Logo UNISA

BENI CULTURALI

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
Anno Accademico2013/2014
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-1 - Classe delle lauree in Beni culturali
Corso di StudioSito Web

Il CdS nasce in un contesto territoriale che presenta problematicità ma altrettante potenzialità rispetto alla valorizzazione e alla fruizione dei beni culturali, archeologici, storico-artistici e archivistico librario, nonchè nello sviluppo del turismo culturale. Il CdS si basa su una esperienza didattica e gestionale pluriennale, che risponde ad una domanda specifica del territorio di riferimento. La politica del CdS è supportata adeguatamente dall'Ateneo, che mette a disposizione adeguate risorse umane, infrastrutturali e finanziarie.

Il Corso forma operatori in Beni culturali in grado di svolgere funzioni professionali di medio livello presso enti locali e istituzioni specifiche, quali soprintendenze, musei, biblioteche, archivi, ecc., e presso aziende e organizzazioni professionali operanti nel settore del turismo, del restauro, della tutela e della didattica dei Beni culturali e del recupero ambientale.

Il Corso prevede la possibilità di operare scelte tra gruppi di insegnamenti nel campo dei Beni archeologici, dei Beni storico-artistici e dei Beni archivistici e librari, per formare figure professionali di esperti, operatori e tecnici con competenze specifiche. La formazione dello studente è integrata con l'acquisizione di congrue competenze nell'ambito delle lingue straniere, dell'informatica, della legislazione e della gestione dei Beni culturali. Una particolare attenzione è riservata all'acquisizione di conoscenze e competenze specifiche in rapporto alle realtà culturali e al mondo del lavoro del territorio di appartenenza dell'Ateneo salernitano. Il percorso formativo prevede, infine, un tirocinio formativo professionalizzante, obbligatorio, da svolgersi presso Enti convenzionati. I laureati potranno avviarsi alla ricerca e all'approfondimento professionale specialistico nella classi di lauree magistrali dei settori di competenza.

L'accesso al Corso di laurea è a numero programmato (230 posti disponibili, di cui un posto riservato a studenti cinesi aderenti al programma "Marco Polo" e un posto riservato a studenti stranieri non comunitari residenti all'estero). L'ammissione al CdL in Beni Culturali è subordinata al possesso di un'adeguata preparazione di base costituita dalle competenze linguistiche e dalle conoscenze culturali di norma acquisite nei Licei e negli Istituti di istruzione media superiore, con particolare riferimento ad un'appropriata conoscenza generale delle nozioni della lingua italiana, della storia letteraria e della storia.

Tali conoscenze saranno valutate mediante un test di accesso obbligatorio selettivo, che si considera superato senza debiti qualora lo studente abbia correttamente risposto ad almeno la metà dei quesiti proposti. Gli eventuali debiti formativi aggiuntivi derivanti da carenze nelle specifiche conoscenze di lingua italiana e di storia andranno colmati entro il primo anno di corso, secondo modalità stabilite dal Regolamento didattico del Corso di Studio. Il recupero del debito è propedeutico all'accesso agli esami di Letteratura italiana con elementi di lingua e di Storia previsti al primo anno del Corso di laurea.

Il CdS si avvale dei servizi di orientamento effettuati dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT). Il CdS ha nominato un suo delegato (prof.ssa Antonella Trotta) deputato a gestire le attività di orientamento in ingresso e a supportare quelle organizzate dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT). Il CAOT fornisce agli studenti informazioni sulle opportunità formative dell'Ateneo ed assicura molteplici forme di sostegno.

Per quanto riguarda l'Orientamento in entrata, il CAOT svolge Azioni informative e formative sull'offerta didattica delle Facoltà, sui percorsi di studio e sui saperi minimi necessari per accedere ai diversi Corsi di Laurea.

