POLITICHE, ISTITUZIONI E TERRITORIO

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE, SOCIALI E DELLA COMUNICAZIONE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-62 - Classe delle lauree magistrali in Scienze della politica

Il Corso di Laurea magistrale in Scienze della Politica (LM-62) denominato Politiche, Istituzioni e Territorio, intende fornire allo studente gli strumenti per applicare le conoscenze di base ed i modelli teorici agli specifici contesti territoriali, secondo un approccio interdisciplinare in grado di promuovere capacità di analisi ed elaborazione di politiche in relazione a realtà caratterizzate da un elevato grado di complessità. Pertanto il progetto formativo prevede la compresenza equilibrata dei cinque ambiti disciplinari previsti dal Decreto istitutivo della LM62 (economico, politologico, sociologico, giuridico, storico) e crea le condizioni per l'organizzazione di laboratori interdisciplinari fortemente caratterizzati (euro-progettazione, sviluppo locale, mediazione culturale e linguistica, ecc.) riguardo agli sbocchi occupazionali.

Tale impostazione si fonda sulla consapevolezza che, in un mercato del lavoro in continua evoluzione, all'interno del quale sempre più spesso si richiedono figure professionali del tutto nuove, più che la marcata specializzazione possa risultare significativa la formazione di laureati capaci di padroneggiare i fondamentali strumenti conoscitivi dei diversi ambiti e di declinarli con elevata duttilità alle diverse esigenze.

Oltre a costituire il naturale proseguimento per gli studenti provenienti dai Corsi delle Lauree triennali in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali e di Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione, il Corso si offre come valida opzione per gli studenti provenienti da corsi di studio analoghi nel campo delle scienze economiche e sociali.

Per essere ammessi al Corso di Laurea magistrale in Politiche, Istituzioni e Territorio occorre essere in possesso della Laurea o del diploma universitario di durata triennale o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Gli studenti devono inoltre essere in possesso dei requisiti curriculari e di adeguata personale preparazione non essendo prevista l'iscrizione con carenze formative.

Per l'iscrizione al Corso di Laurea magistrale in Politiche, Istituzioni e Territorio lo studente deve possedere i seguenti requisiti curriculari:

- Laurea nelle classi L-36 o L-16 (ex D.M. 270/04 o nelle corrispondenti classi ex DM 509/99)

oppure:

- aver conseguito 40 CFU all'interno di almeno due dei seguenti ambiti disciplinari: Economico-Statistico, Giuridico, Linguistico, Sociologico, Storico, Politologico.

Le modalità di verifica dell' adeguata preparazione dello studente sono definite nel Regolamento didattico del Corso.

Le informazioni relative alle attività di orientamento in ingresso sono disponibili al link sotto riportato.

Il Consiglio didattico del 14 dicembre 2016 ha rinnovato l'incarico alla Prof.ssa Lo Nostro di responsabile del gruppo orientamento in ingresso e in itinere. Le attività di orientamento in ingresso e in itinere si coordinano con quelle di accompagnamento al lavoro.

I servizi offerti sono i seguenti: (i) attività di ricevimento a cura dei docenti del CdS per fornire informazioni su modalità di accesso, sbocchi professionali e servizi di tutorato offerti agli iscritti (i registri e i questionari di valutazione somministrati agli utenti sono disponibili presso gli uffici), nonché informazioni preliminari di indirizzo su carriere pregresse, trasferimenti da altro Ateneo e passaggi di corso, in vista delle relative istanze formali entro i termini previsti. L'attività, calendarizzata, si svolge nei mesi di luglio, agosto e settembre; (ii) seminari di orientamento alle lauree magistrali per i laureati di triennale.

Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito i relativi crediti, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'università, è ammesso a sostenere la prova finale.

La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale prevede che lo studente elabori un lavoro di tesi, redatta anche in lingua straniera, che abbia caratteristiche di originalità e si conformi agli standard della ricerca scientifica propri della materia, sotto la supervisione del docente titolare dell'insegnamento.

La valutazione conclusiva deve tenere conto dell'intera carriera dello studente all'interno del corso di studio, della sua maturità culturale e della capacità di elaborazione intellettuale personale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi, delle valutazioni sulle attività formative precedenti e sulla prova finale.

Specialisti in Scienze ed Istituzioni politiche

Funzione nel contesto lavorativo

Condurre attività di ricerca politologica, realizzare pubblicazioni scientifiche, elaborare dati, predisporre e presentare progetti di ricerca scientifica, fornire consulenza a soggetti pubblici o private, analizzare le politiche pubbliche.

