SMART CITIES PER LA TRANSIZIONE ENERGETICA

Consulenza e Management Aziendale SMART CITIES PER LA TRANSIZIONE ENERGETICA

0222100145
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
CONSULENZA E MANAGEMENT AZIENDALE
2022/2023



ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2014
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO FORNISCE GLI STRUMENTI METODOLOGICI FONDAMENTALI PER L’APPRENDIMENTO DI MODELLI PER LA GESTIONE E PIANIFICAZIONE DELLE SMART CITIES.

AL TERMINE DEL CORSO LO STUDENTE CONOSCE:
-METODI PER LA GESTIONE DELLE SMART CITIES E SMART GRIDS
-METODI PER LA PIANIFICAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE DIGITALI ED ENERGETICHE DELLE SMART CITIES
-METODI PER LA GESTIONE DEL MERCATO DELL’ENERGIA ELETTRICA

AL TERMINE DEL CORSO LO STUDENTE È IN GRADO DI:
-COMPRENDERE IL FUNZIONAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE ENERGETICHE DELLE SMART CITIES
-COMPRENDERE IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DELL’ENERGIA ELETTRICA
-SAPER VALUTARE INTERVENTI PER LA GESTIONE DELL’ENERGIA
-SAPER VALUTARE INTERVENTI PER LA PIANIFICAZIONE DELLE SMART CITIES IN BASE A CONSIDERAZIONI DI TIPO TECNICO, ECONOMICO E REGOLATORIO