Il CAOT organizza ogni anno la manifestazione 'UnisaOrienta', destinata agli studenti delle Scuole superiori: otto giorni di vero Orientamento attuati in sinergia con i Docenti delle Scuole Superiori, durante i quali il personale del CAOT e dell'Ufficio Diritto allo studio cura Seminari di orientamento generale, finalizzati ad illustrare le procedure amministrative relative alle modalità di immatricolazione e di iscrizione ai test di accesso ai diversi Corsi di Laurea, nonché le opportunità offerte dall'Ateneo salernitano in termini di borse di studio, accesso alla mensa ed alle residenze universitarie, etc. Le scuole sono coinvolte con largo anticipo, in modo tale che gli studenti possano prenotarsi per partecipare ai diversi seminari di orientamento ed approfondire concretamente la conoscenza degli obiettivi formativi e degli sbocchi occupazionali dei Corsi di studio dell'Ateneo. Per gli studenti delle Scuole Superiori il programma prevede ogni giorno la possibilità di incontrare i Docenti universitari dei diversi Corsi di Laurea, farsi consigliare, fare domande, ricevere informazioni sui possibili sbocchi occupazionali, partecipare a workshop, laboratori, svolgere il Test di autovalutazione delle motivazioni, attitudini e capacità personali. A complemento, ogni giorno i Docenti universitari, i Direttori di Dipartimento ed i Presidenti dei Corsi di Laurea tengono dei Seminari con i Docenti delle Scuole Superiori, rafforzando così ulteriormente il collegamento tra l'Università e la Scuola.

Per l'anno 2013 'UnisaOrienta' ha accolto 10.000 studenti (di cui circa 754 per il CdS in questione) e 400 docenti provenienti da 98 Istituti di Istruzione Secondaria del bacino di utenza dell'Ateneo salernitano. E' stato allestito inoltre un laboratorio informatico con dodici postazioni connesse a internet, finalizzato a consentire lo svolgimento del test di autovalutazione on-line delle attitudini, motivazioni e capacità individuali. La manifestazione ha ottenuto una valutazione decisamente positiva da parte di tutti i partecipanti, confermata anche dai questionari di customer satisfaction compilati dagli studenti e dai docenti partecipanti alla manifestazione.

'I Venerdì del Campus': l'iniziativa è stata organizzata dal CAOT nei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Novembre e Dicembre 2012 in collaborazione con i responsabili dei CdS. L'attività è finalizzata a consentire alle scuole superiori del bacino di utenza dell'Ateneo di compiere una visita guidata presso il Campus così da ottenere informazioni approfondite sull'offerta formativa. IL numero di studenti complessivamente intervenuti: 875.

l CAOT offre inoltre i seguenti servizi: - Sito Web Orientamento; - Sportello informativo; - Test on line di autovalutazione delle attitudini, motivazioni e capacità personali; - Biblioteca multimediale per l'Orientamento.      

La Prova finale consiste nella discussione di un elaborato su di un argomento concordato con uno dei docenti del Corso di Studi: a seconda delle esigenze della disciplina, essa potrà anche consistere in una prova pratica o di altro genere. La prova finale può prevedere l’uso di fonti e documenti originali (tesi “sperimentale”) o consistere nella discussione approfondita della bibliografia sull’argomento di studio (tesi “compilativa”) secondo quanto concordato con il docente relatore. E’ consentito presentare e discutere il prodotto della ricerca attraverso l’uso di supporti elettronici. Previa autorizzazione della competente struttura, sarà possibile concordare l’assegnazione dell’argomento di studio e discuterne i risultati con docenti di altri corsi di studi o di altre Facoltà. La discussione avverrà davanti ad una Commissione secondo quanto previsto dalla normativa vigente. La valutazione conclusiva terrà conto dell’intera carriera dello studente all’interno del corso di studio, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi, delle valutazioni sulle attività formative precedenti e sulla prova finale. La votazione finale è espressa in centodecimi.

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato in Beni culturali è una figura professionale in grado di operare a livello intermedio e con flessibilità di impiego nel settore della conoscenza, ricerca, tutela e valorizzazione dei Beni culturali, e nella promozione culturale e turistica.

In particolare si intendono formare bibliotecari, archivisti, guide e accompagnatori turistici.

Competenze associate alla Funzione

Le competenze generali associate alle funzioni previste sono:

cercare in modo attivo soluzioni per soddisfare le esigenze degli altri; comprendere le implicazioni di nuove informazioni per la soluzione di problemi presenti e future e per i processi decisionali, usare la logica e il ragionamento, analizzare informazioni e valutare i risultati; comunicare con persone esterne; creare rapporti di lavoro costruttivi e cooperativi; mantenersi aggiornati sui cambiamenti tecnici e applicare nuove conoscenze.

