INGEGNERIA ELETTRONICA

StrutturaDIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-8 - Classe delle lauree in Ingegneria dell'informazione

Il corso di Laurea in Ingegneria Elettronica offerto dall’Università di Salerno fornisce una formazione di tipo scientifico nel campo dell’elettronica e di tutte le tecnologie dell’Ingegneria dell’Informazione, la quale permette di affrontare e risolvere problematiche fondamentali per l’innovazione di tutti i settori della produzione industriale e dei servizi.

In un futuro dove le informazioni avranno un’importanza crescente, le tecnologie Elettroniche sono indispensabili per progettare e realizzare dispositivi e sistemi destinati a produrle ad elaborarle ed a trasmetterle. Tali tecnologie sono e saranno alla base di tutti i sistemi che, facilitando l’interazione dell’uomo con il mondo che lo circonda, ne migliorano la qualità della vita. E’ sulla base di componenti elettronici quali antenne, sensori, memorie, processori, convertitori, attuatori, batterie, inverter, dispositivi fotovoltaici e ottici che si realizzano sistemi e servizi al servizio dell’uomo quali: smartphone, robot, strumenti elettromedicali, navigatori satellitari, sistemi di monitoraggio ambientale, veicoli, sistemi per la produzione di energia rinnovabile. Grazie a questo corso di studi verranno acquisite pertanto tutte le basi teoriche e pratiche indispensabili per poter intervenire nella progettazione di tali sistemi, per poterne curare l’uso e la manutenzione, per individuarne e riparane i guasti. Tale preparazione è pensata inoltre come una base indispensabile per tutti gli studi ingegneristici di livello magistrale della stessa classe e di classi affini. Per tale motivo la peculiare caratteristica del CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA ELETTRONICA DELL’ UNIVERSITA’ DI SALERNO è stata, da sempre, quella di privilegiare una formazione trasversale non limitata ai vari settori dell’Ingegneria dell'Informazione, quali Automatica, Campi, Elettronica, Informatica, Misure e Telecomunicazioni, ma estesa anche a settori dell’Ingegneria Industriale quali l’Elettrotecnica ed i Sistemi. Obiettivo è formare quindi dei professionisti che possano vantare competenze e conoscenze proprie di un System Integrator Junior da poter spendere nei settori dell’automazione industriale, della produzione di elettronica analogica e digitale, della generazione e gestione dell’energia, con capacità di intervenire in un amplissimo spettro di realtà industriali, nonché nel mondo dei servizi digitali.

Coerentemente con questa impostazione, il Corso di Studio di Ingegneria Elettronica si colloca nell’offerta formativa del Dipartimento di INGEGNERIA INDUSTRIALE, al quale afferiscono tutti i suoi docenti di riferimento.

La presenza di un significativo numero di laboratori, pesanti e leggeri, gestiti dai docenti del Corso di Studio e dotati di attrezzature spesso uniche a livello nazionale, non solo assicurano l'ambiente ideale per la crescita degli allievi tra attività di ricerca e didattica, ma fanno del Corso di Studio una realtà ben radicata nel territorio.

La validità del Corso di Studio di Ingegneria Elettronica di Salerno è testimoniata dalla certificazione EURopean ACcredited Engineering programmes (EUR-ACE è il sistema di accreditamento che definisce gli standard per qualificare i corsi di laurea in ingegneria di alta qualità in Europa e nel mondo).

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Il Laureato in Ingegneria Elettronica dell’Università degli Studi di Salerno è un professionista motivato ed entusiasta, che possiede la preparazione necessaria per intervenire con competenza in diversi campi applicativi dove è necessario lo sviluppo di sistemi elettronici.

I laureati saranno in possesso di conoscenze idonee a svolgere attività professionali junior in diversi ambiti applicativi, concorrendo alla progettazione, alla produzione, alla gestione ed organizzazione, all'assistenza delle strutture tecnico-commerciali, all'analisi del rischio, alla gestione della sicurezza in fase di prevenzione ed emergenza, sia nella libera professione, sia nelle imprese manifatturiere o di servizi e nelle amministrazioni pubbliche.

