ESTIMO AGRARIO

Gestione e Valorizzazione delle Risorse Agrarie e delle Aree Protette ESTIMO AGRARIO

0712200019
DIPARTIMENTO DI FARMACIA
CORSO DI LAUREA
GESTIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE AGRARIE E DELLE AREE PROTETTE
2021/2022

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
642LEZIONE
Obiettivi
RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI
CONOSCENZA DELLE NOZIONI DI ECONOMIA E DI ESTIMO AGRARIO AVENTI RILIEVO PER LE ATTIVITÀ DELL’AGRONOMO NEI CAMPI DELLO SVILUPPO, DELLA CONSERVAZIONE E GESTIONE DELL’AMBIENTE ANTROPIZZATO E DI QUELLO NATURALE, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE AMBIENTALI.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
ACQUISIZIONE DEL LESSICO TECNICO DEL SETTORE ESTIMATIVO, DEI PARADIGMI DELLA DISCIPLINA, DELLA LOGICA OPERATIVA E DELLA NORMATIVA CHE CONFORMA L’AMBITO VALUTATIVO RISPETTO A BENI MERCANTILI ED EXTRAMERCANTILI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
CONOSCERE LE FONTI CHE GENERANO I DATI PER LE STIME, SAPER LEGGERE E INTERPRETARE DOCUMENTI E INFORMAZIONI DA INTRODURRE NELLA VALUTAZIONE, ESSERE IN GRADO DI TRADURRE IN ELABORATO TECNICO (PERIZIA O ALTRO) LE FASI LOGICHE DEL GIUDIZIO DI STIMA.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
CAPACITÀ DI DISCERNIMENTO DELLA RAGION PRATICA POSTA DAL QUESITO, DI SELEZIONE DEL PROCEDIMENTO ESTIMATIVO IN FUNZIONE DELLA DISPONIBILITÀ DEI DATI E DELLE CARATTERISTICHE GIURIDICO-ECONOMICHE DEL BENE OGGETTO DELLA VALUTAZIONE.

ABILITÀ COMUNICATIVE
SAPERSI RELAZIONARE CON ESPERTI DI ALTRE DISCIPLINE, SVILUPPARE E COLTIVARE LO SPIRITO DI GRUPPO, COMUNICARE I RISULTATI DEL PROPRIO LAVORO IN TERMINI CHIARI ED EFFICACI.

CAPACITÀ DI APPRENDERE
ESSERE IN GRADO DI APPLICARE I PRINCIPI METODOLOGICI AI MOLTEPLICI E DIFFERENTI AMBITI DI COMPETENZA DELLA DISCIPLINA. AGGIORNARE LA PROPRIA PREPARAZIONE IN FUNZIONE DELLO SVILUPPO DEGLI STRUMENTI DI ANALISI E DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI E DELL’EVOLVERSI DEL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO.
Prerequisiti
AI FINE DI COMPRENDERE E SAPER APPLICARE LA MAGGIOR PARTE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI NELL'INSEGNAMENTO È NECESSARIO AVER SUPERATO L'ESAME PROPEDEUTICO DI MATEMATICA E STATISTICA.
Contenuti
PRESENTAZIONE (2H)
COMPITI E CONTENUTI DELL’ESTIMO. RAPPORTI DELL'ESTIMO CON LA PROFESSIONE DELL'AGRONOMO. ORGANIZZAZIONE DEL CORSO. MATERIALE DIDATTICO ED ESERCITAZIONI.

PRINCIPI DI ECONOMIA (4H)
BENI ECONOMICI. LEGGI ECONOMICHE. AZIENDA E IMPRESA. CAPITALI E BILANCIO DELL’AZIENDA. FORME DI MERCATO. IL REDDITO NAZIONALE. GLI INVESTIMENTI. MONETA E INTERESSE. INFLAZIONE.

MATEMATICA FINANZIARIA (6H)
CALCOLO DELL’INTERESSE. IL MONTANTE. SCONTO E POSTICIPAZIONE. ANNUALITÀ E PERIODICITÀ. AMMORTAMENTO E REINTEGRAZIONI.

