TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI RADIOLOGIA MEDICA)

StrutturaDIPARTIMENTO DI MEDICINA, CHIRURGIA E ODONTOIATRIA "SCUOLA MEDICA SALERNITANA"
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL/SNT3 - Classe delle lauree in Professioni sanitarie tecniche

Il Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia appartiene alla Classe delle Lauree delle Professioni Sanitarie Tecniche (classe SNT/3), ed abilita all’esercizio della professione di Tecnico di Radiologia Medica, previa iscrizione al relativo Albo professionale.

Il Corso di laurea ha l'obiettivo di formare operatori sanitari in grado di eseguire, con titolarità e professionalità, le attribuzioni proprie dello specifico profilo professionale come individuate dal Regolamento concernente l'individuazione della figura e del relativo profilo professionale di Tecnico Sanitario di Radiologia Medica (D.M. Ministero della Sanità 26 settembre 1994, n. 746 e successive modificazioni ed integrazioni), nonché dallo specifico Codice Deontologico.

Per iscriversi al Corso di Laurea è necessario il diploma di istruzione secondaria di II grado, di durata quinquennale o il possesso di titolo equipollente.

Il Corso di Laurea è a numero programmato a livello nazionale; l’ammissione è subordinata al superamento di una prova di ammissione secondo le modalità e nelle date previste dal bando di concorso. Il numero dei posti viene determinato annualmente dal MIUR a livello nazionale.

Il Corso di Laurea ha una durata normale di tre anni e prevede l’acquisizione da parte dello studente di complessivi 180 Crediti Formativi Universitari (CFU).

Il percorso formativo prevede l’acquisizione di un'adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici che si sviluppano in età evolutiva, adulta e geriatrica, sui quali si focalizza l’intervento diagnostico; assicura altresì un'adeguata formazione in materia di protezione dalle radiazioni ionizzanti.

Il raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione teorica (lezioni teoriche, studio guidato, seminari, esercitazioni, ecc.) ed una formazione pratica (apprendimento in ambito clinico - tirocinio) che include anche l'acquisizione di competenze comportamentali. Rilevante è l’impegno che lo studente deve dedicare all'attività formativa pratica e di tirocinio clinico che da sola rappresenta un terzo del percorso formativo (60 CFU). La formazione teorico - pratica conseguita nel contesto lavorativo specifico al Profilo Professionale garantisce, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro.

Per iscriversi al Corso di Laurea è necessario il possesso del diploma di istruzione secondaria di II grado di durata quinquennale, o il possesso di titolo equipollente.

Il Corso di Studio è a numero programmato a livello nazionale. L'ammissione dei candidati avviene a seguito di superamento di apposita prova di ammissione secondo le modalità e nelle date previste annualmente dal MIUR a livello nazionale e specificate nel bando di concorso.

La prova di ammissione è predisposta dall'Università nel rispetto dei programmi indicati dal MIUR e consiste nella somministrazione di quesiti a risposta multipla vertenti su argomenti di: cultura generale e ragionamento logico; biologia; chimica; fisica e matematica.

Agli studenti che siano stati ammessi al corso con una votazione inferiore a quanto stabilito nel regolamento didattico del corso di laurea, sono assegnati obblighi formativi aggiuntivi in tali discipline. Allo scopo di consentire l'annullamento dell'eventuale debito formativo, sono attivate specifiche attività formative di recupero svolte sotto la responsabilità dei docenti titolari delle discipline. I debiti formativi si ritengono assolti con una verifica sulla parte integrata contestualmente al regolare esame dei relativi insegnamenti.

La prova di ammissione è unica per l'accesso a tutti i corsi di laurea delle professioni sanitarie attivati presso l' Ateneo. Ai fini dell'utilizzo di tutti i posti disponibili per ciascun corso, il bando di concorso definisce le modalità che consentono ai candidati di esprimere l'ordine di preferenza.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e sono destinate ai potenziali futuri studenti:

- UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Per maggiori informazioni: http://www.disabilidsa.unisa.it/”

Ai sensi dell'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo n. 502/1992 e successive modificazioni, la prova finale del corso di laurea in Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia ha valore di esame di Stato abilitante all’esercizio della professione.

Alla prova finale sono riservati 5 CFU.

