DATA BASE AVANZATI

Economia e Management DATA BASE AVANZATI

0212700137
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA E MANAGEMENT
2017/2018



ANNO ORDINAMENTO 2014
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
530LEZIONE
Obiettivi
SCOPO DEL CORSO È DI OFFRIRE UN’INTRODUZIONE COMPLETA A CONCETTI (CONOSCERE) E TECNICHE (SAPER FARE) DI PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATIVI BASATI SU DATI, CHE POTRANNO ESSERE UTILI ALLO STUDENTE PER LA PROSECUZIONE DEGLI STUDI E PER IL SUO FUTURO LAVORO.
IN PARTICOLARE, RELATIVAMENTE AI CONCETTI (CONOSCERE), LO STUDENTE:
•INIZIALMENTE APPROFONDIRÀ E COMPLETERÀ LO STUDIO DEI CONCETTI FONDAMENTALI DELLE BASI DI DATI CHE HA GIÀ AFFRONTATO IN CORSI PRECEDENTI, E IN PARTICOLARE APPROFONDIRÀ IL LINGUAGGIO SQL, STUDIANDONE ALCUNE CARATTERISTICHE AVANZATE.
•AFFRONTERÀ I PROCESSI DI PROGETTAZIONE CONCETTUALE E LOGICA (CHE SONO IL FOCUS DEL CORSO) DEI SISTEMI INFORMATIVI BASATI SU DATI, CON RELATIVA RISTRUTTURAZIONE, VERIFICA E OTTIMIZZAZIONE DI TALI PROCESSI, CHE PERMETTERÀ, PARTENDO DAI REQUISITI DI UTENTE (LA CUI RACCOLTA ED ANALISI VERRÀ BREVEMENTE DESCRITTA), DI ARRIVARE A PRODURRE BASI DI DATI DI QUALITÀ ALL’INTERNO DI UN SISTEMA INFORMATIVO.
•AFFRONTERÀ, A LIVELLO SEMINARIALE, ALCUNI ARGOMENTI AVANZATI QUALI IL DATA WAREHOUSING E IL DATA MINING, IL PROBLEMA DEI BIG DATA, LE BASI DI DATI ONLINE, LE BASI DI DATI MULTIMEDIALI.
•ALLA FINE DEL CORSO AVRÀ ACQUISITO CONOSCENZA E PADRONANZA DELLA TERMINOLOGIA TECNICA E DELLE METODOLOGIE DI PROGETTAZIONE PER MUOVERSI CORRETTAMENTE IN AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI BASATI SU DATI.
PARTICOLARE ENFASI VIENE POSTA SULL’ASPETTO APPLICATIVO, CHE È PARTE FONDAMENTALE DEL CORSO E DELLA VALUTAZIONE FINALE, PER CUI, RELATIVAMENTE ALLE TECNICHE (“SAPER FARE”) LO STUDENTE:
•SARÀ IN GRADO DI PROGETTARE, PRIMA CONCETTUALMENTE E POI LOGICAMENTE, UN DATABASE BASATO SUL MODELLO LOGICO RELAZIONALE, DOPO AVERE VALUTATO LA FATTIBILITÀ TECNICA E L’IMPEGNO DI RISORSE CHE ESSO RICHIEDE.
•SARÀ IN GRADO DI ANALIZZARE E MODIFICARE IL DISEGNO INIZIALE DEL DATABASE ATTRAVERSO LE TECNICHE PRINCIPALI DI RISTRUTTURAZIONE E DI OTTIMIZZAZIONE PROGETTUALE E DI VERIFICARNE LA QUALITÀ, ELIMINANDO EVENTUALI ANOMALIE ATTRAVERSO PROCESSI STANDARD, QUALI LA NORMALIZZAZIONE.
•ALLA FINE DEL CORSO AVRÀ ACQUISITO STRUMENTI METODOLOGICI E TECNICI CHE GLI PERMETTERANNO DI SVILUPPARE PICCOLE APPLICAZIONI DB-BASED CORRETTE ED EFFETTIVAMENTE FUNZIONANTI.
Prerequisiti
CONCETTI DI BASE DI INFORMATICA, COME DAL CORSO DI “FONDAMENTI DI INFORMATICA” DI QUESTO CORSO DI LAUREA.
