SISTEMI GIURIDICI COMPARATI

Studi Diplomatici, Internazionali e sulla Sicurezza Globale SISTEMI GIURIDICI COMPARATI

1212500004
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA
STUDI DIPLOMATICI, INTERNAZIONALI E SULLA SICUREZZA GLOBALE
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2019
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
963LEZIONE
AppelloData
ZAMBRANO07/12/2022 - 10:00
ZAMBRANO07/12/2022 - 10:00
ZAMBRANO09/01/2023 - 10:00
ZAMBRANO09/01/2023 - 10:00
ZAMBRANO30/01/2023 - 10:00
ZAMBRANO30/01/2023 - 10:00
ZAMBRANO20/02/2023 - 10:00
ZAMBRANO20/02/2023 - 10:00
ZAMBRANO12/04/2023 - 10:00
Obiettivi
1.OBIETTIVO DEL CORSO È OFFRIRE AGLI STUDENTI, ATTRAVERSO UN APPROCCIO FORMATIVO DI TEORIA GENERALE, GLI STRUMENTI IN GRADO DI COMPRENDERE I FENOMENI GIURIDICI NEL LORO DIVENIRE NONCHÉ LE CONVERGENZE E LE CONTRAPPOSIZIONI FRA DIVERSI SISTEMI GIURIDICI. IN UN'OTTICA PIÙ GENERALE SI INTENDE MOSTRARE COME L'USO DEL METODO COMPARATISTICO PERMETTA DI VERIFICARE SE LE REGOLE GIURIDICHE DI UN SISTEMA SIANO COMPATIBILI CON LE PROPOSIZIONI TEORICHE ELABORATE DALLA DOTTRINA PER SPIEGARE LA RATIO DI QUELLE REGOLE PRATICHE. ALLO STUDENTE SI OFFRE LA POSSIBILITÀ DI COMPRENDERE I MECCANISMI CHE SOVRAINTENDONO I CAMBIAMENTI NORMATIVI ALL'INTERNO DEGLI ORDINAMENTI.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI:
A)CAPACITÀ DI CONOSCENZA E COMPRENSIONE: ACQUISIZIONE DI UN BAGAGLIO DI CONOSCENZE INDISPENSABILI PER LA COMPRENSIONE DELLE DINAMICHE FONDAMENTALI DEGLI ORDINAMENTI IN UN CONTESTO TRANSNAZIONALE;
B)CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: PIENA CAPACITÀ DI ANALISI E DI COMBINAZIONE DELLE NORME GIURIDICHE NONCHÉ DI IMPOSTAZIONE DELLE LINEE DI RAGIONAMENTO E DI ARGOMENTAZIONE ADEGUATE PER UNA CORRETTA PROSPETTAZIONE DELLE QUESTIONI GIURIDICHE, CON CONSAPEVOLEZZA DEI RISVOLTI TECNICO-GIURIDICI, CULTURALI, PRATICI E DI VALORE;
C)AUTONOMIA DI GIUDIZIO: CAPACITÀ DI INTERPRETAZIONE E VALUTAZIONE CRITICA, NONCHÉ PADRONANZA DEGLI STRUMENTI CULTURALI E METODOLOGICI IN GRADO DI PERMETTERE UN’ADEGUATA IMPOSTAZIONE E SOLUZIONE DELLE PROBLEMATICHE GIURIDICHE;
D) ABILITÀ COMUNICATIVE: CAPACITÀ DI COMUNICARE IN MANIERA EFFICACE E CON LINGUAGGIO GIURIDICO APPROPRIATO, FAVORENDO LA DIMENSIONE PARTECIPATIVA.
E) CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: APPROCCIO METODOLOGICO DI TIPO CASISTICO, VOLTO A STIMOLARE LE CAPACITÀ CRITICHE E L’AUTONOMIA DI GIUDIZIO DEGLI STUDENTI. ACQUISIZIONE DEGLI STRUMENTI DI RIFERIMENTO E DELLE CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO NECESSARIE PER ARRICCHIRE LE COMPETENZE ACQUISITE, IN UN CONTESTO CHE TENDE A PROMUOVERE UNA IMPOSTAZIONE INTERDISCIPLINARE, TRANSNAZIONALE E LA DIMENSIONE COMPARATISTICA.