La prova finale si compone di:

a) una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;

b) redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione.

La prova è organizzata in due sessioni definite a livello nazionale dal ministero competente, di norma nei mesi di Ottobre/Novembre e Marzo/Aprile.

La valutazione della prova finale è effettuata da apposita commissione costituita ai sensi dell’art. 7, comma 4, del Decreto Interministeriale 19 febbraio 2009 Determinazione delle classi delle lauree delle professioni sanitarie.

Il voto viene espresso in cento decimi. Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è 66/110; ai candidati più meritevoli può essere conferita la votazione di centodieci e lode per decisione unanime della commissione.

Le modalità di svolgimento della prova finale e i relativi criteri di valutazione sono disciplinati nel Regolamento didattico del corso di laurea.

Tecnico Sanitario di Radiologia Medica

Funzione nel contesto lavorativo

Tecnico sanitario di radiologia medica (TSRM)

Funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato in Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia è abilitato all'esercizio della professione di Tecnico di radiologia medica, previa iscrizione al relativo albo professionale.

I laureati sono professionisti sanitari cui competono le attribuzioni previste dallo specifico profilo professionale (D.M. del Ministero della sanità 26 settembre 1994, n. 746 e successive modificazioni ed integrazioni), ovvero, sono responsabili degli atti di loro competenza e sono autorizzati ad espletare indagini e prestazioni radiologiche, nel rispetto delle norme di radioprotezione;

- sono abilitati a svolgere, in via autonoma o in collaborazione con altre figure sanitarie, su prescrizione medica tutti gli interventi che richiedono l'uso di sorgenti di radiazioni ionizzanti, sia artificiali che naturali, di energie termiche, ultrasoniche, di risonanza magnetica nucleare nonché gli interventi per la protezionistica fisica o dosimetrica;

- partecipano alla programmazione e organizzazione del lavoro nell'ambito della struttura in cui operano nel rispetto delle loro competenze;

- gestiscono l'erogazione di prestazioni polivalenti di loro competenza in collaborazione diretta con il medico radiodiagnosta, con il medico nucleare, con il medico radioterapista e con il fisico sanitario, secondo protocolli diagnostici e terapeutici preventivamente definiti dal responsabile della struttura;

- sono responsabili degli atti di loro competenza, in particolare controllando il corretto funzionamento delle apparecchiature loro affidate, provvedendo all’eliminazione di inconvenienti di modesta entità e attuando programmi di verifica e controllo a garanzia della qualità secondo indicatori e standard predefiniti.

Competenze associate alla Funzione

Tecnico sanitario di radiologia medica (TSRM)

Il Tecnico sanitario di radiologia medica deve essere in grado di applicare il metodo scientifico e sperimentale allo studio dei fenomeni anatomo-fisiologici e tecnologici rilevanti per la professione dimostrando di saper utilizzare allo scopo i principali fondamenti della fisica, biologia, chimica, biochimica, anatomia e fisiologia applicati ai problemi tecnologici della diagnostica per immagini. Deve avere le conoscenze necessarie per la comprensione dei fenomeni biologici, una approfondita conoscenza anatomica e strutturale degli organi ed apparati e dei loro principali meccanismi di funzionamento. Deve conoscere i principi culturali e professionali di base per applicare le tecnologie diagnostiche e terapeutiche, comprenderne e sfruttarne tutte le potenzialità, effettuarne i controlli di qualità, saper identificare e contribuire alla scelta dei migliori processi d’indagine. Deve conoscere i rischi biologici connessi ai propri atti professionali e saper ottimizzare i processi applicativi di competenza attraverso vigilanza, aggiornamento e adeguamento allo sviluppo tecnologico dei propri compiti professionali. Deve saper analizzare, elaborare, trasmettere, archiviare i risultati dei propri atti professionali. Deve conoscere i principi generali di patologia con riferimento agli aspetti pertinenti, agli effetti delle radiazioni ionizzanti e alle tecniche radiologiche, medico nucleari e radioterapiche.

