TECNICHE ERBORISTICHE

StrutturaDIPARTIMENTO DI FARMACIA
Anno Accademico2017/2018
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-29 - Classe delle lauree in Scienze e tecnologie farmaceutiche

Il CdS in Tecniche Erboristiche, disegnato per rispondere alla crescente richiesta di esperti qualificati nel settore erboristico, fitocosmetico e degli integratori alimentari, ha la finalità di formare la figura professionale del Tecnico Erborista, dotato di competenze scientifiche e metodologiche necessarie alla gestione, al controllo e allo sviluppo delle attività di produzione, trasformazione, commercializzazione e uso delle piante officinali e delle piante alimentari di interesse salutistico e dei loro derivati.

Il percorso formativo del CdS in Tecniche Erboristiche, di durata triennale per un totale di 180 CFU, è strutturato in insegnamenti, costituiti da uno o più moduli, relativi a discipline di base (matematica, fisica, chimica, biologia, e botanica farmaceutica, anatomia e fisiologia umana) al I anno, cui fanno seguito, nei due anni successivi, insegnamenti relativi a discipline caratterizzanti e/o professionalizzanti (affini e integrative). Queste ultime attività didattico-formative approfondiscono gli aspetti più specifici delle competenze professionali di un Tecnico Erborista nel campo della fitochimica, farmacognosia e fitoterapia, farmacologia e tossicologia dei principi attivi di origine vegetale, della tecnologia, formulazione e controllo di qualità e comprendono aspetti normativi del settore erboristico, fitocosmetico e dei prodotti della salute di origine vegetale ed aspetti relativi alla produzione, difesa e miglioramento genetico della materia prima vegetale.

Le lezioni frontali sono complementate da attività di laboratorio dimostrative o a posto singolo. Sono, inoltre, offerte altre attività formative, per l'acquisizione di competenze informatiche e di conoscenza della Lingua Inglese e di economia e gestione delle attività imprenditoriali e di marketing, volte a fornire strumenti per l'aggiornamento permanente delle competenze professionali e del mercato del lavoro nel settore erboristico, fitocosmetico e dei prodotti della salute derivati da piante officinali e alimentari.

Sono parte integrante del percorso formativo del CdS in Tecniche Erboristiche un periodo obbligatorio di tirocinio di 150 ore (6 CFU), da svolgere presso un'azienda del settore erboristico, fitocosmetico e degli integratori alimentari, ed una prova finale (4 CFU), in cui è previsto lo svolgimento di un lavoro professionalizzante (tesi compilativa) o tecnico-sperimentale individuale.

E' inoltre offerta la possibilità di soggiorni di studio all'estero, organizzati nell'ambito di accordi internazionali.

I settori di impiego del laureato in Tecniche Erboristiche sono:

-Gestione di Erboristerie o Parafarmacie o di settori erboristici di Farmacie;

-Gestione di Aziende di preparazioni erboristiche, cosmetiche ed integratori alimentari;

-Gestione di Aziende di coltivazione di materie prime per l'industria erboristica e cosmetica;

-Controllo di qualità in Aziende agroalimentari;

-Settori non tradizionali: Centri Termali e Centri Benessere; Enti di gestione di Parchi, aree protette, centri naturalistici; Gestione della Biodiversità.

I laureati in TECNICHE ERBORISTICHE possono proseguire gli studi universitari accedendo a CdS specialistici di II Livello (Laurea Magistrale) e a Master di I Livello, specifici nel settore Erboristico, Fitocosmetico e dei Prodotti naturali di interesse salutistico.

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Per essere ammessi al Corso di Laurea in Tecniche Erboristiche è altresì richiesto il possesso di un'adeguata preparazione iniziale in Matematica, Fisica, Chimica, e Biologia, sulla base dei programmi ministeriali della scuola superiore.

L'adeguatezza della preparazione iniziale dello studente è verificata in ingresso mediante specifica prova di ammissione. Nel caso in cui la verifica non sia positiva sono assegnati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso.