Sbocchi Professionali

Potrà accedere al mondo del lavoro come assistente ed esecutore tecnicamente preparato presso gli enti locali, sovrintendenze, musei, archivi storici e moderni, biblioteche di medie e grandi dimensioni. Il laureato potrà, inoltre, trovare inserimento in società private e cooperative che forniscono consulenze e servizi all’Amministrazione pubblica e ad Enti ecclesiastici, ad archivi e banche dati presso istituti privati, ad enti e società che operano nel settore della tutela, divulgazione e promozione dei Beni culturali.

Il laureato potrà, inoltre, trovare inserimento in società private e cooperative che forniscono consulenze e servizi all’Amministrazione pubblica e ad Enti ecclesiastici, ad archivi e banche dati presso istituti privati, ad enti e società che operano nel settore della tutela, divulgazione e promozione dei Beni culturali.

Bibliotecari

Funzione nel contesto lavorativo

Indicizzare e catalogare di libri o documenti

gestire gli acquisti di libri o altro materiale

organizzare eventi per promuovere e presentare libri

controllare o aggiornare gli scaffali e i cataloghi

curare i rapporti con le istituzioni

fare formazione/informazione agli utenti;

fornire o reperire informazioni bibliografiche per il pubblico

garantire l'accessibilità e la fruizione al pubblico dei materiali

gestire e/o analizzare le risorse economiche

fare ricerca bibliografica

fornire assistenza agli utenti

gestire i servizi della biblioteca (servizio prestiti, servizio informativo on line, ecc.)

gestire progetti per la biblioteca

conservare libri o documenti

curare i rapporti con gli utenti

definire le procedure per l'indicizzazione e la catalogazione

far parte di organi istituzionali

partecipare a riunioni

partecipare a corsi di formazione e aggiornamento

promuovere la biblioteca

svolgere attività amministrativa

verificare e controllare i servizi in rete

cercare e reperire finanziamenti

collaborare con altre biblioteche

curare gli abbonamenti a riviste

curare i rapporti con i fornitori

curare i rapporti con le case editrici

verificare il rispetto delle norme di sicurezza

Competenze associate alla Funzione

Cercare in modo attivo soluzioni per soddisfare le esigenze degli altri

Comprendere le implicazioni di nuove informazioni per la soluzione di problemi presenti, futuri e per i processi decisionali

Usare la logica e il ragionamento per individuare i punti di forza e di debolezza di soluzioni, conclusioni o approcci alternativi ai problemi.

Analizzare le caratteristiche e i requisiti di strumenti, servizi o prodotti necessari alla realizzazione di un progetto

Individuare gli strumenti necessari per lo svolgimento di un lavoro

Identificare misure o indicatori delle prestazioni di un sistema e le azioni necessarie per migliorarle o correggerle in relazione agli obiettivi del sistema stesso

Adattare attrezzature e tecnologie per far fronte ai bisogni degli utenti

Analizzare informazioni e valutare risultati per scegliere la soluzione migliore e per risolvere problemi

Compilare, codificare, classificare, calcolare, tabulare, esaminare o verificare informazioni o dati

Identificare informazioni catalogando, valutando e riconoscendo differenze e similarità

Identificare le relazioni, le ragioni o i fatti sottostanti ad informazioni disaggregando informazioni o dati in parti separate

Sbocchi Professionali

Figure professionali di medio livello impegnate nella gestione del patrimonio archivistico e librario bibliotecario di stato, di bibilioteche nazionali, di enti pubblici, di enti locali e ecclesiatici

Potrà accedere al mondo del lavoro come assistente ed esecutore tecnicamente preparato presso enti locali,

archivi storici e moderni, biblioteche di medie e grandi dimensioni.

Potrà, inoltre, trovare inserimento in società private e cooperative che forniscono consulenze e servizi all’Amministrazione pubblica e ad Enti ecclesiastici, ad archivi e banche dati presso istituti privati.

.

