ECONOMIA DELLA PREVIDENZA E DELLE ASSICURAZIONI

Economia ECONOMIA DELLA PREVIDENZA E DELLE ASSICURAZIONI

0222200015
DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
ECONOMIA
2013/2014



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2011
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE
Obiettivi
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)


LO STUDENTE DEL CORSO SVILUPPERÀ CONOSCENZE DI MICROECONOMIA DEI MERCATI ASSICURATIVI E DEL DISEGNO DEI SISTEMI PENSIONISTICI NELLE ECONOMIE AVANZATE (PILASTRO PUBBLICO E PILASTRO PRIVATO).
APPROFONDIRÀ, INOLTRE, I PRINCIPI RIGUARDANTI I FONDAMENTI DELLA DOMANDA DI ASSICURAZIONE, GLI ASPETTI PECULIARI DELLA GESTIONE DELLE IMPRESE ASSICURATIVE (IL RUOLO DELLE RISERVE E LA STRUTTURA DEI CONTRATTI EFFICIENTI IN QUESTI MERCATI), ALCUNI ASPETTI LEGATI AGLI EFFETTI DELLE ASIMMETRIE INFORMATIVE (SELEZIONE AVVERSA, AZZARDO MORALE, FRODI) E ALLE FORME DI CONTROLLO CONTRATTUALE DI QUESTI EFFETTI.
SVILUPPERÀ, INFINE, CONOSCENZE DEI PRINCIPI MICROECONOMICI ALLA BASE DELLE SCELTE DEL RISPARMIO PREVIDENZIALE, IL RUOLO DEI SISTEMI PENSIONISTICI PUBBLICI E LA LORO ARCHITETTURA ISTITUZIONALE.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

LO STUDENTE DEL CORSO SVILUPPERÀ LA CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE APPRESE ALL’ANALISI CRITICA DELL’EVOLUZIONE DEI MERCATI ASSICURATIVI CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA REALTÀ ITALIANA E SISTEMI PENSIONISTICI EMERSI SUCCESSIVAMENTE ALL’ONDATA DI RIFORME AVVENUTE IN ITALIA E IN ALTRI PAESI OCCIDENTALI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

IL CORSO OFFRE GLI STRUMENTI TEORICI E CULTURALI PER POTER VALUTARE IN PIENA AUTONOMIA RAGION D’ESSERE, PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO, FALLIMENTI DI MERCATO E RUOLO DELLE POLITICHE NELLE ISTITUZIONI DEI MERCATI ASSICURATIVI E DELLA PREVIDENZA.

ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI PRESENTARE E COMUNICARE EFFICACEMENTE SIA AD UN PUBBLICO NON SPECIALISTA, SIA AD INTERLOCUTORI SPECIALISTI DEL SETTORE, ARGOMENTI, TEMI E PROBLEMI INERENTI I MERCATI ASSICURATIVI E I SISTEMI PENSIONISTICI.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

