INTELLIGENZA ENERGETICA

Ingegneria Informatica INTELLIGENZA ENERGETICA

0622700031
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE ED ELETTRICA E MATEMATICA APPLICATA
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
INGEGNERIA INFORMATICA
2014/2015

ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2012
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO DI INTELLIGENZA ENERGETICA SI PROPONE L'OBIETTIVO DI TRATTARE PROBLEMATICHE INERENTI A DISPOSITIVI, METODOLOGIE, ALGORITMI, TECNOLOGIE E TECNICHE DIGITALI PER LO SVILUPPO E IL CONTROLLO DI APPARATI E SISTEMI DI DATA-PROCESSING ED ENERGY-PROCESSING DISTRIBUITI AD ELEVATA EFFICIENZA ENERGETICA E BASSO CONSUMO DI ENERGIA. SCOPO DEL CORSO È FORNIRE AGLI STUDENTI CONOSCENZE E COMPETENZE DI UTILITÀ NELLO SVILUPPO DI SOLUZIONI ENERGETICAMENTE INTELLIGENTI PER LE GREEN ICT.
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: CONOSCENZA DEI SISTEMI DI PRODUZIONE DISTRIBUITA DELL'ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI E RELATIVE PROBLEMATICHE DI OTTIMIZZAZIONE, INTEGRAZIONE, CONTROLLO E MONITORAGGIO. CONOSCENZA DI DISPOSITIVI, METODI ED ALGORITMI PER L'OTTIMIZZAZIONE DEI FLUSSI ENERGETICI E LA PROGETTAZIONE DI SISTEMI DI DATA-PROCESSING, ENERGY PROCESSING E CONTROLLO/MONITORAGGIO DISTRIBUITO A BASSO CONSUMO ED ELEVATA EFFICIENZA. CONOSCENZA DI DISPOSITIVI DIGITALI, ALGORITMI E TECNICHE DI DIGITAL POWER CONTROL PER LE GREEN ICT.
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE: CONOSCENZA DELLE PRINCIPALI PROBLEMATICHE ENERGETICHE E VALUTAZIONE CRITICA DELLE SOLUZIONI PIÙ IDONEE PER LA REALIZZAZIONE DI SOLUZIONI ENERGETICAMENTE INTELLIGENTI IN RELAZIONE ALLE SPECIFICITÀ DEL PROBLEMA APPLICATIVO. CAPACITÀ DI VALUTARE LE PROPRIETÀ E LE PRESTAZIONI DI DISPOSITIVI E SISTEMI DI CONTROLLO DIGITALE DISTRIBUITI E DI ALGORITMI DI PROGETTO E CONTROLLO IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE DI OTTIMIZZAZIONE DELL'APPLICAZIONE. CAPACITÀ DI SVILUPPO DI ALGORITMI DI PROGETTAZIONE E CONTROLLO E DI ARCHITETTURE FINALIZZATE ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI ENERGETICAMENTE INTELLIGENTI.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO: SAPER INDIVIDUARE E SVILUPPARE SOLUZIONI ARCHITETTURALI ED ALGORITMI IDONEI ALLE SPECIFICITÀ DELL'APPLICAZIONE E VALUTARE CRITICAMENTE LA COERENZA FRA LE PRESTAZIONI ATTESE E I RISULTATI OTTENUTI.
ABILITÀ COMUNICATIVE: SAPER ILLUSTRARE E DISCUTERE SIA VERBALMENTE CHE ATTRAVERSO STRUMENTI DI RAPPRESENTAZIONE SISTEMISTICI E MATEMATICI LE PRINCIPALI PROBLEMATICHE ENERGETICHE INERENTI ALLE GREEN ICT E LE RELATIVE SOLUZIONI.
CAPACITÀ DI APPRENDERE: SAPER APPLICARE ED ESTENDERE LE CONOSCENZE ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO, ED APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI USANDO MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI.