I contenuti e le modalità di svolgimento della prova di ammissione e i criteri per l'attribuzione e il recupero di eventuali obblighi formativi sono disciplinati nel Regolamento didattico del corso di studio.

L'Ateneo promuove diverse manifestazioni di orientamento in ingresso organizzate ogni anno dal Centro di Ateneo per l'Orientamento e il Tutorato (CAOT) che coinvolgono tutti i corsi di studio dell'Ateneo e sono destinate ai potenziali futuri studenti:

- UNISAOrienta, che si svolge nei mesi di febbraio/marzo ha l'obiettivo di avvicinare i giovani in procinto di scegliere il futuro percorso di studio alla realtà universitaria e di offrire strumenti atti a favorire una scelta motivata e consapevole del percorso di studio. Nell'arco di diverse giornate, organizzate in sinergia con i Dipartimenti e con i corsi di studio dell'Ateneo, docenti universitari svolgono seminari di orientamento, finalizzati, in particolare, ad illustrare i requisiti di ammissione, gli obiettivi formativi e gli sbocchi occupazionali di tutti i Corsi di studio attivi presso l'Università degli Studi di Salerno.

- Future matricole in Campus – Visita guidata ai luoghi e alle risorse per lo studio”, finalizzata ad offrire agli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore la possibilità di trascorrere un'intera giornata nel contesto universitario e di visitare le strutture ed i servizi attivi nel Campus di Fisciano.

Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Servizio Disabilità e Disturbi Specifici di Apprendimento, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010, afferente all'Ufficio Diritto allo Studio e coordinato dal Delegato del Rettore per la disabilità. Il Servizio effettua colloqui individuali di analisi dei bisogni con gli studenti in presenza o a distanza; un'equipe di figure professionali fornisce informazioni e consulenza sui servizi loro dedicati, sulle richieste di ausili durante lo svolgimento delle prove di accesso, sulle agevolazioni economiche, e sull'accessibilità ai luoghi dell'Ateneo.

Per maggiori informazioni: http://www.disabilidsa.unisa.it/”

Il CdS in TECNICHE ERBORISTICHE si avvale di una Commissione "Orientamento in Entrata e in Itinere" così costituita:

Responsabile:

Prof. Alessandra Tosco

Componenti:

Prof. Vincenzo De Feo

Prof. Paola Montoro

Prof. Sonia Piacente

Prof.Anna Ramunno

Nell'ambito delle giornate UNISAOrienta, il CdS in TECNICHE ERBORISTICHE è stato presentato da un docente del dipartimento con un seminario di circa un'ora, in cui sono stati illustrati il percorso formativo, l'organizzazione didattica, la consultazione della pagina web, le infrastrutture e i servizi disponibili presso il Dipartimento e pressol'Ateneo, le modalità di espletamento del test di accesso, inclusa la possibilità di accedere on-line ai test erogati negli anni precedenti.

Inoltre, il Dipartimento di Farmacia e, in particolare, il CdS in TECNICHE ERBORISTICHE partecipa, in concerto con la Commissione Orientamento di Dipartimento, a tutte le manifestazioni in sede e in esterno organizzate dal CAOT che prevedono anche visite guidate alle infrastrutture e ai laboratori di ricerca del Dipartimento di Farmacia, da parte di scuole e istituti di istruzione superiore che ne facciano richiesta, con una presentazione dettagliata dei principali obiettivi formativi del CdS, dell'organizzazione dell'offerta formativa, della divisione in semestri, delle modalità di esame, degli sbocchi occupazionali e di altre informazioni basilari per affrontare il percorso di studi.

Il DiFARMA promuove anche opportunità formative di alto e qualificato profilo per l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro, nell'ambito di progetti di Alternanza Scuola-Lavoro /(http://www.difarma.unisa.it/scuoladifarma/scuoladifarma), che contribuiscono anche ad orientare futuri potenziali studenti.

La Commissione Orientamento in ingresso offre anche ogni anno un servizio accurato di assistenza alla PROVA DI ACCESSO obbligatoria, essendo il CdS un corso ad accesso programmato (la programmazione locale degli accessi è deliberata ai sensi della legge 2 agosto 1999 n. 264, art. 2).

