FISICA 2

0612700105
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE ED ELETTRICA E MATEMATICA APPLICATA
CORSO DI LAUREA
INGEGNERIA INFORMATICA
6 CFU

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2017
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
432LEZIONE
216ESERCITAZIONE


AppelloData
FISICA 2 (A-K)17/05/2018 - 09:00
FISICA 2 (L-Z)17/05/2018 - 09:00
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO COSTITUISCE IL SECONDO CORSO DI FISICA ED INTENDE FORNIRE CONOSCENZE E COMPETENZE SUI FONDAMENTI DELLA ELETTROSTATICA, MAGNETOSTATICA ED ELETTROMAGNETISMO CHE HANNO RILEVANZA PER L’INGEGNERIA, E GETTARE LE BASI PER LA COMPRENSIONE DEI PROCESSI FISICI INDISPENSABILI ALLE APPLICAZIONI INGEGNERISTICHE, ARGOMENTO DEGLI INSEGNAMENTI SUCCESSIVI.LE PRINCIPALI CONOSCENZE ACQUISITE DAGLI ALLIEVI AL TERMINE DEL CORSO SARANNO: •FONDAMENTI DI ELETTROSTATICA . •ELEMENTI DI MAGNETOSTATICA •PRINCIPI FONDAMENTALI DELL’ELETTROMAGNETISMO •CONCETTI DI INDUZIONE ELETTROSTATICA ED ELETTROMAGNETICA. LE PRINCIPALI ABILITÀ (CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE) SARANNO:•ACQUISIZIONE DELLE METODOLOGIA SCIENTIFICA NELLA SOLUZIONE DI PROBLEMI PRATICI •SAPER RISOLVERE SEMPLICI PROBLEMI DI ELETTROSTATICA, MAGNETOSTATICA ED ELETTROMAGNETISMO. •VALUTAZIONE DELLE PROPRIETÀ ELETTRICHE E MAGNETICHE DI SISTEMI FISICI ELEMENTARI CON GEOMETRIE SEMPLICI.
Prerequisiti
PER IL PROFICUO RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI ALLO STUDENTE SONO RICHIESTE COME PREREQUISITI CONOSCENZA DEI CONCETTI DI MECCANICA, ELEMENTI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE ED INTEGRALE
Contenuti
RICHIAMI SUI CAMPI CENTRALI (CONSERVATIVI) APPLICATI ALLA LEGGE DI COULOMB. PARALLELO FRA L’ENERGIA POTENZIALE MECCANICA ED ELETTROSTATICA. SORGENTI DISCRETE. PRINCIPIO DI SOVRAPPOSIZIONE E LINEARITÀ. ANALISI VETTORIALE E OPERATORI DIFFERENZIALI. CIRCUITAZIONE E IRROTAZIONALITA’
INDUZIONE ELETTROSTATICA. SORGENTE CONTINUA LINEARE. CALCOLO ELETTROSTATICO DEL CAMPO CON LA FORMULAZIONE DI COULOMB.
LEGGE DI GAUSS. FLUSSO E SOLENOIDALITA. CONDUTTORI. CONDENSATORI. CORRENTI ELETTRICHE. BIPOLI SERIE E PARALLELO
EQUAZIONI DI MAXWELL PER IL CAMPO ELETTROSTATICO: FORMA LOCALE E NON LOCALE
CAMPO DI INDUZIONE MAGNETICA. PRIMA FORMULA DI LAPLACE. CAMPO GENERATO DA SORGENTI DI CORRENTE STAZIONARIA CON GEOMETRIE SEMPLICI
SECONDA FORMULA DI LAPLACE. FORZA DI LORENTZ. MOMENTO MECCANICO SU CIRCUITI PIANI. CIRCUITAZIONE DELL’INDUZIONE MAGNETICA. LEGGE DI AMPERE.
INDUZIONE ELETTROMAGNETICA. LEGGE DI FARADAYNEUMANNLENZ. AUTO E MUTUA INDUTTANZA.
ONDE ELETTROMAGNETICHE E SPETTRO ASSOCIATO.
Metodi Didattici
LO SVOLGIMENTO DEL CORSO È ARTICOLATO IN ATTIVITA' DIDATTICA DI LEZIONI FRONTALI (PARTE TEORICA ED ESERCITATIVA) DELLA DURATA COMPLESSIVA DI 48 ORE (6 CFU), SUDDIVISE IN 12 SETTIMANE, SVOLTE IN AULA ANCHE CON L’AUSILIO DI MATERIALE MULTIMEDIALE ED IN ATTIVITA'
DIDATTICA INTEGRATIVA (TUTORATO), DELLA DURATA DI 48 ORE. IL TUTORATO SI SVILUPPA IN PARALLELO ALLE 12 SETTIMANE DI LEZIONI FRONTALI ED È PREVISTO PER 2 CLASSI IN PARALLELO, CIASCUNA CONTENENTE LA METÀ DEGLI ALLIEVI ISCRITTI AL CORSO.
