STATISTICA

Economia Aziendale STATISTICA

0212100007
DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA AZIENDALE
2022/2023



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2016
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE


AppelloData
STATISTICA14/02/2023 - 09:30
STATISTICA14/02/2023 - 09:30
Obiettivi
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
L'INSEGNAMENTO SI PONE COME OBIETTIVI PRINCIPALI DI:
- ILLUSTRARE AGLI STUDENTI STRUMENTI DI STATISTICA DESCRITTIVA E FONDAMENTI DELL'INFERENZA STATISTICA
- FAR ACQUISIRE LE CONOSCENZE STATISTICHE UTILI PER L'ANALISI DI FENOMENI ECONOMICI E PER ASSUMERE DECISIONI IN CONDIZIONI DI INCERTEZZA NEI PROCESSI MANAGERIALI
- INTRODURRE LO STUDENTE ALL'USO DI MODELLI STATISTICI PER L'ANALISI DEI DATI E ALLA LORO APPLICAZIONE SU DATI REALI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
L'INSEGNAMENTO PROPONE ESEMPI TEMATICI MEDIANTE I QUALI GLI STUDENTI POSSONO APPREZZARE I VANTAGGI DERIVANTI DALL'IMPIEGO DEGLI STRUMENTI STATISTICI IN CONTESTI AZIENDALI.
ALLO STUDENTE È DATA EVIDENZA DI COME SELEZIONARE E APPLICARE OPPORTUNAMENTE TALI STRUMENTI NONCHÉ DI COME INTERPRETARE E COMMENTARE I RISULTATI DELLE ANALISI STATISTICHE EFFETTUATE SU FENOMENI E DATI ECONOMICO-AZIENDALI IN DIVERSI CONTESTI APPLICATIVE

Prerequisiti
MATEMATICA PER L’ECONOMIA
Contenuti
PARTE I - INTRODUZIONE ALLA STATISTICA ED ANALISI ESPLORATIVA DEI DATI (16 ORE):
CHE COS'È LA STATISTICA. L'INDAGINE STATISTICA. TIPI DI INFORMAZIONE E SCALE DI MISURA. CENSIMENTI E CAMPIONAMENTO. ERRORI DI CAMPIONAMENTO E POTENZIALI FONTI DI DISTORSIONI. ORGANIZZARE I DATI IN TABELLA. DISTRIBUZIONI DI FREQUENZE ASSOLUTE E RELATIVE. RAPPRESENTAZIONI GRAFICHE: DIAGRAMMI A BARRE, TORTE, ISTOGRAMMI, GRAFICI PER SERIE STORICHE. LA POSIZIONE E LA SUA MISURA: MEDIA ARITMETICA, MEDIANA E MODA. LA VARIABILITÀ E LA SUA MISURA: RANGE, VARIANZA, DEVIAZIONE STANDARD. TRASFORMAZIONE LINEARE DEI DATI. IL PROBLEMA DEGLI OUTLIERS. INDICI DI POSIZIONE ROBUSTI: MEDIANA, QUARTILI ED ALTRI PERCENTILI. INDICI DI VARIABILITÀ ROBUSTI. SINTESI A CINQUE E BOXPLOT. BOXPLOT PARALLELI.
PARTE II - CALCOLO DELLE PROBABILITÀ (20 ORE):
CENNI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ. DISTRIBUZIONI DI PROBABILITÀ PER VARIABILIDISCRETE. VALORE ATTESO E VARIANZA DI UNA VARIABILE CASUALE DISCRETA. PRINCIPALI MODELLI DI VARIABILI CASUALI DISCRETE: UNIFORME, BINOMIALE, POISSON. VARIABILI CASUALI CONTINUE. LA VARIABILE CASUALE NORMALE. LA VARIABILE CASUALE NORMALE STANDARDIZZATA. LA VARIABILE CASUALE T DI STUDENT E CHI-QUADRATO. TRASFORMAZIONI DI VARIABILI CASUALI NORMALI. IL TEOREMA LIMITE CENTRALE.
PARTE III - INFERENZA STATISTICA (18 ORE):
LA LOGICA INFERENZIALE. PARAMETRI E STATISTICHE. LA DISTRIBUZIONE CAMPIONARIA. EFFETTO DELLA DIMENSIONE CAMPIONARIA SULLA DISTRIBUZIONE CAMPIONARIA. STIMATORI CORRETTI, EFFICIENTI E CONSISTENTI. STIMATORI DELLA MEDIA, DELLA VARIANZA E DELLA PROPORZIONE. INTERVALLO DI CONFIDENZA PER UNA PROPORZIONE. INTERVALLO DI CONFIDENZA PER LA MEDIA E PER LA VARIANZA. SCELTA DELLA DIMENSIONE CAMPIONARIA. LA LOGICA DEL TEST DELLE IPOTESI. VERIFICA DI IPOTESI SULLA MEDIA. VERIFICA DI IPOTESI SU UNA PROPORZIONE. VERIFICA DI IPOTESI SUL CONFRONTO TRA POPOLAZIONI.
PARTE IV: CORRELAZIONE E MODELLI LINEARI (6 ORE):
IL CASO DI DATI DIPENDENTI. DIAGRAMMI SCATTER. COVARIANZA. IL COEFFICIENTE DI CORRELAZIONE LINEARE. LA REGRESSIONE LINEARE. STIMA DEI COEFFICIENTI. IL COEFFICIENTE DI DETERMINAZIONE. VALIDAZIONE E USO USO DEL MODELLO DI REGRESSIONE.

Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO SI COMPONE DI 60 ORE DI DIDATTICA FRONTALE. CIASCUNA LEZIONE È STRUTTURATA IN UNA PARTE TEORICA ED UNA PARTE PRATICA, CON ESERCIZI E APPLICAZIONI A CASI SIMULATI O REALI. LA FREQUENZA ALL'INSEGNAMENTO, PUR NON OBBLIGATORIA, È VIVAMENTE CONSIGLIATA PER LE CARATTERISTICHE DELLA DISCIPLINA.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È VALUTATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UNA PROVA DI ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI CON EVENTUALE LODE. L’ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA ED UNA PROVA ORALE CHE POSSONO AVER LUOGO IN GIORNI DIFFERENTI. LA PROVA SCRITTA È PROPEDEUTICA ALLA PROVA ORALE.
LA PROVA SCRITTA, DELLA DURATA DI 75 MINUTI, È FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI NEL PROGRAMMA, LA PADRONANZA DEGLI STRUMENTI ANALITICI E LA CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE TEORICHE ACQUISITE. È COMPOSTA DA UNA SERIE DI QUESITI DA 1-8 PUNTI CIASCUNO, PER UN TOTALE DI 30 PUNTI. I PUNTI VENGONO ASSEGNATI IN BASE ALLA DIFFICOLTÀ INTRINSECA DEL QUESITO E VENGONO ESPRESSAMENTE INDICATI NELLA TRACCIA. LA PROVA SCRITTA È SUPERATA QUANDO SI CONSEGUE UN PUNTEGGIO COMPLESSIVO PARI AD ALMENO 18 PUNTI.
LA PROVA ORALE, DELLA DURATA DI 20 MINUTI CIRCA, CONSISTE IN UN COLLOQUIO CON DOMANDE E DISCUSSIONE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI INDICATI NEL PROGRAMMA, IN MODO DA ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA DEGLI ARGOMENTI TRATTATI E LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE ED ESPOSIZIONE DEGLI STESSI.
LA VALUTAZIONE FINALE TIENE CONTO DEI PUNTEGGI CONSEGUITI NELLA PROVA SCRITTA E IN QUELLA ORALE E L'ESAME È SUPERATO SE SI RAGGIUNGE LA SOGLIA MINIMA DI 18 TRENTESIMI.
Testi
TESTI DI RIFERIMENTO
VITALE C., INTRODUZIONE ALLA STATISTICA PER LE APPLICAZIONI ECONOMICHE, VOL. I E II, E.S.I., 2002

TESTI DI CONSULTAZIONE E APPROFONDIMENTO
NEWBOLD P., CARLSON W.L. E THORNE B., STATISTICA, PEARSON/PRENTICE HALL, MILANO, 2010 (2A ED.).
PICCOLO D., STATISTICA PER LE DECISIONI, IL MULINO, 2004
Altre Informazioni
MATERIALE DIDATTICO INTEGRATIVO SARÀ FORNITO DAL DOCENTE DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL CORSO.
IL MATERIALE SARÀ DISPONIBILE SULE PIATTAFORME MULTIMEDIALI.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2023-01-23]