I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea della classe sono per l’area dell'ingegneria elettronica:

• imprese di progettazione e produzione di componenti, apparati e sistemi elettronici ed optoelettronici;

• industrie manifatturiere;

• settori delle amministrazioni pubbliche;

• imprese di servizi che applicano tecnologie ed infrastrutture elettroniche per il trattamento, la trasmissione e l'impiego di segnali in ambito civile, Industriale e dell'informazione.

PROGETTO FORMATIVO

Per favorire l'inserimento del Laureato in un contesto lavorativo internazionale, è necessaria la conoscenza della lingua inglese. Tale conoscenza è verificata in ingresso e se ritenuta non adeguata deve essere arricchita con corsi di lingua proposti dall’Ateneo con il conseguimento della relativa certificazione.

Il 1° anno comprende insegnamenti di base prevalentemente nell'ambito matematico, fisico, e informatico. Il percorso è completato dall’insegnamento di Elettrotecnica I.

Il 2° anno prevede il completamento della formazione in ambito matematico e insegnamenti di base per lo studio dei dispositivi e circuiti elettrici e elettronici.

Il 3° anno propone contenuti più orientati alle applicazioni: da un lato il studio di sistemi digitali e analogici, dall'altro lo studio delle misure elettroniche, delle comunicazioni, dei campi elettromagnetici e delle macchine ed impianti elettrici.

Durante i tre anni vengono proposti esercitazioni e laboratori che consentono di usare le conoscenze e le competenze acquisite nell'analisi e nello studio di vari ambiti applicativi.

Il numero totale di CFU da conseguire è 180, suddiviso fra insegnamenti, tirocinio, corso di inglese, attività didattiche aggiuntive ed elaborato finale.

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Per essere ammessi al corso di laurea sono altresì richiesti il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale. In particolare, sono richieste conoscenze di base della Matematica, della Fisica, della Chimica e di una lingua straniera.

Il livello di approfondimento delle conoscenze di base richiesto è quello previsto nei programmi di studio delle scuole secondarie di secondo grado.

L'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente è verificata in ingresso secondo modalità disciplinate nel regolamento didattico del corso. Nel caso in cui la verifica non sia positiva sono assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso, nelle forme previste dal Regolamento didattico del corso di studio.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e sono destinate ai potenziali futuri studenti:

- UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Per maggiori informazioni: http://www.disabilidsa.unisa.it/”

Le attività di orientamento in ingresso del Corso di Studi, sono coordinate della Commissione "Orientamento", presieduta dal prof. Antonio Pietrosanto, la quale:

• elabora e gestisce il piano di intervento per l'orientamento degli studenti nelle scuole;

• cura l'orientamento in ingresso alla laurea ed alla LM;

• promuove i rapporti con gli enti esterni e cura l'istruzione degli accordi/convenzioni con gli Istituti;

• monitora gli indicatori dei processi gestiti e li comunica alla Commissione assicurazione Qualità del CdS.

Tra le attività intraprese per l'a.a. 2016/2017 si segnala il progetto di azione di avviamento "scuola lavoro" messo in atto attraverso una ocnvenzione stipulata con il Liceo Scientifico "Da Procida" di Salerno.

La prova finale consiste nell'esposizione in seduta pubblica dinanzi ad una apposita commissione di un elaborato di carattere prevalentemente applicativo, sviluppato nell'ambito delle discipline del corso di Laurea. L'elaborato può essere corredato da presentazione multimediale, discussa dal candidato durante lo svolgimento della prova finale.

La valutazione conclusiva tiene conto dell'intera carriera dello studente all'interno del corso di studio, della sua maturità culturale e della capacità di elaborazione intellettuale personale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi e di ogni altro elemento ritenuto rilevante.

Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Progettista Elettronico Junior

Funzione nel contesto lavorativo

L’ingegnere elettronico junior è in grado di assistere alle attività di progettazione, produzione e gestione di apparati ed impianti, elettrici ed elettronici. E’ in grado di condurre l'analisi del rischio e di gestire la sicurezza in fase di prevenzione ed emergenza, sia nella libera professione che nelle imprese manifatturiere o di servizi e nelle amministrazioni pubbliche.