Sbocchi Professionali

Tecnico sanitario di radiologia medica (TSRM)

I Tecnici sanitari di radiologia medica svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie pubbliche o private, in rapporto di dipendenza o libero professionale. in particolare, svolgono la loro attività:

- nei reparti e servizi di diagnostica per immagini e radioterapia, operanti nelle strutture ospedaliere ed extraospedaliere del Sistema Sanitario Nazionale e nelle analoghe strutture private e di Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico;

- nelle industrie di produzione e agenzie di vendita operanti nel settore della diagnostica per immagini e radioterapia;

- nei centri di ricerca universitaria ed extrauniversitaria nel settore biomedico;

I Tecnici sanitari di radiologia medica contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca.

I laureati hanno accesso agli studi universitari di secondo ciclo - laurea magistrale e master universitario di primo livello.

Tecnico-Diagnostica

Conoscenza e Comprensione

Il laureato in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia dimostra conoscenza e capacità di comprensione nell'ambito delle:

- SCIENZE PROPEDEUTICHE che favoriscono l'apprendimento dei concetti costruttivi e delle modalità d'uso delle apparecchiature utilizzate nella professione di Tecnico sanitario di radiologia medica;

- SCIENZE BIOMEDICHE per la comprensione dell'anatomia umana e dei processi fisiologici e patologici connessi allo stato di salute e malattia delle persone;

- SCIENZE IGIENICO-PREVENTIVE per la comprensione dei determinanti di salute, dei pericoli e dei fattori di rischio, delle strategie di prevenzione, dei sistemi di protezione sia collettivi che individuali e degli interventi volti alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e degli utenti;

- SCIENZE TECNICHE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE per garantire l'uso di metodiche e tecnologie appropriate assicurando le necessarie misure di radioprotezione e sicurezza;

- SCIENZE PSICOSOCIALI, ETICHE, LEGALI E ORGANIZZATIVE per la comprensione della complessità organizzativa del Sistema Sanitario Nazionale e dell'importanza e dell'utilità di agire in conformità alla normativa e alle direttive. Sono finalizzate inoltre a favorire la comprensione dell'autonomia professionale, delle relazioni lavorative e delle aree d'integrazione e di interdipendenza con altri operatori sanitari;

- DISCIPLINE INFORMATICHE E LINGUISTICHE per conoscere e comprendere la lingua inglese e i processi di gestione informatizzata delle informazioni e delle immagini clinico-radiologiche.

Strumenti didattici, metodologie e attività formative per sviluppare i risultati attesi:

- Lezioni;

- Lettura guidata e applicazione;

- Video, dimostrazioni di immagini, schemi e materiali grafici;

- Seminari;

- Studio individuale;

- Discussione di casi.

Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:

- Esami scritti e orali, prove di casi a tappe, report.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Il laureato in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia applica capacità, conoscenze e la comprensione nell'ambito delle scienze radiologiche in modo da:

- dimostrare un approccio professionale al lavoro, possedendo competenze adeguate, nonché abilità di sostenere argomentazioni per risolvere eventuali problemi e tematiche anche interdisciplinari connesse al suo campo di studi;

- sviluppare il ragionamento nelle tecniche diagnostiche e terapeutiche garantendo l'uso di metodiche e tecnologie appropriate assicurando le necessarie misure di radioprotezione e sicurezza;

- integrare conoscenze e abilità collaborando a mantenere elevati standard di qualità nei diversi contesti della Diagnostica per Immagini e della Terapia Radiante.

Strumenti didattici, metodologie e attività formative per sviluppare i risultati attesi:

- Lezioni;

- Dimostrazioni, schemi e materiali grafici;

- Discussione di casi con presentazioni in sessioni plenarie;

- Esercitazioni e simulazioni;

- Tirocinio con esperienze supervisionate da tutor in diversi contesti e con una progressiva assunzione di autonomia e responsabilità.

Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:

- Esami scritti e orali, prove di casi a tappe, project - work, report;

- Feedback di valutazione durante il tirocinio (attraverso portfolio, schede di valutazione strutturate e report sulla pratica professionale);

- Esame strutturato oggettivo a stazioni.

Tecnici sanitari di radiologia medica3.2.1.3.3
Giuseppina AMODIO
Giuseppina CERSOSIMO
Francesco DE CARO
Francesco DI SALLE
Leonardo PACE
Leonardo PACE
Renzo MANARA
Francesco DI SALLE