DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE

Educatori Professionali ed Esperti della Formazione Continua DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE

4422300010
DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
EDUCATORI PROFESSIONALI ED ESPERTI DELLA FORMAZIONE CONTINUA
2018/2019

ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2017
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
636LEZIONE
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO HA COME OBIETTIVO PRINCIPALE QUELLO DI PROMUOVERE LA RIFLESSIONE SULLE TEORIE E SULLE PRATICHE DIDATTICHE VOLTE A FAVORIRE INTERVENTI IN RISPOSTA A BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI IN AMBITO SCOLASTICO.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
AL TERMINE DELL’INSEGNAMENTO LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI AVER ACQUISITO CONOSCENZE DI COMPRENSIONE DELLA DISCIPLINA, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI PROCESSI COGNITIVI, EMOTIVI E RELAZIONALI DEI SOGGETTI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE
LE PRINCIPALI ABILITÀ SARANNO:
- SAPER APPLICARE ED INTERPRETARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A GARANZIA DI UN APPROCCIO PROFESSIONALE AL LAVORO DIDATTICO-EDUCATIVO, MOSTRANDO CAPACITÀ DI SOLUZIONE AI PROBLEMI COMPLESSI EMERGENTI DAL PROCESSO INCLUSIVO DEI SOGGETTI CHE PRESENTANO BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI.
- INTEGRAZIONE DELLE CONOSCENZE ACQUISITE PER GESTIRE LA COMPLESSITÀ DELLE DINAMICHE INCLUSIVE, MOSTRANDO AUTONOMIA DI GIUDIZIO, RESPONSABILITÀ ETICA E SOCIALE NELLA CONSEGUENTE APPLICAZIONE DELLE PROPRIE VALUTAZIONI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI SAPER RACCOGLIERE ED INTERPRETARE DATI UTILI PER UNA VALUTAZIONE AUTONOMA DEI PROCESSI EDUCATIVO-FORMATIVI IMPLICATI NELLA RELAZIONE DIDATTICA.

ABILITÀ COMUNICATIVE
LO STUDENTE DOVRÀ MOSTRARE CAPACITÀ DI COMUNICAZIONE DI INFORMAZIONI, DI IDEE, DI PROBLEMI E DI SOLUZIONI, UTILIZZANDO IL LESSICO SPECIFICO DELLA DISCIPLINA DI BASE E DI SAPER ARGOMENTARE MOSTRANDO LOGICITÀ NELLE PROPRIE CONCLUSIONI.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI AVER SVILUPPATO CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO CHE GLI CONSENTANO DI APPROFONDIRE E DI PROSEGUIRE GLI STUDI IN MANIERA AUTONOMA.
Prerequisiti
GLI ARGOMENTI TRATTATI NELL’INSEGNAMENTO RICHIEDONO DI AVERE LA CONOSCENZA DI BASE DEI PRINCIPALI APPROCCI DI STUDIO ALLA DIDATTICA SPECIALE ED INCLUSIVA NONCHÉ ALLA SUA APPLICAZIONE AI PROCESSI FORMATIVO-EDUCATIVI.
Contenuti
IL CORSO VERTERÀ SULLE SEGUENTI TEMATICHE:
- INCLUSIONE SCOLASTICA: UN INQUADRAMENTO (2 ORE)
- L’EVOLUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO A SUPPORTO DELL’INCLUSIONE (2 ORE)
- DAL MODELLO INDIVIDUALE A QUELLO SOCIALE E DELLE CAPACITÀ (2 ORE)
- L’ICF (2 ORE)
- VERSO IL CURRICOLO PER L’INCLUSIONE (2 ORE)
- PROGRAMMAZIONE INCLUSIVA (2 ORE)
- IL PROFILO DEI DOCENTI PER LA SCUOLA DELL’INCLUSIONE (2 ORE)
- LA CLASSE COME CONTESTO DI APPRENDIMENTO (2 ORE)
- LA DETERMINAZIONE DELLE POTENZIALITÀ E LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE (2 ORE)
- LA RISORSA COMPAGNI (2 ORE)
- LE STRATEGIE COOPERATIVE (2 ORE)
- LE STRATEGIE COGNITIVE E METACOGNITIVE (2 ORE)
- L’EDUCAZIONE DELLE EMOZIONI (2 ORE)
- TECNOLOGIE PER L’INCLUSIONE (2 ORE)
- I BISOGNI DEGLI ALLIEVI E GLI INTERVENTI SPECIFICI (2 ORE)
- DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (2 ORE)
- LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL’INCLUSIONE SCOLASTICA (2 ORE)
- INCLUSIONE DI QUALITÀ PER UNA SCUOLA DI QUALITÀ (2 ORE)
Metodi Didattici
LEZIONI TEORICHE ED ESERCITAZIONI IN AULA

Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE FINALE SI BASERÀ SUI RISULTATI DI UNA VERIFICA ORALE RELATIVA AI CONTENUTI DELL’INSEGNAMENTO.
Testi
- COTTINI L. (2017). DIDATTICA SPECIALE E INCLUSIONE SCOLASTICA. ROMA: CAROCCI
- SIBILIO M. & AIELLO P. (2015). FORMAZIONE E RICERCA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA. MILANO: FRANCO ANGELI
Altre Informazioni
LA FREQUENZA È CONSIGLIATA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-10-21]