DIDATTICA DELLA STORIA DELLA FILOSOFIA E STORIA DELLA FILOSOFIA

4412400061
DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
CORSO DI LAUREA
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE
12 CFU

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2016
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
1DIDATTICA DELLA STORIA DELLA FILOSOFIA MODULO 1
636LEZIONE
2STORIA DELLA FILOSOFIA MOD 2
636LEZIONE
FRANCESCO PIRO21T
AppelloData
APPELLO FEBBRAIO06/02/2018 - 09:30
Obiettivi
CONDIVISI CON LE ALTRE DISCIPLINE FILOSOFICHE DEL CORSO DI STUDI
Prerequisiti
NESSUNO.L'INSEGNAMENTO COSTITUISCE UN'INTRODUZIONE ALLA FILOSOFIA CHE PARTE DA COMPETENZE BASILARI DI RAGIONAMENTO E ARGOMENTAZIONE
Contenuti
TITOLO: IL TESTO ARGOMENTATIVO E QUELLO FILOSOFICO

CONTENUTI:
IL CORSO DI LEZIONI E' DIVISO IN DUE MODULI PERCHE' ESSO HA DUE DIFFERENTI FUNZIONI. DA UN LATO, ESSO INFORMA SUI TEMI FONDAMENTALI DELLA FILOSOFIA OCCIDENTALE, IN MODI UTILI PER POTER POI CONTINUARE L'APPRENDIMENTO DELLA FILOSOFIA NEGLI ESAMI SUCCESSIVI. D'ALTRA PARTE, ESSO INSEGNA A CAPIRE COME SI PUO' APPROFONDIRE E EVENTUALMENTE INSEGNARE LA FILOSOFIA, SVILUPPANDO PERSONALMENTE CAPACITA' DI PENSIERO CRITICO E APPRENDENDO A DIFFONDERLE.

IL PRIMO MODULO DELL'INSEGNAMENTO (DIDATTICA DELLA STORIA DELLA FILOSOFIA) DISCUTERÀ PERTANTO DELLA NATURA DELL'ARGOMENTAZIONE, ANCHE IN AMBITI NON STRETTAMENTE FILOSOFICI. LO SCOPO È DI IMPARARE A LEGGERE BENE IL TESTO ARGOMENTATIVO E SAPER INSEGNARE A LEGGERLO.
GLI SPECIFICI ARGOMENTI SONO:
(1) RAGIONAMENTO E ARGOMENTAZIONE.
(2) TIPI DI RAGIONAMENTO.
(3) BASI LOGICHE DEI DIVERSI TIPI DI RAGIONAMENTO.
(4) ERRORI DI RAGIONAMENTO E FALLACIE DISCORSIVE.
(5) I LUOGHI DELL'ARGOMENTAZIONE
(6) LIVELLO LOGICO E LIVELLO RETORICO DEL TESTO ARGOMENTATIVO.
TUTTI GLI ARGOMENTI SONO REPERIBILI NELLA MANUALISTICA CONSIGLIATA. NEL CORSO DEL PRIMO SEMESTRE, LE CONOSCENZE ACQUISITE NEL CAMPO DELL'ANALISI DELL'ARGOMENTAZIONE VERRANNO APPLICATE ALLE SEGUENTI FIGURE DI FILOSOFO:
PLATONE, ARISTOTELE, (S.) AGOSTINO.

IL SECONDO MODULO DELL'INSEGNAMENTO (STORIA DELLA FILOSOFIA) SVILUPPERÀ PIÙ ARTICOLATAMENTE L'ANALISI DELLA FILOSOFIA MODERNA CON (S.) TOMMASO, CARTESIO, SPINOZA, LEIBNIZ, VICO, HUME, KANT, HEGEL, NIETZSCHE, DEI QUALI SARANNO DISCUSSE LE IDEE FONDAMENTALI E LO STILE ARGOMENTATIVO.
Metodi Didattici
LE SEDUTE USANO I SEGUENTI TRE MODELLI DI DIDATTICA:

(1) TRASMISSIONE VELOCE DI CONOSCENZE E VERIFICA IMMEDIATA DI ESSE PER MEZZO DI ESERCIZI PROPOSTI ALLA CLASSE O ALTRE FORME DI PROBLEM SOLVING. QUESTO METODO SARA' IMPIEGATO PER LE TECNICHE DI ANALISI DEI RAGIONAMENTI.

