FILOSOFIA

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-5 - Classe delle lauree in Filosofia

Il Corso di Laurea in Filosofia ha una durata legale di tre anni. È possibile l'iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall'Ateneo.

Per il conseguimento del titolo lo studente deve acquisire 180 CFU.

Il corso di Laurea in Filosofia nasce a Salerno nel 1969, nel momento in cui, presso l'Istituto Universitario di Magistero di Salerno, è istituita la Facoltà di Lettere e Filosofia (Decreto del Presidente della Repubblica 18 dicembre 1968, n. 1436, pubblicato nella G. U. 3 marzo 1969, n. 57).

Le lauree conferite dalla Facoltà, infatti, erano quelle di Lettere, di Filosofia e di Lingue e letterature straniere moderne (indirizzo europeo), con una durata dei corsi degli studi di quattro anni.

Pur modificato nei tempi e nelle forme (da corso unico quadriennale a quello attuale articolato in un triennio più un biennio magistrale), il CdS di Filosofia a Salerno conserva ancora oggi la sua istitutiva e intrinseca finalità, ossia fornire agli iscritti gli strumenti intellettuali che rendono possibile una capacità critica atta a formulare un giudizio qualificante sul pensiero e sull'agire umano.

Il percorso di studi (che si propone di formare studiosi competenti negli ambiti di ricerca più tipici della tradizione filosofica occidentale) è finalizzato ad assicurare una competenza ampia e concreta, spendibile nei diversi ambiti culturali e produttivi che richiedano la presenza di educatori e consulenti dotati di autentica formazione filosofica di base, caratterizzata da competenze terminologiche, metodologiche e critiche, abilità di lettura e interpretazione dei testi, capacità di valutazione critica di problematiche sociali, morali e religiose, estetiche e psico-pedagogiche.

Lo studente che dopo aver conseguito la laurea triennale in Filosofia intenda proseguire gli studi universitari può accedere alla laurea magistrale in Filosofia, attivo presso l'Ateneo di Salerno e progettato in modo organico in successione al percorso triennale.

Il corso di Laurea in Filosofia afferisce al Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale con sede presso il Campus Universitario di Fisciano, uno dei più grandi, moderni ed avanzati in Italia. Il Campus offre l'opportunità di studiare in un ambiente organizzato e piacevole, immerso in un'area verde di grande estensione e pregio ambientale e offre la possibilità di usufruire di moderne residenze universitarie, dell'Asilo nido Aziendale, di praticare diversi sport e di coltivare l'interesse per il teatro e la musica.

Il Campus dispone di una mensa centrale con 1.300 posti e diversi punti di ristoro ubicati nei vari plessi; dispone inoltre di aule didattiche accessibili e capienti, tutte dotate di avanzate attrezzature multimediali, diverse aule informatiche e sale studio, una rete wi-fi a disposizione degli studenti, due biblioteche centrali, una Umanistica e una Scientifica per un totale di 850.000 unità bibliografiche, nonché l'accesso alle biblioteche on-line.

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. E' altresì richiesta un'adeguata preparazione di cultura generale e filosofica. Il livello di approfondimento delle conoscenze di base richiesto è quello previsto nei programmi di studio delle scuole secondarie di secondo grado. L'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente è verificata in ingresso secondo modalità disciplinate nel regolamento didattico del corso. Nel caso in cui la verifica non sia positiva sono assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso, nelle forme previste dal Regolamento didattico del corso di studio.

ll CdS in FILOSOFIA ha nominato un suo delegato deputato a gestire le attività di orientamento in ingresso e a supportare quelle organizzate dall'Ateneo.

In generale, l'Orientamento in ingresso del CdS e del DiSPaC si articola attraverso i seguenti canali principali:

- la tradizionale descrizione dell'offerta formativa e delle strutture del Dipartimento, realizzata sia attraverso il raccordo più stretto con il C.A.O.T., sia in forme autonome;

- la realizzazione di specifici progetti di orientamento condivisi e articolati continuativamente nel tempo, anche con la collaborazione delle associazioni di settore;

- la promozione, in modalità condivise con la scuola, di percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro, con la collaborazione dei soggetti territoriali.

Tutte le iniziative e le manifestazioni organizzate annualmente dal Corso di Studio sono rese disponibili sulla pagina web del CdS al link sotto riportato.