IL GIUDIZIO DI STIMA (8H + 2H DI ESERCITAZIONE)
LE FASI DEL GIUDIZIO DI STIMA. LA RAGION PRATICA. GLI ASPETTI ECONOMICI. L’INDIVIDUAZIONE DELL’ASPETTO ECONOMICO CHE SODDISFA LA RAGION PRATICA. IL METODO DELL’ESTIMO. I PROCEDIMENTI DI STIMA. LA SCELTA DEL PROCEDIMENTO. L’ORDINARIETÀ NEL GIUDIZIO DI STIMA. LA RILEVAZIONE DEI DATI. IL VALOR CAPITALE. LE AGGIUNTE E LE DETRAZIONI.

ESTIMO RURALE E COMMERCIALE (4H + 2H DI ESERCITAZIONE)
LA STIMA DELLE COLTURE ARBOREE DA FRUTTO. LA STIMA DELLE AZIENDE. LA STIMA DELL’AVVIAMENTO.

L'ESTIMO DEGLI IMMOBILI (4H + 2H DI ESERCITAZIONE)
IL COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. IL MERCATO IMMOBILIARE. LA STIMA DEI FABBRICATI RURALI. LA STIMA DEI FONDI AGRICOLI.

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI PROPRIETÀ E DANNI (4H + 2H DI ESERCITAZIONE)
STIMA DELLE INDENNITÀ DI ESPROPRIO. INDENNITÀ PER SERVITÙ DI ELETTRODOTTO, METANODOTTO E SCARICO COATTIVO. LE STIME IN TEMA DI USUFRUTTO. STIMA DEI DANNI. STIMA DEI FRUTTI PENDENTI.

CATASTO (2H)
FUNZIONI CIVILI E FISCALI DEL CATASTO. IL CATASTO DEI TERRENI.
Metodi Didattici
IL CORSO PREVEDE LEZIONI FRONTALI ED ESERCITAZIONI, DURANTE LE QUALI VANNO ILLUSTRATI ESEMPI APPLICATIVI DEI PRINCIPI TEORICI. AGLI STUDENTI, SINGOLARMENTE O DISTRIBUITI IN GRUPPI DI LAVORO, È RICHIESTO DI SVILUPPARE UN CASO OPERATIVO DI STIMA. IL DETTAGLIO DELLE ORE DI LEZIONE E DI ESERCITAZIONE È RIPORTATO AL PARAGRAFO PRECEDENTE.
Verifica dell'apprendimento
A. PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO DEL CANDIDATO RISPETTO ALLA SPECIFICA TERMINOLOGIA DELLA DISCIPLINA IN OGGETTO;
B. CONOSCENZA DEI POSTULATI E DELLA LOGICA DI BASE DELLA DISCIPLINA;
C. CONOSCENZA E CAPACITÀ RISOLUTIVA DELLE PRINCIPALI QUESTIONI APPLICATIVE NOTE;
D. CAPACITÀ DI SINTESI DELLE NOZIONI DI BASE IN APPROCCI RISOLUTIVI DI QUESTIONI APPLICATIVE NUOVE;
E. LIVELLO DI APPROFONDIMENTO DEGLI ELABORATI PROGETTUALI SVILUPPATI NEL CORSO DI INSEGNAMENTO.
L’ESAME FINALE È SVOLTO CON PROVA INDIVIDUALE DI CONFERIMENTO ORALE ED È VALUTATO IN TRENTESIMI.
Testi
TESTI NECESSARI:

MEDICI G., PRINCIPI DI ESTIMO, CALDERINI, 1972 BOLOGNA.

MICHIELI I. E ALTRI, TRATTATO DI ESTIMO, 2018 EDAGRICOLE.

ALTRO MATERIALE DIDATTICO: DISPENSE E APPUNTI DEL CORSO

TESTI DI CONSULTAZIONE E APPROFONDIMENTO:

FORTE C., ELEMENTI DI ESTIMO URBANO, ETASLIBRI, 1973 MILANO.

MORANO P. E ALTRI, LA STIMA DEL COSTO DELLE OPERE PUBBLICHE, UTETLIBRERIA, TORINO 2002.

PACIFICO A. E ALTRI, STRUTTURA E NORMATIVA DEI CATASTI TERRENI E FABBRICATI, CUES, SALERNO 2004.

POLELLI M., NUOVO TRATTATO DI ESTIMO, MAGGIOLI EDITORE, S. MARINO 2008.

DEL GIUDICE V., ESTIMO E VALUTAZIONE ECONOMICA DEI PROGETTI, LOFFREDO EDITORE, 2010 CASORIA (NA).

Altre Informazioni
LA LINGUA DI INSEGNAMENTO È L'ITALIANO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-11-30]