LABORATORIO TECNICO-GESTIONALE DELLE AREE PROTETTE

Gestione e Valorizzazione delle Risorse Agrarie e delle Aree Protette LABORATORIO TECNICO-GESTIONALE DELLE AREE PROTETTE

0712200041
DIPARTIMENTO DI FARMACIA
CORSO DI LAUREA
GESTIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE AGRARIE E DELLE AREE PROTETTE
2020/2021

ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
336LABORATORIO
Obiettivi
ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE FONDAMENTALI E COMPRENSIONE DEI PRINCIPI GENERALI DELLA GESTIONE STRATEGICA E OPERATIVA DELLE AZIENDE AGRARIE E AGRI-SOCIALI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE TECNICHE DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO DELL’AZIENDA AGRARIA E DELLE ORGANIZZAZIONI DEL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE, INQUADRATE NEL PROPRIO CONTESTO COMPETITIVO.
L'INSEGNAMENTO ESAMINA GLI ARGOMENTI DI BASE DEL FUNZIONAMENTO DELL'IMPRESA E DEGLI ENTI DI GESTIONE DELLE AREE PROTETTE. L’OBIETTIVO PRINCIPALE DELL'INSEGNAMENTO RISIEDE NEL FORNIRE ALLO STUDENTE LE NOZIONI DI BASE SUL FUNZIONAMENTO DELLE IMPRESE APPROFONDENDO LE PROBLEMATICHE SPECIFICHE DI FUNZIONAMENTO DI ALCUNE AREE GESTIONALI.
LE PRINCIPALI CONOSCENZE ACQUISITE SARANNO:
- PRINCIPI DI ECONOMIA ECOLOGICAMENTE E SOCIALMENTE SOSTENIBILE
- PRINCIPI GENERALI DI FUNZIONAMENTO DEI MERCATI
- FINALITA' DELL'IMPRESA
- ANALISI DEL CONTESTO COMPETITIVO
- DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA COMPETITIVA
- ANALISI DELL'EQUILIBRIO ECONOMICO-FINANZIARIO
- POLITICHE DI MARKETING (CENNI)
LE PRINCIPALI ABILITÀ ACQUISITE DALLO STUDENTE IN TERMINI DI CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE SARANNO CONNESSE ALLA CAPACITÀ DI APPLICARE TECNICHE E GLI STRUMENTI FONDAMENTALI DELLA GESTIONE AZIENDALE PER L’IMPOSTAZIONE E LA RISOLUZIONE DI PROBLEMATICHE GESTIONALI DI BASE CON PARTICOLARE ATTENZIONE AL MANTENIMENTO DELLE CONDIZIONI DI EQUILIBRIO ECONOMICO FINANZIARIO E MONETARIO, ALLO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITÀ SOSTENIBILE DELLE AZIENDE AGRARIE E DEI VINCOLI ECOLOGICI E DELLE ORGANIZZAZIONI DEL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE. IN PARTICOLARE TALI CAPACITÀ SONO RAPPRESENTATE DA:
- IDENTIFICARE MINACCE ED OPPORTUNITA' PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA (SWOT ANALYSIS)
- VALUTARE L'EQUILIBRIO ECONOMICO-FINANZIARIO
- DEFINIRE UNA STRATEGIA
- DEFINIRE UN BUDGET
Prerequisiti
LO STUDENTE DEVE AVERE ACQUISITO LE CONOSCENZE DI BASE NEL CAMPO DELLA MATEMATICA FORNITE DAI NORMALI PROGRAMMI DI STUDIO DELLE SCUOLE SUPERIORI

