INFORMATICA B: INFORMATICA APPLICATA ALLE SCIENZE FILOSOFICHE

Filosofia INFORMATICA B: INFORMATICA APPLICATA ALLE SCIENZE FILOSOFICHE

0312500076
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
CORSO DI LAUREA
FILOSOFIA
2016/2017

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
LO STUDENTE SARÀ SOLLECITATO, MEDIANTE LO STUDIO DI AUTORI, TESTI, TEORIE E PROBLEMI AL CONTEMPO INFORMATICI E FILOSOFICI, A MISURARSI CON LE PECULIARITÀ SPECULATIVE, I RISVOLTI TECNICI E LE IMPLICAZIONI SOCIALI DELLA CULTURA DIGITALE.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
AL TERMINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ MOSTRARE DI SAPER APPLICARE L'ANALISI CRITICA DELLE ICT ALL'USO QUOTIDIANO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E DI SAPER DISTINGUERE E UTILIZZARE IN MANIERA EFFICACE I PRINCIPALI STRUMENTI PER IL RECUPERO DI INFORMAZIONI IN RETE (INFORMATION RETRIEVAL).

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
LO STUDENTE DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI VALUTARE CON SPIRITO CRITICO LO SPESSORE FILOSOFICO DELLE PRINCIPALI QUESTIONI LEGATE ALLA RIVOLUZIONE DIGITALE E GLI STIMOLI ETICI ED EPISTEMOLOGICI PROVENIENTI DALL'EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE.

ABILITÀ COMUNICATIVE:
LO STUDENTE DOVRÀ MOSTRARE LA PROPRIA CAPACITÀ DI ESPORRE CON CHIAREZZA GLI ARGOMENTI DISCUSSI DURANTE IL CORSO, ASSUMENDO DI VOLTA IN VOLTA L'APPROCCIO STORICO, QUELLO TEORICO E QUELLO TECNICO-APPLICATIVO, CHE CONVERGONO TUTTI ALLA FONDAZIONE EPISTEMOLOGICA DELLA DISCIPLINA.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
LA FREQUENZA DEL CORSO CONSENTIRÀ ALLO STUDENTE DI ACQUISIRE GLI STRUMENTI ADEGUATI AD UN RAPPORTO PIÙ CRITICO E MATURO CON LE NUOVE TECNOLOGIE E DI APPREZZARE I RISVOLTI TEORETICI DI CIASCUN FENOMENO DELLA SOCIETÀ DELLA CONOSCENZA.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
IL CORSO, DAL CARATTERE FORTEMENTE INTERDISCIPLINARE, MUOVE DALLA RIFLESSIONE INTORNO AL CONCETTO LOGICO-FILOSOFICO DI CALCOLATORE UNIVERSALE, LA COSIDDETTA ALGEBRA DEL PENSIERO, SU CUI SI SONO SOFFERMATI PENSATORI DEL CALIBRO DI LEIBNIZ E BOOLE, FREGE E CANTOR, GODEL E TURING; PROSEGUE ATTRAVERSO LA RICOSTRUZIONE DELLE TAPPE PRINCIPALI DELLA STORIA DELL'IPERTESTUALITA, UN CONCETTO CHE GRAZIE ALLE INTUIZIONI DI BUSH, LICKLIDER E NELSON HA CONTRIBUITO IN MODO DETERMINANTE A DEFINIRE L'IDENTITA STESSA DELL'INFORMATICA E HA ISPIRATO L'INVENTORE DEL WEB BERNERS-LEE; SI CONCLUDE CON L'ANALISI DI STRUMENTI E RISORSE (OPAC, PERIODICI ELETTRONICI, OPEN ARCHIVES, LIBRI ELETTRONICI, BANCHE DATI) DELL'UNIVERSO DOCUMENTARIO DIGITALE, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLE FONTI FILOSOFICHE REPERIBILI ON LINE E AI SERVIZI OFFERTI DAL PORTALE DELLE BIBLIOTECHE D'ATENEO. UNO SPAZIO DEL CORSO SARA' RISERVATO INFINE AD ATTIVITA' DI INFORMATION LITERACY E DI ADDESTRAMENTO ALL'USO DELLE PIATTAFORME WIKI.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI CON IL SUPPORTO DI SLIDES, DOCUMENTARI VIDEO E PIATTAFORME WIKI.
Verifica dell'apprendimento
L'ESAME SI SVOLGE MEDIANTE UN COLLOQUIO ORALE SUGLI ARGOMENTI DEL CORSO. GLI STUDENTI DOVRANNO CONTRIBUIRE INOLTRE ALLA REDAZIONE COLLABORATIVA DELL'EBOOK DEDICATO AI CONTENUTI DEL CORSO.
Testi
1) FILOSOFIA DELL'INFORMATICA, EBOOK PUBBLICATO DAL DOCENTE SULLA PIATTAFORMA WIKIBOOKS, AL QUALE GLI STUDENTI DOVRANNO CONTRIBUIRE PRIMA DI SOSTENERE L'ESAME. L'EBOOK È IL MANUALE DEL CORSO E TRATTA I SEGUENTI ARGOMENTI: I CONCETTI FONDAMENTALI, LE RADICI LOGICO-FILOSOFICHE DELL'INFORMATICA, LA NASCITA DELL'INFORMATICA, LA STORIA DELL'IPERTESTO E DEL WEB, LE TEORIE FILOSOFICHE SUL DIGITALE.

2) UN TESTO CARTACEO DI CULTURA DIGITALE, DIVERSO PER OGNI STUDENTE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-03-11]