Archivisti

Funzione nel contesto lavorativo

Conservare e valorizzare il patrimonio storico

coordinare le attività e gestire l'organizzazione della struttura (sala studi, archivi, biblioteche, ecc.)

fare ricerca d'archivio

predisporre o organizzare inventari e archivi

organizzare convegni, seminari, mostre

definire e mettere in atto strategie per la promozione culturale

fornire assistenza al pubblico

gestire banche dati o archivi

riprodurre documenti su supporto digitale

studiare e aggiornarsi

indicizzare e catalogare documenti

controllare e gestire la corrispondenza

organizzare visite guidate presso strutture museali

partecipare a progetti di ricerca con altri soggetti

analizzare o elaborare dati statistici

censire gli archivi

riordinare fondi archivistici

Competenze associate alla Funzione

Inserire, trascrivere, registrare, immagazzinare o conservare informazioni in forma scritta, elettronica o magnetica

Compilare, codificare, classificare, calcolare, tabulare, esaminare o verificare informazioni o dati

Mantenersi aggiornati sui cambiamenti tecnici e applicare nuove conoscenze

Comunicare con persone esterne all'organizzazione, rappresentare la stessa verso i clienti, il pubblico, le amministrazioni ed altre entità esterne, personalmente, in forma scritta, per telefono o via e-mail.

Fornire informazioni ai superiori, ai colleghi e ai subalterni, per telefono, in forma scritta, via e-mail o personalmente

Osservare, ricevere o ottenere in qualunque altro modo informazioni da fonti rilevanti

Usare computer e sistemi informatici (software ed hardware) per programmare, scrivere software, regolare funzioni, inserire dati, o elaborare informazioni

Interpretare o spiegare il significato di informazioni ed il loro possibile utilizzo

Identificare informazioni catalogando, valutando e riconoscendo differenze e similarità

Identificare le relazioni, le ragioni o i fatti sottostanti ad informazioni disaggregando informazioni o dati in parti separate

Sbocchi Professionali

Archivista di stato

archivista in enti pubblici e privati

Guide e accompagnatori turistici

Funzione nel contesto lavorativo

Organizzare visite guidate presso strutture museali o percorsi urbani

illustrare le particolarità storiche, archeologiche e naturalistiche legate all' itinerario

fornire assistenza ai turisti (svolgere pratiche burocratiche, risolvere problemi imprevisti, ecc.)

preparare itinerari turistici

accogliere i turisti al loro arrivo, accompagnare i turisti per viaggi, gite o escursioni

studiare e aggiornarsi (sulle lingue, sulle novità e sulle caratteristiche delle destinazioni turistiche)

prenotare servizi turistici (alberghi, ristoranti, guide, ecc.)

promuovere e sviluppare il territorio, organizzare o gestire azioni di marketing

fare mediazione culturale

fornire informazioni ai turisti

organizzare i tempi della giornata

svolgere attività di interpretariato

svolgere attività editoriale di interesse turistico

curare i contatti con le agenzie turistiche presenti sul territorio

proporre itinerari e progetti culturali alle scuole

redigere preventivi per i clienti

tenere contatti per posta, per telefono o per e-mail

visitare o partecipare a fiere

Competenze associate alla Funzione

Parlare ad altri per comunicare informazioni in modo efficace

Gestire il proprio tempo e quello altrui

Coordinare le proprie azioni a quelle degli altri

Cercare in modo attivo soluzioni per soddisfare le esigenze degli altri

Selezionare ed utilizzare metodi e procedure formative appropriate per apprendere o insegnare ad apprendere

Occuparsi direttamente del pubblico, servire i clienti in pubblici esercizi o negozi e ricevere clienti o ospiti

Mantenersi aggiornati sui cambiamenti tecnici e applicare nuove conoscenze

Creare rapporti di lavoro costruttivi e cooperativi e mantenerli nel tempo

Comunicare con persone esterne all'organizzazione, rappresentare la stessa verso i clienti, il pubblico, le amministrazioni ed altre entità esterne, personalmente, in forma scritta, per telefono o via e-mail

Osservare, ricevere o ottenere in qualunque altro modo informazioni da fonti rilevanti

Fornire informazioni ai superiori, ai colleghi e ai subalterni, per telefono, in forma scritta, via e-mail o personalmente

Sbocchi Professionali

Guida e assistente tecnicamente preparato presso enti locali e istituzioni specifiche, quali soprintendenze, musei, biblioteche, archivi, e presso aziende e organizzazioni professionali operanti nel settore del turismo, del restauro, della tutela e della didattica dei Beni culturali e del recupero ambientale