Prerequisiti
PER IL PROFICUO RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI SONO RICHIESTE LE CONOSCENZE DI ANALISI MATEMATICA, FISICA, PROGRAMMAZIONE DEI CALCOLATORI ELETTRONICI, CIRCUITI DIGITALI ED ELETTROTECNICA.
Contenuti
IPRODUZIONE DISTRIBUITA DELL'ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI. CARATTERISTICHE ARCHITETTURALI E COMPORTAMENTALI DELLE SORGENTI FOTOVOLTAICHE. SISTEMI DI CONTROLLO CENTRALIZZATO E DISTRIBUITO. MASSIMIZZAZIONE DELL'ENERGIA UTILE. ALGORITMI DI CONTROLLO, CONFIGURAZIONE STATICA E RICONFIGURAZIONE DINAMICA DI SISTEMI FOTOVOLTAICI. SISTEMI DI ILLUMINAZIONE A LED E RELATIVE ARCHITETTURE E LOGICHE DI CONTROLLO E ADATTAMENTO AMBIENTALE (ORE: 10/6/4)
IIPROBLEMATICHE ENERGETICHE NEI DISPOSITIVI E SISTEMI DI ELABORAZIONE. TECNOLOGIE DIGITALI A BASSO CONSUMO. SISTEMI DI CONTROLLO E MONITORAGGIO DISTRIBUITI. MICROCONTROLLORI, DSP, FPGA, MICROPROCESSORI E LORO IMPIEGO E PROGRAMMAZIONE NELLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI A BASSO CONSUMO PER IL CONTROLLO DIGITALE DISTRIBUITO DELLA POTENZA, DI SISTEMI E RETI DI SENSORI PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE E COMPORTAMENTALE E LA GESTIONE INTELLIGENTE DI SISTEMI DI ILLUMINAZIONE A BASSO CONSUMO. (ORE: 10/6/4)
III.TECNICHE DI PROGETTAZIONE ASSISTITA AL CALCOLATORE ED ALGORITMI DI OTTIMIZZAZIONE PER LO SVILUPPO DI CIRCUITI ED ARCHITETTURE DI POTENZA PER LA CONVERSIONE DELL'ENERGIA AD ELEVATA EFFICIENZA, DI SISTEMI FOTOVOLTAICI OTTIMIZZATI PER L'INTEGRAZIONE ARCHITETTONICA E LA MOBILITÀ SOSTENIBILE, DI SISTEMI INTEGRATI PER LA GENERAZIONE E L'IMMAGAZZINAMENTO DISTRIBUITO DELL'ENERGIA. TECNICHE ED ALGORITMI DI RICONOSCIMENTO ED IDENTIFICAZIONE E CONTROLLO ADATTATIVO. (ORE: 10/6/4)

TOTALE ORE 60:
30 ORE LEZIONE FRONTALE
20 ORE ESERCITAZIONE IN AULA
10 ORE ESPERIENZA DI LABORATORIO
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI TEORICHE, ESERCITAZIONI IN AULA ED ESERCITAZIONI PRATICHE IN LABORATORIO. NELLE ESERCITAZIONI IN AULA VENGONO DISCUSSI ESEMPI APPLICATIVI DELLE TECNOLOGIE, DEI SISTEMI, DEI METODI E DEGLI ALGORITMI OGGETTO DELLE LEZIONI TEORICHE E VENGONO ASSEGNATI AGLI STUDENTI CASI DI STUDIO APPLICATIVI DA RISOLVERE. NEL CORSO DELLE ESERCITAZIONI IN LABORATORIO GLI STUDENTI SVILUPPANO CODICI DI CONTROLLO DI DISPOSITIVI HARDWARE E CODICI DI PROGETTAZIONE DI APPARATI E SISTEMI OGGETTO DEL CORSO DISCUTENDO IN FORMA COLLETTIVA I RISULTATI.