LO STUDENTE SAPRÀ INDIVIDUARE I METODI PIÙ APPROPRIATI PER LA GESTIONE E LA REALIZZAZIONE DI UNA SMART CITY.
LO STUDENTE SAPRÀ DESCRIVERE, IN FORMA SCRITTA, IN MODO CHIARO E SINTETICO ED ESPORRE ORALMENTE CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO GLI OBIETTIVI, IL PROCEDIMENTO ED I RISULTATI DELLE ELABORAZIONI EFFETTUATE.
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO, ED APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI USANDO MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI.
Prerequisiti
PER IL PROFICUO RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI SONO RICHIESTE CONOSCENZE DI BASE DI MATEMATICA.
Contenuti
IL CONCETTO DI SMART CITY: ANALISI DELLA CASISTICA E DEFINIZIONE DEL PROFILO DELLA CITTÀ SMART. TEMI E DIMENSIONI SMART DELLA CITTÀ: ASPETTI ECONOMICI, SOCIALI, TECNOLOGICI, CULTURALI. LO STATO ATTUALE DELLE SMART CITY. ANALISI DEL CONTESTO ITALIANO, EUROPEO, MONDIALE. I MODELLI EMERGENTI DI SMART CITY: ANALISI DI CASI E DI BEST PRACTICE. (4 ORE LEZIONI TEORICHE).
FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL MERCATO DELL’ENERGIA ELETTRICA. STRUTTURE DI MERCATO ELETTRICO, MECCANISMI DI ASTA E FORMAZIONE DEL PREZZO. LA BORSA DELL’ENERGIA ELETTRICA E I CONTRATTI BILATERALI IN ITALIA. GENERAZIONE DISTRIBUITA E FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI. SISTEMI DI GESTIONE DELL’ENERGIA. (10 ORE LEZIONI TEORICHE, 10 ORE ESERCITAZIONI IN AULA O IN LABORATORIO).
IL MODELLO DI GOVERNANCE DELLA SMART CITY. LA SMART CITY COME POLICY TERRITORIALE: IL RUOLO DEI SOGGETTI POLITICI. GOVERNI CENTRALI E LOCALI. LA SMART CITY E L’E-GOVERNMENT: STRUMENTI PER L’IMPLEMENTAZIONE (OPEN DATA; OPEN GOVERNMENT; SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI; ETC) E ANALISI DI CASI. (8 ORE LEZIONI TEORICHE, 4 ORE ESERCITAZIONI IN AULA O IN LABORATORIO).
LA BASE INFRASTRUTTURALE DELLA SMART CITY: TECNOLOGIE DIGITALI E SOSTENIBILI. SMART CITY E DIGITAL CITY: LE TECNOLOGIE DIGITALI APPLICATE ALLA CITTÀ. IL FABBISOGNO ENERGETICO URBANO E LE ENERGIE DA FONTI RINNOVABILI. IL RUOLO DELLA SMART GRID NELLA REALIZZAZIONE DI UNA CITTÀ SMART. INNOVAZIONE DELL'ENERGIA, SMART HOUSE, SMART BUILDING. (14 ORE LEZIONI TEORICHE; 10 ORE ESERCITAZIONI PRATICHE DI LABORATORIO).
GLI ARGOMENTI SONO INTRODOTTI MEDIANTE UN APPROCCIO APPLICATIVO BASATO SU ESEMPI REALI DI SMART CITY.
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO CONTEMPLA LEZIONI TEORICHE (36 ORE), ESERCITAZIONI IN AULA (12 ORE) ED ESERCITAZIONI PRATICHE IN LABORATORIO (12 ORE). NELLE ESERCITAZIONI IN AULA GLI STUDENTI SVOLGONO ESERCITAZIONI SUGLI ARGOMENTI TRATTATI NELLE LEZIONI TEORICHE. NELLE ESERCITAZIONI IN LABORATORIO VENGONO ASSEGNATI AGLI STUDENTI, DIVISI PER GRUPPI DI LAVORO, DEGLI ESERCIZI PRATICI DA SVILUPPARE TRAMITE L’UTILIZZO DI ELABORATORE DI CALCOLO. LE ESERCITAZIONI SONO STRUMENTALI ALL’ACQUISIZIONE, OLTRE CHE DELLE CAPACITÀ DI COMPRENDERE LE PROBLEMATICHE INERENTI LA GESTIONE E LA PIANIFICAZIONE DELLE SMART CITIES, ANCHE A SVILUPPARE E RAFFORZARE LE CAPACITÀ DI LAVORARE IN TEAM.
Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI AVVERRÀ MEDIANTE COLLOQUIO ORALE RELATIVO ALLA GESTIONE E ALLA PIANIFICAZIONE DELLE SMART CITIES. DURANTE IL COLLOQUIO L’ALLIEVO DISCUTERÀ ANCHE UN ELABORATO RELATIVO ALLE ATTIVITÀ DI LABORATORIO PREVISTE DURANTE IL CORSO.
LA PROVA ORALE È TESA AD APPROFONDIRE IL LIVELLO DELLE CONOSCENZE TEORICHE, L’AUTONOMIA DI ANALISI E GIUDIZIO, NONCHÉ LE CAPACITÀ ESPOSITIVE DELL’ALLIEVO.
IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MINIMO (18) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA INCERTEZZE NELL’APPLICAZIONE DEI METODI DI CONTROLLO PER L’AUTOMAZIONE E HA UNA LIMITATA CONOSCENZA DI TALI METODI.
IL LIVELLO MASSIMO (30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA DEI METODI ED È IN GRADO DI RISOLVERE I PROBLEMI PROPOSTI PERVENENDO IN MODO EFFICIENTE ED ACCURATO ALLA SOLUZIONE.
LA LODE VIENE ATTRIBUITA QUANDO IL CANDIDATO DIMOSTRA SIGNIFICATIVA PADRONANZA DEI CONTENUTI TEORICI ED OPERATIVI E MOSTRA DI SAPER PRESENTARE GLI ARGOMENTI CON NOTEVOLE PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E CAPACITÀ DI ELABORAZIONE AUTONOMA ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI DAL DOCENTE.
Testi
SMART CITIES, MICHELE VIANELLO, MAGGIOLI EDITORE; 1 EDIZIONE (1 MARZO 2013), COLLANA: PIONERO, ISBN-10: 8838779384
SMART CITY E DIGITAL CITY. STRATEGIE URBANE A CONFRONTO, RENATA P. DAMERI (AUTORE), LORENZO GIOVANNACCI, FRANCO ANGELI EDITORE, 2016 .
DANIEL S. KIRSCHEN, GORAN STRBAC, “FUNDAMENTALS OF POWER SYSTEM ECONOMICS”, WILEY
Altre Informazioni
SLIDES E ULTERIORE MATERIALE DIDATTICO DEL CORSO POSSONO ESSERE RICHIESTI AL DOCENTE
ORARIO DI RICEVIMENTO: LUNEDÌ DALLE 14:00 ALLE 16:00
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-21]