CORPORATE BANKING

Economia e Management CORPORATE BANKING

0212700019
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA E MANAGEMENT
2017/2018

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2014
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO HA AD OGGETTO L’ANALISI DEI BISOGNI DELLA CLIENTELA CORPORATE SERVITA DALLE BANCHE. OBIETTIVO DELL’INSEGNAMENTO È PRESENTARE LE PRINCIPALI AREE DI ATTIVITÀ IN CUI SI ARTICOLA IL CB, ESAMINANDO LE CARATTERISTICHE DELLA DOMANDA E DELL’OFFERTA, I MODELLI DI RIFERIMENTO, GLI STRUMENTI, I SERVIZI E LE PRINCIPALI PROBLEMATICHE.
GLI STUDENTI ACQUISIRANNO LE CONOSCENZE RELATIVE ALLE CARATTERISTICHE E ALLE PROBLEMATICHE DELLA CLIENTELA CORPORATE, NONCHÉ AI PRINCIPALI SERVIZI E PRODOTTI OFFERTI. INOLTRE SARÀ IN GRADO DI COMPRENDERE LE LOGICHE E LE TECNICHE DI VALUTAZIONE DEL MERITO DI CREDITIZIO ESAMINANDO GLI STRUMENTI DI ANALISI DI CUI LE BANCHE SI AVVALGONO CON UNA LETTURA PROSPETTICA DELLE PERFORMANCE DELL’IMPRESA AI FINI DELLA COMPRENSIONE DEL FABBISOGNO FINANZIARIO.
ATTRAVERSO L’ANALISI DI CASI CONCRETI GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI INDIVIDUARE E MISURARE LE ESIGENZE FINANZIARIE DELLE IMPRESE; DI PORRE IN ESSERE/FAR PARTE/INTERPRETARE L’INTERO PROCESSO DI RICHIESTA/CONCESSIONE/CONTROLLO DEI FINANZIAMENTI.
Prerequisiti
AI FINI DI UNA MIGLIORE COMPRENSIONE DEI CONTENUTI DEL CORSO, RISULTA UTILE AVER ACQUISITO CONOSCENZE DI ECONOMIA AZIENDALE E DI RAGIONERIA.
Contenuti
IL CORSO È ESSENZIALMENTE STRUTTURATO CON LEZIONI FRONTALI, DURANTE LE QUALI, PERÒ, SARANNO ANCHE AFFRONTATI CASI PRATICI E VERRÀ ANALIZZATA SPECIFICA DOCUMENTAZIONE BANCARIA. GLI ARGOMENTI AFFRONTATI NELLE LEZIONI SONO I SEGUENTI:
-LE LOGICHE ORGANIZZATIVE, DI PROCESSO E GESTIONALI DEL CORPORATE BANKING
-LA DOMANDA DI SERVIZI FINANZIARI DELLE IMPRESE
-LA SEGMENTAZIONE DELLE RELAZIONI DI MERCATO
-IL RISCHIO DI CREDITO E LA SUA VALUTAZIONE
-GLI STRUMENTI DI VALUTAZIONE PER LA CONCESSIONE DEL CREDITO ALLE IMPRESE
-LE PRINCIPALI FORME DI CREDITO ALLE IMPRESE
-LE BASI CONCETTUALI DEL CREDIT RISK MANAGEMENT
-LE OPERAZIONI DI CORPORATE BANKING
-LA LOGICA DI SELEZIONE DELLE FONTI DI FINANZIAMENTO NELLA DIMENSIONE DELLA BANCA E DELL’IMPRESA
-LE OPERAZIONI DI RISTRUTTURAZIONI DEL DEBITO
-LE PRINCIPALI FORME DI INVESTMENT BANKING E LE OPERAZIONI DI MERCATO.
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI FRONTALI DELLA DURATA DI 60 ORE COMPLESSIVE (10 CFU) DURANTE LE QUALI VERRANNO CONDOTTI SPECIFICI APPROFONDIMENTI TRAMITE ESERCITAZIONI, SEMINARI E ANALISI DI CASI ATTRAVERSO DISCUSSIONI IN AULA.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO CON IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON UNA VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. L’ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA E UNA PROVA ORALE. LA PROVA SCRITTA È STRUTTURATA CON DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA (E NE VIENE PROGRAMMATA UNA PRIMA DEL SOSTENIMENTO DELL’ESAME FINALE) E/O CON DOMANDE A RISPOSTA APERTA. LE DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA PREVEDONO TRE POSSIBILITÀ DI SCELTA, DI CUI UNA SOLA ESATTA. LA PROVA SCRITTA SI SVOLGE PRIMA DELLA PROVA ORALE, HA AD OGGETTO ARGOMENTI DI BASE DEL PROGRAMMA SIA TEORICI CHE PRATICI (ESERCIZI) E SI CONSIDERA SUPERATA CON IL RAGGIUNGIMENTO DI UN PUNTEGGIO MINIMO PRESTABILITO (IN GENERE CORRISPONDENTE AL 70% DI RISPOSTE ESATTE) OVVERO CON UN VOTO MINIMO DI 18/30. IL CONTEGGIO DELLE RISPOSTE PREVEDE CHE VENGA ASSEGNATO 1 PUNTO PER CIASCUNA RISPOSTA ESATTA E 0 PER CIASCUNA RISPOSTA ERRATA O NON DATA. IL SUPERAMENTO DELLA PROVA SCRITTA È NECESSARIO PER IL SOSTENIMENTO DELLA PROVA ORALE. LA PROVA ORALE VERTE SU CONTENUTI PIÙ APPROFONDITI E SPECIALISTICI, FINALIZZATI A VALUTARE IL LIVELLO DI PADRONANZA DELLA DISCIPLINA. TALE LIVELLO VIENE ESPRESSO SULLA BASE DELLA SCALA DI VOTI DA 18/30 AL 30/30 LODE. LA DURATA DELLE PROVE VIENE RESA NOTA IN AULA AL LORO INIZIO, COSÌ COME IL CALENDARIO PER IL SOSTENIMENTO DELLA PROVA ORALE. IL VOTO FINALE IN TRENTESIMI SCATURISCE DALLA MEDIA TRA IL RISULTATO DELLA PROVA SCRITTA E QUELLA ORALE.
Testi
SONO RICHIESTI ENTRAMI I TESTI:
FORESTIERI G., CORPORATE & INVESTMENT BANKING, 3 ED., 2015 (CAP.1-2-3-5-9-10-12-14-16-17)
RUOZI R., (A CURA DI), ECONOMIA DELLA BANCA, 3 ED., 2016 (CAP. DA 1 A 10)
Altre Informazioni
DISPENSE RELATIVE A TEMI DI ATTUALITÀ, INVIATE VIA MAIL, O SCARICABILI.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-05-14]