Prerequisiti
PER IL PROFICUO SUPERAMENTO DELL'ESAME, SI RICHIEDE LA CONOSCENZA DI NOZIONI DI STORIA MODERNA E CONTEMPORANEA; CONOSCENZA DEGLI ASPETTI SISTEMATICAMENTE PIÙ RILEVANTI DELLE PRINCIPALI QUESTIONI GIURIDICHE SOLLEVATE DALLA DIVERSITA' DEGLI ORDINAMENTI; CONOSCENZA, IN FORMA SCRITTA E ORALE, DI ALMENO UNA LINGUA DELL'UNIONE EUROPEA CON RIFERIMENTO ANCHE AI LESSICI DISCIPLINARI.
Contenuti
L'INSEGNAMENTO INTENDE ANALIZZARE LA COMPLESSITÀ DEGLI ORDINAMENTI GIURIDICI. DA QUI LA NECESSITÀ DI MOSTRARE
A) COME L'AMPLIAMENTO DELL'ORIZZONTE STORICO INFLUENZI ANCHE LA RICERCA SCIENTIFICA (5H);
B) QUALI SIANO LE CAUSE CHE DETERMINANO LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI (5H);
C)LA NATURA DEL DIRITTO COMPARATO E LA SUA EVOLUZIONE (8H);
D)COMPARAZIONE GIURIDICA E CLASSIFICAZIONI: LE FAMIGLIE GIURIDICHE (5H);
E)LA TRADIZIONE DI CIVIL LAW (8H);
F)L'EPOCA DELLE CODIFICAZIONI (5H);
G)LE FONTI DEL DIRITTO (8H);
H)IL RUOLO DELLA GIURISPRUDENZA NELLA TRADIZIONE DI CIVIL LAW (8H+2 SEMINARS);
I) LA TRADIZIONE DI COMMON LAW (8H);
J) LA COMMON LAW NEGLI STATI UNITI (8H);
K)II CASEBOOK COME STRUMENTO DI INSEGNAMENTO DEL DIRITTO COMPARATO (8H);
L)LA TRADIZIONE GIURIDICA DEI PAESI NORDICI (3H).
ALL'APPROCCIO TEORICO, VOLTO AD OFFRIRE AGLI STUDENTI GLI STRUMENTI PER CONOSCERE LE DIVERSE ESPERIENZE GIURIDICHE, SEGUIRA' IL CONFRONTO SU TEMI PIU' SPECIFICI (2H SEMINARS). IN PARTICOLARE SI ANALIZZERANNO LE PROBLEMATICHE LEGATE ALL'UTILIZZO DI INTERNET E AI BIG DATA IN RAPPORTO ALLA RESPONSABILITÀ CIVILE.
Metodi Didattici
IL CORSO SI CARATTERIZZA PREVALENTEMENTE PER UN APPROCCIO METODOLOGICO VOLTO A STIMOLARE LE CAPACITÀ CRITICHE E L’AUTONOMIA DI GIUDIZIO DEGLI STUDENTI. LA SOMMINISTRAZIONE DELLE NOZIONI GENERALI È ACCOMPAGNATA DA PERIODICHE VERIFICHE CHE CONSENTONO DI SEGUIRE IL LIVELLO DI APPRENDIMENTO RAGGIUNTO E, EVENTUALMENTE, DI ADOTTARE LE NECESSARIE MISURE CORRETTIVE. PER REALIZZARE QUESTI OBIETTIVI SI PRIVILEGIANO I CONTENUTI METODOLOGICI E SISTEMATICI RISPETTO ALLA QUANTITÀ DI NOZIONI.IL CORSO È, ALTRESÌ, ASSOCIATO ALL’ORGANIZZAZIONE DI SEMINARI, WORKSHOP ED ESERCITAZIONI PRATICHE CHE PERMETTONO ALLO STUDENTE DI APPLICARE LE CONOSCENZE APPRESE E DI VERIFICARE LE LORO COMPETENZE. PER RISPONDERE IN MANIERA FLESSIBILE ALLE SPECIFICHE ESIGENZE DI OGNI SINGOLO STUDENTE, IL DOCENTE SI RISERVA LA POSSIBILITÀ DI CONSIGLIARE LETTURE ALTERNATIVE O AGGIUNTIVE DURANTE LE LEZIONI E AGLI STUDENTI CHE NE FARANNO RICHIESTA.
Verifica dell'apprendimento
SI OFFRONO DUE DISTINTE MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO.
PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI: ESAME FINALE ORALE.
PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI: ESAME ORALE FINALE CHE TIENE CONTO DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA ALLE LEZIONI NONCHÈ DELLA LETTURA DEL MATERIALE DIDATTICO DISTRIBUITO. DURANTE L'ULTIMA SETTIMA DEL CORSO GLI STUDENTI FREQUENTANTI POSSONO SOSTENERE UNA PROVA DI VERIFICA, TOTALE O PARZIALE, ESONERATIVA DELL'ESAME, O PREPARARE E DISCUTERE UNA RELAZIONE SCRITTA SU UN TEMA SCELTO E CONCORDATO CON IL DOCENTE, ANCH'ESSA ESONERATIVA DELL'ESAME.
MODALITÀ DELL'ESAME: COLLOQUIO ORALE ARTICOLATO IN DUE FASI.  

