Chimica può altresì accedere, previo superamento dell’Esame di Stato, alla Sezione B dell’Albo dei Chimici Junior (D.P.R. n.328/2001), ciò gli consente di esercitare tutte le funzioni previste dalla legge per tale professione.

Competenze associate alla Funzione

E' in grado di assistere gli specialisti nelle attività della ricerca chimica o nelle attività che richiedono l'applicazione di procedure o protocolli della chimica.

Applica in attività di servizio protocolli definiti e conoscenze consolidate.

-effettua sotto la direzione di un chimico senior i test e le prove di laboratorio per lo sviluppo di nuovi prodotti

-sulla base di specifiche di prodotti, svolge analisi chimiche e controlli della qualità. Elabora relazioni sui risultati delle analisi.

-impiega metodologie standard quali: analisi chimiche d'ogni specie, direzione di laboratori chimici, consulenze in materia di chimica pura ed applicata.

E' in grado di rispondere alle richieste dei clienti consigliandoli sulla scelta e l'impiego dei prodotti e di mettere in collegamento le esigenze dei clienti con l'attività di sviluppo in laboratorio, produzione e marketing. Ha acquisito capacità di divulgare e di informare.

Sbocchi Professionali

Enti di ricerca pubblici e privati.

Laboratori di analisi, controllo e certificazione della qualità.

Enti ed aziende pubbliche e/o private in qualità di dipendente o consulente libero professionista.

Industrie ed ambienti di lavoro che richiedono conoscenze di base nei settori della chimica.

Area marketing di imprese impegnate nell'acquisto e vendita di prodotti chimici. Editoria: trasmissione e divulgazione di conoscenze scientifiche nel campo chimico. Uffici di pubbliche relazioni di imprese impegnate in attività che coinvolgono la chimica.

Discipline matematiche e fisiche

Conoscenza e Comprensione

Lo studente acquisirà conoscenze di base di matematica, in particolare di algebra, calcolo numerico, studio di funzioni, calcolo differenziale ed integrale. Acquisirà conoscenze di base di fisica, in particolare di meccanica, termodinamica classica, ottica ed elettromagnetismo. Inoltre, apprenderà le regole che presiedono all'elaborazione dei dati sperimentali ed all'analisi dell'errore nelle misure.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Lo studente sarà in grado di svolgere esercizi relativi agli argomenti teorici sviluppati nei corsi di matematica e fisica. Avrà competenze informatiche di base per svolgere applicazioni elementari di calcolo numerico e analisi dei dati.

Analisi Chimiche

Conoscenza e Comprensione

Lo studente acquisirà i principi e le procedure usate nelle analisi chimiche qualitative, quantitative e strumentali e nella caratterizzazione dei composti chimici.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Lo studente sarà in grado di caratterizzare i prodotti mediante tecniche analitiche standard. Sarà in grado di scegliere la tecnica migliore per la soluzione di un problema analitico. Sarà in grado di eseguire titolazioni entro limiti di errore accettabili e di padroneggiare tecniche analitiche come GC e HPLC. Sarà in grado di eseguire il campionamento e la preparazione di un campione da analizzare e di presentare il risultato dell'analisi con l'incertezza associata.

Chimica di base

Conoscenza e Comprensione

Lo studente apprenderà: gli aspetti generali della terminologia, della nomenclatura, delle unità di misura e della reattività chimica; i principi di meccanica quantistica utili alla descrizione di atomi e molecole; le proprietà periodiche degli elementi; le caratteristiche dei diversi stati della materia; i principi della termodinamica applicata alla chimica; la cinetica chimica; la catalisi; le principali vie sintetiche in chimica organica; le principali trasformazioni dei gruppi funzionali e la formazione di legami carbonio-carbonio e carbonio-eteroatomi.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Lo studente sarà in grado di eseguire calcoli stechiometrici ed operazioni pratiche finalizzate alla preparazione di soluzioni a titolo noto. Sarà in grado di manipolare reagenti e solventi nel rispetto delle norme di sicurezza e di provvedere al loro corretto smaltimento. Sarà in grado di effettuare calcoli di bilancio energetico e di materia. Sarà in grado di eseguire sintesi seguendo procedure descritte.

Chimica dei materiali

Conoscenza e Comprensione

Lo studente acquisirà conoscenze sulla catalisi e sulle sue applicazioni ai processi industriali; le relazioni tra proprietà e struttura sia nei materiali inorganici che nei materiali polimerici; conoscenze relative alla scienza dei polimeri ed alle proprietà dei principali materiali polimerici.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Lo studente sarà in grado di eseguire sintesi di materiali polimerici seguendo procedure descritte e di caratterizzare i prodotti ottenuti mediante tecniche standard.

Tecnici chimici3.1.1.2.0
Chiara COSTABILE
Fabia GRISI
Pasquale LONGO
Mina MAZZEO
Placido NERI
Leone OLIVA
Claudio PELLECCHIA
Aldo SPINELLA
Tonino CARUSO
Vincenzo VENDITTO
Aldo SPINELLA
Stefano MILIONE
Mina MAZZEO
Laura PALOMBI
Irene IZZO
Antonio PROTO
Fabia GRISI
Pasquale LONGO
Salvatore Verrastro
Angelo Roselli
Francesco Luis Faustini
Michele Polverino
Rossella Marra