STORIA DEL TEATRO E DELLA DRAMMATURGIA ANTICA

Lettere STORIA DEL TEATRO E DELLA DRAMMATURGIA ANTICA

0312600056
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA
LETTERE
2022/2023

ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2020
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO INTENDE AVVIARE GLI STUDENTI, ANCHE SPROVVISTI DI UNA FORMAZIONE CLASSICA, ALLA CONOSCENZA DELLA DRAMMATURGIA ANTICA, GRECA E LATINA, CON RIFERIMENTI COSTANTI ANCHE ALLE FORME TEATRALI DELL’ETÀ MODERNA CHE DALLE FORME ANTICHE SONO DISCESE.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
CONOSCERE, ATTRAVERSO LA VALUTAZIONE STORICO-CRITICA DI CONTESTI E MOMENTI PARTICOLARMENTE SIGNIFICATIVI DELLA STORIA DEL TEATRO ANTICO, GLI ASPETTI FONDAMENTALI DEI MECCANISMI DRAMMATICI E LA STRUTTURA E LE REGOLE DEI VARI TIPI DI RAPPRESENTAZIONE

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI RICOSTRUIRE LE TAPPE EVOLUTIVE FONDAMENTALI DEL TEATRO ANTICO, DALL’ETÀ ARCAICA FINO ALL’ETÀ IMPERIALE ROMANA, DI OFFRIRE UNA CORRETTA LETTURA E INTERPRETAZIONE DELLE OPERE TEATRALI E DI INDIVIDUARE LE PIÙ AMPIE PROBLEMATICHE CONTESTUALI CONNESSE AL QUADRO STORICO-CULTURALE CHE LE HA PRODOTTE.

ABILITÀ COMUNICATIVE
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
- DESCRIVERE IN MANIERA AUTONOMA E CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO LE TAPPE EVOLUTIVE DEL TEATRO ANTICO;
- ESPORRE CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E CONSAPEVOLEZZA CRITICA IL TESTO DI UNA TRAGEDIA E DI UNA COMMEDIA ANTICA ILLUSTRANDONE GLI ASPETTI DRAMMATURGICI E PERFORMATIVI.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
- APPRENDERE L’EVOLUZIONE DEL TEATRO ANTICO, SIA AULICO CHE POPOLARE ACQUISENDO CONSAPEVOLEZZA DELL’EVOLUZIONE NEL TEMPO DEI GENERI DRAMMATICI.
- ANALIZZARE CRITICAMENTE IL TESTO DI UNA TRAGEDIA E DI UNA COMMEDIA ANTICA ILLUSTRANDONE GLI ASPETTI DRAMMATURGICI E PERFORMATIVI.
Prerequisiti
NESSUN PREREQUISITO
Contenuti
GLI STUDENTI AFFRONTERANNO GLI ASPETTI FONDAMENTALI DELL’ARTE DRAMMATICA ANTICA ATTRAVERSO LO STUDIO DELLA STORIA DEL TEATRO DRAMMATICO DALLE ORIGINI DELLA COMMEDIA E DELLA TRAGEDIA, AL LORO SVILUPPO E ALLA STRUTTURAZIONE DELLE PARTI COSTITUTIVE DEL DRAMMA. IL TEMA IN SINCRONIA E DIACRONIA ATTRAVERSO LO STUDIO DELL’EVOLUZIONE DELLE PRINCIPALI FORME DRAMMATICHE NEL TEMPO, DELLA LORO INTERPRETAZIONE IN AMBITO ROMANO E DELLE RAPPRESENTAZIONI MENO CANONICHE IN CONTESTO ITALICO (ATELLANA, MIMO, PANTOMIMA). SARÀ PREVISTA, OLTRE ALLA PREPARAZIONE SUL MATERIALE DIDATTICO OFFERTO DAL DOCENTE E ALLO STUDIO DI UN MANUALE DI STORIA DEL TEATRO, LA LETTURA DI UNA TRAGEDIA E DI UNA COMMEDIA.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI; DIALOGHI CHE FAVORISCANO LA PARTECIPAZIONE ATTENTA E L'INTERAZIONE.
Verifica dell'apprendimento
ESAME ORALE CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI SUL PROGRAMMA DEL CORSO.
Testi
G. GUIDORIZZI, INTRODUZIONE AL TEATRO GRECO, MILANO, MONDADORI, 2003
G. CHIARINI-F. MOSETTI CASARETTO, INTRODUZIONE AL TEATRO LATINO, MONDADORI UNIVERSITÀ, MILANO 2004
EURIPIDE. ERACLE, A CURA DI M. S. MIRTO, TESTO GRECO A FRONTE, BUR, MILANO 1997.
PLAUTO. ANFITRIONE, PREFAZIONE DI C. QUESTA, INTRODUZIONE DI G. PADUANO, TRADUZIONE DI M. SCANDOLA, TESTO LATINO A FRONTE, BUR, MILANO 2002 (1953)
AMPHITRUO (UN'EDIZIONE A SCELTA. CONSIGLIATA: INTRODUZIONE DI G. CHIARINI, TRADUZIONE E NOTE DI G. FARANDA (TESTO LATINO A FRONTE), MONDADORI, MILANO 2008
Altre Informazioni
DURANTE IL CORSO SARANNO FORNITI ALTRI MATERIALI.
È CONSIGLIATA LA FREQUENZA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-10-03]