Il test è basato su domande a risposta multipla su argomenti di cultura generale e sulle materie scientifiche di base. Le modalità e la data di svolgimento del test di ammissione sono adeguatamente pubblicizzate sul sito web di Ateneo e di Dipartimento.

Per facilitare gli studenti in entrata e per una corretta autovalutazione, sul sito WEB http://www.unisa.it/uploads/2615/elenco_test_farmacia_con_risposte_2011.pdf sono pubblicizzate tutte le domande (circa 5000) da cui si sorteggiano quelle che andranno a comporre il test. E' inoltre possibile effettuare una prova di test online per un'autovalutazione delle proprie conoscenze.

In considerazione del tipo di discipline biologiche e chimiche insegnate nell'ambito del CdS di TECNICHE ERBORISTICHE e di potenziali gap di conoscenze di base, sono organizzati , da diversi anni, pre-corsi di recupero sulle materie di base (Chimica, Fisica, Matematica e Biologia). La durata dei singoli precorsi è la seguente:

-Matematica e Fisica ore 20

-Biologia ore 20

-Chimica ore 20

I precorsi sono completati da una prova di autovalutazione per consentire agli studenti una stima dell'effettivo livello di preparazione raggiunto e delle loro conoscenze d'ingresso.

Per un report dettagliato delle attività di orientamento in ingresso effettuate nell'a.a. 2016-2017, si rimanda al file allegato.

Il titolo di studio è conferito previo superamento di una prova finale. La prova finale consiste nell'esposizione in seduta pubblica dinanzi ad una apposita commissione di un elaborato scritto dallo studente sotto la guida di un docente relatore. L'elaborato scritto verte su un argomento coerente con gli obiettivi formativi del corso di studio anche inerente l'attività svolta durante il Tirocinio curriculare o durante le attività di laboratorio.

La valutazione conclusiva tiene conto dell'intera carriera dello studente all'interno del corso di studio, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi, della qualità dell'elaborato finale e dell'esposizione del candidato.

La valutazione della prova finale è in cento decimi, con eventuale lode. Il contenuto e le modalità di svolgimento della prova finale e i criteri di attribuzione del voto finale sono specificati nel Regolamento didattico del corso di studio.

TECNICO ERBORISTA E DELLA MEDICINA POPOLARE

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato in Tecniche Erboristiche possiede le basi scientifiche e la preparazione teorico-pratica necessaria all'esercizio delle attività proprie dell'operatore professionale nel campo delle piante officinali e dei loro derivati, quale esperto nei settori della coltivazione, riconoscimento, raccolta, lavorazione, trasformazione, conservazione, formulazione, confezionamento, commercializzazione, controllo di qualità, informazione e fitovigilanza dei prodotti a base di piante officinali e loro derivati per uso erboristico.

Il laureato può svolgere la sua attività lavorativa in:-

- Aziende del settore produttivo, estrattivo o formulativo delle piante medicinali, e più in generale officinali

-Aziende che producono e/o confezionano prodotti erboristici e integratori alimentari a base di soli ingredienti erboristici;

-Controllo di qualità dei prodotti vegetali e prodotti fito-derivati, potendo essere inquadrato come Responsabile del controllo qualità (Decreto del Ministero della Salute del 28 febbraio 2006).

Il laureato in Tecniche Erboristiche può esercitare la sua professione, nella accezione più tradizionale del termine, in una erboristeria oppure nel reparto erboristico/dietetico/cosmetico di una farmacia o di una parafarmacia a contatto col pubblico. Nel particolare contesto lavorativo di una farmacia oppure di una parafarmacia, l’erborista laureato può avvalersi della costante presenza del farmacista, per consigliare correttamente il consumatore nel caso dovessero essere necessari consigli per eventuali interazioni fra prodotto naturale e farmaco di sintesi.