LO STUDENTE AVRÀ MODO DI VERIFICARE LA CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO SUI MATERIALI OFFERTI DURANTE IL CORSO MEDIANTE PRESENTAZIONI IN CLASSE, ESERCIZI E PROVE FINALI. LO SVILUPPO DELLE CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO SUI TEMI OGGETTO DEL CORSO PERMETTERANNO ALLO STUDENTE DI RAGGIUNGERE LIVELLI DI MATURAZIONE CHE LO DOVREBBERO PORRE IN GRADO DI PROSEGUIRE L’APPROFONDIMENTO DELLE QUESTIONI INERENTI I TEMI DELLA PREVIDENZA E DELLE ASSICURAZIONI NEL PROSIEGUO DELLA PROPRIA CARRIERA PROFESSIONALE.
Prerequisiti
MICROECONOMIA AVANZATA
MACROECONOMIA AVANZATA
Contenuti
MODULO 1: ECONOMIA DELLE ASSICURAZIONI.
ALL'INTERNO DI QUESTO MODULO SI STUDIERANNO I FONDAMENTI DELLA TEORIA DELLA DOMANDA DI PRESTAZIONI ASSICURATIVE, I FALLIMENTI DI MERCATO IN PRESENZA DI ASIMMETRIE INFORMATIVE (AZZARDO MORALE E INFORMAZIONE NASCOSTA)[1] RICHIAMI DI MICROECONOMIA. SCELTE OTTIME IN CONDIZIONI DI INCERTEZZA: LA DOMANDA DI ASSICURAZIONE. MISURE DI AVVERSIONE AL RISCHIO E STATICA COMPARATA SULLE SCELTE OTTIME IN CONDIZIONI DI INCERTEZZA.
[2] IL RUOLO DELLE FRANCHIGIE NEI CONTRATTI ASSICURATIVI.
[3] IMPRESE, MERCATI, ORGANIZZAZIONE E REGOLAMENTAZIONE DEI MERCATI ASSICURATIVI. I PRINCIPI DI DIVERSIFICAZIONE DEL RISCHIO,
[4] FALLIMENTI DI MERCATO E TEORIA DEI MERCATI ASSICURATIVI: SELEZIONE AVVERSA, IL MODELLO DI ROTHSCHILD E STIGLITZ
[5] FALLIMENTI DI MERCATO E TEORIA DEI MERCATI ASSICURATIVI: AZZARDO MORALE
[6] LE ASSICURAZIONI IN ITALIA. (CN)
MODULO 2: ECONOMIA DELLA PREVIDENZA
IN QUESTO MODULO SARANNO PRESENTATI ALCUNI MODELLI ECONOMICI PER L'ANALISI DEI SISTEMI PENSIONISTICI E DELLE RIFORME NEI PRINCIPALI PAESI INDUSTRIALIZZATI. I SISTEMI MISTI E IL RUOLO DEI FONDI PENSIONE. IL MATERIALE DI STUDIO SUI SINGOLI ARGOMENTI SARÀ COMUNICATO DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL CORSO.
[1]. FATTI STILIZZATI RIGUARDANTI DINAMICHE DEMOGRAFICHE E RIFORME NEI PRINCIPALI PAESI OECD
[2]. L'ANALISI ECONOMICA DEI SISTEMI DI PENSIONISTICI PUBBLICI. REVISIONE DEL MODELLO DI DIAMOND (1965) CON PREVIDENZA SOCIALE. ARGOMENTI A SOSTEGNO DEI SISTEMI PUBBLICI (EFFICIENZA DINAMICA), FATTI STILIZZATI RIGUARDANTI LA CONDIZIONE DI EFFICIENZA DINAMICA, EFFETTI DI PIAZZAMENTO DELLE SCELTE DEI PRIVATI.
[3]. LA TEORIA NORMATIVA E GLI EFFETTI REDISTRIBUTIVI DEI SISTEMI PENSIONISTICI PUBBLICI. LA REDISTRIBUZIONE OTTIMALE IN PRESENZA DI MIOPIA NELLE DECISIONI DI RISPARMIO: UN MODELLO NORMATIVO, FELDSTEIN (1985).
[4]. LE RIFORME, I FONDI PENSIONE E LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, ESERCITAZIONI, INTERAZIONE CON IL DOCENTE MEDIANTE POSTA ELETTRONICA
Verifica dell'apprendimento
L'ESAME PREVEDE PER GLI STUDENTI CORSISTI: SVOLGIMENTO DELLA PROVA INTERCORSO (35% DEL VOTO FINALE), ESAME SCRITTO FINALE (35%) E COLLOQUIO ORALE (30%).
PER GLI STUDENTI CHE NON FREQUENTANO I CORSI È PREVISTA PROVA SCRITTA E ORALE: PROVA SCRITTA FINALE (50%) E COLLOQUIO ORALE (50%).
Testi
[1] REES R. AND A. WAMBACH (2008), THE MICROECONOMICS OF INSURANCE, FOUNDATIONS AND TRENDS IN MICROECONOMICS, VOL. 4, N.1-2.
[2] CUCINOTTA G. E L. NIERI (2007), LE ASSICURAZIONI IN ITALIA, IL MULINO, BOLOGNA.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]