ECONOMIA E COMMERCIO

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-33 - Classe delle lauree in Scienze economiche

Il corso di studio in Economia e Commercio ha una durata di 3 anni e prevede un numero complessivo di CFU pari a 180.

E’ prevista una programmazione degli accessi (230 studenti).

Il corso di studio si propone di fornire allo studente una solida formazione di base nelle discipline economiche e aziendali, privilegiando in special modo l'attenzione alle dinamiche e al funzionamento del sistema economico, alla padronanza degli strumenti matematico-statistici, ai principi e istituti dell'ordinamento giuridico, e alle tecniche contabili e gestionali inerenti alle attività economiche.

Perciò lo studente svilupperà competenze rigorose e versatili nelle discipline economiche, quantitative, della finanza e delle politiche economiche, della ragioneria e del diritto commerciale, e potrà successivamente operare in imprese e istituzioni private e pubbliche, sia locali che nazionali, con compiti di analisi e di gestione di politiche e con capacità di assolvimento di incarichi operativi e decisionali in ambito economico e finanziario.

Più specificamente, il laureato avrà acquisito capacità analitiche e decisionali per operare nell'ambito di amministrazioni pubbliche, di imprese e di istituzioni e mercati finanziari. Il suo bagaglio culturale potrà consentirgli di indirizzarsi verso percorsi di ricerca, o di gestire con competenza attività di rilevamento e trattamento dei dati pertinenti l'analisi economica nei suoi vari aspetti applicativi ai fini della riflessione e dell'interpretazione dei fenomeni socio-economici. Avrà altresì sviluppato le abilità di apprendimento necessarie per intraprendere ulteriori studi con un alto grado di autonomia, in particolare nell'ambito delle Lauree Magistrali in Scienze economiche e aziendali o di corsi di Master di I livello.

Il percorso di studio prevede insegnamenti ricompresi soprattutto negli ambiti economico, aziendale, statistico-matematico e giuridico, cui si accompagnano una prova di lingua e una prova informatica (o in alternativa il tirocinio), al fine di garantire agli studenti una solida formazione di base.

Tra gli obiettivi del corso di studio rientra anche l'attività di formazione per l'accesso alla professione di esperto contabile (di cui al D.Lgs. 28 giugno 2005, n. 139) e per lo svolgimento dell'attività di revisione legale dei conti (di cui al D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39).

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. E' altresì richiesto il possesso di un'adeguata preparazione iniziale. In particolare, sono richieste conoscenze di matematica, comprensione verbale e logica.

Il livello di approfondimento delle conoscenze di base richiesto è quello previsto nei programmi di studio delle scuole secondarie di secondo grado.

L'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente è verificata in ingresso secondo modalità disciplinate nel regolamento didattico del corso. Nel caso in cui la verifica non sia positiva sono assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso, nelle forme previste dal Regolamento didattico del corso di studio.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e sono destinate ai potenziali futuri studenti:

- UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Per maggiori informazioni: http://www.disabilidsa.unisa.it/”

Il Delegato all' Orientamento in entrata è la Prof.ssa Valeria D'Amato, coadiuvata dalla Commissione orientamento in entrata e in itinere, di cui è disponibile la composizione al link http://www.dises.unisa.it/dipartimento/commissioni?dettaglio=219

La prova finale consiste nell’esposizione in seduta pubblica dinanzi ad una apposita commissione di un elaborato scritto su uno specifico argomento.

La valutazione conclusiva tiene conto dell’intera carriera dello studente all’interno del corso di studio, della sua maturità culturale e della capacità di elaborazione intellettuale personale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi e di ogni altro elemento ritenuto rilevante.

Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Contabili

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato possiede conoscenze idonee a consentirgli di applicare le procedure in materia di tenuta delle scritture contabili di società o di organizzazioni, di analizzare, classificare e registrare le operazioni contabili e le poste di bilancio, di curare le procedure e gli adempimenti fiscali, di provvedere a paghe, compensi e versamenti contributivi.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato è in grado di fornire consulenza specialistica (di tipo fiscale, amministrativo, tributario, contrattuale, ecc.), di gestire o controllare la contabilità, di gestire gli adempimenti fiscali, di redigere e controllare il bilancio, di curare i rapporti con enti o soggetti esterni (quali Agenzie delle Entrate, istituti previdenziali, ecc.), di elaborare buste paga, di risolvere controversie o sovrintendere ai contenziosi, di curare le questioni contrattuali, di curare i rapporti con gli istituti bancari. Tali competenze sono inoltre coerenti con quelle richieste ai fini dell’iscrizione all’Albo come Esperto Contabile (sezione B).

