CHIMICA ANALITICA E INTRODUZIONE ALL'ANALISI DEI FARMACI

Farmacia CHIMICA ANALITICA E INTRODUZIONE ALL'ANALISI DEI FARMACI

0760100064
DIPARTIMENTO DI FARMACIA
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
FARMACIA
2019/2020

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2016
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1CHIMICA ANALITICA MODULO DI CHIMICA ANALITICA E INTRODUZIONE ALL'ANALISI DEI FARMACI
648LEZIONE
2LAB. INTRODUTTIVO ALL'ANALISI DEI FARMACI MODULO DI CHIMICA ANALITICA E INTRODUZIONE ALL'ANALISI DEI FARMACI
540LABORATORIO
Obiettivi
L’ insegnamento è volto alla acquisizione delle conoscenze e alla comprensione delle principlai norme di sicurezza in laboratorio, degli equilibri ionici in soluzione, dei principi dei metodi di analisi qualitativa e quantitativa, e delle varie fasi di un procedimento analitico con particolare riguardo alla interpretazione dei risultati e alla valutazione statistica della loro attendibilità.
Lo studente applicando le competenze acquisite, dovrà essere in grado di elaborare e utilizzare metodiche classiche e strumentali, quali metodi gravimetrici e volumetrici, spettroscopici, tecniche di separazione e purificazione con speciale attenzione alla cromatografia e all’interpretazione dei cromatogrammi
Prerequisiti
E' RICHIESTA L’ACQUISIZIONE DEGLI OBIETTIVI RELATIVI ALLA CHIMICA GENERALE ED INORGANICA.
SONO INOLTRE RICHIESTE COGNIZIONI GENERALI DI CHIMICA ORGANICA, MATEMATICA E FISICA.
Contenuti
CONCETTI FONDAMENTALI
- FIGURE DI MERITO DI UN METODO DI ANALISI.
SENSIBILITÀ, SELETTIVITÀ, INTERVALLO DINAMICO, ROBUSTEZZA
- CARATTERISTICHE DEI RISULTATI DI UN'ANALISI
ACCURATEZZA, PRECISIONE, RAPPRESENTATIVITÀ, ESATTEZZA. TEST RECUPERO E TEST DILUIZIONE.
VALUTAZIONE E TRATTAMENTO STATISTICO DEI DATI SPERIMENTALI.
STATISTICA UNI VARIATA; ERRORI; TEST STATISTICI: T-TEST, F TEST. TEST DI DIXON (O Q-TEST); METODI DI TARATURA/CALIBRAZIONE
STANDARD ESTERNI, STANDARD INTERNI, METODO DELLE AGGIUNTE STANDARD; CORRELAZIONE E REGRESSIONE UNI VARIATA; METODI MULTIVARIATI (CENNI)
METODI CLASSICI ED EQUILIBRI IN SOLUZIONE
- ATTIVITÀ E CONCENTRAZIONE. VOLUMETRIA; EQUILIBRI ACIDO-BASE; EQUILIBRI DI COMPLESSAZIONE METALLO – LEGANTE; EQUILIBRI DI SOLIDO-SOLUZIONE DI COMPOSTI IONICI POCO SOLUBILI; EQUILIBRI DI OSSIDO-RIDUZIONE; TITOLAZIONI NEUTRALIZZAZIONE, COMPLESSO METRICHE, PRECIPITAZIONE, REDOX.
LE TECNICHE GRAVIMETRICHE: PRINCIPI.
PRINCIPI DI ANALISI STRUMENTALE
IL SEGNALE ANALITICO: ASPETTI QUALITATIVI E QUANTITATIVI, IL RAPPORTO SEGNALE-RUMORE.
TECNICHE SPETTROFOTOMETRICHE
PROPRIETÀ DELLE RADIAZIONI ELETTROMAGNETICHE. INTERAZIONE RADIADIAZIONE-MATERIA. SORGENTI. PORTACAMPIONI. AMPIEZZA E INTENSITÀ DELLE RIGHE. LEGGE DI LAMBERT-BEER. ATTIVITÀ OTTICA. FLUORESCENZA E FOSFORESCENZA. PRINCIPALI TECNICHE SPETTROSCOPICHE. METODI DIFFRATTOMETRICI. METODI DI RISONANZA. SPETTROMETRIA DI MASSA.
TECNICHE DI ESTRAZIONE E SEPARAZIONE. METODI CROMATOGRAFICI. ASPETTI QUALITATIVI E QUANTITATIVI. STRUMENTAZIONE E TECNICHE. (TLC, GC, LC, SFC). SISTEMI DI RIVELAZIONE PER LA CROMATOGRAFIA PLANARE, GASCROMATOGRAFIA E HPLC.
CARATTERISTICHE GENERALI DEI METODI ELETTROCHIMICI. EQUAZIONE DI NERNST. TIPI DI ELETTRODI (METALLICI E A MEMBRANA). POTENZIOMETRIA. ELETTROGRAVIMETRIA. COULOMETRIA. VOLTAMMETRIA.

