DINAMICA STRATEGICA D'IMPRESA

Economia e Management DINAMICA STRATEGICA D'IMPRESA

0212700058
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA E MANAGEMENT
2017/2018

ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2014
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO INTENDE FORNIRE UNA VISIONE D’INSIEME DELLE TEMATICHE E PROBLEMATICHE PROPRIE DELLE DINAMICHE STRATEGICHE ADOTTATE DALLE AZIENDE ALLO SCOPO DI INCENTIVARE LA CRESCITA IN MODO ARMONICO E SINERGICO CON L’AMBIENTE GENERALE E CON GLI SPECIFICI CONTESTI RELAZIONALI E COMPETITIVI. LE CONOSCENZE SARANNO UTILI PER OPERARE NELLE IMPRESE RICOPRENDO RUOLI DI RESPONSABILITÀ DI GOVERNO OPPURE PER SVOLGERE ATTIVITÀ DI CONSULENZA UTILI A SUPPORTARE LE IMPRESE NEL RAGGIUNGIMENTO, NEL TEMPO, DI CONDIZIONI DI COSTANTE ELEVATA VITALITÀ. CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONELO STUDIO DEL GOVERNO DELLE IMPRESE ATTRAVERSO L’ANALISI DELLE DINAMICHE STRATEGICHE MIRA A FACILITARE LA CAPACITÀ DI ANALISI, COMPRENSIONE E RISOLUZIONE DELLE PRINCIPALI CRITICITÀ DELLE ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI. L’INSEGNAMENTO, INOLTRE, MIRA A RAFFORZARE LA CAPACITÀ ESPOSITIVA DEGLI STUDENTI NEL PRESENTARE GLI ASPETTI CARATTERIZZANTI LE ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI COMPLESSE E NEL DELINEARE PROGETTI E PIANI DI AZIONE IDONEI AD AFFRONTARE GLI ELEMENTI DELLA COMPLESSITÀ.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
- RELAZIONI;
- RELAZIONI IN ECONOMIA;
- RELAZIONI E IMPRESA;
- VRI: PRESUPPOSTI TEORICI;
- RESPONSABILITÀ SOCIALE DELL’IMPRESA;
- SDG COSTRUTTORE;
- CO-CREAZIONE DI VALORE;
- DINAMICA DECISIONALE;
- DINAMICA COMPETITIVA;
- RAZIONALITÀ E RELAZIONALITÀ;
- CICLO DELLA VITALITÀ;
- RELATIONAL GOVERNANCE;
- NETWORK ANALYSIS;
- CROSS CULTURAL MANAGEMENT (MANAGEMENT DELLE RELAZIONI INTERSOGGETTIVE);
- BILANCIO SOCIALE;
- RELATIONAL BUSINESS PLAN;
- PROJECT GOVERNANCE;
- BALANCED SCORECARD;
- DECISION SUPPORT SYSTEM;
- TEORIA DEI GIOCHI;
- IDEE D’IMPRESA;
- RISORSE E INTERLOCUTORI;
- VALUE PROPOSITION E RELAZIONI;
- BUSINESS CREATION;
- CASE STUDIES SULLE DINAMICHE STRATEGICHE;
- PRESENTAZIONE DEI LAVORI DI GRUPPO
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO SARÀ CONDOTTO MEDIANTE L’IMPIEGO DI METODI DIDATTICI TESI AD AGEVOLARE L'ASSIMILAZIONE DELLE CONOSCENZE TRASMESSE, MEDIANTE LA DEFINIZIONE DEI PRESUPPOSTI, INTERNI ED ESTERNI AL DISCENTE, CHE STIMOLINO UN APPRENDIMENTO ORGANIZZATO E COMPLETO. IN PARTICOLARE, I METODI DIDATTICI ADOPERATI SARANNO I SEGUENTI:
- DIDATTICA FRONTALE, CARATTERIZZATA DAL DIBATTITO TRA DOCENTE E DISCENTI;
- DIDATTICA INTERATTIVA, COSTITUITA DA TESTIMONIANZE, PRESENTAZIONI E DISCUSSIONE DI CASI AZIENDALI;
- DIDATTICA ATTIVA, ATTRAVERSO LAVORI DI GRUPPO.
Verifica dell'apprendimento
L’APPRENDIMENTO CONSEGUITO DAGLI STUDENTI SARÀ VERIFICATO MEDIANTE LA SOMMINISTRAZIONE DI UN QUESTIONARIO DI 15 DOMANDE A RISPOSTA CHIUSA MULTIPLA E DA UNA PROVA ORALE PER VALUTARE LE CONOSCENZE ACQUISITE DAGLI STUDENTI RELATIVAMENTE ALLE DINAMICHE STRATEGICHE. IN PARTICOLARE, IL COLLOQUIO VERTERÀ SULLE CONOSCENZE ACQUISITE IN MERITO ALL’UTILIZZO DELLE PRINCIPALI TECNICHE E STRUMENTI UTILI ALLA RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATICHE CHE, TIPICAMENTE E TRADIZIONALMENTE, INSORGONO NELLE DIVERSE FASI DI INDIVIDUAZIONE, DEFINIZIONE ED IMPLEMENTAZIONE DELLE STRATEGIE AZIENDALI.VALUTAZONE FINALE ESPRESSA IN TRENTESIMI.
Testi
PELLICANO M. (A CURA DI), 2017, "L'IMPRESA RELAZIONALE", GIAPPICHELLI TORINO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-05-14]