SCIENZE DEI BENI CULTURALI

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-1 - Classe delle lauree in Beni culturali

Il Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali ha una durata legale di tre anni. È altresì possibile l'iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall'Ateneo.

Per il conseguimento del titolo lo studente deve acquisire 180 CFU.

ll CdS nasce in un contesto territoriale che presenta problematicità ma altrettante potenzialità rispetto alla valorizzazione e alla fruizione dei beni culturali, archeologici, storico-artistici e archivistico librari. Il CdS si basa su una esperienza didattica e gestionale pluriennale che risponde ad una domanda specifica del territorio di riferimento

Il Corso di laurea si pone l'obiettivo di formare laureati che abbiano acquisito un'ampia base di conoscenze storiche, teoriche e metodologiche nei settori Beni archeologici, dei Beni storico-artistici e dei Beni archivistici e librari e maturato adeguate competenze negli ambiti produttivi e organizzativi dei vari settori. Il percorso di studi vuole rispondere alle esigenze sia degli studenti che intendono conseguire il diploma triennale da spendere nel mondo del lavoro, sia degli studenti che vorranno continuare il percorso universitario iscrivendosi alle rispettive lauree magistrali.

Più in particolare ha lo scopo di offrire: un complesso di conoscenze storico-culturali, di specifiche metodologie di analisi e di interpretazione, di competenze linguistiche, informatiche e legislative che consentano al laureato di acquisire un sapere flessibile, capace di adattarsi alla varietà e al costante mutamento della richiesta del mondo del lavoro; una preparazione culturale organica e coerente che, senza prefigurare scelte precoci e condizionanti, permetterà l'acquisizione di ulteriori competenze, in uno spettro più ampio possibile, da ottenere in corsi di laurea magistrale oppure con tirocini o corsi professionalizzanti post-laurea.

Il Corso si propone di formare anche figure professionali di esperti, operatori e tecnici con competenze specifiche. Una particolare attenzione è riservata all'acquisizione di conoscenze e competenze in rapporto alle realtà culturali e al mondo del lavoro del territorio di riferimento dell'Ateneo salernitano. Il percorso formativo prevede, infine, un tirocinio formativo professionalizzante, obbligatorio, da svolgersi presso Enti convenzionati

Lo studente che dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze dei beni culturali intenda proseguire gli studi universitari può accedere alle lauree magistrali in Archeologia e culture antiche, Storia e critica d'arte e Gestione e conservazione del patrimonio archivistico e librario attive presso l'Ateneo di Salerno e progettate in modo organico in successione al percorso triennale.

Il corso di Laurea in Scienze dei beni culturali afferisce al Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale con sede presso il Campus Universitario di Fisciano, uno dei più grandi, moderni ed avanzati in Italia. Il Campus offre l'opportunità di studiare in un ambiente organizzato e piacevole, immerso in un'area verde di grande estensione e pregio ambientale e offre la possibilità di usufruire di moderne residenze universitarie, dell'Asilo nido Aziendale, di praticare diversi sport e di coltivare l'interesse per il teatro, la musica e la danza.

Il Campus dispone di una mensa centrale con 1.300 posti e diversi punti di ristoro ubicati nei vari plessi; dispone inoltre di aule didattiche accessibili e capienti, tutte dotate di avanzate attrezzature multimediali, diverse aule informatiche e sale studio, una rete wi-fi a disposizione degli studenti, due biblioteche centrali, una Umanistica e una Scientifica per un totale di 850.000 unità bibliografiche, nonché l'accesso alle biblioteche on-line.

Per essere ammessi al Corso di Laurea in Scienze dei Beni culturali occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. E' altresì richiesta un'adeguata preparazione di base nell'ambito storico, artistico e letterario. Il livello di approfondimento delle conoscenze di base richiesto è quello previsto nei programmi di studio delle scuole secondarie di secondo grado. L'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente è verificata in ingresso secondo modalità disciplinate nel regolamento didattico del corso. Nel caso in cui la verifica non sia positiva sono assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso, nelle forme previste dal Regolamento didattico del corso di studio.