Attraverso il C.A.O.T.,inoltre, l'Ateneo promuove e realizza stabilmente diverse manifestazioni di orientamento in ingresso, in particolare:

- UNISAOrienta, organizzata, con cadenza annuale, nel mese di febbraio/marzo, destinata agli studenti e ai docenti degli Istituti di Istruzione Superiore del bacino di utenza dell'Ateneo che ha come obiettivo specifico quello di avvicinare gli studenti alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta consapevole del futuro percorso di studio.

Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- “Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Per maggiori informazioni visitare il sito http://web.unisa.it/didattica/orientamento

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Il Delegato alla disabilità di Dipartimento è la prof.ssa Chiara Lambert

Per maggiori informazioni: Link http://www.disabilidsa.unisa.it/

Il titolo di studio è conferito previo superamento di una prova finale.

La prova finale consiste nell’esposizione in seduta pubblica dinanzi ad una apposita commissione di un elaborato scritto su uno specifico argomento concordato con un docente-relatore.

La valutazione conclusiva tiene conto dell’intera carriera dello studente all’interno del corso di studio, della sua maturità culturale e della capacità di elaborazione intellettuale personale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi e di ogni altro elemento ritenuto rilevante.

Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Filosofi

Funzione nel contesto lavorativo

Counseling filosofico, studio della storia della filosofia e della cultura finalizzato alla attività didattica, alla produzione e/o gestione di ricerche scientifiche; partecipazione attiva al dibattito culturale e politico; ricerche nel campo dell’epistemologia, della metafisica, dell’etica, dell’estetica e della filosofia in generale.

Competenze associate alla Funzione

Applica conoscenze dei principi della filosofia teoretica, morale (bioetica, etica applicata) e scientifica; della storia della filosofia; filosofia del linguaggio, estetica, sociologia, psicologia, filosofia delle religioni, antropologia, filosofia politica; conoscenze di storia, storia delle letterature e dell'arte

Sbocchi Professionali

Lo sbocco naturale del CdS è l'iscrizione al CdS magistrale in Filosofia o un master di primo livello; counseling filosofico; responsabile editoriale; responsabile comunicazione; addetto stampa presso enti pubblici e privati

Tecnici delle pubbliche relazioni

Funzione nel contesto lavorativo

Assistono gli specialisti nel ricercare, selezionare, raccogliere e sistematizzare materiale informativo e pubblicitario favorevole; seguono procedure per organizzare e sponsorizzare eventi

Competenze associate alla Funzione

Applicano conoscenze, capacità e abilità specialistiche in ambito umanistico; con particolare riferimento alle conoscenze in ambito storico e teoretico utili a rafforzare le competenze filologico-linguistiche e psico-pedagogiche. Tutto ciò contribuisce all'acquisizione di quelle abilità utili per svolgere la mansione di tecnico addetto alle pubbliche relazioni.

La preparazione è utilizzabile in diversi ambiti professionali laddove è necessaria flessibilità intellettuale e capacità di adattarsi a molteplici compiti di media responsabilità.

Sbocchi Professionali

Addetto alle relazioni pubbliche presso enti istituzionali e privati

Organizzatori di eventi culturali

Funzione nel contesto lavorativo

Organizzazione di eventi culturali: attività di elaborazione, programmazione, gestione, promozione e comunicazione.

Organizzazione di mostre, rassegne, altre iniziative culturali o didattiche.

Competenze associate alla Funzione

Applica conoscenze approfondite storico-filosofiche e interdisciplinari di base; prepara alla divulgazione di contenuti del sapere umanistico insieme con la capacità di rapportarsi al mondo sociale e lavorativo. La preparazione è certamente utilizzabile in diversi ambiti professionali sia nell'area pubblica che privata, laddove è necessaria flessibilità intellettuale e capacità di adattarsi a molteplici compiti di media responsabilità,

Sbocchi Professionali

Organizzatori di eventi culturali presso istituzioni ed enti privati

Tecnici dei servizi per l'impiego

Funzione nel contesto lavorativo

Informano chi cerca lavoro sulle opportunità lavorative disponibili; raccolgono informazioni sulle capacità, sulla formazione, sugli interessi e sulle loro esperienze lavorative; li aiutano a formulare curricula e ad utilizzare gli strumenti disponibili per cercare lavoro; propongono le loro candidature ai soggetti che domandano lavoro; li collocano secondo le disposizioni di legge.

Competenze associate alla Funzione

Applica conoscenze approfondite storico-filosofiche, pedagogiche e psicologiche, di dottrine politiche oltre che conoscenze interdisciplinari di base.

