ARCHEOLOGIA E CULTURE ANTICHE

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-2 - Classe delle lauree magistrali in Archeologia

Il Corso di laurea magistrale in Archeologia e culture antiche ha una durata legale di due anni. È altresì possibile l’iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall'Ateneo.

Per il conseguimento del titolo lo studente deve acquisire 120 CFU.

Il Corso di Laurea Magistrale in Archeologia e culture antiche, nasce dalla trasformazione della Laurea Specialistica in Archeologia in un contesto socio culturale ricco di evidenze archeologiche. Può contare sulle risorse umane e sulle strutture messe a disposizione dell'Ateneo e su Laboratori altamente specializzati che hanno ricevuto la certificazione di qualità (Laboratorio di Archeologia M. Napoli; Laboratorio di Archeologia Medievale).

Gli obiettivi formativi specifici del CdLM mirano a formare archeologi in grado di operare con funzioni direttive di elevata responsabilità in istituzioni ed organismi pubblici e privati di studio, di ricerca, di didattica, di conservazione, di recupero, di valorizzazione, di programmazione di interventi, relativi al patrimonio archeologico, artistico,documentario e monumentale. A tal fine gli insegnamenti impartiti nel CdLM prevedono attività didattiche nei settori disciplinari indispensabili a fornire conoscenze teoriche, metodi e abilità pratiche per consentire l'acquisizione di adeguate e aggiornate competenze professionali non solo nel settore dell'archeologia, ma anche in quello legato alla gestione e al marketing dei beni culturali.

Per tali obiettivi specifici e al fine di assicurare l'acquisizione di abilità tecnico-pratiche, alle lezioni frontali in aula si affiancano attività in laboratorio. Il corso non prevede curriculum, tuttavia per taluni gruppi di discipline è consentito agli studenti di operare un'opzione tra più insegnamenti per l'approfondimento di discipline storico-archeologiche classiche oppure medievali. In tal modo agli studenti è data l'opportunità di caratterizzare la loro formazione in archeologia classica o medievale, a seconda dei propri interessi culturali e delle attitudini.

Il corso di Laurea magistrale in Archeologia e culture antiche afferisce al Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale con sede presso il Campus Universitario di Fisciano, uno dei più grandi, moderni ed avanzati in Italia. Il Campus offre l'opportunità di studiare in un ambiente organizzato e piacevole, immerso in un'area verde di grande estensione e pregio ambientale e offre la possibilità di usufruire di moderne residenze universitarie, dell'Asilo nido Aziendale, di praticare diversi sport e di coltivare l'interesse per il teatro, la musica e la danza.

Il Campus dispone di una mensa centrale con 1.300 posti e diversi punti di ristoro ubicati nei vari plessi; dispone inoltre di aule didattiche accessibili e capienti, tutte dotate di avanzate attrezzature multimediali, diverse aule informatiche e sale studio, una rete wi-fi a disposizione degli studenti, due biblioteche centrali, una Umanistica e una Scientifica per un totale di 850.000 unità bibliografiche, nonché l'accesso alle biblioteche on-line.

L'iscrizione alla Laurea Magistrale in Archeologia e culture antiche richiede il possesso della Laurea, ivi compresa quella conseguita secondo l'ordinamento previgente al D.M. 509/1999 o del Diploma universitario di durata triennale o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

• I laureati della classe di laurea triennale in Beni Culturali (Classe L-1) e in Scienze dei Beni Culturali (Classe 13 ex D.M. 509/1999) possono essere ammessi alla laurea magistrale se hanno maturato almeno 24 CFU in discipline archeologiche (L-ANT/04, L-ANT/06, L-ANT/07, L-ANT/08, L-ANT/09, L-ANT/10) ritenuti indispensabili per una proficua prosecuzione degli studi magistrali nella classe LM2.

• Sono, inoltre, ammessi i laureati provenienti da corsi di laurea triennale di altre classi che abbiano acquisito 90 crediti formativi nei seguenti gruppi di SSDD

- L-ANT da 01 a 10 di cui almeno 24 cfu in discipline archeologiche (L-ANT/04, L-ANT/06, L-ANT/07, L-ANT/08, L-ANT/09, L-ANT/10)

- L-ART da 01a 05

- L-FIL LET da 01 a 10 di cui almeno 6 cfu in LFIL LET 02 oppure 04

- MDEA 01

- MGGR 01, 02

- MSTO da 01 a 04

E' altresì richiesta una buona conoscenza di una delle lingue europee, scritta e parlata e capacità di utilizzare i principali strumenti informatici.

Il possesso dei requisiti curriculari e l'adeguatezza della personale preparazione ai fini dell'ammissione viene accertata mediante esame della carriera universitaria del laureato e/o prove di verifica, secondo modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studio. Non è in ogni caso consentita l'iscrizione con debiti formativi.