Il CdS ha nominato un suo delegato deputato a gestire le attività di orientamento in ingresso e a supportare quelle organizzate dall'Ateneo.

In generale, l'Orientamento in ingresso del CdS e del Dipartimento DiSPaC si articola attraverso i seguenti canali principali:

- la tradizionale descrizione dell'offerta formativa e delle strutture del Dipartimento, realizzata sia attraverso il raccordo più stretto con il C.A.O.T., sia in forme autonome;

- la realizzazione di specifici progetti di orientamento condivisi e articolati continuativamente nel tempo, anche con la collaborazione delle associazioni di settore;

- la promozione, in modalità condivise con la scuola, di percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro, con la collaborazione dei soggetti territoriali.

Tutte le iniziative e le manifestazioni organizzate annualmente dal Corso di Studio sono rese disponibili sulla pagina web del CdS al link sotto riportato.

Attraverso il C.A.O.T.,inoltre, l'Ateneo promuove e realizza stabilmente diverse manifestazioni di orientamento in ingresso, in particolare:

- UNISAOrienta, organizzata, con cadenza annuale, nel mese di febbraio/marzo, destinata agli studenti e ai docenti degli Istituti di Istruzione Superiore del bacino di utenza dell'Ateneo che ha come obiettivo specifico quello di avvicinare gli studenti alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta consapevole del futuro percorso di studio.

Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- “Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Per maggiori informazioni visitare il sito http://web.unisa.it/didattica/orientamento

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Il Responsabile è la prof.ssa Chiara Lambert

Per maggiori informazioni: Link http://www.disabilidsa.unisa.it/

Il titolo di studio è conferito previo superamento di una prova finale.

La prova finale consiste nell'esposizione in seduta pubblica dinanzi ad una apposita commissione di un elaborato scritto su uno specifico argomento concordato con un docente-relatore.

La valutazione conclusiva tiene conto dell'intera carriera dello studente all'interno del corso di studio, della sua maturità culturale e della capacità di elaborazione intellettuale personale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi e di ogni altro elemento ritenuto rilevante.

Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

- Tecnici delle biblioteche

Funzione nel contesto lavorativo

- definire le procedure per l'indicizzazione e la catalogazione

- gestire i servizi della biblioteca (servizio prestiti, servizio informativo on line, ecc.)

- indicizzare e catalogare libri, documenti di settore

- gestire progetti per la biblioteca

- gestire gli acquisti di libri o altro materiale di settore

Competenze associate alla Funzione

Applicare conoscenze relative alla:

- archivistica e biblioteconomia

- storia, letteratura italiana, geografia

- storia dell'arte

- lingua straniera

- informatica applicata al settore

- normativa di settore

Sbocchi Professionali

Assistente di biblioteca presso sovrintendenze, musei, archivi storici e moderni, biblioteche di medie e grandi dimensioni di settore pubblici e privati

- Assistenti di archivio

Funzione nel contesto lavorativo

- gestire banche dati o archivi

- predisporre o organizzare inventari e archivi

- fare ricerca d'archivio

- indicizzare, catalogare, censire documenti

- conservare e valorizzare il patrimonio storico

- riprodurre documenti su supporto digitale

Competenze associate alla Funzione

Applicare conoscenze relative alla:

- archivistica e biblioteconomia

- storia, letteratura italiana, geografia

- storia dell'arte

- lingua straniera

- informatica applicata al settore

- normativa di settore

Sbocchi Professionali

Assistente di archivio presso sovrintendenze, musei, archivi storici e moderni, archivi di medie e grandi dimensioni pubblici e privati

- Operatore dei beni culturali

Funzione nel contesto lavorativo

- partecipare alla gestione delle attività ordinarie delle istituzioni e degli enti pubblici e privati impegnati nel settore del patrimonio culturale

