LABORATORIO DI IMPRESA

Economia LABORATORIO DI IMPRESA

0222200032
DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
ECONOMIA
2020/2021

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2018
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1LABORATORIO DI IMPRESA MOD. 1
530LEZIONE
2LABORATORIO DI IMPRESA MOD.2
530LEZIONE
Obiettivi
OBIETTIVI FORMATIVI
OBIETTIVI: IL LABORATORIO SI PROPONE DI AVVICINARE GLI STUDENTI AL MONDO DELLE IMPRESE, ANCHE ATTRAVERSO TESTIMONIANZE DI ESPERIENZE DIRETTE. ESSO INTENDE STIMOLARE L’INTERESSE E LA CONSAPEVOLEZZA DEGLI STUDENTI NEI CONFRONTI DELLA FIGURA PROFESSIONALE E DELLE ATTIVITÀ DELL’IMPRENDITORE, FORNENDO CONOSCENZE SULLE OPPORTUNITÀ OFFERTE DAL MERCATO DEGLI APPALTI PUBBLICI, DAL TERRITORIO, DALLE STRUTTURE DI RIFERIMENTO PER L’IMPRENDITORIA (ISTITUZIONI PUBBLICHE EUROPEE, NAZIONALI, REGIONALI E LOCALI, ISTITUZIONI PRIVATE, ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA) IN TERMINI DI POLITICHE, AZIONI E SERVIZI A SUPPORTO DELLA CREAZIONE D’IMPRESA, CON ATTENZIONE DOVEROSA ALLA DIMENSIONE SOCIALE DELL’IMPRESA E ALLA TUTELA DELL’AMBIENTE.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: IL LABORATORIO È ORIENTATO A FAR CONOSCERE E A FAR COMPRENDERE IL RUOLO DELL’IMPRESA NELLE SUE MOLTEPLICI MANIFESTAZIONI NELL’AMBITO DELL’ECONOMIA NAZIONALE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE OPPORTUNITÀ OFFERTE DAL MERCATO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E AGLI STRUMENTI PER UN APPROCCIO METODOLOGICO E ORGANIZZATO AD ESSO, ANCHE QUALE SEDE DI INCONTRO TRA INTERESSI PUBBLICI E INTERESSI PRIVATI. IN TALE PROSPETTIVA SI ANALIZZERANNO I PIÙ RECENTI CAMBIAMENTI APPORTATI DALLA NORMATIVA NAZIONALE E DELL’UNIONE EUROPEA E LE INTERRELAZIONI TRA LE IMPRESE E TRA QUESTE E LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, ANCHE SULLA SCORTA DELLO STATUTO DELLE IMPRESE DI CUI ALLA LEGGE 180 DEL 2011.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: IL LABORATORIO SI PROPONE DI CONSENTIRE ALLO STUDENTE DI INTERPRETARE I COMPLESSI FENOMENI CHE RIGUARDANO IL MONDO DELLE IMPRESE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI RAPPORTI CON LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DI LEGGERE CON SUFFICIENTE AUTONOMIA LE INFORMAZIONI SUI CAMBIAMENTI E LE EVOLUZIONI IN ATTO, ANCHE IN CONSIDERAZIONE DELLE TRASFORMAZIONI CHE INTERESSANO LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI NELL'EPOCA DEGLI ALGORITMI . SULLA BASE DELLE CONOSCENZE E DELLE CAPACITÀ ACQUISITE GLI STUDENTI DOVRANNO ESSERE IN GRADO DI PREDISPORRE UN PIANO DI IMPRESA VOLTO ALLA REALIZZAZIONE DI UN’“IDEA IMPRENDITORIALE” PER IL MERCATO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO: GLI STUDENTI ACQUISISCONO L’AUTONOMIA DI GIUDIZIO NECESSARIA PER ANALIZZARE I COMPORTAMENTI DELLE IMPRESE VERIFICANDONE LA TENSIONE VERSO LA MASSIMIZZAZIONE DELL’INTERESSE IMPRENDITORIALE E NEL CONTEMPO LE RICADUTE IN TERMINI DI UTILITA’ SOCIALE, DANDO IL GIUSTO RILIEVO ANCHE AL VALORE DELLA SOLIDARIETA’.