Il laureato può altresì accedere all'albo dei Chimici Junior (D.P.R. n.328/2001), previo superamento dell’Esame di Stato, ciò gli consente di esercitare tutte le funzioni previste dalla legge per tale professione e di assumere il ruolo di responsabile qualità in alcuni ambiti.

Competenze associate alla Funzione

Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte; sono richieste le seguenti competenze:

-Competenze agronomiche, botaniche, biologiche vegetali, fitochimiche, microbiologiche, analitiche utili ad effettuare il controllo delle piante officinali dalla produzione al post raccolta;

-Conoscenza della normativa che regola la raccolta della flora spontanea, oltre che di quella relativa alle piante officinali;

- Competenze fitochimiche e farmacologiche relative ai principi attivi contenuti nelle piante medicinali e nei loro preparati erboristici;

-Competenze fitochimiche, farmacologiche, fitocosmetiche e tecnologiche relativamente alle piante officinali e alla formulazione dei preparati a base di piante officinali;

-Conoscenza delle metodologie e relative tecniche e strumentazioni per le analisi chimiche, microbiologiche, estrattive e tecnologiche, utili per il controllo di qualità dei preparati erboristici e predisporre piani di autocontrollo HACCP, comprese le normative che regolano tale attività;

- Capacità di reperire, approfondire e gestire informazioni scientifiche nel campo delle piante officinali e dei lori prodotti;

-Competenze relative al marketing e commercializzazione delle piante officinali.

-Conoscenze delle normative che regolano i preparati erboristici.

Per lo svolgimento delle funzioni sono richieste inoltre adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale e organizzativo-gestionale, oltre alla capacità di trasmettere e divulgare l'informazione su temi d'attualità nel settore erboristico fito-cosmetico.

Sbocchi Professionali

Il Laureato in Tecniche Erboristiche in grado di operare come libero professionista o lavoratore dipendente in:

• Erboristerie;

• Farmacie e Parafarmacie (come responsabile del reparto erboristico e fitocosmetico9;

• Punti di vendita di prodotti per la salute a base vegetale;

• Aziende del settore erboristico, fitocosmetico e dietetico-alimentare (aziende di produzione o commercializzazione);

• Laboratori, Enti o Organismi di controllo/certificazione di qualità di prodotti erboristic;

• Attività di informazione scientifica per conto di aziende produttrici nell'ambito del settore;

• Settori per la promozione e pubblicizzazione dei prodotti a base di piante medicinali e, più in generale, officinali;

• Strutture del Servizio Sanitario Nazionale.

DISCIPLINE DI BASE

Conoscenza e Comprensione

Le attività didattico-formative del I anno e del I semestre del II anno del CdS in Tecniche Erboristiche prevedono lezioni frontali, esercitazioni in aula ed in aula multimediale relative ad insegnamenti di base propedeutici agli insegnamenti caratterizzanti ed affini, offerti negli anni successivi, e specifici per la formazione della figura professionale di Tecnico Erborista, volte ad acquisire conoscenze su:

-Principali modelli fisici e gli strumenti fondamentali matematici per lo studio di processi produttivi e di trasformazione delle piante officinali, inclusa l’elaborazione statistica di dati biologici e chimici;

-Struttura molecolare, equilibri chimici, chimismo e aspetti chimico-analitici dei principali gruppi funzionali di composti inorganici e organici, con particolare riferimento alle molecole di origine vegetale;

-Struttura e funzioni di cellule, tessuti e organi vegetali e principi fondamentali della fisiologia e riproduzione delle piante;

-Struttura di organi e apparati umani e funzionamento dell’organismo umano, in risposta a variazioni di stimoli endogeni ed esogeni.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Gli insegnamenti di base forniscono al laureato in Tecniche Erboristiche le conoscenze e le comprensioni necessarie per:

- l’applicazione di modelli fisici e matematici ai processi di produzione, trasformazione e controllo di piante officinali e alimentari e prodotti salutistici da loro derivati;

-la risoluzione in maniera critica e autonoma di semplici questioni di analisi matematica e statistica di dati tecnici;

-l’applicazione dei principi di chimica inorganica e organica all’identificazione e caratterizzazione di composti attivi presenti nelle piante officinali e nelle piante alimentari;

-l’analisi dei meccanismi cellulari e fisiologici di base responsabili delle malattie e fisiopatologie umane, basata sulla correlazione tra struttura anatomica e funzione dei singoli organi, del loro funzionamento e modalità di interazione.

