SCIENZE PEDAGOGICHE

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-85 - Classe delle lauree magistrali in Scienze pedagogiche

Il corso di laurea magistrale in Scienze Pedagogiche mira a formare esperti di processi formativi dotati delle seguenti competenze:

- competenze trasversali di tipo teoretico e metodologico sulla pedagogia generale nel contesto delle scienze umane e del dibattito filosofico-scientifico;

- competenze interdisciplinari per gli interventi educativi, capaci di tenere conto del complesso del contesto sociale;

- competenze relazionali in ordine alla gestione di gruppi e all'animazione di strutture comunitarie difficili;

- competenze in ordine alla gestione di situazioni complesse consistenti nella formazione di personale altamente specializzato (formatore di formatori);

- competenze specifiche per la formazione iniziale, in itinere, continua, ricorrente e permanente dell'insegnante;

- competenze richieste per accedere alle abilitazioni all'insegnamento nella classe prevista per gli insegnamenti pedagogici e di scienze umane in genere (A036).

- competenze richieste per la professionalità emergente del consulente esterno rivolte a processi riconducibili all'educativo all'interno dei sistemi scolastici;

- competenze richieste per la professionalità emergente di pedagogista clinico.

Gli sbocchi occupazionali previsti per la laurea magistrale in Scienze pedagogiche sono individuabili nella formazione di secondo livello per la docenza nelle istituzioni di tipo superiore e nella gestione di processi di alta complessità formativa e operativa.

Per ciò che riguarda l'insegnamento, il Corso di Laurea Magistrale fornisce, con la corrispondente laurea triennale, i requisiti per il concorso di Tirocinio Formativo Attivo nella classe di concorso per insegnanti A036.

Per ciò che riguarda gli altri ruoli professionali, essi sono individuabili all'interno della categoria 3424 “Tutori, istitutori e insegnanti nella formazione professionale ed assimilati” e 265 “Altri specialisti dell'educazione e della formazione” della classificazione delle professioni dell'ISTAT, in particolare:

• operatore interdisciplinare sulla dimensione educativa nei sistemi complessi;

• formatore dei formatori;

• consulente esterno rispetto ai sistemi scolastici;

• pedagogista con competenze in ambito clinico;

• consulente pedagogico, in strutture pubbliche e private, relativamente a tutte le dimensioni dei problemi educativi e formativi (famiglia, scuola, tribunali e strutture rieducative per minori e i giovani, adozione e interventi sociali rivolti all'infanzia), elaborazione di progetti formativi;

• consulente pedagogico di attività di servizio, di progetti di programmi culturali, direttamente o indirettamente destinati all'infanzia;

• consulente pedagogico e coordinamento di attività, direttamente o indirettamente educative, in contesti multiculturali con particolare attenzione alla gestione delle relazioni interculturali; di valutazione e monitoraggio di interventi educativi e formativi di vario livello; di campagne informative nei campi predetti.

Per essere ammessi al Corso di Laurea magistrale occorre essere in possesso della Laurea o del diploma universitario di durata triennale o di altro titolo conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.

Possono iscriversi al corso di Laurea Magistrale i laureati della classe L-19 (classe 18 ex D.M. 509/99).

I laureati in classi diverse possono essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale se hanno maturato, al momento dell'iscrizione, un congruo numero di CFU nei Settori Scientifico Disciplinari di base e caratterizzanti previsti dalla classe L-19, ritenuti indispensabili per una proficua prosecuzione degli studi magistrali in Scienze Pedagogiche. Tali requisiti curriculari sono specificati nel regolamento didattico del corso, ove sono, altresì, indicate le modalità di verifica dell’adeguata preparazione personale.

Per tutte le esigenze di orientamento nel Corso di Laurea Magistrale (supporto alla compilazione del piano di studi etc.), il CdS organizza a inizio anno accademico un calendario di appuntamenti con il Presidente del Consiglio Didattico e con i membri della Commissione Didattica, riportati sulla pagina di cui si offre qui il link.

La prova finale consiste nell’esposizione dinanzi ad una apposita commissione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore,relativa ad una precipua, personale, esperienza di approfondimento e di ricerca maturata durante il corso di studi.

La valutazione conclusiva tiene conto dell’intera carriera dello studente all’interno del corso di studio, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi, del contenuto della tesi e della sua esposizione, e di ogni altro elemento ritenuto rilevante.

Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto finale sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

Dottore in Scienze Pedagogiche: pedagogista, formatore di formatori, consulente pedagogico, docente in discipline pedagogiche

Funzione nel contesto lavorativo

Il corso è finalizzato alla formazione di professionisti dotati di una ampia conoscenza dei princìpi e dei metodi delle scienze pedagogiche, nonché dei loro legami con le altre scienze umane (storico-sociali, filosofiche, antropologiche, psicologiche), atta perciò a sostenere carriere di insegnamento e di ricerca, ma anche pienamente adeguata per tutte le professionalità inerenti alla progettazione, alla gestione e alla valutazione di servizi educativi.

Le competenze più qualificanti del laureato in Scienze Pedagogiche consistono nel:

- progettare i contenuti e l'articolazione didattica di interventi formativi

- coordinare l'attività didattica

- svolgere colloqui con i docenti, gli studenti o le famiglie

- svolgere attività didattica (in aula, in laboratorio, ecc.)