- collaborare alla progettazione di iniziative, attività ed eventi per la conoscenza e la promozione del patrimonio culturale

- fornire competenze in ambito archeologico, storico-artistico sui materiali e manufatti archeologici e artistici per mostre e manifestazioni museali

- redigere materiale informativo e promozionale

Competenze associate alla Funzione

Applicare conoscenze relative alla

- storia, letteratura italiana, geografia

- archeologia, storia dell'arte

- lingua straniera

- informatica applicata al settore

- normativa di settore

Sbocchi Professionali

Dipendenti o liberi professionisti presso istituzioni ed enti pubblici, imprese private e del "terzo settore", fondazioni, cooperative che operano nel settore della cultura in genere, e in particolare nell'ambito del patrimonio archeologico, storico-artistico, archivistico-bibliotecario

- Tecnici dei musei

Funzione nel contesto lavorativo

- Preparare, organizzare e sistemare modelli ed esemplari, manufatti archeologici e artistici per mostre e manifestazioni museali

- Catalogare oggetti ed opere d'arte.

Competenze associate alla Funzione

Applicare conoscenze relative alla

- storia, letteratura italiana, geografia

- archeologia, storia dell'arte, tecniche museali

- lingua straniera

- informatica applicata al settore

- normativa di settore

Sbocchi Professionali

Tecnico della fruizione museale presso istituzioni ed enti pubblici, fondazioni, cooperative che operano nel settore archeologico e storico-artistico

Beni archeologici

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione di una buona conoscenza teorica e pratico/teorica attinenti ai beni archeologici

Acquisizione di strumenti critici e metodologici attinenti ai beni archeologici di età classica e medievale.

Acquisizione di conoscenze e competenze sulla legislazione dei beni culturali, la sua tutela conservazione e fruizione

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Essere in grado di applicare le conoscenze e la comprensione maturate nel settore dei beni archeologici, mostrando capacità di individuare gli elementi fondamentali delle problematiche connesse a tematiche scientifiche del settore.

Capacità di identificare ed inquadrare, nel loro contesto storico ed artistico il bene archeologico

Capacità di operare nei diversi ambiti dei Beni culturali in conformità alla normativa vigente.

Capacità di valorizzare il territorio e di promuovere la tutela, la conservazione, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio archeologico.

Capacità di illustrare le particolarità storico-archeologiche legate agli itinerari turistici.

Saper organizzare una ricerca bibliografica, acquisire documenti ed esaminare materiali specifici.

Beni storico-artistici

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione di un’ampia base di conoscenze teoriche e pratico-teoriche attinenti al patrimonio storico artistico.

Adeguata preparazione per quanto concerne al tutela, conservazione, valorizzazione e fruizione del bene storico artistico.

Acquisizione di strumenti critici e metodologici di analisi del fenomeno artistico e delle sue interrelazioni sociali e culturali.

Acquisizione di conoscenze e competenze sulla legislazione dei beni culturali, la sua tutela conservazione e fruizione

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Applicare le conoscenze e la comprensione maturate nel settore dei beni storico artistici, mostrando capacità di individuare gli elementi fondamentali delle problematiche connesse a tematiche scientifiche del settore.

Capacità di illustrare le particolarità storico-artistiche e ambientali legate agli itinerari turistici.

Capacità di valorizzare e di promuovere, la tutela, la conservazione, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio storico artistico.

Saper organizzare una ricerca bibliografica, acquisire documenti ed esaminare materiali specifici.

Capacità di comprendere le dinamiche dei linguaggi artistici e delle tecniche produttive declinandole nei vari momenti della storia artistica.

Capacità di operare nei diversi ambiti dei Beni culturali in conformità alla normativa vigente.