NELLA PRIMA FASE LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI CONOSCERE LE NOZIONI FONDAMENTALI DELLA SISTEMOLOGIA GIURIDICA,IN PARTICOLARE LA NATURA DELLA DISTINZIONE FRA CIVIL LAW E COMMON LAW E LO SVILUPPO DEGLI ALTRI SISTEMI GIURIDICI.
NELLA SECONDA DOVRÀ INOLTRE DIMOSTRARE, IN RELAZIONE A SPECIFICI ISTITUTI GIURIDICI, DI SAPER COGLIERE I LORO TRATTI DISTINTIVI, ESTRAENDO LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER COGLIERE LE DIFFERENZE.
IL VOTO FINALE È ATTRIBUITO IN TRENTESIMI ED È OTTENUTO COME MEDIA DELLE VALUTAZIONI CONSEGUITE NELLE DUE FASI.
L’ESAME SI INTENDE SUPERATO QUANDO IL VOTO PER OGNUNA DELLE DUE FASI È MAGGIORE DI 15/30 E QUELLO
COMPLESSIVO È MAGGIORE O UGUALE A 18.  
IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MINIMO (15) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE HA UNA CONOSCENZA FRAMMENTARIA DEI CONTENUTI TEORICI O MOSTRA UNA LIMITATA CAPACITÀ DI COLLEGARE I RIFERIMENTI LEGISLATIVI AL CONTESTO DI STUDIO.  
IL LIVELLO MASSIMO (30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA DEI CONTENUTI TEORICI O MOSTRA UNA NOTEVOLE CAPACITÀ DI COLLEGARE I RIFERIMENTI LEGISLATIVI AL CONTESTO DI STUDIO.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELL'ESAME:
A) CAPACITÀ DI ESPRIMERSI CON CHIAREZZA E CON UN USO ADEGUATO DELLA TERMINOLOGIA GIURIDICA;
B)CAPACITÀ DI ARTICOLAZIONE SISTEMATICA DEL RAGIONAMENTO GIURIDICO;
C) CAPACITÀ DI SELEZIONARE I DATI, MEMORIZZANDO I PROFILI PIÙ SIGNIFICATIVI;
D) CAPACITÀ DI SVILUPPO DI UN RAGIONAMENTO GIURIDICO IN GRADO DI FAR EMERGERE INFERENZE DEDUTTIVE E INDUTTIVE.

Testi
L.J. CONSTANTINESCO, INTRODUZIONE AL DIRITTO COMPARATO, GIAPPICHELLI, TORINO, ULT. ED.
V.VARANO-V.BARSOTTI, LA TRADIZIONE GIURIDICA OCCIDENTALE. TESTO E MATERIALI PER UN CONFRONTO CIVIL LAW COMMON LAW, 6ED., GIAPPICHELLI, TORINO, 2018.
Altre Informazioni
L'INSEGNAMENTO MIRA A FAVORIRE LA COMUNICAZIONE INTERATTIVA FRA GLI STUDENTI E IL DOCENTE E A STIMOLARE UNA VISIONE CRITICA DEL DIRITTO
L'INSEGNAMENTO È ORGANIZZATO PER STUDENTI CHE FREQUENTANO CON REGOLARITÀ.
DISPONIBILITÀ DEL DOCENTE AD OFFRIRE SPIEGAZIONI INTEGRATIVE.
LINGUA INSEGNAMENTO: ITALIANO.
LE LEZIONI POTRANNO ESSERE SVOLTE ANCHE IN LINGUA INGLESE, COSÌ COME LE ATTIVITÀ DI ESERCITAZIONE E DI ELABORAZIONE DEI REPORT DI RICERCA. E’ PREVISTO PERTANTO ANCHE L’UTILIZZO DI FONTI DOCUMENTALI E BIBLIOGRAFICHE IN LINGUA INGLESE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-21]