DIRITTO SOCIETARIO E FALLIMENTARE

Consulenza e Management Aziendale DIRITTO SOCIETARIO E FALLIMENTARE

0222100048
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
CONSULENZA E MANAGEMENT AZIENDALE
2022/2023

ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2014
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1260LEZIONE
Obiettivi
GLI STUDENTI ACQUISIRANNO UNA COMPIUTA E SISTEMATICA CONOSCENZA DEI PRINCIPI E DELLA NORMATIVA COMMERCIALE NEI SUOI ASPETTI GENERALI ED APPLICATIVI, SVILUPPANDO UNA CAPACITÀ DI UTILIZZO CONSAPEVOLE DELLE TECNICHE ERMENEUTICHE E DI ANALISI CRITICA DELLA DISCIPLINA DELLE SOCIETÀ CON PARTECIPAZIONE PUBBLICA E DI SPECIFICI ISTITUTI DEL SISTEMA DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI, NONCHÈ DELLA DISCIPLINA DEL FALLIMENTO E DELLE ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI

GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI AFFRONTARE LE DIVERSE PROBLEMATICHE GIURIDICHE TRATTATE E DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE, CON PIENA PADRONANZA DI LINGUAGGIO, AL FINE DI SVILUPPARE GLI STRUMENTI COGNITIVI PER L'INDIVIDUAZIONE DELLE SOLUZIONI PIÙ EFFICIENTI.

GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI AFFRONTARE LE DIVERSE PROBLEMATICHE GIURIDICHE TRATTATE E DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE, CON PIENA PADRONANZA DI LINGUAGGIO, AL FINE DI SVILUPPARE GLI STRUMENTI COGNITIVI PER L'INDIVIDUAZIONE DELLE SOLUZIONI PIÙ EFFICIENTI. IN PARTICOLARE GLI STUDENTI ACQUISIRANNO LA CAPACITÀ DI CONSULTARE TESTI NORMATIVI E GIURISPRUDENZIALI ED ESTRARRE LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER SVOLGERE ATTIVITA’ DI CONSULENZA, NONCHÉ DI ANALIZZARE L’INCIDENZA DELLE REGOLE GIUSCOMMERCIALISTICHE SULL’AGIRE DEI SOGGETTI DELL’ORDINAMENTO


AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
GLI STUDENTI ACQUISIRANNO LE COMPETENZE TECNICO-GIURIDICHE NECESSARIE ALLA FORMULAZIONE DI GIUDIZI AUTONOMI E CONSAPEVOLI IN MERITO AGLI ISTITUTI DEL DIRITTO SOCIETARIO TRATTATI, ALLA GESTIONE DELLA CRISI D'IMPRESA, ANCHE AVUTO RIGUARDO AI RELATIVI RISVOLTI APPLICATIVI, PER ASSUMERE IN PIENA RESPONSABILITA' LE DECISIONI PIU' ADEGUATE

ABILITÀ COMUNICATIVE:
GLI STUDENTI SAPRANNO INTERAGIRE CON GLI ESPERTI DEL SETTORE E CON I TERZI NELLO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITÀ PROFESSIONALE. ACQUISIRANNO ELEVATE CAPACITA' RELAZIONALI E COMUNICATIVE, APPLICANDO NELL'AZIENDA LE TECNICHE ACQUISITE PER PROPORRE SOLUZIONI NELLA PROGRAMMAZIONE DEI PROCEDIMENTI ENDOSOCIETARI, NELLA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI RESPONSABILITÀ DEGLI ORGANI SOCIALI NEL SISTEMA DEL DIRITTO DELLE SOCIETÀ E NELLA GESTIONE DELLE CRISI E DELLE INSOLVENZE DELL’IMPRESA.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI ANALIZZARE E RISOLVERE IN MODO INDIPENDENTE LE PROBLEMATICHE CONCRETE CHE CARATTERIZZANO L'ANALISI DEI FENOMENI SOCIETARI, SIA NELLA FASE FISIOLOGICA CHE PATOLOGICA, APPROFONDENDO LE COMPETENZE ATTRAVERSO LA CONSULTAZIONE DI PUBBLICAZIONI IN AMBITO COMMERCIALISTICO E L'ACCESSO A BANCHE DATI E AD ALTRO MATERIALE DIDATTICO.
Prerequisiti
NON SONO PREVISTE PROPEDEUTICITÀ, MA LO STUDENTE DEVE PREFERIBILMENTE AVERE ACQUISITO LE CONOSCENZE DI BASE DI DIRITTO PRIVATO E DI DIRITTO COMMERCIALE NEL SUO PERCORSO TRIENNALE
Contenuti
ISTITUTI TRANSTIPICI - DISINVESTIMENTO E DISGREGAZIONE (CAUSE DI RECESSO ED ESCLUSIONE NELLE SOCIETA' DI CAPITALI - CRITERI DI DETERMINAZIONE DEL VALORE E PROCEDIMENTO DI LIQUIDAZIONE) (10 H) - OPERAZIONI STRAORDINARIE (TRASFORMAZIONE - FUSIONE - SCISSIONE) (10 H) – GRUPPI E PATRIMONI DESTINATI AD NUNO SPECIFICO AFFARE (4 H )- LA SOCIETA' NEL CODICE DELLA CRISI E DELL'INSOLVENZA (4 H) - NUOVA DISCIPLINA DELLA CRISI E DELL'INSOLVENZA, NORME MANIFESTO (4H) - PRINCIPI DI CARATTERE PROCESSUALE (4 H) - LE PROCEDURE DI ALLERTA E DI COMPOSIZIONE ASSISTITA DELLA CRISI (4 H) - GLI STRUMENTI NEGOZIALI STRAGIUDIZIALI. GLISTRUMENTI NEGOZIALI STRAGIUDIZIALI SOGGETTI AD OMOLOGAZIONE (4 H) - LA LIQUIDAZIONE GIUDIZIALE (10 H) - L'ESDEBITAZIONE (2 H) . I GRUPPI NELLA DISCIPLINA DELLA CRISI E DELL'INSOLVENZA (2 H) - LA LIQUIDAZIONE GIUDIZIALE DELLE SOCIETA' (2H)
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO SI SVOLGE NEL II SEMESTRE DEL I ANNO E PREVEDE UN TOTALE DI 60 ORE DI LEZIONE SENZA OBBLIGO DI FREQUENZA.
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI FRONTALI E SEMINARI NEI QUALI VENGONO APPROFONDITI CASI DI STUDIO.

