SCIENZE DELLA VALUTAZIONE MOTORIO-SPORTIVA E TECNICHE DI ANALISI E PROGETTAZIONE DELLO SPORT PER DISABILI

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-68 - Classe delle lauree magistrali in Scienze e tecniche dello sport

Il corso di Laurea Magistrale in Scienze della valutazione motorio-sportiva e tecniche di analisi e progettazione dello sport per disabili ha una storia recente (è stato attivato nell'a.a. 2009/10) e risponde in parte alla domanda di formazione delle nuove generazioni.

Il corso prevede in ingresso specifici momenti di valutazione delle conoscenze iniziali di base necessarie per seguire il percorso di studio. Al Corso di Laurea Magistrale possono accedere non solo studenti provenienti dall'ISEF e dalla classe L22, ma anche laureati afferenti alla classe L19, estendendo le opportunità formative offerte dal corso: infatti, il corso:

a) consente ai laureati di partecipare alle selezioni per accedere al Tirocinio Formativo Attivo per acquisire l'abilitazione all'educazione fisica nella scuola secondaria di primo e secondo grado;

b) predispone competenze tecnologico-didattiche, di analisi e progettazione, spendibili in ambito scolastico, presso strutture socio-educative, nello sport professionistico e dilettantistico, con particolare riferimento all'ambito della disabilità.

L'iscrizione alla Laurea magistrale richiede il possesso della Laurea o del diploma universitario di durata triennale o di altro titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo.

I requisiti curriculari richiesti per l'iscrizione al corso di Laurea magistrale della classe LM-68 sono il possesso della Laurea nella classe L-22 (o classe 33 ex D.M. 509/99) o del diploma di Istituto Superiore di Educazione Fisica.

Nel caso di laurea in classi diverse, l'avere acquisito un congruo numero di CFU nei Settori Scientifico-Disciplinari di base e caratterizzanti previsti dalla classe L-22, ritenuti indispensabili per una proficua prosecuzione degli studi magistrali nella classe LM-68. Tali requisiti curriculari sono specificati nel Regolamento didattico del corso.

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale è inoltre richiesta un'adeguata preparazione personale dello studente. Il possesso dei requisiti curriculari e l'adeguatezza della personale preparazione ai fini dell'ammissione viene accertata mediante esame della carriera universitaria del laureato e/o prove di verifica, secondo modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studi. Non è in ogni caso consentita l'iscrizione con debiti formativi.

Le informazioni relative alle attività di orientamento in ingresso sono disponibili al link sotto riportato.

La prova finale consiste nella discussione in seduta pubblica, di fronte ad un'apposita Commissione, di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la supervisione di un relatore. La discussione è tesa a verificare che il candidato abbia acquisito una conoscenza avanzata sulle tematiche tipiche del corso di studi e sia in grado di esporre ed argomentare, in forma scritta ed orale, i risultati della propria ricerca.

La tesi verterà su un argomento che sia inerente ai settori disciplinari presenti nel corso di laurea magistrale o che comunque sia giudicato coerente con il progetto formativo del corso dalla struttura didattica di riferimento.

Esperto nelle scienze e tecniche dello sport

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato opera in regime di autonomia e/o di dipendenza, svolgendo attività che prevedono la collaborazione con altri profili professionali rientranti negli ambiti socio-educativo, tecnico-sportivo e della disabilità al fine di definire e coordinare le attività di:

- pianificazione e organizzazione dell'allenamento rivolto alle attività sportive

- progettazione e programmazione delle attività motorio-sportive in ambito educativo

- analisi e valutazione della performance motorio-sportiva

Competenze associate alla Funzione

Le competenze associate alla funzione sono:

- progettare e realizzare attività motorie e sportive speciali sia nei contesti scolastici che extrascolastici

- analizzare e valutare la performance motorio-sportiva nell'ambito professionistico e dilettantistico

- capacità di valutare e selezionare i metodi di allenamento e della prestazione nel contesto sportivo e motorio

- applicare competenze gestionali e giuridiche per la conduzione di società, impianti ed enti sportivi;

- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, con adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo - relazionale, organizzativo - gestionale e di programmazione relativamente a organizzazioni sportive e gruppi di operatori esperti delle diverse discipline sportive.

Sbocchi Professionali

I principali sbocchi occupazionali:

-Strutture pubbliche e private negli ambiti dello sport sociale, dello sport di competizione (Federazioni) e nello sport per disabili;

-Palestre, piscine impianti sportivi, centri sportivi polivalenti, centri di vacanze ed organizzazioni turistiche interessate all’attività sportiva;

-Centri di preparazione per lo sport paraolimpico

-Centri di addestramento delle forze armate e dei corpi impegnati a garantire la sicurezza e la difesa dello Stato;

-Impianti sportivi e strutture in cui sono organizzate e svolte attività sportive disciplinate dalla federazione sportive nazionali e dagli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI.

