FISICA DEL VULCANISMO

Fisica FISICA DEL VULCANISMO

0522600008
DIPARTIMENTO DI FISICA "E.R. CAIANIELLO"
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
FISICA
2014/2015

ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2010
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
648LEZIONE
Obiettivi
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING):

L’OBIETTIVO DEL CORSO È QUELLO DI FORNIRE CONOSCENZE DI BASE SULLA FISICA DEI PROCESSI VULCANICI E SULLE PRINCIPALI METODOLOGIE PER LO STUDIO DELLE CAMERE VULCANICHE, DEI PROCESSI ERUTTIVI E DEI METODI DI MONITORAGGIO E DI VALUTAZIONE DEI RISCHI VULCANICI

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING):

SVILUPPARE CAPACITÀ PER A COMPRENSIONE E L’ANALISI DEI PROCESSI VULCANICI. IL CORSO INTENDE RENDERE LO STUDENTE CAPACE DI ACQUISIRE GLI ELEMENTI PER:
- CONOSCERE E ANALIZZARE I PROCESSI FISICI ALLA BASE DEL VULCANISMO;
- CONOSCERE LE PRINCIPALE METODOLOGIE PER LO STUDIO DELLE ERUZIONI VULCANICHE E PER COMPRENDERNE GLI ASPETTI APPLICATIVI AI FINI DELLA PREVISIONE

AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS):

GLI STUDENTI SONO SPRONATI AD ARRICCHIRE LA LORO CONOSCENZA CON CRITICITÀ E RESPONSABILITÀ, SIA MEDIANTE L’AUSILIO DI MATERIALE DIDATTICO FORNITO, SIA ATTRAVERSO L’INTEGRAZIONE CON FONTI DIVERSE SUGGERITE DAL DOCENTE. IN QUESTO MODO GLI STUDENTI SVILUPPANO CAPACITÀ DI GIUDIZIO IN AUTONOMIA ED IMPARANO A GESTIRE E A RISOLVERE I PROBLEMI PER APPROSSIMAZIONI SUCCESSIVE.

ABILITÀ COMUNICATVE (COMMUNICATION SKILLS):

GLI STUDENTI SONO STIMOLATI A COMUNICARE IN MODO CHIARO E PERSUASIVO LE SOLUZIONI AI PROBLEMI VIA VIA PROPOSTI. ESSI SARANNO INVITATI AD EVIDENZIARE LE IMPLICAZIONI DELLE LORO SCELTE MOTIVANDO ESSE IN MODO APERTO. TALE CONFRONTO SERVIRÀ AD ACQUISIRE LA CAPACITÀ DI VALUTAZIONE DEI VANTAGGI E DEGLI SVANTAGGI DELLE VARIE PROPOSTE AFFINANDO ANCHE CAPACITÀ DI MEDIAZIONE E DI SINTESI. IL CONCORSO COMUNE ALLA SOLUZIONE DI PROBLEMI FAVORIRÀ ANCHE LA CAPACITÀ DI LAVORARE IN GRUPPO.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING ABILITY)

GLI STUDENTI DOVRANNO ACQUISIRE LE CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO NECESSARIE PER INTRAPRENDERE GLI STUDI SUCCESSIVI E APPROFONDIMENTI SUI TEMI DELLE PRINCIPALI PROBLEMATICHE LEGATE ALLA CONOSCENZA FISICA DEI VULCANI E ALLA COMPRENSIONE DEI MECCANISMI ERUTTIVI.
Prerequisiti
CONOSCENZE DI BASE IN MATEMATICA, FISICA, FISICA TERRESTRE, LABORATORIO DI FISICA/GEOFISICA
Contenuti
IL CONTENUTO DEL CORSO DI FISICA DEL VULCANISMO SI ARTICOLA SULLA PRESENTAZIONE DELLE PRINCIPALI PROBLEMATICHE SUI FENOMENI VULCANICI, LORO MODELLISTICA E APPLICAZIONI AI FINI DELLA RIDUZIONE DEI RISCHI VULCANICI. I PRINCIPALI MODULI DI QUESTO CORSO SONO I SEGUENTI:

•ELEMENTI DI VULCANOLOGIA FISICA. TALE MODULO COMPRENDE LA DESCRIZIONE DEI PRINCIPALI ASPETTI FISICI E FENOMENOLOGICI RELATIVI AGLI APPARATI VULCANICI E ALLA LORO GENESI.
•STRUTTURA DEI VULCANI E IDENTIFICAZIONE DELLE CAMERE MAGMATICHE. QUESTO MODULO COMPRENDE LA TRATTAZIONE DEI PRINCIPALI METODI PER L’IDENTIFICAZIONE DELLA STRUTTURA SUPERFICIALE E PROFONDA DEI VULCANI E DEI CONDOTTI DI ALIMENTAZIONE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA TOMOGRAFIA GEOFISICA.
•SORVEGLIANZA DEI VULCANI. QUESTO MODULO TRATTA IL PROBLEMA DELL’IDENTIFICAZIONE DEI FENOMENI PRECURSORI DELLE ERUZIONI E IL PROBLEMA DELL’EARLY WARNING.
•MODELLI DI ESPLOSIONE DEI VULCANI. TALE CAPITOLO SI CONCENTRA SULLE PROBLEMATICHE LEGATE AL TRASPORTO DEL MAGMA E AI MECCANISMI ERUTTIVI, OLTRE ALLE METODOLOGIE PER SIMULARE TALI FENOMENI.
•IL RISCHIO VULCANICO. TALE MODULO È LEGATO ALLE PROBLEMATICHE DI TIPO STATISTICO E PREDITTIVO PER LA STIMA E LA VALUTAZIONE DEI VARI TIPI DI PERICOLOSITÀ DEI FENOMENI VULCANICI E ALLE METODOLOGIE UTILIZZATE PER LA MINIMIZZAZIONE DEL RISCHIO VULCANICO.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI E ESERCITAZIONI SULLA STRUTTURA DEI VULCANI E LORO DINAMICA
Verifica dell'apprendimento
L’ESAME CONSISTE DI UNA PROVA SCRITTA, UNA PROVA ORALE CON LA DISCUSSIONE E LA PRESENTAZIONE DI UN PROGETTO. IL VOTO FINALE SARA' BASATO SULLA VALUTAZIONE MEDIA DELLE PROVE E DELL'ELABORATO.
Testi
SCARPA R., TILLING R., 1996. MONITORING AND MITIGATION OF VOLCANO HAZARDS. SPRINGER-VERLAG, BERLIN, 841 PP.
GIACOMELLI L., SCANDONE R., 2002, VULCANI E ERUZIONI, PITAGORA ED. BOLOGNA, 278 PP
Altre Informazioni
ROBERTO.SCARPA@SA.INFN.IT
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]