Verifica dell'apprendimento
L’ESAME CONSISTE IN UN COLLOQUIO ORALE ARTICOLATO IN DUE FASI.
NELLA PRIMA FASE LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI CONOSCERE IL PROGRAMMA/CONTENUTO DEL CORSO E, SPECIFICAMENTE, GLI STRUMENTI FONDAMENTALI DEL DIRITTO SOCIETARIO E DELLA CRISI E INSOLVENZA D'IMPRESA, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA DISCIPLINA DELLE SOCIETA’ MUTUALISTICHE, DEGLI ISTITUTI TRANSTIPICI, DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE, DEI GRUPPI E DEI PATRIMONI DESTINATI AD UNO SPECIFICO AFFARE, DELLE PROCEDURE DI GESTIONE DELLA CRISI E DELL’INSOLVENZA E DEL DIRITTO SOCIETARIO DELLA CRISI. ESPONENDO IN MANIERA ARTICOLATA ED ESAUSTIVA SU SPECIFICHE MATERIE; COMUNICANDO, CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E CHIAREZZA ESPOSITIVA, AD INTERLOCUTORI SPECIALISTI E NON SPECIALISTI, LE CONOSCENZE ACQUISITE IN MATERIA E LA RATIO SOTTESA ALLE DISPOSIZIONI NORMATIVE; -COLLEGANDO SISTEMATICAMENTE GLI ISTITUTI OGGETTO DELLA DISCIPLINA.
NELLA SECONDA, DOVRA’ INOLTRE DIMOSTRARE, IN RELAZIONE AD ESEMPI DI CASI GIURIDICI PROPOSTI DURANTE LA PROVA, DI SAPERNE CONSULTARE IL RIFERIMENTO NORMATIVO ED ESTRARRE LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER SVOLGERE ATTIVITA’ DI CONSULENZA; DI SAPER PROPORRE SOLUZIONI; DI SAPER CONTINUARE A STUDIARE IN MODO AUTONOMO LA MATERIA.
IL VOTO FINALE È ATTRIBUITO IN TRENTESIMI ED È OTTENUTO COME MEDIA DELLE VALUTAZIONI CONSEGUITE NELLE DUE FASI.
L’ESAME SI INTENDE SUPERATO QUANDO IL VOTO PER OGNUNA DELLE DUE FASI È UGUALE O MAGGIORE DI 18/30 E QUELLO COMPLESSIVO È MAGGIORE O UGUALE A 18/30.
IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MINIMO (18/30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE HA UNA CONOSCENZA FRAMMENTARIA DEI CONTENUTI TEORICI O MOSTRA UNA LIMITATA CAPACITÀ DI COLLEGARE I RIFERIMENTI NORMATIVI AL CONTESTO DI STUDIO.
IL LIVELLO MASSIMO (30/30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA DEI CONTENUTI TEORICI O MOSTRA UNA NOTEVOLE CAPACITÀ DI COLLEGARE I RIFERIMENTI NORMATIVI AL CONTESTO DI STUDIO.
LA LODE VIENE ATTRIBUITA QUANDO IL CANDIDATO DIMOSTRA SIGNIFICATIVA PADRONANZA DEI CONTENUTI TEORICI EDOPERATIVI E MOSTRA DI SAPER PRESENTARE GLI ARGOMENTI CON NOTEVOLE PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E CAPACITÀ DI ELABORAZIONE AUTONOMA ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI DAL DOCENTE.


Testi
1) A. STAGNO D'ALCONTRES, N. DE LUCA, LE SOCIETA', TOMO III, LE SOCIETÀ MUTUALISTICHE- GLI ISTITUTI TRANSTIPICI, GIAPPICHELLI, TORINO, ULTIMA EDIZIONE

2)G. FAUCEGLIA, IL NUOVO DIRITTO DELLA CRISI E DELL'INSOLVENZA, GIAPPICHELLI, TORINO, ULTIMA EDIZIONE

E’ INOLTRE NECESSARIA LA CONSULTAZIONE DEL CODICE CIVILE E DELLE LEGGI SPECIALI NEL TESTO VIGENTE
Altre Informazioni
ULTERIORE MATERIALE DIDATTICO SARA'DISTRIBUITO DAL DOCENTE:TESTI NORMATIVI E PROVVEDIMENTI DI MAGGIORE INTERESSE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-21]