MATEMATICA PER L'ECONOMIA

Economia e Management MATEMATICA PER L'ECONOMIA

0212700117
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA E MANAGEMENT
2017/2018



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2014
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE


Obiettivi
1) CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE.
GLI STUDENTI DISPORRANNO DI STRUMENTI MATEMATICI FONDAMENTALI PER UN OPPORTUNO APPROCCIO QUANTITATIVO ALLE TEMATICHE DI CARATTERE ECONOMICO E FINANZIARIO CHE SARANNO AFFRONTATE DURANTE IL CORSO DI LAUREA.
2) CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE.
GLI ALLIEVI SARANNO IN GRADO DI APPLICARE GLI STRUMENTI QUANTITATIVI APPRESI PER RISOLVERE ALCUNI PROBLEMI CLASSICI IN ECONOMIA E NELLE SCELTE FINANZIARIE.
Prerequisiti
NOZIONI ELEMENTARI INTRODUTTIVE, EQUAZIONI E DISEQUAZIONI DI PRIMO E SECONDO GRADO, INTERE E FRAZIONARIE, ESPONENZIALI E LOGARITMICHE.
Contenuti
ELEMENTI DI TEORIA DEGLI INSIEMI. ELEMENTI DI CALCOLO COMBINATORIO. FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE. DOMINIO E LIMITI DI UNA FUNZIONE. OPERAZIONI SUI LIMITI. FORME INDETERMINATE. ASINTOTI. TEOREMA UNICITÀ DEL LIMITE. CONTINUITÀ. TEOREMA DI WEIERSTRASS. DERIVATA DI UNA FUNZIONE E SUO SIGNIFICATO GEOMETRICO. RETTA TANGENTE. DERIVABILITÀ E CONTINUITÀ. REGOLE DI DERIVAZIONE. ESTREMI RELATIVI. TEOREMA DI FERMAT. TEOREMI FONDAMENTALI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE. DERIVATA SECONDA. CONCAVITÀ, CONVESSITÀ E FLESSI. DIFFERENZIALE PRIMO E SUO SIGNIFICATO GEOMETRICO. REGOLA DI DE L’HOSPITAL. STUDIO DI FUNZIONE. INTEGRALE INDEFINITO. REGOLE DI INTEGRAZIONE IMMEDIATA; INTEGRAZIONE PER SOSTITUZIONE, PER PARTI E PER SCOMPOSIZIONE. INTEGRALE DEFINITO E SUO SIGNIFICATO GEOMETRICO. FUNZIONI DI PIÙ VARIABILI: DOMINIO, DERIVATE PARZIALI, MASSIMI E MINIMI (LIBERI E VINCOLATI),CENNI SULL'OTTIMIZZAZIONE. APPLICAZIONE DELL'ANALISI ALL'ECONOMIA. ALGEBRA LINEARE: VETTORI, MATRICI, DETERMINANTI, SISTEMI LINEARI, AUTOVALORI E AUTOVETTORI.
Metodi Didattici
- LEZIONI FRONTALI;
- ESERCITAZIONI;
- APPLICAZIONI INFORMATICHE.
Verifica dell'apprendimento
IL CANDIDATO SARA’ VALUTATO CON UNA PROVA FINALE SCRITTA DELLA DURATA DI 1 ORA, SVOLTA SEGUENDO LA TIPOLOGIA A STIMOLO APERTO CON RISPOSTA CHIUSA O APERTA, A CUI SI ASSOCIA LA DISCUSSIONE ORALE. LE PROVE FINALI SCRITTE CONSISTERANNO IN TEMI CON 3/6 DOMANDE, A CIASCUNA DELLE QUALI IL CANDIDATO RIPORTERA’ LA VALUTAZIONE CALIBRATA IN FUNZIONE DELLA COMPLESSITA’ DEL QUESITO NELL’ECONOMIA GENERALE DEL COMPITO.
LA VALUTAZIONE RIPORTATA FARA’ POI MEDIA CON LA VALUTAZIONE DELLA DISCUSSIONE ORALE FINALE
Testi
-PECCATI LORENZO, SALSA SANDRO, SQUELLATI ANNAMARIA “MATEMATICA PER L'ECONOMIA E L'AZIENDA” EGEA, MILANO
-MODESTI P., SALINELLI E., VIGNATI M. – MATEMATICA GENERALE. ESERCIZI E COMPLEMENTI, GIAPPICHELLI
-GRECO S., MATARAZZO B., MILICI S., MATEMATICA GENERALE, GIAPPICHELLI
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-05-14]