Area Generica

Conoscenza e Comprensione

Per quanto riguarda il "sapere", il percorso formativo del CdL, seguendo le direttive ministeriali relative all'individuazione delle attività formative proprie della classe L- 1- Laurea triennale in Beni Culturali, mira a formare figure professionali con conoscenze teoriche o pratico/teoriche in ambiti, rispettivamente attinenti ai beni archeologici, storico-artistici e archivistico-librari, alle tradizionali discipline storiche, civiltà antiche e medievali, alla legislazione e gestione di beni culturali, alle tecnologie dei beni culturali. Pertanto, i laureati devono avere conoscenze e capacità di comprensione/riflessione tali da consentire loro di elaborare idee e prospettive nel contesto occupazionale di riferimento. Il raggiungimento di un livello di preparazione adeguato dovrà avvenire attraverso l'ausilio di sussidi didattici e libri di testo aggiornati e metodologicamente stimolanti, e attraverso la partecipazione a corsi istituzionali e attività di esercitazione e di laboratorio.Gli obiettivi raggiunti verranno verificati attraverso il superamento di prove finali in forma scritta o orale.

­

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

I laureati devono essere in grado di applicare le loro conoscenze e capacità di comprensione e mostrare abilità nel risolvere problemi a tematiche scientifiche nuove, inserite in contesti più ampi, anche interdisciplinari, connessi al proprio settore di studio. In particolare, devono avere le capacità di agire professionalmente nei diversi ambiti dei beni culturali svolgendo attività di analisi e di interventi specifici; le capacità di catalogare e gestire basi di dati informativi e documentali; le capacità di utilizzare i principali strumenti informatici, di gestione dei dati e della comunicazione telematica negli ambiti di competenza; le capacità di partecipare a progetti operativi utilizzando le conoscenze acquisite anche in una prospettiva multidisciplinare e interdisciplinare.­ Quanto ai comportamenti, l'approccio professionale al loro lavoro implica la sensibilità verso la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale, l'­uso corretto e non distorto delle fonti in proprio possesso, la consapevolezza dei rischi delle tecnologie applicate ai beni culturali, l'attenzione alle problematiche interculturali,la responsabilità nella gestione, l'acquisizione di una corretta deontologia professionale.

Queste competenze saranno acquisite attraverso la partecipazione a corsi istituzionali, alle attività di laboratorio, a lavori seminariali per lo studio dei singoli casi e contesti e, inoltre, attraverso le attività di tirocinio e di visite guidate ai siti oggetto di studio. La corretta applicazione delle conoscenze sarà verificata in itinere e al termine delle attività laboratoriali e dei corsi tradizionali.

Beni archeologici

Conoscenza e Comprensione

Buona conoscenza della storia letteraria italiana greca e latina nonchè dei principali metodi per il suo studio. Adeguata preparazione per quanto concerne la tutela, la conservazione, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio archeologico: Acquisizione di conoscenze teoriche o pratico/teoriche. attinenti ai beni archeologici. Acquisizione di capacità di comprensione/riflessione. Acquisizione delle competenze informatiche, conoscenza di una delle lingue moderne dell'U.E. in riferimento alle esigenze formative del corso di studio. Acquisizione di conoscenze e competenze sulla legislazione dei beni culturali e nella creazione di attività imprenditoriali, Acquisizione dei metodi e strumenti della geografia con riferimento all'uso del linguaggio cartografico e alle tecniche di rappresentazione e di interpretazione dei fenomeni territoriali

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di ampliare le conoscenze storico letterarie acquisite attraverso opportuni collegamenti tra le letterature antiche e moderne e le discipline storiche.

Applicare le conoscenze e le capacità di comprensione maturate nel settore dei beni archeologici, mostrando la capacità di individuare gli elementi fondamentali delle problematiche connesse a tematiche scientifiche del settore.

Capacità di utilizzare negli ambiti di competenza strumenti informatici di gestione dati e di comunicazione telematica.

Capacità di applicare in un contesto di lavoro le conoscenze della lingua straniera.

Capacità di operare professionalmente nei diversi ambiti dei Beni culturali in conformità alla normativa vigente.