Beni archivistici e bibliotecari

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione di conoscenze di base teoriche, pratico-teoriche e metodologiche attinenti al patrimonio archivistico librario, alla sua tutela, conservazione, valorizzazione.

Acquisizione di conoscenze paleografiche.

Acquisizione di strumenti critici e metodologici di analisi del documento manoscritto e a stampa

Acquisizione di conoscenze e competenze sulla legislazione dei beni culturali, la sua tutela conservazione e fruizione

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di individuare gli elementi fondamentali delle problematiche del settore archivistico bibliotecario e di applicare le conoscenze e le capacità di comprensione maturate.

Capacità di indicizzare, catalogare e conservare libri o documenti, di predisporre e organizzare inventari e archivi, di organizzare eventi.

Capacità di valorizzare promuovere, organizzare e gestire azioni di promozione del patrimonio archivistico librario presente sul territorio.

Capacità di operare nei diversi ambiti dei Beni culturali in conformità alla normativa vigente.

Storico geografico

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione di conoscenze di base dei principali fenomeni che hanno caratterizzato il percorso della storia della cultura e della civiltà europea.

Acquisizione delle conoscenze, dei metodi e degli strumenti della geografia per l'analisi territoriale e alle tecniche di rappresentazione e di interpretazione dei fenomeni territoriali con particolare riferimento ai beni culturali

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di comprendere ed inquadrare storicamente e geograficamente ogni singolo fenomeno archeologico, artistico, documentale nel complesso delle sue interrelazioni sociali e culturali.

Capacità di collegare i fenomeni legati al patrimonio culturale con la tradizione culturale europea.

Capacità di ampliare le conoscenze storico letterarie acquisite attraverso opportuni collegamenti tra le letterature antiche e moderne e le discipline storiche

Capacità di utilizzare gli strumenti geografici e di marketing del territorio per lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio culturale

Lingua e letteratura antica e moderna

Conoscenza e Comprensione

Potenziamento delle conoscenze della tradizione letteraria antica e moderna e degli strumenti di analisi dei testi.

Fornire gli elementi fondamentali della grammatica e della sintassi nelle lingue antiche e moderne

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di acquisire competenze in grado di assicurare una corretta lettura, interpretazione ed analisi dei testi attraverso una adeguata contestualizzazione.

Saper organizzare una ricerca bibliografica, anche in funzione della redazione di testi.

Informatica e Lingua straniera

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione delle competenze informatiche.

Buona conoscenza scritta e orale della lingua inglese in riferimento alle esigenze formative del corso di studio

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Saper utilizzare, negli ambiti di competenza, strumenti informatici e multimediali.

Saper gestire e aggiornare i contenuti di siti web di settore.

Capacità di applicare le competenze linguistiche negli ambiti di riferimento.

Capacità di applicare in un contesto di lavoro le conoscenze della lingua straniera.

Archeologico
Archivistico bibliotecario
Storia dell'arte
Assistenti di archivio e di biblioteca3.3.1.1.2
Tecnici dei musei3.4.4.2.1
Tecnici delle biblioteche3.4.4.2.2
Adriano AMENDOLA
Teresa AMODIO
Renata CANTILENA
Rosa FIORILLO
Antonia LEZZA
Fausto LONGO
Antonia SERRITELLA
Luigi VECCHIO
Stefania ZULIANI
Loredana LORIZZO
Donato Antonio Lorenzo SALVATORE
Antonia SERRITELLA
Giuliana CAPRIOLO
Maria Consiglia NAPOLI
Eliana MUGIONE
Luigi VECCHIO
Amalia GALDI
Antonella TROTTA
Chiara Maria LAMBERT
Fausto LONGO
Rosa FIORILLO
Renata CANTILENA
Maria PASSARO
Francesco Spinelli
Fabiana Lauria
Luciano Burlini
Elisa D'Angelo
Donato Gaglione
Veronica Di Rosa
Attilio Ruffo
Mariavirgilia Vincensi