Sbocchi Professionali

- Revisore contabile.

- Revisore di bilanci.

- Revisore legale.

- Esperto della contabilità (generale, di bilancio, del personale, dei fornitori, patrimoniale, ecc.).

- Consulente del lavoro.

- Contabile di magazzino.

- Esperto contabile.

Tecnici della gestione finanziaria

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato si occupa della rilevazione e dell’analisi dei dati finanziari e di investimento di imprese, organizzazioni o famiglie per individuare e valutare lo stato e i rischi delle relative esposizioni e per vendere adeguati prodotti finanziari. Mette inoltre in relazione, anche attraverso attività di consulenza, banche o intermediari finanziari con la potenziale clientela al fine della concessione di finanziamenti.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato è in grado di fornire consulenze finanziarie, di cercare e reperire finanziamenti, di redigere e controllare il bilancio, di analizzare o individuare le esigenze dei clienti, di gestire le operazioni finanziarie o gli investimenti, di valutare i rischi finanziari, di analizzare dati finanziari, di curare i rapporti con gli istituti bancari, di eseguire studi di fattibilità. Tali competenze sono inoltre coerenti con quelle richieste ai fini dell’iscrizione all’Albo come Esperto Contabile (sezione B).

Sbocchi Professionali

- Analista di rischi aziendali.

- Consulente finanziario.

- Esperto di finanziamenti per l'export.

- Gestore di fondi di investimento.

- Mediatore creditizio.

- Operatore di cambio.

- Promotore finanziario.

- Venditore di prodotti finanziari.

- Esperto contabile.

Tecnici del lavoro bancario

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato è in grado di curare le attività amministrative bancarie in back ed in front office, fornendo ai clienti assistenza sui servizi bancari offerti; di seguire le procedure per determinare i rischi connessi alla corresponsione di mutui e prestiti; di individuare le condizioni ottimali per la loro restituzione.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato può compiere attività connesse al mondo bancario ed assicurativo, sia di assistenza ai clienti che di supporto agli uffici di organizzazioni complesse. Inoltre può derivare misure sintetiche per la valutazione del rischio connesso alle operazioni finanziarie.

Sbocchi Professionali

•addetto alle operazioni bancarie in tempo reale

•capo ufficio in aziende di credito

•funzionario di banca

•operatore bancario cambi

•operatore bancario di titoli

•operatore bancario servizi finanziari sviluppo clienti

•operatore bancario su estero

•operatore crediti bancari

•tecnico addetto al controllo antiriciclaggio

•tesoriere di banca

Periti, valutatori di rischio e liquidatori

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato è in grado di raccogliere informazioni e dati per individuare responsabilità, di stimare danni, per definire, secondo le procedure, l’ammontare dei pagamenti; di istruire polizze non standard valutando, secondo procedura, i rischi connessi; di liquidare le polizze verificando che le procedure di sottoscrizione della polizza, di stimare dei danni o degli eventi, di valutazione delle condizioni contrattuali e dei corrispettivi da pagare siano state rispettate.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato può espletare tutte le attività connesse al settore delle assicurazioni.

In particolare è in grado di assistere il cliente nelle diverse valutazioni del rischio connesso ai diversi settori delle attività produttive.

Sbocchi Professionali

•addetto ad attività ispettiva sinistri

•assuntore rischi tecnologici

•controllore tecnico dei rischi assunti

•corrispondente sinistri

•ispettore sinistri

•liquidatore d'assicurazioni

•liquidatore giudiziario

•perito danno automobilistico

•perito di assicurazione

•perito di avarie navali

•perito in infortunistica stradale

Il Corso di Studio nel suo complesso

Conoscenza e Comprensione

Il laureato in Economia e Commercio acquisisce una solida formazione di base nelle discipline economiche e aziendali e ha un'adeguata padronanza dei metodi matematico-statistici e dei principi e istituti dell'ordinamento giuridico, nonché un'ampia visione spazio-temporale delle problematiche relative alle imprese e ai sistemi economici. La sua formazione multidisciplinare di base è garantita, e integrata, inoltre, sia dalle conoscenze acquisite in ambito storico-economico e geografico-economico che dall'apprendimento del diritto commerciale, dei principi jus-pubblicistici dell'ordinamento e degli istituti di diritto privato e connessi con l'economia.

In tal modo, il laureato acquisisce un bagaglio di conoscenze fondamentali comuni che, immediatamente spendibili in ambiti professionali economico-aziendali o ampiamente utilizzabili nella prosecuzione degli studi con la formazione "magistralis", lo portano al superamento dell'apprendimento pre-universitario difforme in base alla provenienza.