Contenuti
IL CORSO ANALIZZERÀ:
-IL GOVERNO VITALE E SOSTENIBILE DELL’IMPRESA (2 ORE)
-INQUADRAMENTO CONCETTUALE DELL’IMPRESA AGRARIA E DEL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE (2 ORE)
-I RAPPORTI IMPRESA, AMBIENTE E MERCATO (2 ORA)
-LA GERARCHIA DELLE STRATEGIE: COMPLESSIVE, COMPETITIVE E FUNZIONALI (3 ORA)
-IL CICLO DIREZIONE-PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO (2 ORA)
-LA GESTIONE OPERATIVA E IL CICLO INPUT-TRASFORMAZIONE-OUTPUT (1 ORA)
-LE FUNZIONI D’IMPRESA: ACQUISTI E LOGISTICA; PRODUZIONE, ORGANIZZAZIONE, VENDITA E MARKETING, RISORSE UMANE, FINANZA (12 ORE)
-LA SOSTENIBILITÀ NELLA FILIERA AGRO-ALIMENTARE (2 ORA).
-IL SOSTEGNO FINANZIARIO DELL’UE ALLE FILIERE AGROALIMENTARI (2 ORE)
-STRUMENTI A SUPPORTO DELLA COMPETITIVITÀ DELLA FILIERA AGRO-ALIMENTARE (2 ORE)
-LO SVILUPPO DI UN PROJECT WORK (12 ORE)
Metodi Didattici
IL CORSO SARÀ ORGANIZZATO IN LEZIONI FRONTALI, DISCUSSIONI DI ARTICOLI DI ATTUALITÀ, TESTIMONIANZE AZIENDALI E LAVORI DI GRUPPO. DOPO UNA PRIMA FASE IN CUI IL DOCENTE TRASFERIRÀ I CONTENUTI PROPEDEUTICI ALLO STUDIO DELLE IMPRESE AGRARIE E DELLE AREE PROTETTE, GLI STUDENTI LAVORERANNO SULL’ANALISI DI CASI EMPIRICI CON UN FOCUS PARTICOLARE SULLE PRINCIPALI PROBLEMATICHE GESTIONALI AL FINE DI VALORIZZARE LA COMPETITIVITÀ DELLE FILIERE AGROALIMENTARI IN CAMPANIA IN UN’OTTICA DI SOSTENIBILITÀ SISTEMICA.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME ORALE CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI.
PER I CORSISTI, UN PRIMO MOMENTO DI VERIFICA È RAPPRESENTATO DALLA PRESENTAZIONE DEI PROJECT WORK. OGNI GRUPPO HA A DISPOSIZIONE 20 MINUTI PER LA PRESENTAZIONE IN POWER POINT DEL PROGETTO. ULTERIORI 10 MINUTI SONO DEDICATI ALLE DOMANDE.
DURANTE IL CORSO SARANNO POI EFFETTUATE DUE PROVE INTERCORSO BASATE SU QUESITI A RISPOSTA MULTIPLA E DIRETTA A VERIFICARE LA PROGRESSIVA ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE. LA PRIMA PROVA INTERCORSO SI TERRÀ AL TERMINE DEL I BLOCCO (24 ORE) DI LEZIONI MENTRE LA SECONDA PROVA SI TERRÀ AL TERMINE DEL CORSO. L’ESITO POSITIVO DELLE SINGOLE PROVE COSTITUIRÀ UNA BASE PER LA VALUTAZIONE FINALE CHE SARÀ DETERIMINATA IN SEGUITO AL SUPERAMENTO DI UN COLLOQUIO ORALE SUI TEMI TRATTATI DURANTE IL CORSO.
L’ESAME ORALE CONSISTE IN UN COLLOQUIO DI SINTESI CHE RIPERCORRE I CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI PREVISTI NEL PROGRAMMA DELL’INSEGNAMENTO ED È FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTI DALLO STUDENTE, NONCHÉ A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE DI UN LINGUAGGIO APPROPRIATO E LA CAPCITÀ DI ORGANIZZAZIONE AUTONOMA DELL’ESPOSIZIONE.

Testi
SCIARELLI S., LA GESTIONE D’IMPRESA, CEDAM, 2014.

BASSANO C., LA COMPETITIVITÀ DELLE FILIERE AGROALIMENTARI IN CAMPANIA. VERSO UN’OTTICA SISTEMICA DI SOSTENIBILITÀ, COLLANA SYSTEMS MANAGEMENT, SEZIONE ITALIANA, GIAPPICHELLI, 2018.
Altre Informazioni
ESIGENZE E INTERESSI INDIVIDUALI POSSONO ESSERE DISCUSSI CON IL DOCENTE CONTATTANDOLO ALL’INDIRIZZO EMAIL CBASSANO@UNISA.IT
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-05-23]