Il CdS ha nominato un suo delegato deputato a gestire le attività di orientamento in ingresso e a supportare quelle organizzate dall'Ateneo.

Annualmente il CdS promuove incontri mirati per gli studenti del terzo anno delle triennali potenzialmente interessati all'iscrizione al CdS.

Tutte le iniziative e le manifestazioni organizzate annualmente dal Corso di Studio sono rese disponibili sulla pagina web del CdS al link sotto riportato.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e destinate ai potenziali futuri studenti:

-UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

Ulteriori servizi di orientamento in ingresso garantiti dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) sono disponibili al seguente link: http://www.orientamento.unisa.it

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Il Responsabile è la prof.ssa Chiara Lambert

Per maggiori informazioni: Link http://www.disabilidsa.unisa.it/

Il titolo di studio è conferito previo superamento di una prova finale.

La prova finale consiste nella presentazione e discussione in seduta pubblica dinanzi ad apposita commissione di una tesi, elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore ed eventualmente, un correlatore.

La preparazione della tesi prevede lo svolgimento di una significativa esperienza di lavoro dello studente su un tema di ricerca coerente con il percorso formativo, concordato con il docente relatore. L’elaborato finale può prevedere l'uso di fonti e documenti originali o consistere nella discussione approfondita della bibliografia sull'argomento di ricerca.

La valutazione conclusiva tiene conto dell’intera carriera dello studente all’interno del corso di studio, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi, della qualità dell'elaborato finale e dell'esposizione del candidato.

La valutazione della prova finale è in cento decimi, con eventuale lode. Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto finale sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Archeologi

Funzione nel contesto lavorativo

Tutelare e valorizzare il patrimonio artistico e archeologico

dirigere i lavori e fare sopralluoghi presso i cantieri e gli scavi

realizzare pubblicazioni scientifiche (articoli, saggi, libri, ecc.)

fare ricerca in campo archeologico

svolgere attività didattica

organizzare o allestire esposizioni o mostre

studiare i reperti e i siti archeologici

dirigere un museo archeologico

sbrigare pratiche amministrative (espropri, vincoli, premi di rinvenimento, occupazione temporanee, prelazioni, ecc.)

curare i rapporti con le istituzioni

curare la comunicazione museale

fornire assistenza giuridico legale nel campo della tutela del patrimonio artistico e archeologico

gestire e/o coordinare le risorse umane

leggere i progetti relativi al lavoro da realizzare per valutarne i rischi

organizzare e catalogare la documentazione o i reperti

organizzare eventi culturali

restaurare e conservare i reperti

analizzare o elaborare dati o informazioni

decifrare e datare le epigrafi

effettuare controlli archeologici

monitorare i lavori pubblici per valutare interferenze con il sottosuolo

validare progetti in campo archeologico

Competenze associate alla Funzione

Applica conoscenze di Archeologia e Storia dell'arte greca e romana, etruscologia e antichità italiche, archeologia della magna Grecia, Archeologia tardo antica e medievale, numismatica antica, epigrafia antica, metodologia della ricerca archeologica e archeologia del paesaggio, topografia, produzioni e cultura materiale, iconografia, storia antica, museologia, legislazione dei beni culturali, marketing, informatica applicata al settore, lingua straniera.

Sbocchi Professionali

Funzioni direttive di elevata responsabilità in istituzioni ed organismi pubblici e privati di studio ricerca e didattica, nonché di conservazione recupero e programmazione di interventi relativi al patrimonio archeologico, artistico, documentario e monumentale, valorizzazione e fruizione del patrimonio archeologico.

Curatori e conservatori di musei

Funzione nel contesto lavorativo

Organizzare le esposizioni all'interno del museo

conservare opere d'arte

catalogare o archiviare i beni del museo

curare la promozione museale

organizzare eventi

restaurare monumenti o opere d'arte

curare i rapporti con gli utenti

studiare gli artefatti e i materiali

sviluppare progetti per la promozione museale

creare percorsi turistici in ambito museale

organizzare le attività di didattica del museo

valutare opere d'arte

curare le pubbliche relazioni

Competenze associate alla Funzione

Applica conoscenze di Archeologia e Storia dell'arte greca e romana, etruscologia e antichità italiche, archeologia della magna Grecia, Archeologia tardo antica e medievale, numismatica antica, epigrafia antica, metodologia della ricerca archeologica e archeologia del paesaggio, topografia, produzioni e cultura materiale, iconografia, storia antica, museologia, legislazione dei beni culturali, marketing, informatica applicata al settore, lingua straniera.