Sviluppare analisi e studi a carattere multidisciplinare (comprendenti gli ambiti politologico, economico, storico, giuridico e sociologico), realizzare pubblicazioni scientifiche, elaborare dati, predisporre e presentare progetti di ricerca scientifica, fornire consulenza a soggetti pubblici o private, analizzare le politiche pubbliche

Competenze associate alla Funzione

Conoscenza delle leggi, dei regolamenti, del ruolo delle istituzioni, conoscenza di comportamenti e dinamiche di gruppo, delle influenze e delle tendenze sociali e culturali.

Sbocchi Professionali

Dirigenti presso Enti Pubblici e privati, partiti, sindacati. Prosecuzione degli studi in corsi di Dottorato di ricerca. Master, Scuole di specializzazione post lauream.

Esperti di piani e programmi economici di sviluppo regionale; consulenti di sviluppo locale

Funzione nel contesto lavorativo

Analizzare dati o informazioni di natura economico-geografica; fare analisi territoriale; condurre attività di ricerca applicata e valutazione (ex ante, in itinere, ex post) funzionali alla programmazione e supporto delle politiche di sostegno e di regolazione dello sviluppo; interpretare i processi di trasformazione territoriale; saper interpretare le forme e le modalità operative delle istituzioni politiche, in particolare degli Enti locali; svolgere funzioni direttive e di responsabilità in amministrazioni pubbliche

Competenze associate alla Funzione

Competenze nel campo della programmazione, redazione e monitoraggio delle politiche pubbliche, anche in relazione ai contesti funzionali attinenti al governo del territorio, e delle politiche di promozione e sostegno dello sviluppo locale e territoriale; di svolgere funzioni connesse alle politiche di pianificazione strategica delle aree urbane e regionali ed alle politiche orientate alla sostenibilità ed alla tutela ambientale.

Sbocchi Professionali

Dirigenti presso pubbliche amministrazioni dello Stato, delle Regioni e degli Enti locali o intermedi, soggetti pubblico-privati o consorzi attuatori delle politiche di sviluppo e di governance territoriale; dirigenti presso Istituzioni dell'Unione europea.

Esperti di politiche ed organizzazioni dei corpi intermedi

Funzione nel contesto lavorativo

Favorire l'approfondimento delle dinamiche socio-politiche collegate ai principali corpi intermedi, quali partiti, sindacati, associazioni di categoria e di volontariato. Promuovere il riconoscimento dei prevalenti elementi identitari della realtà locale.

Competenze associate alla Funzione

Capacità di analizzare e progettare politiche dei corpi intermedi, volte ad orientare le decisioni delle istituzioni pubbliche e favorire maggiore governabilità e coesione all’interno delle moderne società complesse.

Sbocchi Professionali

Dirigenti presso organizzazioni di rappresentanza, associazioni, movimenti di opinione e partiti che esprimono valori e interessi nell’ambito sociale e politico; dirigenti presso centri e uffici studi di aziende pubbliche e private, fondazioni e think tank specializzati nella ricerca sociale e nella proposta di misure di intervento.

Area Giuridica

Conoscenza e Comprensione

Al fine di agevolare la conoscenza del regime giuspubblicistico nazionale ed europeo entro il quale si sviluppano il governo del territorio e l’attività delle istituzioni pubbliche, sono previsti insegnamenti dedicati al Diritto dell’urbanistica e dell’ambiente e al Diritto regionale. Inoltre, si prevede lo svolgimento di un corso dedicato al rapporto tra Diritto e religioni nel Laboratorio di Mediazione culturale ed un altro di Diritto amministrativo europeo nel Laboratorio di Euro-progettazione.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Si favorirà la capacità di riferirsi ai principali ordinamenti giuridici italiani ed europei, al fine di inquadrare le problematiche connesse ai recenti esiti del governo del territorio e del multiculturalismo nel vigente contesto giuridico.