Competenze associate alla Funzione

Avrà competenze su: dispositivi e componenti di base impiegati nei circuiti e sistemi elettronici; metodologie per la progettazione elettronica, che facciano uso anche di strumenti CAD; tecnologie elettroniche e applicazioni nell’ambito dell’ICT e dell’automazione industriale; metodologie e strumenti per la produzione e installazione di un sistema elettronico di misura.

Sbocchi Professionali

Aziende di produzione di beni o servizi operanti nei settori ICT e Industriale. Studi di progettazione. Organizzazioni pubbliche e private.

Esperto di Assistenza e Manutenzione

Funzione nel contesto lavorativo

L’ingegnere elettronico impiegato in ambiti rivolti alla manutenzione ed all’assistenza tecnica al cliente è in grado di utilizzare strumentazione, apparati elettronici e software per l’analisi di apparati elettrici ed elettronici e di effettuare inoltre il collaudo di apparati e sistemi che comprendano anche parti elettroniche. È capace di intervenire su un apparato elettronico di media complessità, di interpretarne la documentazione tecnica e di fornire assistenza per la sua riparazione o funzionamento.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato ha le competenze necessarie per svolgere mansioni di assistenza e manutenzione di apparati elettronici che richiedano conoscenze sulla tecnologia di fabbricazione delle schede elettroniche, sulle caratteristiche dei componenti (interfacciabilità, alimentazione, tempistiche, dinamiche di segnale), sulla strumentazione di misura e sul software di gestione di tali strumenti.

Sbocchi Professionali

Aziende di produzione, commercializzazione e distribuzione di prodotti e apparati elettronici, informatici, bio-medicali.

Tecnico di Laboratori Elettronici

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato in ingegneria elettronica impiegato in laboratori elettronici che siano orientati allo sviluppo o collegati alla produzione, sovraintende alla gestione e organizzazione dei processi secondo criteri di efficienza. Seleziona e provvede all’acquisto dei componenti, gestisce l’archivio dei progetti, cura la manutenzione della strumentazione. Conosce le norme di sicurezza ed ambientali relative al funzionamento degli apparati presenti in laboratorio e si adopera perché esse vengano rispettate.

Competenze associate alla Funzione

Le competenze del gestore di un laboratorio elettronico sono relative a tutte le fasi di progettazione, prototipazione e produzione in piccole quantità di un sistema o apparato elettronico. In particolare l’ingegnere elettronico impiegato in questo ruolo conosce le tecnologie di progetto e di produzione delle schede elettroniche; è in grado di selezionare i componenti elettronici di base e i sottosistemi da utilizzare in base al miglior compromesso costo-prestazioni; sa utilizzare, con perizia, la strumentazione di laboratorio e il software di progettazione; ha competenze di controlli automatici per approntare e gestire le attrezzature di produzione.

Sbocchi Professionali

Laboratori di ricerca e sviluppo, centri di collaudo, misura e caratterizzazione di sistemi e apparati elettronici, in aziende pubbliche e private e in enti di ricerca.

Continuazione degli studi e della professione

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato in Ingegneria Elettronica potrà proseguire gli studi nei Corsi di Laurea Magistrale generati dalla Classe delle Lauree "L8- Ingegneria dell'Informazione".

Competenze associate alla Funzione

Oltre all'accesso a livelli di studio successivi, il laureato potrà partecipare all'Esame di Stato per l'abilitazione alla professione di Ingegnere Junior dell'Informazione.

Il Corso consente di conseguire l'abilitazione alle seguenti professioni regolamentate:

- ingegnere dell'informazione junior;

- perito industriale laureato;

Sbocchi Professionali

Tutti quelli elencati in precedenza

DISCIPLINE DI BASE

Conoscenza e Comprensione

(Corrisponde all'obiettivo di apprendimento EUR-ACE: Conoscenza e comprensione)

Il laureato avrà conoscenza degli aspetti metodologico-operativi delle discipline matematiche (analisi matematica, algebra e geometria) dell’informatica e della fisica alla base dell’Ingegneria dell’Informazione.