DISCIPLINE BIOLOGICHE

Conoscenza e Comprensione

Attraverso insegnamenti affini e caratterizzanti di discipline biologiche e farmacologiche, il laureato in Tecniche Erboristiche acquisisce e sviluppa conoscenze e capacità di comprensione dei/gli:

-Principi e strumenti della classificazione e della nomenclatura dei principali gruppi di vegetali di uso farmaceutico, erboristico, cosmetico, nutrizionale;

-meccanismi della biosintesi dei principali composti di origine vegetale di interesse erboristico, fito-cosmetico e nutrizionale;

-meccanismi alla base di processi vitali e meccanismi d’azione e dei target cellulari e molecolari dei principi attivi di origine vegetale;

-aspetti fitoterapici dei preparati erboristici e della loro eventuale tossicità, in relazione al dosaggio e alla presenza di contaminanti chimici e biologici e alle possibili interazioni dei principi attivi in essi contenuti.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Gli insegnamenti affini e caratterizzanti di discipline biologiche e farmacologiche forniscono al laureato in Tecniche Erboristiche le conoscenze e le comprensioni necessarie per:

-l’applicazione di principi e strumenti della classificazione e della nomenclatura dei principali gruppi di vegetali di uso farmaceutico, erboristico, cosmetico, nutrizionale al riconoscimento ed alla caratterizzazione delle droghe vegetali;

-l'applicazione delle conoscenze biochimiche, fitochimiche, farmacognostiche e farmacologiche alla caratterizzazione del fitocomplesso ed alla definizione del relativo profilo di bioattività.

DISCIPLINE CHIMICO- FARMACEUTICHE E TECNOLOGICHE

Conoscenza e Comprensione

Gli insegnamenti affini e caratterizzanti di discipline chimico-farmaceutiche e tecnologiche forniscono al laureato in Tecniche Erboristiche conoscenze e comprensione di:

-aspetti teorici e tecnici della strumentazione per l’analisi quali-qualitativa di principi attivi di droghe e prodotti vegetali erboristici e fitocosmetici dal materiale di partenza al prodotto finito;

-principi fondamentali della chimica degli alimenti e delle tecniche analitiche dei prodotti alimentari, per un corretto uso degli integratori alimentari;

-aspetti metodologici e tecnologici sulla trasformazione della materia prima per la preparazione, la loro formulazione e il confezionamento di prodotti erboristici, fitocosmetici e integratori alimentari;

-aspetti teorici e capacità pratiche alla base del funzionamento delle organizzazioni imprenditoriali, capacità di uso delle principali tecniche e degli strumenti di gestione dell’impresa, con particolare riferimento all’industria erboristica e fitocosmetica;

-aspetti normativi e deontologici per l’esercizio dell' attività professionale di Tecnico Erborista.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Gli insegnamenti affini e caratterizzanti di discipline chimico-farmaceutiche e tecnologiche forniscono al laureato in Tecniche Erboristiche le conoscenze metodologiche e tecnologiche per:

•la messa a punto ed esecuzione di protocolli per l'estrazione di principi attivi e loro caratterizzazione;

•l’analisi e la gestione del controllo quali-quantitativo dei principi attivi delle piante officinali e loro derivati, degli integratori alimentari, inclusa l’individuazione di eventuali sofisticazioni e contaminazioni;

•la progettazione e realizzazione di formulazioni contenenti principi attivi di origine vegetale da utilizzare in campo erboristico, fitocosmetico e dell'integrazione alimentare;

•la direzione, sorveglianza, conduzione, controllo e certificazione dei processi di lavorazione presso aziende private e pubbliche del settore erboristico, nonché del settore cosmetico e alimentare in cui vengono utilizzati derivati delle piante officinali;

•l’implementazione di procedure e disciplinari per controllo, certificazione ed etichettatura dei prodotti erboristici, fitocosmetici e integratori alimentari, in accordo con le principali normative GMP "Good Manifacturing Practice " a livello nazionale ed europeo.