La preparazione è certamente utilizzabile in diversi ambiti professionali sia nell'area pubblica che privata, laddove è necessaria flessibilità intellettuale e capacità di adattarsi a molteplici compiti di media responsabilità.

Sbocchi Professionali

Tecnici dei servizi per l'impiego sia in campo pubblico che privato

Storia e storiografia del pensiero filosofico e politico

Conoscenza e Comprensione

Conoscere testi, studi critici e classici del pensiero filosofico e politico con il supporto di lingue straniere per la bibliografia.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper analizzare la storia dei processi culturali, rendendo possibile la coniugazione di competenze provenienti da approcci diversificati (autori diversi, tradizioni di ricerca diverse, discipline diverse)

Discipline filosofiche

Conoscenza e Comprensione

Conoscere le problematiche e le questioni relative alle discipline teoretiche, morali, logico-linguistico-epistemologiche e antropologiche

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper sviluppare capacità di astrazione, di analisi, di sintesi, di interpretazione, di ideazione, di individuazione e soluzione dei problemi; acquisizione e sviluppo di metodologie di apprendimento problematico

Estetica e storia dell'arte

Conoscenza e Comprensione

Conoscere le questioni fondamentali della disciplina estetica, fornendo le linee di sviluppo (speculative e storiche), i metodi, le problematiche del sentire e della sua forma di espressione nell’arte come immagine

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper comprendere e valutare criticamente i fenomeni artistici e rendere possibili gli approfondimenti tematici specifici, metodologici e/o monografici della disciplina. Saper analizzare la storia dell'arte nella sua evoluzione cronologica, individuando correnti, orientamenti e tecniche; saper quindi valutare il patrimonio artistico ed organizzare e gestire eventi legati al patrimonio artistico

Discipline letterarie, linguistiche

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione e sviluppo di competenze linguistiche relative a lingue dell’Unione Europea; Acquisizione e sviluppo della capacità di produrre argomentazioni dotate di una buona struttura logica ed espositiva, in forma scritta e orale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper utilizzare le conoscenze linguistiche e letterarie per lo studio della filosofia e la lettura dei testi in lingua originale.

Informatica

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione e sviluppo di competenze informatiche di base utilizzabili sia nella fase di apprendimento, sia in quella di applicazione operativa nei diversi ambiti lavorativi, nonché per la realizzazione di ricerche su database e strumenti specialistici disponibili nel settore delle conoscenze filosofiche

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper utilizare strumenti telematici di video-lettura e video-scrittura, di natura generica; saper utilizzare strumenti telematici (repertori, data-base, ipertesto, ecc.) indispensabili per lo studio e il perfezionamento della ricerca in ambito filosofico e storico-filosofico.

Discipline antropologiche, pedagogiche, psicologiche

Conoscenza e Comprensione

Conoscere i temi della riflessione psico-socio-pedagogica finalizzati alla comprensione dei processi psichici, antropologici e socio-culturali dell'individuo e della società

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper interpretare le dinamiche psicologiche e socio-antropologiche che caratterizzano e determinano la vita degli individui e dei popoli; fornire supporto psico-pedagogico in contesti problematici

Discipline storiche

Conoscenza e Comprensione

Conoscere le varie fasi della periodizzazione storica: greca (dalle origini alla conquista romana), romana (dall’epoca monarchica agli inizi del Medioevo), medievale (secoli V-XV), moderna (secoli XVI-XVIII) e contemporanea (secoli XIX-XXI)

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper contestualizzare gli eventi, illustrarne i rapporti interni, collocandoli con gli altri aspetti della cultura e della civiltà; analizzare gli avvenimenti della contemporaneità in relazione alle conoscenze degli avvenimenti storici del passato

Filosofi2.5.3.4.4
Tecnici delle pubbliche relazioni3.3.3.6.2
Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali3.4.1.2.1
Tecnici dei servizi per l'impiego3.4.5.3.0
Francesco Paolo ADORNO
Armando BISOGNO
Gian Paolo CAMMAROTA
Chiara D'AURIA
Vincenzo ESPOSITO
Franco FERRARI
Gabriele PULLI
Marco RUSSO
Domenico TARANTO
Francesco VITALE
Gian Paolo CAMMAROTA
Marco RUSSO
Armando BISOGNO
Michele ABBATE
Antonio Sordillo
Michele Ambrogio Lanza
Valentina Ambrosio