(2) ESPOSIZIONE AMPIA DI TEMI COLLEGATI (LEZIONE CATTEDRATICA) CON SUCCESSIVA DISCUSSIONE IN CLASSE DELL'ARGOMENTO TRATTATO. QUESTO METODO SARA' APPLICATO PER L'ESPOSIZIONE SINTETICA DEI SISTEMI DI IDEE DEGLI AUTORI.

(3) LETTURA COMUNE DI UN BRANO E ESERCIZIO COLLETTIVO (MA GUIDATO DAL DOCENTE) DI RIASSUMERNE I CONTENUTI, VALUTARNE LA FORZA E LA DEBOLEZZA, ANALIZZARE LA STRATEGIA ARGOMENTATIVA. QUESTO METODO SARA' IMPIEGATO PER I PASSI DEI FILOSOFI DA STUDIARE.



Verifica dell'apprendimento
LE CONOSCENZE E LE ABILITÀ MATURATE A PROPOSITO DI ARGOMENTAZIONE VENGONO SAGGIATE PER MEZZO DI ESERCIZI. DURANTE TUTTA LA PRIMA PARTE DEL CORSO, VERRANNO DUNQUE PROPOSTI DEGLI ESERCIZI DA SVOLGERE COLLETTIVAMENTE, PER IMPARARE A ANALIZZARE, DIFFERENZIARE TIPOLOGICAMENTE, VALUTARE CRITICAMENTE RAGIONAMENTI E ARGOMENTAZIONI.
A CONCLUSIONE DEL PRIMO MODULO, SI CONCORDERÀ CON GLI STUDENTI UNA EVENTUALE PROVA SCRITTA APERTA A FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI CHE ABBIANO COMUNQUE FATTO GLI ESERCIZI PROPOSTI.
NELLA SECONDA PARTE DEL CORSO, LA MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL CORSO SARÀ CENTRATA SULL'ESPOSIZIONE DI SISTEMI DI IDEE, MA SARÀ POSSIBILE FARE ESERCITAZIONI DI LETTURA DEI TESTI. LA VERIFICA SARÀ COMUNQUE SOPRATTUTTO DATA DALLA DISCUSSIONE, SIA IN CLASSE CHE IN SEDE DI PROVA FINALE.

LA PROVA FINALE SARÀ BASATA SU: (1) ESERCIZI DI ANALISI DEL RAGIONAMENTO (SOLO PER COLORO CHE NON ABBIANO FATTO LE PROVE SCRITTE PROPOSTE). QUESTI ESERCIZI SONO ANALOGHI A QUELLI CHE IL MANUALE PROPOSTO METTE A CONCLUSIONE DI OGNI CAPITOLO.