UNA MISCELA DI SALI OMPLESSA SECONDO LA
SISTEMATICA DEI CATIONE E DEGLI ANIONI. RICONOSCIMENTO DEI RELATIVI CATIONI ED ANIONI MEDIANTE REAZIONI
SULLA SOSTANZA ALLO STATO SOLIDO ED IN SOLUZIONE. SAGGI SPECIFICI PER VIA SECCA E VIA UMIDA. FARMACI
INORGANICI (RIPORTATI ANCHE NELLA FU ITALIANA ED EUROPEA). DETERMINAZIONE DEL PH (METODI).
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, DIDATTICA INTERATTIVA, ESERCITAZIONI NUMERICHE.

- ESERCITAZIONI POSTO SINGOLO IN LABORATORIO
Verifica dell'apprendimento
-LA PROVA DI ESAME È FINALIZZATA A VALUTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZE ACQUISITE E LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI GESTIRE TALI CONOSCENZE AL FINE RISOLVERE PROBLEMI ANALITICI. IL VOTO, ESPRESSO IN TRENTESIMI CON EVENTUALE LODE, DIPENDERÀ DAL LIVELLO DI CONOSCENZA DELLE MATERIE TRATTATE E DALLA COMPROVATA ABILITÀ A GESTIRE IL CALCOLO STECHIOMETRICO AL FINE DI OTTENERE IL RISULTATO CORRETTO. ESSA CONSISTE IN UNA PROVA SCRITTA PROPEDEUTICA A UN COLLOQUIO ORALE.
LA PROVA SCRITTA E DIVISA IN DUE PARTI: LA PRIMA DI RIPASSO DELLE CONOSCENZE DI CHIMICA GENERALE, LA SECONDA DI CALCOLO STECHIOMETRICO PIÙ PROPRIAMENTE APPLICATO A PROBLEMI ANALITICI. PER ACCEDERE ALLA PROVA ORALE È NECESSARIO RAGGIUNGERE LA SUFFICIENZA NELLA PROVA SCRITTA RISOLVENDO ALMENO 5 ESERCIZI SU 8.
LA PROVA ORALE CONSISTERÀ IN UN COLLOQUIO IN CUI VERRANNO VERIFICATE PREVALENTEMENTE LE CONOSCENZE DI CHIMICA ANALITICA STRUMENTALE ED IN PARTICOLARE L’USO DELLE TECNICHE SEPARATIVE, DELLE DIVERSE TECNICHE CROMATOGRAFICHE, SPETTROSCOPICHE, DI CALIBRAZIONE E LA TRATTAZIONE STATISTICA DEI DATI
AI FINI DELLA LODE SI TERRÀ CONTO:
- DELLA QUALITÀ DELL’ESPOSIZIONE, IN TERMINI DI UTILIZZO DI LINGUAGGIO SCIENTIFICO APPROPRIATO
- DELLA PADRONANZA E CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE IN CASI SPECIFICI ANCHE AFFRONTATE IN ALTRE DISCIPLINE
DURANTE IL CORSO È POSSIBILE SVOLGERE DUE PROVE PARZIALI, RISPETTIVAMENTE DOPO METÀ DELLE LEZIONI E A FINE SEMESTRE. IL SUPERAMENTO DELLA PRIMA PROVA, INCENTRATA SUL CALCOLO STECHIOMETRICO, PUÒ CONSIDERARSI UTILE PER L’ESONERO DALLA PROVA SCRITTA. L'ESONERO VARRÀ
ESCLUSIVAMENTE PER LA SOLA SESSIONE DI ESAME SUCCESSIVA AL COMPLETAMENTO DEL CORSO.
Testi
HARRIS DANIEL C. CHIMICA ANALITICA QUANTITATIVA, ZANICHELLI.
SKOOG D. A, WEST D. M. & HOLLER F. J., FONDAMENTI DI CHIMICA ANALITICA, EDISES.
KELLNER, MERMER, OTTO, WIDMER, CHIMICA ANALITICA, EDISES
CHRISTIAN G.D. CHIMICA ANALITICA, PICCIN, PADOVA.

QUALUNQUE ALTRO TESTO CONFORME AL PROGRAMMA
SKOOG D. A, WEST D. M. & HOLLER F. J., CHIMICA ANALITICA UNA INTRODUZIONE, EDISES
Altre Informazioni

THE COURSE IS TAUGHT IN ITALIAN
THE ATTENDANCE IS MANDATORY
LOCATION: DEPARTMENT OF PHARMACY
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-02-19]