TEORIA DELLE INTERAZIONI FONDAMENTALI

Fisica TEORIA DELLE INTERAZIONI FONDAMENTALI

0522600023
DIPARTIMENTO DI FISICA "E.R. CAIANIELLO"
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
FISICA
2014/2015

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2014
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
432LEZIONE
224ESERCITAZIONE
Obiettivi
LA FORMAZIONE DI UNO STUDENTE DI FISICA DELLA LAUREA MAGISTRALE NON PUO’ PRESCINDERE, QUALUNQUE SIA IL PROFILO DEL PIANO DI STUDI PRESCELTO, DA UNA CONOSCENZA ADEGUATA DELLA STRUTTURA DELLA MATERIA A LIVELLO NUCLEARE E SUBNUCLEARE. IL CORSO SI PROPONE DI AGGIORNARE E COMPLETARE IN MISURA CONVENIENTE LA CONOSCENZA DELLO STUDENTE RELATIVAMENTE ALLE ATTUALI TEORIE SULLE INTERAZIONI FONDAMENTALI CHE PRESIEDONO ALLA DINAMICA DEI COMPONENTI ELEMENTARI DELLA MATERIA. SEBBENE IL CORSO SIA DI CARATTERE TEORICO, SPAZIO SUFFICIENTE VERRA’ DATO ALLA PARTE FENOMENOLOGICA.
Prerequisiti
LAUREA DI PRIMO LIVELLO E L’AVER SUPERATO UN ESAME DI CARATTERE INTRODUTTIVO ALLA FISICA NUCLEARE E SUBNUCLEARE NEL PRIMO TRIENNIO DI STUDI.
Contenuti
RICHIAMI DELLE NOZIONI SUI GRUPPI DI SIMMETRIE E DI INVARIANZA E DELLE LEGGI DI CONSERVAZIONE CHE LO STUDENTE HA APPRESO IN ALTRI CORSI. APPROFONDIMENTI FINALIZZATI AGLI ARGOMENTI OGGETTO DEL PRESENTE CORSO. TEORIE DI GAUGE ABELIANE E NON-ABELIANE. CAMPI DI YANG E MILLS. TECNICHE PERTURBATIVE E GRAFICI DI FEYNMANN ELEMENTARI. ELEMENTI DI QED FINALIZZATI ALL'INTRODUZIONE AL MODELLO STANDARD DELLE PARTICELLE ELEMENTARI. INTERAZIONE DEBOLE. NECESSITÀ DEL SUPERAMENTO DELLA TEORIA DI FERMI E MODELLO DI GELL MANN E MARSHAK. ROTTURA SPONTANEA DELLA SIMMETRIA, TEOREMA DI NAMBU-GOLDSTONE E CONDENSAZIONE BOSONICA. FISICA NON-PERTURBATIVA E TEORIA QUANTISTICA DEI CAMPI. MECCANISMO DI ANDERSON-HIGGS-KIBBLE. UNIFICAZIONE DELLE INTERAZIONI DEBOLE ED EM. MODELLO STANDARD. MIXING E OSCILLAZIONI DI NEUTRINI E MESONI. MODELLI A QUARK. GAUGE NON-ABELIANA, COLORE E GLUONI. INTRODUZIONE ALLA CROMODINAMICA QUANTISTICA. SOLUZIONI SOLITONICHE E TOPOLOGICAMENTE NON BANALI, VORTICI, MONOPOLI, ISTANTONI. GRANDE UNIFICAZIONE. MODELLO SU(5). CENNI ALLE TEORIE SUPERSIMMETRICHE.
Metodi Didattici
LO STUDENTE È OBBLIGATO A SEGUIRE LE LEZIONI E A PARTECIPARE ALLE DISCUSSIONI CON PROPRI INTERVENTI SU SOGGETTI PARTICOLARI. L'INTERAZIONE E LE DISCUSSIONI CONTINUE DURANTE LE LEZIONI PERMETTONO UNA VERIFICA IN ITINERE NON SUPERFICIALE DELLA PREPARAZIONE DELLO STUDENTE.
Verifica dell'apprendimento
LA VERIFICA FINALE CONSISTE IN UN ESAME FORMALE ORALE DURANTE IL QUALE LO STUDENTE È ANCHE TENUTO A PRESENTARE SOTTO FORMA DI SEMINARIO UN BREVE RESOCONTO SU UN TEMA PRECEDENTEMENTE SELEZIONATO TRA UNA ROSA DI TEMI PROPOSTA DAL DOCENTE.SI RICHIEDE CHE LO STUDENTE SVILUPPI LA CAPACITÀ DI ESPORRE IN MODO CHIARO ED ESAUSTIVO GLI ARGOMENTI TRATTATI E DIMOSTRI CAPACITÀ DI GIUDIZIO CRITICO AUTONOMO. EGLI DEVE ANCHE DIMOSTRARE CAPACITÀ NELLA RISOLUZIONE DEI PROBLEMI PROPOSTI DURANTE IL CORSO.
Testi
J. LEITE LOPEZ, GAUGE FIELD THEORIES: AN INTRODUCTION, PERGAMON PRESS, OXFORD 1981
H.UMEZAWA AND G. VITIELLO, QUANTUM MECHANICS, BIBLIOPOLIS, NAPOLI 1985
I.J.R. AITCHISON AND A. J. G.HEY, GAUGE THEORIES IN PARTICLE PHYSICS: A PRACTICAL INTRODUCTION, ADAM HILGER, PHILADELPHIA 1989
S.S. SCHWEBER, AN INTRODUCTION TO RELATIVISTIC QFT, HARPER&ROW, N.Y. 1961
F.E. CLOSE, AN INTRODUCTION TO QUARKS AND PARTONS, ACADEMIC PRESS, N.Y. 1979
M.BLASONE, P.JIZBA AND G.VITIELLO, QUANTUM FIELD THEORY AND ITS MACROSCOPIC MANIFESTATIONS, IMPERIAL COLLEGE PRESS, LONDON 2011
B.POVH, K.RITH, C.SCHOLZ, F.ZETSCHE, PARTICELLE E NUCLEI, BOLLATI BORINGHIERI, TORINO 1998

ARTICOLI DA RIVISTE SPECIALISTICHE PROPOSTI A LEZIONE.

Altre Informazioni
LO STUDENTE È INVITATO A CONTATTARE IL DOCENTE OGNI VOLTA CHE NE SENTA LA NECESSITÀ. A QUESTO SCOPO ALLO STUDENTE VIENE DATO L'INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA DEL DOCENTE IN MODO DA FISSARE APPUNTAMENTI ANCHE AL DI FUORI DELLE ORE E DEI GIORNI DI RICEVIMENTO DEGLI STUDENTI.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]