MECCATRONICA

Ingegneria Meccanica MECCATRONICA

0612300024
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE
CORSO DI LAUREA
INGEGNERIA MECCANICA
2022/2023

ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2018
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO DI MECCATRONICA MIRA A FORNIRE GLI ELEMENTI TEORICI SULL’INTEGRAZIONE DI COMPONENTI MECCANICI, ELETTRONICI ED OLEODINAMICI CON LE LOGICHE DI CONTROLLO TRADIZIONALI. COMPLETANO IL PROGRAMMA LO STUDIO DI ATTUATORI E SENSORI DI DIFFUSO IMPIEGO, NONCHE' DI STRUMENTI SOFTWARE PER LA SIMULAZIONE, CON ESERCITAZIONI IN LABORATORIO SU SPECIFICI SETUP PER IL CONTROLLO IN RETROAZIONE DI SISTEMI MECCANICI.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: IL CORSO PUNTA A DOTARE GLI ALLIEVI DEGLI STRUMENTI UTILI ALLA COMPRENSIONE DEL FUNZIONAMENTO, DELLE FINALITA' E DELLE PRESTAZIONI ATTESE DA DISPOSITIVI IMPIEGATI IN IMPIANTI AUTOMATICI CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI PROCESSI PIU' RICORRENTI NEL TERRITORIO DI RIFERIMENTO E NELL'INGEGNERIA INDUSTRIALE IN GENERE. LA SEZIONE DI PROGRAMMA "MODELLI DI SISTEMI" E', PERTANTO, FOCALIZZATA SU UNA METODOLOGIA GENERALE PER LA DETERMINAZIONE DELLA RISPOSTA DINAMICA DI SISTEMI E DISPOSITIVI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: LE ESERCITAZIONI DI TAGLIO SIMULATIVO PROPONGONO RIPETUTI SPUNTI PER L'APPLICAZIONE DELLE METODOLOGIE APPRESE NELLE LEZIONI FRONTALI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO: IL CORSO E' ALTRESI' RIVOLTO A STIMOLARE CAPACITA' DI GIUDIZIO AUTONOME IN MERITO AL CONFRONTO TRA SOLUZIONI INGEGNERISTICHE IN AREA CONTROLLI E AUTOMAZIONE, SULLA SCORTA DI CRITERI PREDETERMINATI.

ABILITÀ COMUNICATIVE: IN LINEA CON LE MODALITA' DI VERIFICA DESCRITTE NELL'APPOSITA SEZIONE, ALL'ALLIEVO E' RICHIESTA LA PRESENTAZIONE E DISCUSSIONE DELLA PROPRIA SOLUZIONE AL PROBLEMA DI SIMULAZIONE AFFRONTATO IN SEDE DI PROVA SCRITTA.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
RIUSCIRE AD APPLICARE E AGGIORNARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO, TENENDO CONTO DEI PROGRESSI TECNOLOGICI.
Prerequisiti
PER IL PROFICUO RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI SONO RICHIESTE CONOSCENZE DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE E CONOSCENZE DI BASE DI ELETTROTECNICA.
IL SUPERAMENTO DELL'ESAME DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE E' NECESSARIO PER PRENOTARSI ALL'ESAME DI MECCATRONICA IN QUANTO INSEGNAMENTO PROPEDEUTICO.
Contenuti
ELEMENTI DI BASE E MODELLI DI SISTEMI; SUDDIVISIONE IN SOTTOSISTEMI; TIPI DI INGRESSI. APPROCCIO DIRETTO E TRASFORMATA DI LAPLACE. FUNZIONE DI TRASFERIMENTO; TRANSITORIO E REGIME. SISTEMA IN ANELLO APERTO E CHIUSO, APPLICAZIONI MATLAB-SIMULINK (LEZ. 10/ESERC. 4/LAB. 6).
SENSORI ED ATTUATORI PER IL CONTROLLO DEI SISTEMI MECCANICI: SENSORI PER LA MISURA DI POSIZIONE E VELOCITÀ. ENCODER, RESOLVER, SENSORI DI POSIZIONE NO-CONTACT. ESEMPI E MODELLI DI ATTUATORI ELETTRICI. ATTUATORE OLEODINAMICO. RIDUTTORI IMPIEGATI IN AMBITO ROBOTICO: HARMONIC DRIVE E ROTISMI CICLOIDALI. CARATTERISTICHE MECCANICHE TIPO ED ACCOPPIAMENTO MOTORE CARICO. EFFETTO DEL RAPPORTO DI TRASMISSIONE NEL FUNZIONAMENTO A REGIME ED IN TRANSITORIO (LEZ. 16/ESERC. 5/LAB. 5).
SIMULAZIONE E LABORATORIO. SISTEMI VIBRANTI: SKYHOOK DAMPING E CONTROLLO DI FORZA TRASMESSA. REGOLATORI PER IL CONTROLLO D’ASSE. APPLICAZIONI SUI BANCHI TWIN ROTORS E ANTI-LOCK BRAKING SYSTEM. APPLICAZIONI MATLAB/SIMULINK (LEZ. 4/ESERC. 2/LAB. 8).
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI IN AULA, ESERCIZI E SIMULAZIONI AL COMPUTER, APPLICAZIONI IN LABORATORIO. LE SIMULAZIONI AL COMPUTER PREVEDONO LA SOLUZIONE DI PROBLEMI DI DINAMICA IN PRESENZA DI SISTEMI DI CONTROLLO E ATTUATORI: SI RICHIEDE LA FORMALIZZAZIONE DEL MODELLO MATEMATICO E L'IMPLEMENTAZIONE DI UNO SCHEMA SIMULATIVO IN MATLAB-SIMULINK PER LA DEFINIZIONE SUL PIANO QUANTITATIVO DELLA SOLUZIONE. CORSO EROGATO IN LINGUA ITALIANA.
Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI AVVIENE MEDIANTE UNA PROVA DI SIMULAZIONE AL COMPUTER ED UN COLLOQUIO.
LA PROVA DI SIMULAZIONE VALUTA IN MANIERA POSITIVA: IL RIGORE METODOLOGICO NELLA DEFINIZIONE DEL PROBLEMA SUL PIANO DEL MODELLO DEL SISTEMA DINAMICO IN ESAME E DELL'EVENTUALE AZIONE DEL REGOLATORE; LA LIMITATA COMPLESSITA' DELL'ALGORITMO IMPLEMENTATO COME PRESUPPOSTO PER CONTENERE GLI ERRORI DI SIMULAZIONI; LA VERSATILITA' DELLA SOLUZIONE DI CONTROLLO INDIVIDUATA.