Al termine del corso di studi, inoltre, il laureato acquisisce capacità di descrivere, analizzare e sintetizzare le questioni connesse al mondo del lavoro, delle imprese e dell'economia. E' in grado di comprendere anche gli aspetti di natura tecnica e specialistica del suo settore di studio, avendo acquisito la capacità di utilizzare in modo appropriato testi avanzati, oltre che aggiornati con le tematiche più d'avanguardia affrontate dalle comunità degli studi. Possiede, infine, gli strumenti metodologici necessari per poter identificare correttamente i problemi economici e aziendali, verificare le ipotesi formulate e suggerire opportuni interventi, soluzioni e conclusioni.

Le modalità a cui si farà ricorso per il trasferimento delle conoscenze sono: lezioni frontali, seminari, testimonianze, gruppi di studio e di lavoro, interazione con il docente. I principali strumenti didattici adottati saranno: testi di riferimento e di approfondimento, articoli e letture di aggiornamento, lucidi. I risultati di apprendimento verranno verificati attraverso test, questionari, esercizi da svolgere, prove orali

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Il laureato in Economia e Commercio sviluppa competenze economiche, aziendali, giuridiche, quantitative rigorose e versatili che gli consentono di assolvere professionalmente incarichi operativi e decisionali, con compiti di analisi e di gestione di politiche, nell'ambito di imprese e istituzioni economico-finanziarie, pubbliche e private, locali e nazionali. Tali competenze rappresentano altresì un insieme di strumenti metodologici indispensabili per proseguire gli studi con successo nelle lauree magistrali delle classi di scienze dell'economia e delle scienze economico-aziendali.

Il laureato ha, in ogni caso, la capacità di utilizzare i concetti chiave acquisiti e di argomentare le proprie idee per affrontare problemi concreti. In particolare, sarà in grado di:

- analizzare i processi decisionali degli individui (imprese, consumatori, lavoratori) e il modo in cui le istituzioni (i mercati, lo Stato) permettono l'allocazione efficiente di risorse scarse;

- interpretare i principali fenomeni macroeconomici (crescita, disoccupazione, inflazione, ecc.) e le politiche monetarie e fiscali in rapporto al ciclo economico;

- individuare analiticamente il ruolo dei mercati e dello Stato nell'ambito dei processi di crescita economica, gli effetti dell'intervento pubblico nell'economia e le cause di fallimento del mercato;

- applicare teorie e metodi dell'economia aziendale per esaminare e valutare attività, gestione e governance delle diverse classi di aziende;

- utilizzare le modalità di rilevazione contabile e di rappresentazione nel bilancio;

- esaminare il funzionamento delle imprese e le problematiche delle principali aree gestionali

- verificare e analizzare la struttura dei mercati finanziari e degli intermediari finanziari e bancari e applicare strumenti e modalità di misurazione del rischio e del rendimento;

- esaminare criticamente fenomeni economici e tematiche economico-sociali, utilizzando metodi matematici, strumenti statistici e modelli evolutivi;

- interpretare i modelli di sviluppo delle economie capitalistiche e i cambiamenti nel processo di integrazione europea in una prospettiva di lungo periodo;

- analizzare i principali istituti giuridici connessi con i processi economici.

Per sviluppare la capacità di applicare conoscenza e comprensione si farà ricorso a varie modalità didattiche (gruppi di studio, studio individuale di casi, esercitazioni), mentre si verificheranno i risultati di apprendimento attraverso idonei strumenti (test, questionari, esercizi da svolgere, valutazione degli elaborati scritti, prove orali).

Area Aziendale

Conoscenza e Comprensione

Il laureato possederà una visione di insieme del fenomeno aziendale. Avrà appreso nozioni circa le principali classi di aziende, le condizioni di struttura e di funzionamento, le operazioni aziendali, le problematiche specifiche che caratterizzano l’operatività di alcune aree gestionali. Egli sarà inoltre in grado di rappresentare le principali operazioni di gestione nel sistema scritturale e nel bilancio di esercizio. Infine, al laureato saranno stati forniti gli elementi necessari della teoria organizzativa e della progettazione delle strutture e dei meccanismi operativi in una prospettiva economica, sociale e tecnologica.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Le conoscenze acquisite dal laureato gli consentiranno di comporre le scritture contabili, di redigere e interpretare il bilancio di esercizio, di analizzare il punto di equilibrio, di approntare i prospetti di sintesi per la valutazione del fabbisogno finanziario dell’azienda, i prospetti per la rappresentazione delle diverse configurazioni di capitale, i documenti per la valutazione degli elementi che compongono il capitale. Egli sarà inoltre capace di implementare le principali tecniche di marketing, organizzative e finanziarie, così da poterle applicare operativamente all’interno delle aziende profit e no profit.

