SCIENZE DELLO SPETTACOLO E DELLA PRODUZIONE MULTIMEDIALE

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-65 - Classe delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale

Il Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale ha una durata legale di due anni. È altresì possibile l'iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall'Ateneo.

Per il conseguimento del titolo lo studente deve acquisire 120 CFU.

Il Corso si pone l'obiettivo di formare laureati magistrali che abbiano acquisito competenze avanzate nelle discipline teatrali, cinematografiche e della musica.

In particolare:

- maturare competenze specialistiche storico-critiche, teoriche nelle discipline teatrali, cinematografiche e della musica;

- acquisire strumenti metodologici specialistici per l'analisi del fenomeno artistico teatrale, cinematografico, musicale con particolare riferimento all'interdisciplinarità;

- acquisire esperienze nelle pratiche tecnico-creative di queste arti con particolare riferimento alla multimedialità;

- acquisire un'approfondita conoscenza della tradizione letteraria italiana ed europea e degli strumenti di analisi del testo teatrale, filmico, letterario e musicale;

- acquisire un'approfondita conoscenza di una delle lingue europee e della relativa tradizione culturale; possedere abilità operativo-gestionali da far valere nelle istituzioni e nelle strutture volte alla produzione, distribuzione, promozione, archiviazione e catalogazione del teatro e dello spettacolo, del cinema e della musica in Italia e in Europa.

Per raggiungere tali obiettivi il percorso formativo attribuisce un consistente numero di crediti agli insegnamenti delle discipline teatrali, cinematografiche e della musica; assegna, inoltre, un discreto numero di crediti all'area degli insegnamenti linguistici e letterari avvalorando, da un lato, la dimensione internazionale degli scambi culturali, che ha caratterizzato lo sviluppo della civiltà dello spettacolo nei due ultimi secoli, e dall'altro sviluppando competenze linguistiche indispensabili ad occupare posti di elevata responsabilità nelle istituzioni ed enti pubblici e privati che operano nel mondo delle arti e dello spettacolo. La scelta degli altri insegnamenti del Corso coinvolge settori scientifico-disciplinari utili allo sviluppo delle tecniche operative del marketing e dell'organizzazione dell'evento e allo sviluppo delle competenze nel campo dei new-media o all'approfondimento di conoscenze interdisciplinari.

Il percorso prevede differenti modalità didattiche: lezioni frontali, seminari, esercitazioni e attività di laboratorio allo scopo di stimolare una partecipazione attiva e pienamente responsabile da parte dello studente durante il suo percorso formativo.

Il corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale afferisce al Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale con sede presso il Campus Universitario di Fisciano, uno dei più grandi, moderni ed avanzati in Italia. Il Campus offre l'opportunità di studiare in un ambiente organizzato e piacevole, immerso in un'area verde di grande estensione e pregio ambientale e offre la possibilità di usufruire di moderne residenze universitarie, dell'Asilo nido Aziendale, di praticare diversi sport e di coltivare l'interesse per il teatro, la musica e la danza.

Il Campus dispone di una mensa centrale con 1.300 posti e diversi punti di ristoro ubicati nei vari plessi; dispone inoltre di aule didattiche accessibili e capienti, tutte dotate di avanzate attrezzature multimediali, diverse aule informatiche e sale studio, una rete wi-fi a disposizione degli studenti, due biblioteche centrali, una Umanistica e una Scientifica per un totale di 850.000 unità bibliografiche, nonché l'accesso alle biblioteche on-line.

L'iscrizione alla Laurea magistrale richiede il possesso della Laurea o del diploma universitario di durata triennale o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Possono accedere al Corso di laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale i laureati nella Classe L-3 o nella Classe L-1 (rispettivamente, Classi 23 e 13 ex D.M. 509/99) che abbiano acquisito almeno 24 CFU nel settore delle discipline dello spettacolo (L-ART/05), del cinema (L-ART/06), della musica (L-ART/07) e delle arti figurative (o L-ART/01 o L-ART/02 o L-ART/03 o L-ART/04) e almeno 3 CFU nei settori ING-INF/05 e/o INF/01. E' inoltre richiesta una adeguata preparazione personale e una buona conoscenza, sia scritta che parlata, di almeno una lingua europea oltre l'italiano.

Per i laureati in possesso di un'altra laurea, ivi compresa quella conseguita secondo l'ordinamento previgente al D.M. 509/1999, o di altro titolo conseguito all'estero, i requisiti curriculari richiesti per l'accesso sono specificati nel Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale.