Il corso prepara , tra le atre, alle professioni di

Allenatori e tecnici sportivi; Arbitri e giudici di gara;

Organizzatori di eventi e di strutture sportive; Osservatori sportivi; Insegnante di Scienze Motorie Educazione Fisica Cl A029 ed A030 previo TFA ordinario associato al Corso di Studi Magistrale.

Area Generica

Conoscenza e Comprensione

I laureati nel corso di laurea magistrale in "Scienze della valutazione motorio-sportiva e tecniche di analisi e progettazione dello sport per disabili" devono dimostrare:

- conoscenze e capacità di comprensione che estendono e rafforzano quelle acquisite nella laurea tirennale, con particolare riferimento alla valutazione, analisi e progettazione di attività motorio-sportive in ambito educativo, integrativo e performativo.

- conoscenze teoriche e competenze operative approfondite nel campo delle attività motorie e sportive che consentano di realizzare attività di ricerca e di analisi in ambito educativo, integrativo e performativo.

- conoscenze e capacità di comprensione del concetto di tutela della salute psico-fisica dell'allievo, con particolare riferimento allo studio ed alla ricerca delle differenze legate all'età, al genere, al contesto socio-culturale di appartenenza, al livello di maturazione psico-culturale e alla presenza di disabilità fisica.

- competenze specifiche ed approfondite di ambito pedagogico e psicosociale atte a promuovere studi e ricerca sull'educazione e l’integrazione attraverso le attività motorie e lo sport a livello scolastico.

- conoscenze teoriche specifiche e competenze operative che consentano si svolgere ricerche ed analisi nei settori specialistici delle scienze e delle tecniche dello sport con particolare riferimento alle competenze che si riferiscono alla valutazione motoria, all'analisi ed alla progettazione dello sport per disabili.

- competenze specialistiche fruibili in ambito professionale e riconducibili a quadri legittimati dal punto di vista nazionale e internazionale con particolare riferimento all'approfondimento sistematico e specialistico di tematiche e di dimensioni operative e pratiche connesse alle professioni dello sport.

La Facoltà procede a verifiche periodiche, distinte per i singoli campi d'attività, dello stato di approfondimento, da parte degli studenti, del livello di conoscenza, delle metodologie di analisi e delle modalità di giudizio in relazione sia alle abilità e competenze pedagogico/progettuali, metodologico/didattiche, comunicativo/relazionali, organizzativo/istituzionali, economico-gestionali che alle questioni più specificamente connesse ai singoli statuti disciplinari. Tali verifiche coinvolgeranno, per le parti di interesse comune, i partner e si svolgeranno attraverso test, prove pratiche di laboratorio, verifiche di relazioni individuali sulle attività di tirocinio, colloqui in itinere intesi anche ad accertare carenze o limiti da colmare con opportuni interventi formativi. La somministrazione di questionari farà da supporto alla programmazione didattica preventiva della facoltà e consentirà di cogliere esigenze specifiche ed eventuali disagi da colmare con opportuni interventi nell'organizzazione delle attività formative.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

I laureati nel corso di laurea magistrale in "Scienze della valutazione motorio-sportiva e tecniche di analisi e progettazione dello sport per disabili" devono essere capaci di:

- applicare le loro conoscenze, capacità di comprensione e abilità nel risolvere problemi nel campo della valutazione, analisi e progettazione delle attività motorie e sportive nei contesti educativi, performativi e integrativi

- elaborare, realizzare, gestire e valutare progetti educativo-motori, sportivi e integrativi relativi alle fasce d'età e ai settori di attività cui il corso di laurea è predisposto.

- applicare nei contesti educativi, integrativi e perfomativi le abilità e le competenze specialistiche nel campo della ricerca.

Durante il percorso formativo, i laureandi potranno iniziare ad applicare le conoscenze attraverso lo svolgimento delle attività di tirocinio (obbligatorie) che consentiranno loro di sperimentare, secondo specifiche modalità, le problematiche concrete del processo formativo anche presso Istituzioni scolastiche statali e non, Federazioni sportive, Società professionistiche dello sport, Istituzioni scientifiche, Scuole dello sport. Per rispondere alle finalità precedentemente indicate la Facoltà predispone, inoltre, anche con il concorso dei partner interessati, modalità d'accertamento in itinere differenziate per le singole attività (test, prove pratiche, colloqui) tese a verificare il grado di avanzamento nel percorso di formazione e a introdurre gli opportuni interventi correttivi e/o integrativi.

Istruttori di discipline sportive non agonistiche3.4.2.4.0
Organizzatori di eventi e di strutture sportive3.4.2.5.1
Allenatori e tecnici sportivi3.4.2.6.1
Laura CLARIZIA
Filomena FAIELLA
Carmen PALUMBO
Maurizio SIBILIO
Rodolfo VASTOLA
Giuseppe DE SIMONE
Emiliana MANGONE
Paola AIELLO
Francesca D'ELIA
Alfredo D'Auria
Francesco Rocco Graziano
Emmanuela Torraca