MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI

Scienze della Comunicazione MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI

0312200100
DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E DELLA COMUNICAZIONE
CORSO DI LAUREA
SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2019
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
960LEZIONE
Obiettivi
OBIETTIVO GENERALE
IL CORSO HA L’OBIETTIVO DI FORNIRE NOZIONI, PRINCIPI, TECNICHE E STRUMENTI PER LA CORRETTA GESTIONE DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE LOCALI, NAZIONALI E SOVRANAZIONALI, E DEL TERZO SETTORE.

CONOSCENZA E COMPRENSIONE
LO STUDENTE:
-CONOSCERÀ LE FINALITÀ, LE FUNZIONI, LE SPECIFICITÀ DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E DEL TERZO SETTORE;
-COMPRENDERÀ I FONDAMENTI DISCIPLINARI DEL PROCESSO DI MANAGEMENT, BASATO SULLE ATTIVITÀ DI PIANIFICAZIONE, IMPLEMENTAZIONE E CONTROLLO DEI RISULTATI, A LIVELLO STRATEGICO E OPERATIVO;
-APPRENDERÀ IL RUOLO DELLE TECNOLOGIE ICT NELL’INNOVAZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E DEL TERZO SETTORE.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-PRESIDIARE E APPLICARE I PRINCIPI DI BASE, I MODELLI E LE NOZIONI CONOSCITIVE PER IMPOSTARE UN CORRETTO PROCESSO DI GESTIONE ALLINEATO ALLE SPECIFICHE PECULIARITÀ DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E DEL TERZO SETTORE;
-ADOTTARE IN MODO ADEGUATO GLI STRUMENTI DI RICERCA, ANALISI, DECISIONE E CONTROLLO DEI RISULTATI NELL’AMBITO DEL MANAGEMENT PUBBLICO;
-IMPLEMENTARE LE TECNOLOGIE ICT ED ELABORARE UN PIANO DI COMUNICAZIONE, BASATO SUL GIUSTO MIX DI TECNICHE, MEZZI E VEICOLI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-ESPRIMERE ATTITUDINI CRITICHE E GIUDIZI AUTONOMI, AL FINE DI SAPER CORRETTAMENTE ASSUMERE SCELTE NELL’AMBITO DI UN VENTAGLIO DI DIVERSE OPZIONI;
-INTERPRETARE E VALUTARE IN MODO INTUITIVO ED ANALITICO LE ATTIVITÀ E LE PERFORMANCE DELLE ORGANIZZAZIONI;
-DIMOSTRARE ADEGUATE CAPACITÀ DI PROBLEM SOLVING IN MATERIA DI MANAGEMENT.

ABILITÀ COMUNICATIVE
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-DIMOSTRARE ATTITUDINI ARGOMENTATIVE E FACILITÀ DI ILLUSTRAZIONE DEI TEMI, UTILIZZANDO ADEGUATA TERMINOLOGIA E LINGUAGGIO SPECIFICO APPROPRIATO PER LA DISCIPLINA;
-INTERAGIRE E ARGOMENTARE SULLE PROPRIE POSIZIONI E PROPOSTE, IN MANIERA ESAURIENTE;
-COMUNICARE ED ESPORRE, MEDIANTE TESTI E/O STRUMENTI VIRTUALI, OBIETTIVI E RISULTATI DI PROGETTI ELABORATI AUTONOMAMENTE O IN GRUPPO.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-UTILIZZARE GLI STRUMENTI BIBLIOGRAFICI E INFORMATICI NECESSARI PER L’APPROFONDIMENTO PERSONALE DI ARGOMENTI RELATIVI A UNA DETERMINATA AREA DI STUDIO;
-PROCEDERE ALL’AGGIORNAMENTO CONTINUO DELLE PROPRIE CONOSCENZE AL FINE DI METTERLE IN RELAZIONE CON DIVERSI AMBITI DISCIPLINARI;
-SVOLGERE ATTIVITÀ DI RICERCA INDIVIDUALI, BASATE SU STUDI TEORICI E ANALISI EMPIRICHE.
Prerequisiti
-
Contenuti
PRINCIPALI CONTENUTI:
- FINALITÀ E LOGICHE DI FUNZIONAMENTO DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E DEL TERZO SETTORE
- L’EQUILIBRIO TRA MODELLO POLITICO, LEGALE ED ECONOMICO-AZIENDALE
- FUNZIONI E SPECIFICITÀ DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
- I SISTEMI DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
- LE FUNZIONI DI MANAGEMENT
- IL RUOLO DEL MARKETING NELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E NEL TERZO SETTORE
- CORPORATE MISSION E VISION
- PROCESSO DI MARKETING MANAGEMENT (FASI E ATTIVITÀ)
- SEGMENTAZIONE E TARGETING
- IL POSIZIONAMENTO STRATEGICO DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
- APPROCCI ALLA PIANIFICAZIONE STRATEGICA PUBBLICA
- LE POLITICHE DI PRODOTTO E DI SERVIZIO
- COMMUNICATION-MIX: AREE, FORME, MEZZI E VEICOLI DI COMUNICAZIONE
- ICT NELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E NEL TERZO SETTORE
- E-GOVERNMENT ED E-DEMOCRACY
- LA DEFINIZIONE DEGLI EQUILIBRI ECONOMICO-FINANZIARI
- LA GESTIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE
- PERFORMANCE MEASUREMENT: I CRITERI DI VALUTAZIONE
- IL BILANCIO DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
- I MODELLI DI STATO: LA DISTRIBUZIONE DEI POTERI NELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
- LE RELAZIONI TRA ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
- LE RELAZIONI TRA LE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E LE IMPRESE PRIVATE
- LE RELAZIONI TRA LE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE E LE AZIENDE NON-PROFIT
- IL PUBBLICO IMPIEGO E LE SUE TRASFORMAZIONI
- I NUOVI MODELLI ORGANIZZATIVI DELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
- SMART CITY E SHARING ECONOMY NEI SERVIZI PUBBLICI
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA È ORGANIZZATO IN LEZIONI FRONTALI, CASI STUDIO ED ESERCITAZIONI DESTINATE A STIMOLARE LA PARTECIPAZIONE E LA CAPACITÀ PROPOSITIVA DEGLI STUDENTI.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL'INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. L'ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA ED UNA PROVA ORALE.
LA PROVA SCRITTA È FINALIZZATA AD ACCERTARE, IN MODO TRASPARENTE ED OGGETTIVO, IL LIVELLO DI CONOSCENZA E LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTI DALLO STUDENTE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI INDICATI NEL PROGRAMMA, NONCHÉ LA CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE TEORICHE ACQUISITE. LA PROVA ORALE CONSISTE IN UN COLLOQUIO, CON DOMANDE E DISCUSSIONE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI INDICATI NEL PROGRAMMA, IN MODO DA ACCERTARE NON SOLO IL LIVELLO DI CONOSCENZA E LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTI DALLO STUDENTE, MA ANCHE LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE DEGLI ARGOMENTI CON LA TERMINOLOGIA APPROPRIATA.
Testi
CUCCINIELLO, M., FATTORE, G., LONGO, F., RICCIUTI, E., & TURRINI, A. (2020). MANAGEMENT PUBBLICO. EGEA SPA, MILANO.

MATERIALE DIDATTICO FORNITO DAL DOCENTE.
Altre Informazioni
-
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-21]