MODULO A DEL CORSO DI “ORGANIZZAZIONE DELLE TECNOLOGIE E DEI SISTEMI INFORMATIVI” CHE COMPRENDE:
OSTRUTTURA E MODELLO DI UN DBMS: INTRODUZIONE AI DBMS - SISTEMI INFORMATIVI, DB E DBMS - MODELLO RELAZIONALE - LINGUAGGI, UTENTI, VANTAGGI E SVANTAGGI - MODELLO RELAZIONALE, STRUTTURE E VINCOLI DI INTEGRITÀ
OLINGUAGGIO SQL: INTERROGAZIONI SEMPLICI (DICHIARATIVITÀ DI SQL, SELECT-FROM-WHERE, ALIAS, WILDCARD, FUNZIONI DI TUPLE, CONDIZIONI MULTIPLE E RICERCA IN INTERVALLI, ORDINAMENTO, RICERCA PARZIALE (OPERATORE LIKE), ORDINAMENTO MULTIPLO, INTERROGAZIONI SU TABELLE MULTIPLE) - OPERAZIONI DI AGGREGAZIONE - INTERROGAZIONI CON RAGGRUPPAMENTO - INTERROGAZIONI DI TIPO INSIEMISTICO - INTERROGAZIONI NIDIFICATE - MANIPOLAZIONE DI DATI IN SQL (INSERIMENTO, CANCELLAZIONE E AGGIORNAMENTO DI TUPLE)
LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE DI UN DBMS: LO STUDENTE DEVE ESSERE IN GRADO DI USARE LE PRINCIPALI TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE DI UN’APPLICAZIONE DBMS: CREARE E MODIFICARE STRUTTURA E PROPRIETÀ DI TABELLE, DEFINIRE TIPO DI DATI E VINCOLI, POPOLARE TABELLE, CREARE ED USARE MASCHERE E REPORT. USARE IL LINGUAGGIO SQL.
Contenuti
LINGUAGGIO SQL, INTERROGAZIONI AVANZATE: JOIN INTERNE ED ESTERNE - INTERROGAZIONI NIDIFICATE COMPLESSE
LINGUAGGIO SQL, CONCETTI EVOLUTI: SQL COME LINGUAGGIO DDL - VINCOLI DI INTEGRITÀ GENERICI – ASSERZIONI – VISTE - FUNZIONI SCALARI - CONTROLLO DELL'ACCESSO - TRANSAZIONI
SQL PER LE APPLICAZIONI: PROCEDURE - TRIGGER - SQL EMBEDDED - USO DI SQL NEI LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE.
INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI IL CICLO DI VITA DEI SISTEMI INFORMATIVI - METODOLOGIE DI PROGETTAZIONE E BASI DI DATI
IL MODELLO ENTITÀ-RELAZIONE: I COSTRUTTI PRINCIPALI DEL MODELLO: ENTITÀ, RELAZIONI, ATTRIBUTI, CARDINALITÀ DELLE RELAZIONI E DEGLI ATTRIBUTI, INDICATORI DELLE ENTITÀ, GENERALIZZAZIONI - DOCUMENTAZIONE DI SCHEMI E-R - PANORAMICA FINALE SUL MODELLO ER
PROGETTAZIONE CONCETTUALE: LA RACCOLTA E L'ANALISI DEI REQUISITI – RAPPRESENTAZIONE CONCETTUALE DEI DATI - STRATEGIE DI PROGETTO - QUALITÀ DI UNO SCHEMA CONCETTUALE - UNA METODOLOGIA GENERALE - UN ESEMPIO DI PROGETTAZIONE CONCETTUALE
LA PROGETTAZIONE LOGICA: FASI DELLA PROGETTAZIONE LOGICA - ANALISI DELLE PRESTAZIONI SU SCHEMI E-R - RISTRUTTURAZIONE DI SCHEMI E-R - TRADUZIONE VERSO IL MODELLO RELAZIONALE - UN ESEMPIO DI PROGETTAZIONE LOGICA.
LA NORMALIZZAZIONE: RIDONDANZE E ANOMALIE - DIPENDENZE FUNZIONALI - FORMA NORMALE DI BOYCE E CODD - PROPRIETÀ DELLE DECOMPOSIZIONI - TERZA FORMA NORMALE - ALTRE FORME NORMALI - PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI E NORMALIZZAZIONE
CONCETTI AVANZATI: DATA WAREHOUSING - DATA MINING I BIG DATA – BASI DI DATI ONLINE – BASI DI DATI MULTIMEDIALI
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO PREVEDE 30 ORE DI DIDATTICA (5 CFU). IN PARTICOLARE VERRANNO DEDICATI 3 CFU (18 ORE) ALLA PARTE "TEORICA", CHE SARÀ ACCOMPAGNATA DA UN NUMERO ADEGUATO DI ESEMPI, E 2 CFU (12 ORE) ALLE ESERCITAZIONI CHE SVOLGERANNO GLI STUDENTI IN AULA E ALLA DISCUSSIONE DEGLI STATI DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO FINALE.
IL CORSO SI PROPONE DI INVOGLIARE GLI STUDENTI AL PROCESSO DELLA FORMAZIONE PERMANENTE (LIFELONG LEARNING), CIOÈ ALLA PRATICA DI UN AGGIORNAMENTO CONTINUO DELLE CONOSCENZE E DELLE COMPETENZE, CERCANDO DI STIMOLARE CURIOSITÀ E INTERESSE VERSO L’INFORMATICA E LE NUOVE TECNOLOGIE.
PER ACCRESCERE LA CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO, IL DOCENTE MOSTRERÀ I RISVOLTI “PRATICI” DI QUANTO VERRÀ PRESENTATO A LEZIONE. IL DOCENTE CERCHERÀ DI STIMOLARE GLI STUDENTI AD UNA INTERAZIONE CONTINUA CON LUI E CON GLI ALTRI STUDENTI E A INVOGLIARLI AD UNO STUDIO SERIO E COSTANTE. IN AULA, PER MANTENERE L'ATTENZIONE SEMPRE VIGILE, SARÀ FATTO USO DI DIAPOSITIVE, OPPORTUNAMENTE ACCOMPAGNATE DA ELEMENTI MULTIMEDIALI.