ABILITA’ COMUNICATIVE: L'INSEGNAMENTO SI PROPONE DI FORNIRE AGLI STUDENTI GLI STRUMENTI PER RAPPORTARSI CON TUTTI COLORO CHE CONDIVIDONO UN OBIETTIVO PRECISO E QUANTIFICABILE. LA DISPONIBILITÀ DI INFORMAZIONI BASATE SU DATI ED ESPERIENZE RAFFORZA LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI COMUNICARE IDEE E POSSIBILI SOLUZIONI.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: IL LABORATORIO CONSENTE AGLI STUDENTI DI REALIZZARE UNA METODOLOGIA DI APPRENDIMENTO CRITICO, CHE CONSENTIRÀ LORO, MEDIANTE UN’ADEGUATA PADRONANZA DEGLI STRUMENTI CONCETTUALI ED OPERATIVI, UNA BASE INFORMATIVA PIÙ ESTESA SUL SISTEMA IMPRENDITORIALE E SULLE SUE INTERRELAZIONI CON IL MONDO E CON IL MERCATO DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
LE RELAZIONI TRA IMPRESE ED ISTITUZIONI. IL RUOLO DELL’IMPRESA NELLO SVILUPPO SOCIALE E PER LA TUTELA DELL'AMBIENTE.
IL PROBLEMA DEL GAP INNOVATIVO. POLITICHE PUBBLICHE E WELFARE AZIENDALE.
IL RUOLO DELLE IMPRESE NELLA PRODUZIONE E NELLO SVILUPPO DEI BENI COMUNI.
IL MERCATO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. COMPLESSITA’, CARATTERISTICHE E RUOLO DELLE IMPRESE. GLI STRUMENTI INNOVATIVI E L’E-PROCUREMENT.
IMPRESE, AMMINISTRAZIONI E ALGORITMI.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, SEMINARI E TESTIMONINZE.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME DI VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. L’ESAME PREVEDE UNA PROVA ORALE NEL CORSO DELLA QUALE SARANNO POSTE PIU' DOMANDE CON RISPOSTA APERTA SU ARGOMENTI INDICATI DAL DOCENTE E TRATTATI NEL CORSO. LA PROVA ORALE HA L’OBIETTIVO DI VALUTARE IL LIVELLO DI COMPRENSIONE E DI CONOSCENZA RAGGIUNTO DALLO STUDENTE SUI CONTENUTI INDICATI NEL PROGRAMMA, LA PADRONANZA DEGLI STRUMENTI METODOLOGICI, NONCHÉ LA CAPACITÀ DI APPLICARE LA CONOSCENZA PER RISOLVERE PROBLEMI TEORICI E PRATICI. LA PROVA ORALE SI SVOLGERÀ NELLE DATE PREVISTE DAL CALENDARIO DEGLI APPELLI E HA UNA DURATA DI 30 MINUTI. NELLA PROVA SARÀ VALUTATA OGNI DOMANDA SECONDO LA SEGUENTE SCALA DI VALORI: GRAVEMENTE INSUFFICIENTE; INSUFFICIENTE; SUFFICIENTE; DISCRETO; BUONO; OTTIMO. LA PROVA S’INTENDE SUPERATA CON IL VOTO MINIMO DI 18/30.


Testi
VERRANNO INDICATI PRIMA DELL'INIZIO DEL CORSO.
Altre Informazioni
SI DISTRIBUIRÀ MATERIALE DIDATTICO (NORMATIVA, DECISIONI DI AUTORITÀ DI REGOLAZIONE, SENTENZE, ECC.) SU ARGOMENTI TRATTATI NEL CORSO DELLE LEZIONI.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-05-23]