(2) DISCUSSIONE SULLE IDEE E LE ARGOMENTAZIONI DI GRANDI FILOSOFI CLASSICI. LO STUDENTE DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI SPIEGARE LE IDEE DI UN PENSATORE PARTENDO DAL CONTESTO STORICO, SULLA BASE DELLE INDICAZIONI TROVATE NEL MANUALE. LA PROPOSTA DI AUTORI O TEMI PREFERITI DA PARTE DELLO STUDENTE È GRADITA ANCHE SE NON IMPEDIRÀ CHE SIA TESTATA LA PRESENZA DI SUFFICIENTE INFORMAZIONE SU TUTTI GLI ALTRI TEMI. LA PROVA FINALE HA UN NUMERO DI DOMANDE NON INFERIORE A TRE, SU DIVERSI ASPETTI DELLA STORIA DEL PENSIERO. SENZA GLI ESERCIZI DELLA PRIMA PARTE, ESSA DURA NORMALMENTE DAI 15 AI 20 MINUTI, SE INVECE LO STUDENTE DEVE FARE ANCHE GLI ESERCIZI DELLA PARTE "DIDATTICA DELLA STORIA DELLA FILOSOFIA", NON AVENDO SVOLTO LE PROVE INTERMEDIE, ALLORA IL TEMPO VA RADDOPPIATO.
Testi
TESTO 1 (PER LA PARTE "DIDATTICA DELLA STORIA DELLA FILOSOFIA")
F. PIRO, MANUALE DI EDUCAZIONE AL PENSIERO CRITICO, EDITORIALE SCIENTIFICA 2015. I CAPITOLI DA FARE SONO: 1, 2,3, 4, 7, 8, 9. LO STUDENTE PUO' SALTARE I DIALOGHI DI INTRODUZIONE E ACCOMPAGNAMENTO, CONCENTRANDOSI SULLE UNITA' DIDATTICHE. NEL CASO DEI CAPITOLI 1, 2, 3, 4, OCCORRE FARE TUTTI GLI ESERCIZI. NEL CASO DEI CAPITOLI 7, 8, 9, SI SCEGLIERANNO DUE ESERCIZI A CAPITOLO.
TESTO ALTERNATIVO: BONIOLO - VIDALI, STRUMENTI PER RAGIONARE, BRUNO MONDADORI EDITORE 2012 (ARGOMENTI ED ESERCIZI VERRANNO POI CONCORDATI CON IL DOCENTE)

TESTO 2:
G. CONIGLIONE, MANUALE DI BASE DI STORIA DELLA FILOSOFIA, FIRENZE UNIVERSITY PRESS (REPERIBILE ANCHE ON LINE):
VA FATTA L'INTERA PARTE 1, OVVERO: PLATONE, ARISTOTELE, AGOSTINO, TOMMASO, CARTESIO, SPINOZA, LEIBNIZ, VICO, HUME, KANT, HEGEL, NIETZSCHE.
DALLA PARTE 2 (SEZIONI 4 E 5) LO STUDENTE TRARRA' ALMENO DUE TEMI DA APPROFONDIRE PERSONALMENTE E DISCUTERE NELLA PROVA FINALE.
MANUALE ALTERNATIVO: GLI STUDENTI CHE HANNO FATTO FILOSOFIA NEGLI STUDI SUPERIORI, POSSONO UTILIZZARE IL LORO MANUALE LICEALE, SE LO GIUDICANO SUFFICIENTEMENTE CHIARO E AGGIORNATO. ANDRANNO FATTI GLI STESSI 12 FILOSOFI CLASSICI NONCHE'SCELTI E APPROFONDITI PERSONALMENTE DUE AUTORI O DUE MOVIMENTI DEL XX. SECOLO.
Altre Informazioni
LA CONOSCENZE E LE ABILITA' TRASMESSE DA QUESTO INSEGNAMENTO NON SONO DIFFICILI SE SVOLTE CON UN APPRENDIMENTO CONTINUO E CON FREQUENTI PROVE. LO SONO SE SI PROVA A FARE TUTTO DA SOLI. SI CONSIGLIA ANCHE A CHI NON POSSA SEGUIRE PERSONALMENTE: (1) DI TENERSI IN CONTATTO CON LE LEZIONI E MAGARI PARTECIPARE ALLE PROVE INTERCORSO CONCORDATE. (2) DI LEGGERE IN TEMPI ADEGUATAMENTE LUNGHI I MANUALI E NON TUTTI IN UN COLPO. (3) SFRUTTARE ADEGUATAMENTE LE RISORSE E I MATERIALI OFFERTI DAL DOCENTE NELLA SUA PAGINA WEB PERSONALE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2018-01-16]