Il possesso dei requisiti curriculari e l'adeguatezza della personale preparazione ai fini dell'ammissione viene accertata mediante esame della carriera universitaria del laureato e/o prove di verifica, secondo modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studio. Non è in ogni caso consentita l'iscrizione con debiti formativi.

Il CdS ha nominato un suo delegato deputato a gestire le attività di orientamento in ingresso e a supportare quelle organizzate dall'Ateneo.

Annualmente il CdS promuove incontri mirati per gli studenti del terzo anno delle triennali potenzialmente interessati all'iscrizione alla LM65.

Tutte le iniziative e le manifestazioni organizzate annualmente dal Corso di Studio sono rese disponibili sulla pagina web del CdS al link sotto riportato.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e destinate ai potenziali futuri studenti:

-UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

Ulteriori servizi di orientamento in ingresso garantiti dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) sono disponibili sul sito web di ateneo.

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Il Responsabile è la prof.ssa Chiara Lambert

Per maggiori informazioni: Link http://www.disabilidsa.unisa.it/

La prova finale consiste nella stesura di una tesi, adeguata alla quantità di crediti formativi previsti, su un argomento relativo ad una delle discipline presenti nel piano di studio, eventualmente corredata da materiali multimediali. Si richiede un lavoro che presenti caratteristiche di originalità e in cui lo studente dimostri di possedere adeguate capacità di analisi e di sintesi. Sono incoraggiati gli elaborati su temi di ricerca di carattere interdisciplinare. Il lavoro svolto dallo studente potrà consistere anche in un progetto integrato, da svolgere in parte presso enti o aziende pertinenti, su cui si baserà l'elaborato scritto.

La valutazione conclusiva tiene conto dell'intera carriera dello studente all'interno del corso di studio, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi, della qualità dell'elaborato finale e dell'esposizione del candidato.

La valutazione della prova finale è in cento decimi, con eventuale lode. Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto finale sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Direttori artistici teatrali, cinematografici e musicali

Funzione nel contesto lavorativo

Programmano, organizzano, indirizzano e curano rappresentazioni pubbliche, stagioni, rassegne, festival e performance artistiche, secondo determinati contenuti, scelte e linee artistico-culturali; indicano protagonisti, caratteristiche, tematiche e modalità di svolgimento; coordinano la pubblicizzazione degli eventi.

Competenze associate alla Funzione

Competenze avanzate nei settori del teatro, del cinema e della musica, nonché di cultura generale, letteraria, storica e storico-artistica in vista della stesura di testi critici dedicati al teatro, al cinema e alla musica.

Competenze avanzate di ordine letterario linguistico accompagnate da competenza informatiche per le arti dello spettacolo e competenze di marketing dell’evento ed elementi giuridici nell'ambito del diritto d’autore.

Infine competenze avanzate di ordine metodologico e storiografico nell'ambito del teatro, del cinema e della musica

Sbocchi Professionali

Produzione teatrale, cinematografica e musicale. Organizzatore e promotore di eventi culturali teatrali, cinematografici e musicali presso istituzioni teatrali, cinematografiche e musicali, enti turistici, fondazioni, amministrazioni locali e altri enti o società che nell’ambito pubblico o privato operano in qualità di produttori, organizzatori o promotori di festival, rassegne, mostre, spettacoli o altri eventi ed esposizioni nell’ambito del teatro, del cinema e della musica.

Scrittore di testi artistici e pubblicitari

Funzione nel contesto lavorativo

Redigono testi informativi e pubblicitari di beni e servizi da diffondere a mezzo stampa, radiotelevisione e altri mezzi di comunicazione mediatica.

Scrivono soggetti e dialoghi per il cinema e la radio. Creano testi nel campo della rappresentazione teatrale, della musica, o di altro tipo, ovvero applicano conoscenze e capacità artistiche per fornire servizi nei settori del teatro, del cinema e della musica.

Competenze associate alla Funzione

Competenze avanzate metodologiche, critiche e teoriche nei settori del teatro, del cinema e della musica, nonché di cultura generale, linguistico-letteraria, storica e storico-artistica in vista della stesura di testi originali o critici o informativi dedicati agli eventi teatrali, cinematografi e musicali.

Sbocchi Professionali

Autori di testi teatrali e cinematografici attivi nel mondo della produzione dello spettacolo.

Uffici stampa di istituzioni pubbliche e private.