DISCIPLINE AGRARIE

Conoscenza e Comprensione

Gli insegnamenti caratterizzanti di questa area di apprendimento hanno l'obiettivo di fornire conoscenze e strumenti tecnici per:

-la produzione di piante officinali e di piante di interesse salutistico, dalla coltivazione alla conservazione e prima lavorazione;

-il controllo e la difesa contro agenti fitopatogeni di natura biotica e abiotica, che causano le principali malattie delle piante e i metodi per la loro diagnosi, prevenzione e cura;

-la caratterizzazione genetica e il mantenimento delle risorse e biodiversità genetiche delle colture officinali e alimentari di interesse salutistico.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Gli insegnamenti caratterizzanti di questa area di apprendimento forniscono al laureato in Tecniche Erboristiche le conoscenze metodologiche e tecnologiche per:

-lo sviluppo di strategie agronomiche per la coltivazione delle piante officinali, e di procedure di ottimizzazione, quali-quantitativa delle produzioni, immagazzinamento, conservazione e prima lavorazione della materia prima di piante officinali e alimentari di interesse salutistico;

-l’applicazione di metodi diagnostici, di strumenti e metodi di prevenzione e cura delle malattie da fitopoatogeni, nel rispetto della qualità e sicurezza d’uso dei prodotti derivati e per l’eco-sostenibilità ambientale;

-la standardizzazione genetica e la selezione di genotipi più produttivi e qualitativamente superiori di piante officinali e piante alimentari di interesse salutistico.

ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE

Conoscenza e Comprensione

Sono incluse in questo gruppo attività formative che approfondiscono e complementano conoscenze di base e caratterizzanti già acquisite dagli studenti, specificamente disegnate per favorire l’immissione dei laureati in Tecniche Erboristiche nel mondo del lavoro e per un loro continuo aggiornamento professionale. Le conoscenze riguardano:

•Principi di base di sistemi e strumenti informatici per l’analisi ed elaborazione di testi e dati, di interrogazione di reti informatiche e di consultazione di banche dati e bibliografiche;

•Grammatica di base e strumenti necessari per la comprensione e l’analisi di testi scientifici e tecnici in lingua inglese;

•Tecniche di marketing operativo e sviluppo di capacità analitiche, creative e pratiche per la valorizzazione dei prodotti erboristici;

•Innovazioni nel settore della produzione, difesa e miglioramento genetico delle piante officinale e di piante di interesse salutistico.

Capacità di applicare Conoscenza e Comprensione

Questo gruppo di attività formative conferisce al laureato in Tecniche Erboristiche la capacità di

•applicazione dei più comuni software di scrittura e di calcolo, di interrogazione di banche dati e bibliografiche;

•continuo aggiornamento professionale, mediante valutazione e comprensione di testi scientifici e tecnici in lingua Inglese e di risorse in rete;

•gestione manageriale e analisi di mercato di aziende di produzione primaria, formulazione, controllo e marketing di piante officinali e di interesse salutistico.

Tecnici chimici3.1.1.2.0
Tecnici della medicina popolare3.2.1.7.0
Anna CAPASSO
Enrica DE FALCO
Vincenzo DE FEO
Carmine MARCONE
Ornella MOLTEDO
Maria Chiara MONTI
Paola MONTORO
Sonia PIACENTE
Patrizia PICERNO
Anna RAMUNNO
Francesca SANSONE
Patrizia PICERNO
Carmine MARCONE
Antonietta LEONE
Anna RAMUNNO
Enrica DE FALCO
Vincenzo DE FEO
Anna CAPASSO
Paola MONTORO
Maria Chiara MONTI
Francesca SANSONE
Ornella MOLTEDO
Sonia PIACENTE
Anna Carmen Cioffi
Domenico Barbaro