METODI PER IL TRATTAMENTO DELL'INFORMAZIONE

Matematica METODI PER IL TRATTAMENTO DELL'INFORMAZIONE

0512300029
DIPARTIMENTO DI MATEMATICA
CORSO DI LAUREA
MATEMATICA
2022/2023

ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2018
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
648LEZIONE
Obiettivi
L’OBIETTIVO DELL’INSEGNAMENTO È FORNIRE AGLI STUDENTI LE TECNICHE DI BASE DELLA PROGRAMMAZIONE STRUTTURATA ED INTRODURRE I CONCETTI BASE DELLA PROGRAMMAZIONE AD OGGETTI ATTRAVERSO LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI MEDIANTE IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PYTHON (OVVERO PYTHON 3).

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE

GLI STUDENTI ACQUISIRANNO LA CONOSCENZA DI PROGRAMMAZIONE STRUTTURATA ED CONCETTI BASE DELLA PROGRAMMAZIONE AD OGGETTI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

GRAZIE ALLE NOZIONI TEORICHE ED AGLI ESEMPI PRATICI FORNITI GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI IMPLEMENTARE PROGRAMMI MEDIANTE IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PYTHON.
Prerequisiti
GLI ARGOMENTI TRATTATI RICHIEDONO NOZIONI DI BASE DI INFORMATICA.
Contenuti
INTRODUZIONE: COMPUTER E PROGRAMMI, L’ANATOMIA DI UN COMPUTER, IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PYTHON, VARIABILI, OPERATORI ARITMETICI E FUNZIONI, STRINGHE, I/O, CENNI DI GRAFICA.
DECISIONI: L’ENUNCIATO IF. CONFRONTO DI VALORI. CONFRONTO DI STRINGHE. CONFRONTO DI OGGETTI. CONFRONTO CON NULL. ALTERNATIVE MULTIPLE. UTILIZZO DI ESPRESSIONI BOOLEANE.
ITERAZIONI: CICLI WHILE. CICLI FOR. CICLI ANNIDATI. ELABORAZIONE DEI DATI IN INGRESSO. NUMERI CASUALI E SIMULAZIONE.
ANALISI DI COMPLESSITÀ: COMPLESSITÀ COMPUTAZIONALE ED ASINTOTICA. NOTAZIONI O-GRANDE E O-PICCOLO. PROPRIETÀ DI TALI NOTAZIONI. ESEMPI DI COMPLESSITÀ. COMPLESSITÀ ASINTOTICA. I CASI MIGLIORE, MEDIO E PEGGIORE.
FUNZIONI: FUNZIONI COME SCATOLE NERE, REALIZZAZIONE E COLLAUDO DI FUNZIONI, PASSAGGIO DI PARAMETRI, VALORI RESTITUITI, PROGETTAZIONE DI STRUMENTI PER L'ELABORAZIONE D'IMMAGINI, CENNI SULLE FUNZIONI RICORSIVE.
LISTE: PROPRIETÀ BASILARI DELLE LISTE, OPERAZIONI CON LE LISTE, ALGORITMI ELEMENTARI, UTILIZZO DI LISTE NELLE FUNZIONI, ADATTAMENTO DI ALGORITMI, TABELLE.
ECCEZIONI E FILE: LEGGERE E SCRIVERE FILE DI TESTO, FILE BINARI E ACCESSO CASUALE, GESTIONE DELLE ECCEZIONI.
INSIEMI E DIZIONARI: INSIEMI, CREARE E USARE INSIEMI, DIZIONARI, STRUTTURE COMPLESSE.
OGGETTI E CLASSI: PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI, DEFINIRE L'INTERFACCIA PUBBLICA DI UNA CLASSE, COSTRUTTORI, REALIZZARE METODI, RIFERIMENTI A OGGETTI, RIFERIMENTI CONDIVISI, NONE E SELF, GERARCHIE DI EREDITARIETÀ, INVOCARE IL COSTRUTTORE DELLA SUPERCLASSE, SOVRASCRIVERE METODI, POLIMORFISMO.
ORDINAMENTO E RICERCA: ORDINAMENTO PER SELEZIONE E SUA ANALISI, ORDINAMENTO PER FUSIONE (MERGE SORT) E SUA ANALISI, RICERCA LINEARE E BINARIA E ANALISI COMPUTAZIONALE.
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI FRONTALI DI 48 ORE COMPLESSIVE CHE SI SVOLGONO IN AULA. GLI ARGOMENTI TRATTATI SONO SEMPRE ACCOMPAGNATI DA ESEMPI ED ESERCIZI (DA SVOLGERE A CASA E/O IN CLASSE) CONNESSI A PROBLEMI CONCRETI, PERTANTO LE ESERCITAZIONI SONO DA RITENERSI PARTE INTEGRANTE DELLE LEZIONI.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI È CERTIFICATO ATTRAVERSO IL SUPERAMENTO DI UN ESAME SCRITTO/ORALE CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. ALLO STUDENTE SARANNO SOTTOPOSTE DOMANDE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI INDICATI NEL PROGRAMMA DI INSEGNAMENTO. IL FINE DI TALI DOMANDE È ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTO, NONCHÉ A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI ORGANIZZAZIONE AUTONOMA DELL'ESPOSIZIONE E LA CAPACITÀ DI UTILIZZO APPROPRIATO DELLA TERMINOLOGIA NELL'ESPOSIZIONE STESSA.
Testi
CAY HORSTMANN - RANCE D. NECAISE, “CONCETTI DI INFORMATICA E FONDAMENTI DI PYTHON” SECONDA EDIZIONE, APOGEO EDUCATION.
Altre Informazioni
IL DOCENTE SARÀ RAGGIUNGIBILE AL SEGUENTE INDIRIZZO EMAIL: GSCANNIELLO@UNISA.IT
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-21]