DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA

Consulenza e Management Aziendale DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA

0222100065
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
CONSULENZA E MANAGEMENT AZIENDALE
2016/2017

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2014
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
GLI STUDENTI DISPORRANNO DI CONOSCENZE E COMPETENZE TEORICHE E PRATICHE E DI UNA PREPARAZIONE PROFESSIONALE DI LIVELLO SUPERIORE NEL DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA. GLI STUDENTI SARANNO ALTRESÌ IN GRADO DI PADRONEGGIARE LE TECNICHE ERMENEUTICHE E GLI STRUMENTI DI INTEGRAZIONE TRA ORDINAMENTO INTERNO E ORDINAMENTO COMUNITARIO, INCLUSI I MECCANISMI DI ADATTAMENTO DELL'ORDINAMENTO INTERNO ALL'ORDINAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA, E DI CONOSCERE ED APPLICARE I PARAMETRI EUROPEI CHE INFLUENZANO IL GOVERNO DEGLI ENTI E DELLE IMPRESE PUBBLICI.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
ATTRAVERSO UN'ATTENTA ANALISI AI DATI GIURISPRUDENZIALI (C.D. CASE LAW) E COMPIENDO ESERCITAZIONI E SIMULAZIONI SU CASI PRATICI GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI APPLICARE LE NOZIONI ACQUISITE. GLI STUDENTI SARANNO ALTRESÌ IN GRADO DI APPROFONDIRE LE LORO CONOSCENZE ANCHE TRAMITE LA CONSULTAZIONE DELLE BANCHE DATI ON LINE DELL'UNIONE EUROPEA E LA RICERCA DI ALTRE INFORMAZIONI IN RETE.
Prerequisiti
IL PROGRAMMA È STATO ELABORATO IN FUNZIONE DI UN COORDINAMENTO TRASVERSALE CON I PROGRAMMI DELLE ALTRE MATERIE GIURIDICHE E DI QUELLE ECONOMICHE E AZIENDALISTICHE.
Contenuti
L'INSEGNAMENTO MIRA ALL'APPROFONDIMENTO DELLE FONTI, DELLE ISTITUZIONI E DELLE POLITICHE DELL'UNIONE EUROPEA, CON RIGUARDO AI PROFILI PRATICO-APPLICATIVI NEI VARI SETTORI DELL'ORDINAMENTO ITALIANO E CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLE COMPETENZE STATUALI, REGIONALI E LOCALI.
IL PROGRAMMA DEL CORSO È DIVISO IN DUE PARTI:
- LA PRIMA PARTE È DEDICATA ALL’APPROFONDIMENTO DELLE ISTITUZIONI, DELLE FONTI E DEI PRINCIPI DEL DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA, NONCHÉ DEI RAPPORTI TRA ORDINAMENTO INTERNO E ORDINAMENTO COMUNITARIO;
- LA SECONDA PARTE RIGUARDA LO STUDIO DEL MERCATO INTERNO E DELLE POLITICHE DI LIBERA CIRCOLAZIONE DEI FATTORI PRODUTTIVI, LA POLITICA DI CONCORRENZA, GLI AIUTI DI STATO, LA POLITICA DI COESIONE (FONDI STRUTTURALI E STRUMENTI DI FINANZIAMENTO COMUNITARI), E LE ULTERIORI POLITICHE INERENTI L’ATTIVITÀ ECONOMICA DELLE AZIENDE PUBBLICHE (TRA CUI LA POLITICA DI RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO, LA POLITICA AMBIENTALE, LA POLITICA DELLE INFRASTRUTTURE E DELLE RETI).
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, SEMINARI SPECIALISTICI, ESERCITAZIONI.
Verifica dell'apprendimento
PROVA INTERCORSO SCRITTA A META' CORSO, DELLA DURATA DI 45 MINUTI, COMPOSTA DA 5 DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA E DUE DOMANDE A RISPOSTA APERTA SULLA PROMA PARTE DEL PROGRAMMA. ESAME FINALE ORALE: GLI STUDENTI CHE AVRANNO SUPERATO LA PROVA INTERCORSO SVOLGERANNO L'ESAME ORALE SOLTANTO SULLA PARTE DEL PROGRAMMA CHE NON HA COSTITUITO L'OGGETTO DELLA PROVA INTERCORSO. GLI STUDENTI CHE NON SOSTERRANNO LA PROVA INTERCORSO SVOLGERANNO L'ESAME ORALE SULL'INTERO PROGRAMMA DI STUDIO.
SIA LA PROVA SCRITTA, SIA LA PROVA ORALE SONO FINALIZZATE A VERIFICARE LE CONOSCENZA ACQUISITE DURANTE IL CORSO, LA CAPACITÀ DI RAGIONARE SU PROBLEMATICHE GENERALI IN CHIAVE EVOLUTIVA E L'ABILITÀ A TROVARE SOLUZIONI CONCRETE A QUESTIONI ATTUALI ALLA LUCE ANCHE DELLA GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA.
Testi
V. GUIZZI, MANUALE DI DIRITTO E POLITICA DELL'UNIONE EUROPEA, NAPOLI, 2015, LIMITATAMENTE AI CAPITOLI OGGETTO DEL PROGRAMMA.
SI SUGGERISCE LA CONSULTAZIONE DI UN CODICE DI DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA AGGIORNATO.
Altre Informazioni
AGLI STUDENTI FREQUENTANTI SARANNO FORNITE ULTERIORI INDICAZIONI SUL PROGRAMMA D'ESAME DURANTE IL CORSO E SARÀ DSTRIBUITO MATERIALE PER LE ESERCITAZIONI IN AULA.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-03-11]