Area Statistico-matematica

Conoscenza e Comprensione

Il laureato conseguirà le nozioni fondamentali di algebra lineare, di calcolo differenziale e integrale e di ottimizzazione, le quali tra l’altro si riveleranno estremamente utili per una più efficace comprensione degli aspetti economici e quantitativi che caratterizzano le altre discipline del percorso formativo. Egli avrà poi acquisito i fondamenti della statistica descrittiva e dell’inferenza statistica, nonché la cognizione dei principali modelli statistici e delle loro applicazioni in contesti reali. Infine, il laureato possederà le conoscenze necessarie per analizzare e gestire la dinamica dei capitali in un’ottica temporale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Il laureato sarà in grado di utilizzare con buona padronanza gli strumenti analitici e matematici per comprendere e risolvere problemi di carattere economico-finanziario. Le conoscenze statistiche gli permetteranno di gestire il processo decisionale in condizioni di incertezza, avendo sperimentato nel corso degli studi i vantaggi derivanti dall’impiego degli strumenti statistici in contesti reali. Analogamente, egli saprà utilizzare i modelli e gli strumenti operativi ai fini dell’analisi e della previsione di eventi e situazioni nel campo economico e finanziario.

Area Giuridica

Conoscenza e Comprensione

Il laureato avrà appreso le nozioni fondamentali sulla disciplina dei rapporti tra soggetti privati e tra questi e la Pubblica Amministrazione. Egli conoscerà principi e regole che governano i rapporti privatistici nel sistema costituzionale italiano, con riferimento all’organizzazione dello Stato e degli enti decentrati, anche grazie ad una costante pratica di consultazione delle fonti normative e ad un primo avvicinamento alle argomentazioni dottrinali e ai casi giurisprudenziali. Particolare attenzione sarà posta al diritto delle obbligazioni e dei contratti, istituti fondamentali per la figura che il CdS ambisce a formare.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Il laureato sarà in grado di interpretare i testi normativi, di applicare le conoscenze giuridiche a situazioni concrete, di ipotizzare le conseguenze giuridiche dei diversi comportamenti dei soggetti. Egli saprà qualificare le fattispecie e individuare la disciplina applicabile ai concreti rapporti giuridici riscontrabili nella moderna realtà sociale, e possederà il necessario senso critico per comprendere scelte legislative e politiche pubbliche di governo dell’economia e del mercato.

Area Economica

Conoscenza e Comprensione

Il laureato avrà conseguito un insieme di conoscenze di analisi economica utili a decifrare i processi di decisione di individui e imprese, a comprendere i meccanismi di funzionamento dei mercati, a valutare con spirito critico i principali fenomeni macroeconomici e gli strumenti di politica economica, a decifrare le funzioni allocative e distributive dello Stato e i sistemi di imposizione fiscale. Inoltre, egli avrà acquisito un bagaglio di conoscenze storico-economiche connesse all’evoluzione delle economie capitalistiche e una capacità interpretativa degli scenari geo-politici dell’economia mondiale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Il laureato avrà la capacità di analizzare e spiegare i fenomeni del mondo reale che fanno riferimento alle diverse tipologie di mercato, alle scelte individuali di consumo, lavoro e risparmio, al comportamento delle imprese e all’intervento dello Stato nell’economia. Sarà poi in grado di comprendere le finalità dei diversi tipi di intervento pubblico e le possibili modalità di finanziamento ad essi associate, nonché di interpretare, in una prospettiva storica di lungo periodo, i principali fenomeni macroeconomici (ciclo economico, crescita economica, sviluppo delle economie capitalistiche, integrazione europea).

Economia
Imprese e Mercati
Contabili3.3.1.2.1
Tecnici della gestione finanziaria3.3.2.1.0
Tecnici del lavoro bancario3.3.2.2.0
Periti, valutatori di rischio e liquidatori3.3.2.4.0
Vincenzo CARRIERI
Paolo COCCORESE
Roberto DELL'ANNO
Sergio Pietro DESTEFANIS
Giovanna BIMONTE
Biagio DI SALVIA
Giuseppe FESTA
Cira PERNA
Daniela VALENTINO
Annunziata VITA
Rosa FERRENTINO
Vincenzo CARRIERI
Gianluigi COPPOLA
Giovanna BIMONTE
Gaetano Esposito
Stefania Arenare
Rosario Catalano
Domenico Ricci
Sonia Vitolo
Salvatore Perrotta