PER POTER SOSTENERE LA VERIFICA FINALE DI PROFITTO E CONSEGUIRE I CFU RELATIVI ALL’ATTIVITÀ FORMATIVA, GLI ALLIEVI DOVRANNO AVER FREQUENTATO ALMENO IL 70% DELLE ORE PREVISTE DI ATTIVITÀ DIDATTICA FRONTALE.
Verifica dell'apprendimento
LA VERIFICA FINALE È FINALIZZATA A VALUTARE NEL SUO COMPLESSO LE CONOSCENZE E LA COMPRENSIONE DA PARTE DEGLI ALLIEVI DEI CONCETTI PRESENTATI AL CORSO E LA CAPACITÀ DI APPLICARE TALI CONOSCENZE PER LA RISOLUZIONE DI SEMPLICI PROBLEMI DI ELETTROMAGNETISMO. TALE ACCERTAMENTO È EFFETTUATO CON LA SEGUENTE MODALITA’:
•UNA PROVA SCRITTA INTRACORSO DI MIDTERM SUI CONTENUTI SVILUPPATI NELLA PRIMA METÀ DEL CORSO, LA QUALE, SE SUPERATA, È ESONERATIVA DI ULTERIORI ACCERTAMENTI SCRITTI SUGLI STESSI ARGOMENTI.
•UNA SECONDA PROVA SCRITTA NELLA QUALE GLI STUDENTI ESONERATI AFFRONTANO SOLO ESERCIZI SU ARGOMENTI SVILUPPATI NELLA SECONDA METÀ DEL CORSO.
•UNA PROVA ORALE FINALE.
LE PROVE SCRITTE SONO PROPEDEUTICHE ALLA PROVA ORALE.
LE PROVE SCRITTE VERTONO SU ESERCIZI ED ESEMPI DELLA STESSA TIPOLOGIA DI QUELLE AFFRONTATE DURANTE LE LEZIONI FRONTALI ED APPROFONDITE NEL TUTORATO. PER LA VALUTAZIONE DELL’ESITO DELLA PROVA SI TIENE CONTO DELLA MODALITÀ DI RISOLUZIONE, UTILIZZATA DAGLI ALLIEVI, DEI PROBLEMI PROPOSTI E DELLA CHIAREZZA E COMPLETEZZA ESPOSITIVA NELL’ILLUSTRAZIONE DELLE VARIE FASI DEL PROCEDIMENTO RISOLUTIVO.
PER LE PROVE SCRITTE, LA VALUTAZIONE VIENE ESPRESSA IN FASCE QUALITATIVE (INSUFFICIENTE F, APPENA SUFFICIENTE E, SUFFICIENTE D, DISCRETO C, BUONO B, OTTIMO A).
ALL’ORALE POSSONO ACCEDERE GLI ALLIEVI CHE HANNO CONSEGUITO UNA VALUTAZIONE DI ALMENO APPENA SUFFICIENTE IN ENTRAMBE LE PROVE SCRITTE
GLI ALLIEVI CHE NON HANNO CONSEGUITO L’ESONERO NELLA PROVA DI MIDTERM O DI ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO SOSTENGONO UN’UNICA PROVA SCRITTA, CHE PUÒ ESSERE SCELTA TRA LE DATE PREVISTE DAL CALENDARIO DI ESAMI APPROVATO DAL CONSIGLIO DIDATTICO. IN ESSA VENGONO SOMMINISTRATI PROBLEMI RIGUARDANTI ARGOMENTI DELL’INTERO CORSO. ANCHE QUESTI ALLIEVI POSSONO ACCEDERE ALLA PROVA ORALE SOLO SE HANNO CONSEGUITO UNA VALUTAZIONE MINIMA DI APPENA SUFFICIENTE.
DURANTE LA PROVA ORALE SI VALUTA LA CONOSCENZA ACQUISITA DEGLI ARGOMENTI DEL CORSO, LA PROPRIETÀ NELL’UTILIZZO DEL LINGUAGGIO SCIENTIFICO E LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE E DI SINTESI.
ALLA VALUTAZIONE FINALE COMPLESSIVA, ESPRESSA QUANTITATIVAMENTE IN TRENTESIMI, CONTRIBUISCONO GLI ESITI DELLE PROVE SCRITTE E DELLA PROVA ORALE. LA LODE PUÒ ESSERE ATTRIBUITA DALLA COMMISSIONE ESAMINATRICE AGLI ALLIEVI CHE DIMOSTRINO OTTIME CAPACITÀ ANALITICHE.
Testi
APPUNTI DALLE LEZIONI;
MENCUCCINI, SILVESTRINI, FISICA II,LIGUORI EDITORE.
QUARTIERI, SIRIGNANO, ELEMENTI DI ELETTROMAGNETISMO, CUA;
HALLIDAY, RESNICK, KRANE, FISICA 2, CASA EDITRICE AMBROSIANA.
FLEISCH, GUIDA ALLE EQUAZIONI DI MAXWELL, EDITORI RIUNITI UNIVERSITY PRESS.
Altre Informazioni
IL CORSO VIENE EROGATO IN LINGUA ITALIANA E LA FREQUENZA E' OBBLIGATORIA.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2018-04-10]