IL VOTO FINALE, ESPRESSO IN TRENTESIMI CON EVENTUALE LODE, DIPENDERÀ DALLA MATURITÀ GLOBALE ACQUISITA SUI CONTENUTI DEL CORSO.
IL VOTO MINIMO (18/30) E' RAGGIUNTO MOSTRANDO UNA CORRETTA FORMALIZZAZIONE DEL MODELLO DINAMICO AVENDO BEN INTESO IL PROBLEMA PROPOSTO DALLA TRACCIA D'ESAME E UNA SUFFICIENTE CONOSCENZA DEGLI ARGOMENTI DEL CORSO. VOTI PROGRESSIVAMENTE PIU' ALTI SARANNO RAGGIUNTI ARGOMENTANDO RISULTATI DELLA PROVA DI SIMULAZIONE SOSTANZIALMENTE VALIDI E CON UN NUMERO RIDOTTO DI INCERTEZZE CHE INFLUENZINO IL RISULTATO PRINCIPALMENTE SUL SOLO PIANO QUANTITATIVO.
IL VOTO MASSIMO (30/30) E' ATTRIBUITO ALLO STUDENTE CHE RAGGIUNGA UNA SOLUZIONE CORRETTA DEL PROBLEMA SIMULATIVO SUL PIANO QUALITATIVO E QUANTITATIVO E CHE DIMOSTRI COMPLETA PADRONANZA DEI TEMI DEL CORSO. LA LODE E' ATTRIBUITA AGLI ALLIEVI CHE HANNO MATURATO CAPACITA' DI FORMULARE PARALLELISMI TRA I CONTENUTI DEL CORSO E CONTESTI INGEGNERISTICI PIU' AMPI EVENTUALMENTE IN PRESENZA DI PROBLEMI INCONSUETI O NON ESPRESSAMENTE TRATTATI A LEZIONE.
Testi
DIANA, RESTA, “CONTROLLO DI SISTEMI MECCANICI”, ED. POLIPRESS, ISBN: 9788873980244, 2007.
DISPENSA SU DISPOSITIVI E CONTROLLO SUL PORTALE HTTP://ELEARNING.DIMEC.UNISA.IT/
APPUNTI DALLE LEZIONI.

TESTI DI CONSULTAZIONE:
ALLOTTA, PUGI, “MECCATRONICA, AZIONAMENTI ELETTRICI ED OLEODINAMICI, 2016, SOCIETÀ EDITRICE ESCULAPIO ISBN: 978-88-7488-922-8.
LEGNANI, ADAMINI, TIBONI, “MECCANICA DEGLI AZIONAMENTI” VOL.1 AZIONAMENTI ELETTRICI, PROG. LEONARDO – BOLOGNA ISBN: 88-86524-64-1.
Altre Informazioni
CORSO EROGATO IN LINGUA ITALIANA.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2023-01-23]