Sbocchi Professionali

-curatore di collezioni archeologiche presso enti locali, musei archeologici pubblici e privati, soprintendenze archeologiche, gallerie d’arte, antiquari, case d’asta;

-consulente presso società private e cooperative che forniscono consulenze e servizi nel settore dei Beni Culturali all’Amministrazione pubblica e ad Enti ecclesiastici, a istituti privati, ad enti e società che operano nel settore della tutela, divulgazione e promozione dei Beni culturali

Esperti d'arte

Funzione nel contesto lavorativo

Organizzare mostre o eventi

valutare e promuovere opere d'arte

realizzare pubblicazioni scientifiche (articoli, saggi, libri, ecc.)

fare perizie

scrivere recensioni o articoli

selezionare opere d'arte ed artisti

esaminare materiale artistico

visitare o partecipare a mostre o rassegne d'arte

scrivere o curare la redazione di testi promozionali per mostre (cataloghi, pubblicità, ecc.)

studiare e riscoprire l'opera di artisti del passato

coordinare o dirigere collane d'arte

curare i rapporti con i critici d'arte, con le case editrici /enti privati ed istituzioni

Competenze associate alla Funzione

Applica conoscenze di Archeologia e Storia dell'arte greca e romana, etruscologia e antichità italiche, archeologia della magna Grecia, Archeologia tardo antica e medievale, numismatica antica, epigrafia antica, metodologia della ricerca archeologica e archeologia del paesaggio, topografia, produzioni e cultura materiale, iconografia, storia antica, museologia, legislazione dei beni culturali, marketing, informatica applicata al settore, lingua straniera.

Sbocchi Professionali

Esperti d’arte di alto profilo, capaci di operare nell’ambito della ricerca, della didattica, della valorizzazione e della gestione dei beni archeologici presso enti locali, musei pubblici e privati, soprintendenze; società private e cooperative che forniscono consulenze e servizi nel settore dei Beni Culturali all’Amministrazione pubblica e ad Enti ecclesiastici, a istituti privati, ad enti e società che operano nel settore della tutela, divulgazione e promozione dei Beni culturali.

Archeologia dell'età arcaica e classica

Conoscenza e Comprensione

-Comprensione e approfondimento delle conoscenze relative ai vari campi di ricerca inerenti, la civiltà e l'archeologia classica.

-Acquisire competenze per la corretta lettura e interpretazione dei reperti archeologici.

-Acquisire strumenti metodologici per la lettura e comprensione delle iscrizioni in età classica.

-Acquisizione della cultura materiale, e analisi dell'organizzazione spaziale in età greca e romana.

-Acquisizione delle metodologie dello scavo archeologico e della classificazione di reperti.

-Acquisire conoscenze relative al management per la valorizzazione, tutela, fruizione del patrimonio culturale.

-Acquisire competenze nelle fasi di analisi e progettazione e realizzazione di sistemi informativi, di piani territoriali e di eventi culturali.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di applicare le conoscenze teorico pratiche nella direzione di scavi archeologici, e nella gestione di enti di ricerca e di tutela nel campo dell'archeologia classica e della storia dell'arte antica.

Capacità di catalogare documenti e reperti, realizzare pubblicazioni scientifiche, progettare e revisionare piani di intervento, curare la promozione culturale in campo archeologico attraverso esposizioni museali e mostre.

Capacità di promuovere e gestire di eventi e di itinerari culturali.

Archeologia del mondo tardo antico e medievale

Conoscenza e Comprensione

- Comprensione e approfondimento delle conoscenze relative ai vari campi di ricerca inerenti, la civiltà e l'archeologia del mondo tardo antico e medievale.

- Acquisire competenze per la corretta lettura e interpretazione dei reperti archeologici.

- Acquisire strumenti metodologici per la lettura e comprensione delle iscrizioni in età tardo antica e medievale.

- Acquisizione delle metodologie dello scavo archeologico e della classificazione di reperti.

- Acquisire conoscenze relative al management per la valorizzazione, tutela, fruizione del patrimonio culturale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di applicare le conoscenze teorico pratiche nella direzione di scavi archeologici, e nella gestione di enti di ricerca e di tutela nel campo dell'archeologia tardo antica e medievale.

Capacità di catalogare documenti e reperti, realizzare pubblicazioni scientifiche, progettare e revisionare piani di intervento, curare la promozione culturale in campo archeologico attraverso esposizioni museali e mostre.

Capacità di promuovere e gestire eventi e itinerari culturali.

Archeologi2.5.3.2.4
Esperti d'arte2.5.3.4.2
Curatori e conservatori di musei2.5.4.5.3
Luca CERCHIAI
Chiara Maria LAMBERT
Mauro MENICHETTI
Eliana MUGIONE
Carmine PELLEGRINO
Alfonso SANTORIELLO
Elio DE MAGISTRIS
Mauro MENICHETTI
Rosa FIORILLO
Luca CERCHIAI
Carmine PELLEGRINO
Alfonso SANTORIELLO
Eliana MUGIONE
Chiara Maria LAMBERT
Francesco Spinelli
Fabiana Lauria
Luciano Burlini
Elisa D'Angelo
Donato Gaglione
Veronica Di Rosa
Attilio Ruffo
Mariavirgilia Vincensi