- individuare e analizzare i fabbisogni formativi

- curare i rapporti con enti pubblici e società di formazione

- fornire consulenze in materia di didattica, sperimentazione e ricerca educativa

- esaminare e valutare gli studenti

- preparare i materiali didattici

- predisporre test di verifica dell'apprendimento

- raccogliere e presentare i curricula del personale docente

- curare la formazione e l'aggiornamento dei formatori

- predisporre e presentare progetti di ricerca su formazione e orientamento

- progettare corsi o attività formative/lavorative

- monitorare e valutare le attività di formazione

- sviluppare percorsi formativi mirati

-svolgere attività di tutoraggio

- valutare le capacità e le propensioni degli individui

Competenze associate alla Funzione

Il profilo professionale del pedagogista corrisponde a queste tipologie:

1 -Specialisti nell'educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili - (2.6.5.1.0)

2 - Docenti della formazione e dell'aggiornamento professionale - (2.6.5.3.1)

3 - Esperti della progettazione formativa e curricolare - (2.6.5.3.2)

4 - Consiglieri dell'orientamento - (2.6.5.4.0)

Il Corso dà inoltre le conoscenze richieste per l'insegnamento di filosofia e scienze umane negli istituti di istruzione superiore.

-

Sbocchi Professionali

Gli sbocchi occupazionali preferenziali sono:

- nelle strutture educative pubbliche o private, in relazione alle dimensioni complessive dei problemi educativi e formativi o in relazione a specifiche attività di servizio (progetti e programmi culturali);

- negli Enti locali, nel ruolo di coordinatore e consulente in attività direttamente o indirettamente educative in contesti multiculturali nonché in processi di valutazione e monitoraggio degli interventi formativi nonché di campagne informative;

- nelle aziende, come formatore di formatori;

- nella scuola secondaria superiore, come docente di discipline pedagogiche, filosofiche, sociologiche e didattiche nella scuola secondaria di secondo grado, previa abilitazione attraverso il TFA.

Conoscenze teoriche e metodologiche generali

Conoscenza e Comprensione

I laureati nel corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche devono aver acquisito, alla fine del percorso curricolare, una solida preparazione nelle conoscenze teoriche di secondo livello delle scienze umane, vale a dire dei fondamenti e delle linee di sviluppo recenti delle discipline psico-pedagogiche, filosofiche, antropologiche, Essi debbono possedere una conoscenza estesa ed aggiornata della discussione filosofica e scientifica sulla mente, la conoscenza, l'apprendimento, l'interazione persona/società, le culture e la dimensione interculturale.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Lo studente deve essere in grado di sviluppare le teorie apprese cogliendone il livello meta-cognitivo e performativo, leggendoli cioé come strumenti per affrontare e impostare problemi professionali in un contesto appropriato, aiutare e guidare la progettazione di interventi, fornire elementi per valutarne la portata e la correttezza teorica, metodologica ed etica.

Conoscenze specifiche sulla progettazione degli interventi formativi

Conoscenza e Comprensione

Lo studente acquisirà in itinere abilità di alta specializzazione per ciò che concerne le forme professionali riconducibili alle professioni educative, con l'acquisizione di adeguate competenze comunicativo/relazionali, organizzativo/istituzionali, economico-gestionali pedagogico/progettuali e metodologico/didattiche nei diversi settori della progettazione educativa. .

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

La capacità di partecipare alla costruzione di progetti educativi calibrati sulle esigenze del territorio verrà verificata non soltanto, a livello teorico e metodologico, nelle prove di esame delle discipline proprie di questa area di apprendimento, ma anche attraverso il tirocinio che resta obbligatorio per gli studenti della Laurea Magistrale e deve essere discusso con il tutor personale dello studente attraverso la costruzione di un progetto, poi verificato attraverso una congrua relazione finale.

Conoscenze storico-sociali

Conoscenza e Comprensione

Il laureato deve essere dotato di un'ampia conoscenza delle vicende storiche e delle tradizioni culturali presenti in Italia, nell'area mediterranea e nelle società occidentali in genere nonché di una conoscenza adeguata della metodologia della ricerca sociale, antropologico-culturale e storica.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Lo studente apprenderà a fare uso delle metodologie della ricerca sociologica, della ricerca storica e antropologico-culturale, in quanto strumenti fondamentali per l'analisi di contesti e situazioni specifiche e indispensabili per diagnosticare casi di conflitto interculturale e elaborare pratiche di comunicazione e di integrazione.

Conoscenze comunicative, linguistiche e informatiche

Conoscenza e Comprensione

A supporto dello sviluppo di capacità di ricerca e di progettazione nel campo pedagogico, non può mancare né una adeguata conoscenza dell'inglese in quanto lingua veicolare della ricerca scientifica avanzata nelle scienze umane, né dell'uso dell'informatica a fini di collazione dati e di ricerca.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Lo studente deve essere in grado di fare uso sia della lingua straniera ad un livello B2. Egli deve inoltre essere in grado di fare uso dei supporti informatici sia per fini di studio e ricerca che per finalità educative, con una conoscenza basilare delle metodologie della formazione a distanza e dell'educazione mediale. Prova dell'acquisizione di tale livello di maturazione culturale è costituita, oltre alle singole prove delle discipline di quest'area, anche dalla tesi di laurea magistrale.

Specialisti nell'educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili2.6.5.1.0
Esperti della progettazione formativa e curricolare2.6.5.3.2
Consiglieri dell'orientamento2.6.5.4.0
Enrica LISCIANI PETRINI
Giuseppe MASULLO
Achille Maria NOTTI
Giovanna TRUDA
Giuseppe Maria VISCARDI
Maurizio CAMBI
Giuseppe Maria VISCARDI
Giovanna TRUDA
Marinella ATTINA'
Maurizio CAMBI
Sabrina Pomaro
Rosita Rastiello
Lucia Alessandra Botta
Alessandra Avino
Mariarosaria Drago