STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE A+B

Filosofia STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE A+B

0312500197
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
CORSO DI LAUREA
FILOSOFIA
2016/2017

ANNO ORDINAMENTO 2010
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE A
630LEZIONE
2STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE B
630LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO SI PROPONE I SEGUENTI OBIETTIVI FORMATIVI:
1. CONOSCENZA E COMPRENSIONE DEI TEMI PROPOSTI NEL CORSO: STUDIO CRITICO DELLA GENESI STORICO-CONCETTUALE DEL CONCETTO DI "TELEOLOGIA".
2. CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: LO STUDENTE APPLICHERÀ LE CONOSCENZE ACQUISITE A CASI PARTICOLARI RELATIVI ALLA PRODUZIONE ARTISTICA DEL PERIODO PRESO IN ESAME.
3. AUTONOMIA DI GIUDIZIO E 4. ABILITÀ COMUNICATIVE: LO STUDENTE VERRÀ INVITATO AD ELABORARE UNA PROPRIA POSIZIONE RISPETTO AI TEMI PROPOSTI E A COMUNICARLA ATTRAVERSO IL DIALOGO E IL CONFRONTO CON GLI ALTRI STUDENTI.
5. CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI CONFRONTARE LA TEORIA CON SINGOLI CASI CONCRETI.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
IL CORSO È DEDICATO ALLA NOZIONE DI "TELEOLOGIA". TALE NOZIONE, FONDATA SULL'ANALOGIA TRA ARTE, TECNICA E NATURA, COSTITUISCE LO STRUMENTO EURISTICO FONDAMENTALE PER COMPRENDERE IL FENOMENO DELLA VITA. L'OPERA DI KANT, COSTITUISCE DA QUESTO PUNTO DI VISTA, LA SINTESI PIÙ IMPORTANTE DI QUESTA NOZIONE ELABORATA NELLA MODERNITÀ.
(PER GLI STUDENTI CHE HANNO INSERITO NEL LORO PIANO DI STUDI L'INSEGNAMENTO «STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE A+B», LE INFORMAZIONI DI QUESTA SEZIONE VANNO INTEGRATE CON QUELLE CORRISPONDENTI INSERITE NELLA SCHEDA DELL'INSEGNAMENTO «STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE B»)
Metodi Didattici
LETTURA, COMMENTO E DISCUSSIONE DEI TESTI OGGETTO DEL CORSO. LETTURA, COMMENTO E DISCUSSIONE DI TESTI DI APPROFONDIMENTO E RELATIVI ALLA CONTESTUALIZZAZIONE STORICA E TEMATICA DEI TESTI OGGETTI DEL CORSO.
Verifica dell'apprendimento
ESAME ORALE VOLTO A VERIFICARE IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DEL CORSO.
Testi
I. KANT, "CRITICA DELLA CAPACITÀ DI GIUDIZIO", A CURA DI L. AMOROSO, MILANO, RCS, 1995.
PARTI DA STUDIARE:
- "INTORDUZIONE"
- "TERZO MOMENTO DEI GIUDIZI DI GUSTO, SECONDO LA RELAZIONE DEI FINI CHE VI VIENE PRESA IN CONSIDERAZIONE" §§ 10-17.
È CONSENTITO L'USO DI ALTRE EDIZIONI DELL'OPERA DI KANT.
(PER GLI STUDENTI CHE HANNO INSERITO NEL LORO PIANO DI STUDI L'INSEGNAMENTO «STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE A+B», LE INFORMAZIONI DI QUESTA SEZIONE VANNO INTEGRATE CON QUELLE CORRISPONDENTI INSERITE NELLA SCHEDA DELL'INSEGNAMENTO «STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE B»)
Altre Informazioni
(PER GLI STUDENTI CHE HANNO INSERITO NEL LORO PIANO DI STUDI L'INSEGNAMENTO «STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE A+B», LE INFORMAZIONI DI QUESTA SEZIONE VANNO INTEGRATE CON QUELLE CORRISPONDENTI INSERITE NELLA SCHEDA DELL'INSEGNAMENTO «STORIA DELLE DOTTRINE ESTETICHE B»)
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-03-11]