AL FINE DI ABITUARLI ALL'AUTO-APPRENDIMENTO, GLI STUDENTI SARANNO INVITATI AD APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI DEL CORSO CONSIGLIANDO LORO DI UTILIZZARE RISORSE ONLINE E OFFLINE DI PARTICOLARE INTERESSE.
DURANTE IL CORSO IL DOCENTE FARÀ UN AMPIO USO DI ESEMPI, ESERCITAZIONI GUIDATE ED ESERCIZI DA SVOLGERE A CASA DAGLI STUDENTI, CON LA CORREZIONE ALLA LEZIONE SUCCESSIVA.
DA UN PUNTO DI VISTA STRUTTURALE, LE LEZIONI CONSISTERANNO IN
•LEZIONI FRONTALI CON ESERCITAZIONI GUIDATE, SVOLTE DAL DOCENTE IN AULA
•ESERCITAZIONI LIBERE, SVOLTE DAGLI STUDENTI IN AULA
•ESERCITAZIONI DA SVOLGERE A CASA
•DISCUSSIONE DEGLI STATI DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO FINALE
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI A CUI PUÒ ESSERE AGGIUNTA UN’EVENTUALE LODE.
IN SEDE DI ESAME LO STUDENTE DOVRÀ MOSTRARE DI CONOSCERE “TEORICAMENTE” I CONCETTI E DI SAPER APPLICARE “PRATICAMENTE” LE TECNICHE PER LA REALIZZAZIONE DI UN BUON PROGETTO (SIA CONCETTUALE CHE LOGICO) DI UNA BASE DI DATI.
L’ESAME PREVEDE PER GLI STUDENTI CHE ABBIANO SEGUITO CON REGOLARITÀ IL CORSO LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO COMPLETO, ASSEGNATO DAL DOCENTE DURANTE IL CORSO E I CUI STATI DI AVANZAMENTO VERRANNO DISCUSSI DURANTE LE LEZIONI. IN SEDE DI ESAME IL COLLOQUIO AVRÀ INIZIO DALLA DISCUSSIONE DEL PROGETTO E VERRÀ INTEGRATO DA DOMANDE SUI CONTENUTI DEL CORSO.
PER TUTTI GLI ALTRI STUDENTI L’ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA NELLA QUALE DOVRANNO REALIZZARE PARTI DI UNA PROGETTAZIONE E DA UN COLLOQUIO FINALE, CHE SI SVOLGERÀ DI NORMA LO STESSO GIORNO DELLA PROVA SCRITTA, CHE AVRÀ INIZIO DALLA DISCUSSIONE DELLA PROVA STESSA E VERRÀ INTEGRATO DA DOMANDE SUI CONTENUTI DEL CORSO.
IL VOTO FINALE È DATO, DI NORMA, DALLA SOMMA DEI VOTI DELLE DUE PARTI DELL’ESAME: PROGETTO (O PROVA SCRITTA) E COLLOQUIO CHE INCIDONO SUL VOTO FINALE CON UGUALE PESO. OGNUNA DELLE DUE PARTI PRESENTA UNA SOGLIA MINIMA DI SUFFICIENZA (PARI A 9 PUNTI PER OGNI PROVA). L’ESAME VA SOSTENUTO PER INTERO IN UN UNICO APPELLO, PER CUI LE 2 PARTI DEVONO ESSERE SUPERATE ENTRAMBE NELLO STESSO APPELLO. CIÒ SIGNIFICA CHE LE PROVE NON SONO CONSERVATIVE: NON VARRANNO, QUINDI, PROVE SUPERATE IN ALTRI APPELLI.
Testi
•P. ATZENI, S. CERI, P. FRATERNALI, S. PARABOSCHI, R. TORLONE, “BASI DI DATI – MODELLI E LINGUAGGI DI INTERROGAZIONE 4° EDIZIONE”, MCGRAW-HILL EDUCATION (ITALY) SRL, ISBN 978-88-386-6800-5
•(IN ALTERNATIVA) P. ATZENI, S. CERI, P. FRATERNALI, S. PARABOSCHI, R. TORLONE, “BASI DI DATI - 4° EDIZIONE”, MCGRAW-HILL EDUCATION (ITALY) SRL,, ISBN 978-88-386-6587-5
•(CONSULTAZIONE E/O APPROFONDIMENTO) R. ELMASRI, S. NAVATHE: “SISTEMI DI BASI DI DATI, FONDAMENTI - 6° EDIZIONE”, PEARSON ITALIA, ISBN 978-88-719-2628-5
Altre Informazioni
LE DIAPOSITIVE DEL CORSO E ULTERIORE MATERIALE DIDATTICO DEL CORSO, POSSONO ESSERE SCARICATI DAL SITO WEB DEL DOCENTE:

(HTTP://DOCENTI.UNISA.IT/000794/RISORSE)
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-05-14]