ECONOMIA AZIENDALE

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-18 - Classe delle lauree in Scienze dell'economia e della gestione aziendale

Il corso di laurea in Economia aziendale ha durata triennale e prevede un numero complessivo di CFU pari a 180. È prevista una programmazione locale degli accessi (230 studenti). Il Corso di laurea si propone di fornire allo studente una solida preparazione nelle discipline economiche ed aziendali e di conferirgli un'adeguata padronanza degli strumenti matematico-statistici e dei principi e istituti dell'ordinamento giuridico, in modo da favorire lo sviluppo di capacità e abilità per l'analisi dei fenomeni aziendali in contesti economici e sociali complessi.

Gli studenti saranno messi in grado di operare analisi di problemi in autonomia e con spirito critico, così da poter svolgere le proprie future attività lavorative in modo altamente professionale. Essi acquisiranno gli strumenti analitici e concettuali per l'interpretazione e la soluzione di problemi aziendali e contabili. Più specificamente, il corso di studio fornirà conoscenze idonee a consentire di tenere la contabilità delle aziende e di redigerne ed interpretarne il bilancio di esercizio, a formulare strategie aziendali, ad usare in modo appropriato tecniche e metodi di valutazione (anche basati su modelli statistici o contabili), ad analizzare e risolvere i principali problemi di costituzione, funzionamento ed estinzione di imprese e società.

L'obiettivo principale del percorso formativo è trasmettere al laureato le competenze per raccogliere dati ed interpretare fenomeni relativi alla vita delle unità produttive, per formulare giudizi di fattibilità e/o di convenienza connessi alle dinamiche aziendali, e per sviluppare capacità di problem-solving e decision-making nelle diverse situazioni aziendali. Il laureato in Economia Aziendale avrà inoltre sviluppato capacità di apprendimento utili per intraprendere studi magistrali in ambito economico e aziendale o corsi di master di primo livello con buon grado di autonomia.

Tra gli obiettivi del corso di studio rientra anche l'attività di formazione per l'accesso alla professione di esperto contabile (di cui al D.Lgs. 28 giugno 2005, n. 139) e per lo svolgimento dell'attività di revisione legale dei conti (di cui al D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39).

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Per essere ammessi al corso di laurea sono altresì richiesti il possesso di un'adeguata preparazione iniziale. In particolare, sono richieste conoscenze di matematica, comprensione verbale e logica.

Il livello di approfondimento delle conoscenze di base richiesto è quello previsto nei programmi di studio delle scuole secondarie di secondo grado.

L'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente è verificata in ingresso secondo modalità disciplinate nel regolamento didattico del corso. Nel caso in cui la verifica non sia positiva sono assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso, nelle forme previste dal Regolamento didattico del corso di studio.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e sono destinate ai potenziali futuri studenti:

- UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Per maggiori informazioni: http://www.disabilidsa.unisa.it/”

Il Delegato all'Orientamento in entrata è la Prof. Valeria D'Amato, coadiuvata dalla Commissione orientamento in entrata e in itinere, di cui è disponibile la composizione al link http://www.dises.unisa.it/dipartimento/commissioni?dettaglio=219.

Il Delegato e la Commissione predispongono il piano degli interventi di orientamento e i materiali per l'orientamento.

La prova finale consiste nell’esposizione in seduta pubblica dinanzi ad una apposita commissione di un elaborato scritto su uno specifico argomento.

La valutazione conclusiva tiene conto dell’intera carriera dello studente all’interno del corso di studio, della sua maturità culturale e della capacità di elaborazione intellettuale personale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi e di ogni altro elemento ritenuto rilevante.

Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Contabili

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato possiede conoscenze idonee a consentirgli di applicare le procedure in materia di tenuta delle scritture contabili di

società o di organizzazioni, di analizzare, classificare e registrare le operazioni contabili e le poste di bilancio, di curare le

procedure e gli adempimenti fiscali, di provvedere a paghe, compensi e versamenti contributivi.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato è in grado di fornire consulenza specialistica (di tipo fiscale, amministrativo, tributario, contrattuale, ecc.), di gestire

o controllare la contabilità, di gestire gli adempimenti fiscali, di redigere e controllare il bilancio, di curare i rapporti con enti o

soggetti esterni (quali Agenzie delle Entrate, istituti previdenziali, ecc.), di elaborare buste paga, di risolvere controversie o

sovrintendere ai contenziosi, di curare le questioni contrattuali, di curare i rapporti con gli istituti bancari. Tali competenze

sono inoltre coerenti con quelle richieste ai fini delliscrizione allAlbo come Esperto

Sbocchi Professionali

- Revisore contabile.

- Revisore di bilanci.

- Revisore legale.

- Esperto della contabilità (generale, di bilancio, del personale, dei fornitori, patrimoniale, ecc.).

- Consulente del lavoro.

- Contabile di magazzino.

- Esperto contabile.

Economi e tesorieri

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato è in grado di assistere gli specialisti ovvero di gestire le operazioni in liquidità di imprese ed organizzazioni; inoltre, adempie a mandati di pagamento, evade conti e fatture certificando e mantenendo scritture delle operazioni.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato può dedicarsi a curare gli aspetti finanziari ed economici di imprese ed organizzazioni; inoltre ha le capacità per gestire le attività aziendali sia da un punto di vista civilistico che fiscale.