Verifica dell'apprendimento
LA PROVA DI ESAME È FINALIZZATA A VALUTARE NEL SUO COMPLESSO LA CONOSCENZA E LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DEI CONCETTI PRESENTATI AL CORSO, LA CAPACITÀ DI APPLICARE TALI CONOSCENZE PER LA RISOLUZIONE DI PROBLEMI DI CONTROLLO E PROGETTAZIONE DI SISTEMI DI DATA AND ENERGY PROCESSING AD ELEVATA EFFICIENZA ENERGETICA E BASSO CONSUMO, L’AUTONOMIA DI GIUDIZIO, LE ABILITÀ COMUNICATIVE E LA CAPACITÀ DI APPRENDERE.
LA PROVA CONSISTE IN UNA PROVA PRATICA ED UN COLLOQUIO ORALE. LA PROVA PRATICA CONSISTE NELLA RISOLUZIONE DI UN PROBLEMA DI CONTROLLO O PROGETTAZIONE DI UN SISTEMA DI DATA-PROCESSING O ENERGY-PROCESSING AD ELEVATA EFFICIENZA ENERGETICA O A BASSO CONSUMO, CHE LO STUDENTE SVILUPPA NEL CORSO DELLA PROVA STESSA SVOLTA IN LABORATORIO, E NELLA REDAZIONE DI UN ELABORATO NEL QUALE LO STUDENTE RIPORTA L'INQUADRAMENTO E LA FORMALIZZAZIONE DEL PROBLEMA AFFRONTATO, I RISULTATI OTTENUTI MEDIANTE IL CODICE SVILUPPATO E LA LORO DISCUSSIONE CRITICA. FRA GLI ARGOMENTI OGGETTO DELLA PROVA POSSONO ESSERE INCLUSI ALGORITMI DI CONTROLLO E PROGETTAZIONE DI SISTEMI FOTOVOLTAICI E DI ILLUMINAZIONE, PROGRAMMAZIONE DI DISPOSITIVI DI CONTROLLO DIGITALI A BASSO CONSUMO, ALGORITMI DI IDENTIFICAZIONE. LO SCOPO DELLA PROVA È VALUTARE LA CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE, LA CAPACITÀ DI FORMALIZZARE IL PROBLEMA E LA SUA RISOLUZIONE, L’AUTONOMIA DI GIUDIZIO. ALLA PROVA SCRITTA È ATTRIBUITA UNA VALUTAZIONE IN DIPENDENZA DELLA CORRETTEZZA DELL'IMPOSTAZIONE E DEI RISULTATI NELLA SEGUENTE SCALA: OTTIMO, BUONO, DISCRETO, SUFFICIENTE, INSUFFICIENTE. E' RICHIESTA UNA VALUTAZIONE ALMENO SUFFICIENTE PER L'ACCESSO ALLA PROVA ORALE, ALTRIMENTI LA PROVA D'ESAME DEVE ESSERE RIPETUTA. IL COLLOQUIO ORALE HA LO SCOPO DI VALUTARE LA CAPACITÀ DI ESPORRE E DISCUTERE I CONTENUTI DELL'ELABORATO E DI ARGOMENTARE LE SCELTE EFFETTUATE E VERTERÀ ANCHE SU TUTTI GLI ARGOMENTI DEL CORSO. LA VALUTAZIONE DEL COLLOQUIO TERRÀ CONTO DELLE CONOSCENZE DIMOSTRATE DALLO STUDENTE E DEL GRADO DEL LORO APPROFONDIMENTO, DELLA CAPACITÀ DI APPRENDERE DIMOSTRATA, DELLA QUALITÀ DELL’ESPOSIZIONE E DALLA QUALITÀ DELL’ELABORATO DISCUSSO.
NELLA VALUTAZIONE FINALE, ESPRESSA IN TRENTESIMI, LA VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA E DELLA PROVA ORALE PESERANNO CIASCUNA PER IL 50%. LA LODE POTRÀ ESSERE ATTRIBUITA AGLI STUDENTI CHE DIMOSTRINO DI SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE CON NOTEVOLE AUTONOMIA E SENSO CRITICO.
Testi
- DISPENSE FORNITE DAL DOCENTE.
Altre Informazioni
L’INSEGNAMENTO È EROGATO IN PRESENZA. LA LINGUA DI INSEGNAMENTO È L’ITALIANO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]