Area Economica

Conoscenza e Comprensione

È richiesto l'approfondimento dei principali modelli economici e geografici utilizzati per descrivere ed interpretare lo sviluppo in senso locale o regionale, nonché dei metodi teorici e pratici per analizzare lo spazio economico e per interpretare ed orientare l'evoluzione del rapporto uomo-ambiente verso obiettivi di sostenibilità ambientale e sociale. Inoltre, particolare attenzione sarà rivolta alla pianificazione territoriale ed alla programmazione dello sviluppo locale, come strumenti di indirizzo degli interventi degli attori istituzionali, generalmente pubblici ma anche privati o pubblico-privati, finalizzati alla crescita economica, alla correzione di eventuali distorsioni nell'uso delle risorse, alla diminuzione dei differenziali territoriali di crescita tra regioni, alla diminuzione del consumo di suolo ed alla tutela del paesaggio e delle risorse ambientali.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Si prevedono esercitazioni attraverso le quali simulare la definizione di linee, documenti e piani strategici, sia di istituzioni ed amministrazioni pubbliche, sia di imprese ed associazioni private, in riferimento a politiche urbanistiche e programmi di sviluppo e coesione, anche legate a iniziative e finanziamenti dell'Unione Europea. Inoltre, stimolerà l’utilizzo di software in grado di acquisire, registrare e restituire informazioni derivanti da dati economici e geografici.

Area Storica

Conoscenza e Comprensione

In considerazione dell’importanza dell’elemento identitario dei territori per lo sviluppo locale, si approfondirà lo studio di metodi e modelli di ricerca storica finalizzati alla ricostruzione di processi di lunga durata riguardanti definiti ambiti territoriali, con particolare attenzione alle dinamiche città-campagna e pianura-montagna attive nel Mezzogiorno moderno e contemporaneo. Inoltre, finalizzati alla conoscenza dei più generali processi di globalizzazione, saranno proposti insegnamenti dedicati alla diffusa ed accelerata tendenza a costituire reti interdipendenti su scala mondiale, avviata nella seconda metà dell'800.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Si prevedono esercitazioni nel campo della ricerca attraverso la consultazione di archivi e banche digitali, finalizzate a verificare la capacità di selezionare ed utilizzare la documentazione per l’elaborazione di analisi dei processi storici. Si favorirà la capacità di contestualizzare i singoli avvenimenti e stabilire interrelazioni tra le variabili politiche, economiche, sociali e culturali.

Area Politologica

Conoscenza e Comprensione

Nel quadro del pensiero politico contemporaneo, si intende promuovere l’approfondimento dei più recenti temi del dibattito scientifico, quali la formazione di nuovi soggetti politici, la crescente importanza delle organizzazioni di cittadinanza attiva, le tecniche di comunicazione di massa, le politiche digitali.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Si intende favorire la capacità, da un lato, di adottare le scelte più adeguate in riferimento agli obiettivi prescelti, anche attraverso la simulazione di percorsi di agency attiva, e, dall’altro, di analizzare criticamente la comunicazione politica per riconoscere i soggetti in campo e gli interessi prevalenti.

Area Sociologica

Conoscenza e Comprensione

Si prevede di promuovere la conoscenza della dimensione sociale dei fenomeni economici, politici ed istituzionali che appaiono caratteristici delle società contemporanee, tanto avanzate quanto in via di sviluppo.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Si intende favorire la capacità di decodificare il dibattito scientifico e politico sul mutamento sociale, con riferimento particolare alle società contemporanee e al sistema capitalistico globale, nonché di analizzare dati statistici e documenti normativi.

Politiche per il governo del territorio
Politica, storia ed istituzioni
Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione2.5.1.1.1
Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private2.5.1.2.0
Specialisti delle relazioni pubbliche, dell'immagine e professioni assimilate2.5.1.6.0
Specialisti dei sistemi economici2.5.3.1.1
Specialisti in scienza politica2.5.3.4.3
Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze politiche e sociali2.6.2.7.2
Annamaria AMATO
Massimiliano BENCARDINO
Alfonso CONTE
Silvana D'ALESSIO
Luca DE LUCIA
Marianna ESPOSITO
Rosanna FATTIBENE
Giuseppe FOSCARI
Roberto PARRELLA
Massimiliano BENCARDINO
Marianna ESPOSITO
Gianfranco MACRI'
Mita MARRA
Annamaria AMATO
Roberto PARRELLA
Carla PEDICINO
Domenico MADDALONI
Alessandra PETRONE
Luca DE LUCIA
Sabato ALIBERTI
Roberto ROSSI
Antonio MARTONE
Angela IACOVINO
Marcello Giuseppe FEOLA
Alfonso CONTE
Giuseppe FOSCARI
Rosanna FATTIBENE