Editoria di settore; redazione di giornali e riviste specializzate tradizionali e multimediali e aziende pubblicitarie,

Responsabile e curatore di archivi multimediali, teatrali, cinematografici e spettacolari

Funzione nel contesto lavorativo

Conducono ricerche, acquisiscono, valutano e garantiscono la conservazione di archivi correnti, di deposito o storici di specifico interesse teatrale, cinematografico e musicale, ne garantiscono la conservazione, l’accessibilità e la fruizione pubblica, li rendono disponibili su supporti digitali o di altra natura; organizzano attività di promozione, mostre ed eventi.

Competenze associate alla Funzione

Competenze avanzate nei settori della storia del teatro e dello spettacolo, del cinema e della musica e dell’etnomusicologia

Competenze avanzate nell'ambito dell’informatica finalizzata al settore dello spettacolo e degli archivi multimediali

Competenze nel settore storico e storico-artistico

Competenze avanzate di ordine letterario linguistico

Sbocchi Professionali

Responsabili e coordinatori di archivi di settore pubblici e privati (archivi teatrali, musicali e cineteche)

TEATRO, CINEMA E MUSICA

Conoscenza e Comprensione

Conoscenze avanzate nell'ambito storico, teorico e metodologico relativo allo spettacolo, al cinema e alla musica al fine di sviluppare una comprensione critica dei vari fenomeni artistici;

acquisire conoscenze di carattere operativo-gestionali, legislative e informatiche con particolare attenzione ai settori dello spettacolo, del cinema e della musica.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di elaborare originali progetti di ricerca di argomento teatrale, della musica e del cinema . Capacità di produrre testi critici di settore destinati alla pubblicistica periodica, radiofonica e televisiva, con competenze di base in ambito giuridico relative al diritto d'autore.

Saper analizzare criticamente, anche in contesti scientifici, prodotti delle arti dello spettacolo e della musica.

Progettare, gestire e organizzare eventi culturali, teatrali e cinematografici.

Collaborare con istituzioni museali e gallerie d’arte.

Possedere competenze operativo-gestionali e legislative da far valere nelle istituzioni e nelle strutture volte alla produzione, distribuzione, promozione, archiviazione e catalogazione del teatro e dello spettacolo, del cinema e della musica in Italia e in Europa.

Capacità di elaborare e realizzare documentari, videoclip e prodotti multimediali.

STORICO SOCIALE

Conoscenza e Comprensione

Acquisizione di avanzati strumenti critici e metodologici di analisi del fenomeno artistico, musicale, dello spettacolo teatrale, cinematografico, e delle sue interrelazioni sociali e culturali.

Acquisizione di solide basi teoriche e pratiche riguardo ai processi di comunicazione ed interpretazione del fenomeno artistico

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di comprensione globale di ogni singolo fenomeno artistico nel complesso delle sue interrelazioni sociali e culturali.

Capacità di collegare i fenomeni artistici e dello spettacolo con la tradizione culturale europea.

Capacità di comunicare informazioni e riflessioni anche ad un pubblico di esperti usando un linguaggio lessico appropriato

LINGUISTICI E LETTERARI

Conoscenza e Comprensione

Acquisire un'approfondita conoscenza di una delle lingue europee e della relativa tradizione culturale. Acquisire un'approfondita conoscenza della tradizione letteraria italiana ed europea e degli strumenti di analisi del testo letterario con particolare attenzione per la produzione teatrale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Capacità di applicare le competenze linguistiche negli ambiti dell'arte, musica e spettacolo. Saper curare la traduzione di testi, relativi in particolare, agli ambiti caratterizzanti del CdS. Capacità di acquisire elevate competenze per una corretta lettura, interpretazione ed analisi critica dei testi letterari attraverso una adeguata contestualizzazione. Saper redigere testi complessi negli ambiti di competenza.

Specialisti delle relazioni pubbliche, dell'immagine e professioni assimilate2.5.1.6.0
Redattori di testi per la pubblicità2.5.4.1.3
Archivisti2.5.4.5.1
Direttori artistici2.5.5.2.3
Sceneggiatori2.5.5.2.4
Gabriele FRASCA
Pasquale IACCIO
Isabella INNAMORATI
Massimiliano LOCANTO
Giovanni Maria RICCIO
Annamaria SAPIENZA
Antonella PIAZZA
Antonia LEZZA
Marco PISTOIA
Pasquale IACCIO
Annamaria SAPIENZA
Massimiliano LOCANTO
Isabella INNAMORATI
Stefano DE MATTEIS
Francesco Spinelli
Fabiana Lauria
Luciano Burlini
Elisa D'Angelo
Donato Gaglione
Veronica Di Rosa
Attilio Ruffo
Mariavirgilia Vincensi