Capacità di valorizzare il territorio e di promuovere, organizzare e gestire azioni di marketing.

Capacità di illustrare le particolarità storico-archeologiche e ambientali legate agli itinerari turistici, e di organizzare eventi.

Storico-artistica

Conoscenza e Comprensione

Buona conoscenza della storia letteraria italiana e latina nonchè dei principali metodi per il suo studio. Adeguata preparazione per quanto concerne la tutela, la conservazione, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio storico-artistico. Acquisizione di conoscenze teoriche o pratico-teoriche attinenti al patrimonio storico artistico. Acquisizione di capacità di comprensione/riflessione. Acquisizione delle competenze informatiche, conoscenza di una delle lingue moderne dell'U.E. in riferimento alle esigenze formative del corso di studio. Acquisizione di conoscenze e competenze sulla legislazione dei beni culturali e nella creazione di attività imprenditoriali. Acquisizione dei metodi e strumenti della geografia con riferimento all'uso del linguaggio cartografico e alle tecniche di rappresentazione e di interpretazione dei fenomeni territoriali.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di ampliare le conoscenze storico letterarie acquisite attraverso opportuni collegamenti tra le letterature antiche e moderne e le discipline storiche.

Applicare le conoscenze e le capacità di comprensione maturate nel settore dei beni storico artistici, mostrando la capacità di individuare gli elementi fondamentali delle problematiche connesse a tematiche scientifiche del settore.

Capacità di utilizzare negli ambiti di competenza strumenti informatici di gestione dati e di comunicazione telematica.

Capacità di applicare in un contesto di lavoro le conoscenze della lingua straniera.

Capacità di operare professionalmente nei diversi ambiti dei Beni culturali in conformità alla normativa vigente.

Capacità di valorizzare il territorio e di promuovere, organizzare e gestire azioni di marketing.

Capacità di illustrare le particolarità storico-artistiche e ambientali legate agli itinerari turistici, e di organizzare eventi.

Archivistico libraria

Conoscenza e Comprensione

Buona conoscenza della storia letteraria italiana, greca e latina e della paleografia, nonchè dei principali metodi di studio. Adeguata preparazione per quanto concerne la tutela, la conservazione, la valorizzazione del patrimonio archivistico librario. Acquisizione di conoscenze teoriche o pratico-teoriche attinenti al patrimonio archivistico librario.

Acquisizione di capacità di comprensione/riflessione. Acquisizione delle competenze informatiche, conoscenza di una delle lingue moderne dell'U.E. in riferimento alle esigenze formative del corso di studio. Acquisizione di conoscenze e competenze sulla legislazione dei beni culturali e nella creazione di attività imprenditoriali.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di ampliare le conoscenze storico letterarie acquisite attraverso opportuni collegamenti tra le letterature antiche e moderne e le discipline storiche e archivistico librarie.

Capacità di individuare gli elementi fondamentali delle problematiche del settore archivistico librario e di

applicare le conoscenze e le capacità di comprensione maturate.

Capacità di utilizzare negli ambiti di competenza strumenti informatici di gestione dati e di comunicazione telematica.

Capacità di applicare in un contesto di lavoro le conoscenze della lingua straniera.

Capacità di operare professionalmente nell'ambito archivistico librario in conformità alla normativa vigente.

Capacità di indicizzare, catalogare e conservare libri o documenti, di predisporre e organizzare inventari e archivi, di organizzare eventi.

Capacità di valorizzare il patrimonio archivistico librario presente sul territorio e di promuovere, organizzare e gestire azioni di marketing.

Archivisti2.5.4.5.1
Bibliotecari2.5.4.5.2
Guide turistiche3.4.1.5.2
Renata CANTILENA
Eliana MUGIONE
Raffaella ZACCARIA
Maria PASSARO
Renata CANTILENA
Rosa FIORILLO
Fausto LONGO
Chiara Maria LAMBERT
Antonella TROTTA
Amalia GALDI
Luigi VECCHIO
Eliana MUGIONE
Maria Consiglia NAPOLI
Giuliana CAPRIOLO
Antonia SERRITELLA
Anna Baldi
Luigi Cetraro
Rita Maria Grazia Cianci
Rosy Esposito
Immacolata Montuori