Il laureato disporrà di conoscenze e capacità di comprensione:

- degli aspetti metodologico-operativi della matematica di base, con particolare riferimento alle funzioni ad una e più variabili delle quali conoscerà i concetti ed i principali teoremi sulle proprietà, sulla derivazione, sull'integrazione, sullo sviluppo in serie. Conoscerà inoltre i concetti di base delle successioni, della geometria, delle equazioni differenziali, delle trasformate di Fourier e Laplace e della teoria delle funzioni analitiche di variabili complesse;

- degli aspetti metodologico-operativi della fisica, con particolare riferimento alla meccanica all'elettromagnetismo di base;

- degli aspetti metodologico-operativi dei fondamenti dell'informatica, con particolare riferimento agli elementi di programmazione in linguaggio C e assembly e dei calcolatori elettronici

-della gestione di processi nei principali sistemi operativi quali Windows e Linux

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

(Corrisponde agli obiettivi EUR-ACE Analisi Ingegneristica e Progettazione Ingegneristica)

Il laureato sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite nelle DISCIPLINE DI BASE in un ampio spettro di ambiti applicativi in modo da sfruttarle nelle funzioni lavorative in maniera professionale.

Ad esempio:

Sarà capace di identificare, formulare e risolvere problemi tipici dell'ingegneria elettronica usando metodi matematici consolidati, interpretare i problemi con una buona consapevolezza della realtà fisica e individuare gli strumenti fisico-matematici più appropriati per analizzare prodotti e processi.

Utilizzare questi strumenti matematici per la formalizzazione, la modellizzazione e l’analisi di problemi tipici della fisica classica .

Impiegare metodologie e strumenti per lo sviluppo di algoritmi e programmi per la soluzione di problemi moderatamente complessi e progettare una macchina a stati finiti.

Valutare le prestazioni di un calcolatore elettronico attraverso l'identificazione dei suoi principali parametri

DISCIPLINE ELETTRICHE

Conoscenza e Comprensione

(Corrisponde all'obiettivo di apprendimento EUR-ACE: Conoscenza e comprensione)

Il laureato conoscerà gli aspetti fondamentali dell'Elettrotecnica e dei Sistemi Elettrici che gli permettono di analizzare il funzionamento di reti di media complessità. Sarà in grado di estendere tali conoscenze allo studio delle reti a parametri distribuiti e delle reti attive oggetto di altri insegnamenti.

In particolare disporrà di conoscenze e capacità di comprensione:

-per analizzare circuiti elettrici lineari (monofase e trifase) tempo invarianti nel dominio del tempo e della frequenza, e per studiare circuiti magnetici.

-del funzionamento dei circuiti magnetici, delle macchine elettriche e del loro controllo,

-dell’architettura di un sistema domotico;

-delle norme che disciplinano la sicurezza;

-dei sistemi di conversione statica dell’energia;

-dell’analisi dei consumi energetici in ambito civile e industriale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

(Corrisponde agli obiettivi EUR-ACE Analisi Ingegneristica e Progettazione Ingegneristica)

Le capacità fornite in quest’area serviranno a fornire gli strumenti necessari per:

- lo studio e la modellazione di un sistema elettrico di media complessità, nel dominio del tempo e della frequenza, sia in condizioni stazionarie che dinamiche;

- progettare un impianto elettrico in bassa tensione per ambiente civile anche mediante l’utilizzo di programmi applicativi dedicati, utilizzando i riferimenti normativi che regolano il suo funzionamento e la sua sicurezza;

- dimensionare una macchina elettrica considerando la sua integrazione con l’elettronica di potenza.

Le conoscenze teorico-pratiche che acquisirà in quest’area sono fondamentali per le conoscenze di tipo elettrico che l’ingegnere elettronico dovrà possedere sia in ambito lavorativo che per una eventuale prosecuzione degli studi nella Laurea Magistrale.

ELETTRONICA, MISURE E CONTROLLI

Conoscenza e Comprensione

(Corrisponde all'obiettivo di apprendimento EUR-ACE: Conoscenza e comprensione)

Gli insegnamenti che ricadono in quest’area afferiscono ai settori scientifico-disciplinare ING-INF/01, ING-INF/04 e ING-INF/07. Il totale dei crediti riservati sono sufficienti per impartire all’allievo le conoscenze teoriche e pratiche per un impiego consapevole dei dispositivi e circuiti per effettuare elaborazioni di segnali, sia logici che analogici.