Sbocchi Professionali

•tesoriere

•economo

•economo di albergo

Tecnici dell' organizzazione e della gestione dei fattori produttivi

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato è in grado di applicare procedure e tecniche proprie per monitorare e ottimizzare i processi di produzione, la produttività del lavoro umano e degli impianti, la logistica e i costi di esercizio.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato possiede le competenze per la gestione e il monitoraggio dei processi di produzione sia dal punto di vista dell’impiego dei fattori produttivi sia per l’analisi dei costi.

Sbocchi Professionali

•addetto controllo di gestione

•analista dei tempi di lavorazione

•analista di processi e cicli di produzione industriale

•cronometrista analista

•tecnico dell'organizzazione del lavoro

•tecnico della valutazione del lavoro

•analista di gestione

•analista di metodi di produzione industriale

•analista di processo manifatturiero

•controllore di produzione

•tecnico del controllo tempo e metodi

Area economica

Conoscenza e Comprensione

Il laureato avrà conoscenza dei modelli che analizzano la condotta dei soggetti partecipanti allo scambio di beni, servizi e fattori produttivi e delle modalità di funzionamento dei mercati come strumenti di coordinamento delle decisioni individuali. Inoltre, possederà nozioni relative all’analisi macroeconomica e alla politica economica (grandezze economiche aggregate, scelte intertemporali, politiche fiscali e monetarie in economia chiusa e in economia aperta) come pure alle principali caratteristiche delle relazioni economiche fra Paesi e alle determinanti degli scambi internazionali di beni e servizi.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Il laureato saprà interpretare i principali fenomeni che caratterizzano il funzionamento di un sistema economico e le modalità di condotta degli agenti economici (consumatori, risparmiatori, lavoratori, imprese), e sarà in grado di valutare con senso critico il ruolo dello Stato nei mercati e le forme di intervento pubblico nell’economia.

Area aziendale

Conoscenza e Comprensione

Il laureato avrà conoscenza del fenomeno aziendale, delle sue condizioni strutturali, funzionali e finalistiche, delle principali classi di aziende e operazioni aziendali, di strumenti per la corretta lettura ed interpretazione della contabilità e dei bilanci d’impresa e delle procedure di formazione del bilancio di esercizio, di caratteristiche e funzionamento delle organizzazioni imprenditoriali, delle problematiche di governo e di gestione delle imprese. Avrà poi familiarizzato con le diverse tipologie di servizi bancari (di raccolta, di impiego e di investimento) e le loro caratteristiche tecniche e convenienze economiche, con i principali modelli e strumenti utili per interpretare e risolvere i problemi finanziari delle imprese, e le tematiche e problematiche proprie della gestione strategica delle imprese.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Le conoscenze acquisite dal laureato gli consentiranno di redigere e interpretare svariati prospetti contabili (reddito e capitale, valutazione del fabbisogno finanziario dell’azienda, rappresentazione delle diverse configurazioni di capitale, valutazione degli elementi che compongono il capitale), di impostare un piano dei conti e di tenere le scritture contabili continuative e di assestamento delle varie classi di aziende, di adottare comportamenti di decision making e di problem solving all’interno delle organizzazioni imprenditoriali, di redigere piani finanziari per l’investimento di liquidità o ai fini del ricorso a finanziamenti, di seguire la gestione finanziaria aziendale, e di operare nelle imprese o come consulente ricoprendo ruoli e responsabilità di gestione strategica.

Area statistico-matematica

Conoscenza e Comprensione

Il laureato disporrà degli strumenti matematici fondamentali per lo studio quantitativo delle tematiche di carattere economico e finanziario che contraddistinguono il corso di studio (algebra lineare, calcolo differenziale e integrale, ottimizzazione). Avrà inoltre acquisito i fondamenti della statistica descrittiva e dell’inferenza statistica, e conoscerà i modelli statistici più utilizzati ai fini dell’analisi delle problematiche più frequenti nei contesti reali.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Avendo maturato una mentalità analitica e protesa alla decifrazione dei problemi e all’individuazione di risposte, il laureato sarà in grado di utilizzare gli adeguati strumenti quantitativi e statistici per affrontare e risolvere problemi in ambito economico e finanziario e per assumere decisioni in ambito aziendale.

Area giuridica

Conoscenza e Comprensione

Il laureato avrà maturato una compiuta conoscenza di principi generali e regole fondamentali che disciplinano l’ordinamento giuridico, con specifico riferimento sia ai rapporti tra soggetti privati ed istituzioni pubbliche sia ai rapporti privatistici che più da vicino concernono le attività economiche ed imprenditoriali: impresa, società (nozioni, tipologie, operazioni di costituzione, modificazione e scioglimento), contratti, titoli di credito, rapporti di lavoro e relativa disciplina contrattuale, diritto sindacale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Il laureato avrà la capacità di applicare le conoscenze giuridiche teoriche a situazioni concrete, di percepire le modalità attraverso le quali la sfera del diritto influenza la gestione aziendale, di riconoscere la rilevanza e le conseguenze giuridiche dei comportamenti di imprese e altri operatori economici, nonché di inquadrare e gestire il personale delle imprese sotto l’aspetto contrattuale, nel rispetto delle normative vigenti.

GENERALE
BANCARIO ASSICURATIVO
Contabili3.3.1.2.1
Economi e tesorieri3.3.1.2.2
Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi3.3.1.5.0
Alessandra AMENDOLA
Alessio DI AMATO
Rosa FERRENTINO
Emanuele INDRACCOLO
Giuseppe LICCARDO
Vincenzo LUCIANI
Roberto ROSSI
Maria RUSSOLILLO
Giancarlo SORRENTINO
Luigi SENATORE
Maria RUSSOLILLO
Roberto ROSSI
Emanuele INDRACCOLO
Marcello D'AMBROSIO