Il laureato avrà conoscenze:

-sulla fisica che governa il funzionamento elettrico dei principali dispositivi elettronici;

-sulle principali famiglie logiche basate su MOSFET come su BJT e principi di implementazione su silicio;

-sull’impiego di sistemi FPGA, sui sistemi embedded,

-sulle tecniche per il controllo digitale;

-sul funzionamento di un sistema di misura generico,

-sui metodi di valutazione dell’incertezza di misura;

-sulle tecniche per la conversione analogico-digitale;

-sull’analisi dei sistemi dinamici lineari a tempo continuo e a tempo discreto nel dominio del tempo e della frequenza,

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

(Corrisponde agli obiettivi EUR-ACE Analisi Ingegneristica e Progettazione Ingegneristica)

Con le conoscenza acquisite in quest’area, il laureato sarà in grado di analizzare applicazioni, processi e metodi tipici dell'ingegneria elettronica. Egli saprà valutare analiticamente e con l’ausilio di strumenti informatici la risposta di questi circuiti nel dominio del tempo e della frequenza con metodi appropriati, anche tenendo conto di effetti parassiti; sarà in grado implementare opportune tecniche e circuiti per il campionamento dei segnali in ingresso e in uscita, stimare gli effetti dell’incertezza di misura nelle applicazioni per una corretta valutazione delle prestazioni.

Egli potrà definire il layout di circuiti digitali di bassa e media complessità, utilizzando strumenti informatici di analisi e sintesi per la generazione di sistemi digitali.

Tutti gli insegnamenti di questa area prevedono applicazioni pratiche e realistiche in laboratorio, oltre che esercizi di analisi numeriche, per sviluppare e consolidare queste capacità

Telecomunicazioni

Conoscenza e Comprensione

Corrisponde all'obiettivo di apprendimento EUR-ACE: Conoscenza e comprensione)

Lo studente avrà conoscenze:

-degli aspetti metodologico-operativi della statistica applicata e sugli spazi di probabilità e variabili aleatorie;

-tecniche di analisi di segnali e sistemi nel dominio del tempo e della frequenza, della loro caratterizzazione;

sulle tecniche di Campionamento e quantizzazione dei segnali analogici;

- sulla modulazione analogica e digitale

-sulle proprietà generali dei campi elettromagnetici, sulle modalità di propagazione delle onde elettromagnetiche,

-sulla trasmissione dell’informazione, .

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

(Corrisponde agli obiettivi EUR-ACE Analisi Ingegneristica e Progettazione Ingegneristica)

Il laureato avrà capacità di comprensione, di carattere scientifico‐metodologico, in particolare sarà in grado di:

-risolvere problemi di probabilità discreta e continua;

-progettare e analizzare semplici sistemi di trasmissione dell’informazione, sia analogica che digitale;

-analizzare le caratteristiche di un collegamento radio e applicare metodologie per la misura dei campi elettromagnetici;

-analizzare la propagazione elettromagnetica libera e guidata e di discriminare i meccanismi propagativi del campo elettromagnetico,

-analizzare un circuito a microonde e progettare e implementare semplici misure nel campo delle microonde.

Tecnici per le telecomunicazioni3.1.2.6.1
Tecnici elettronici3.1.3.4.0
Domenico CAPRIGLIONE
Francesco CHIADINI
Francesco COLACE
Francesco D'AGOSTINO
Flaminio FERRARA
Rocco GUERRIERO
Nicola Antonio LAMBERTI
Consolatina LIGUORI
Heinrich Christoph NEITZERT
Antonio PICCOLO
Antonio PIETROSANTO
Alfredo RUBINO
Antonio SCAGLIONE
Pierluigi SIANO
Antonio PICCOLO
Vincenzo TUCCI
Rocco GUERRIERO
Massimo DE SANTO
Francesco COLACE
Antonio PIETROSANTO
Claudio GENNARELLI
Consolatina LIGUORI
Alfredo RUBINO
Heinrich Christoph NEITZERT
Gian Domenico LICCIARDO
Nicola Antonio LAMBERTI
Antonio SCAGLIONE
Nicola FEMIA
Giovanni PETRONE
Flaminio FERRARA
Francesco D'AGOSTINO
Francesco CHIADINI
Stefano Greco
Domenico Rega
Angelo Di Perna
Virginia Galasso