BASI DI DATI

Economia e Management BASI DI DATI

0212700129
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA E MANAGEMENT
2019/2020

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2014
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE
Obiettivi
SCOPO DEL CORSO È DI OFFRIRE UN’INTRODUZIONE A CONCETTI (“CONOSCERE”) E TECNICHE FONDAMENTALI (“SAPER FARE”) SULLA PROGETTAZIONE E IMPLEMENTAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DI BASI DI DATI, CHE POTRANNO ESSERE UTILI ALLO STUDENTE SIA PER LA PROSECUZIONE DEGLI STUDI MAGISTRALI CHE PER IL SUO FUTURO LAVORO.
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
VERRÀ INIZIALMENTE AFFRONTATO LO STUDIO DELLE PROPRIETÀ STRUTTURALI DEL MODELLO RELAZIONALE PER LA GESTIONE DELLE BASI DI DATI E DEI RELATIVI LINGUAGGI DI INTERAZIONE (IN PARTICOLARE IL LINGUAGGIO SQL).
VERRÀ POI AFFRONTATO IL PROCESSO DI ANALISI DEI REQUISITI E DI PROGETTAZIONE CONCETTUALE E LOGICA DELLE BASI DI DATI RELAZIONALI, COMPRESO LO STUDIO DELLE PRINCIPALI TECNICHE DI RISTRUTTURAZIONE, VERIFICA E OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA PRODOTTO. CIÒ PERMETTERÀ, PARTENDO DAI REQUISITI DI UTENTE, DI ARRIVARE A PRODURRE SISTEMI DI BASI DI DATI DI QUALITÀ E PIENAMENTE RISPONDENTI ALLE ESIGENZE DEL COMMITTENTE.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
PARTICOLARE ENFASI VIENE POSTA SULL’ASPETTO APPLICATIVO.
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI: ANALIZZARE I REQUISITI DEL SISTEMA DA SVILUPPARE, PROGETTARE CONCETTUALMENTE E LOGICAMENTE UN DBMS RELAZIONALE E, INFINE, IMPLEMENTARLO CREANDO GLI OGGETTI CHE CONTERRANNO I DATI (TABELLE), SCEGLIENDO OPPORTUNAMENTE I TIPI DI DATI PIÙ ADATTI E CORREDANDOLE DI VINCOLI DI INTEGRITÀ, INTERROGAZIONI E STRUMENTI DI VISUALIZZAZIONE E ANALISI DEI DATI; EGLI, INOLTRE, SAPRÀ OPERARE IMPORT/EXPORT DI DATI TRA UN DBMS E ALTRI PROGRAMMI DI UFFICIO (FOGLI ELETTRONICI, WORD PROCESSOR, …); LO STUDENTE IMPARERÀ ANCHE A GESTIRE DATI MULTIMEDIALI ALL’INTERNO DI UN DB “MISTO”.
DURANTE L’INTERO PROCESSO DI PROGETTAZIONE, EGLI SARÀ IN GRADO DI VERIFICARE IL DISEGNO ATTRAVERSO LE TECNICHE PRINCIPALI DI RISTRUTTURAZIONE E DI OTTIMIZZAZIONE PROGETTUALE, E DI VERIFICARNE POI LA QUALITÀ ATTRAVERSO LE TECNICHE DI NORMALIZZAZIONE.
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI ANALIZZARE, PROGETTARE E SVILUPPARE PICCOLE APPLICAZIONI MULTIMEDIALI DB-BASED EFFETTIVAMENTE FUNZIONANTI, A PARTIRE DA SITUAZIONI AZIENDALI REALI.
Prerequisiti
CONCETTI DI BASE DI INFORMATICA, COME DAL CORSO DI “FONDAMENTI DI INFORMATICA” DI QUESTO CORSO DI LAUREA.
Contenuti
L'INSEGNAMENTO PREVEDE 60 ORE DI DIDATTICA (10 CFU). IN PARTICOLARE VERRANNO DEDICATI 6 CFU (36 ORE) ALLA PARTE "TEORICA" E 4 CFU (24 ORE) ALLE ESERCITAZIONI E AI PROGETTI.
I PARTE: MODELLO RELAZIONALE ED SQL ELEMENTARE
(2 ORE) INTRODUZIONE AI DBMS RELAZIONALI: SISTEMI INFORMATIVI, INFORMAZIONI E DATI - DB E DBMS – MODELLI DEI DATI – LIVELLI DI ASTRAZIONE E INDIPENDENZA DATI - LINGUAGGI E UTENTI – VANTAGGI E SVANTAGGI DEI DBMS.
(2 ORE) MODELLO RELAZIONALE: STRUTTURE - VINCOLI DI INTEGRITÀ E VINCOLI DI CHIAVE.
(4 ORE - ESERCITAZIONE) TECNICHE DI BASE PER LA PROGRAMMAZIONE DI UN’APPLICAZIONE DBMS: CREAZIONE E MODIFICA DELLA STRUTTURA E DELLE PROPRIETÀ DELLE TABELLE, DEFINIZIONE CORRETTA DEI TIPI DI DATO, INSERIMENTO DEI DATI NELLE TABELLE, CREAZIONE E USO DI MASCHERE E REPORTS; INTERROGAZIONE DEL DATABASE CON IL LINGUAGGIO QBE.
(4 ORE + 4 ESERCITAZIONE) LINGUAGGIO SQL (1): INTERROGAZIONI SEMPLICI (DICHIARATIVITÀ DI SQL, SELECT-FROM-WHERE, ALIAS, WILDCARD, FUNZIONI DI TUPLE, CONDIZIONI MULTIPLE E RICERCA IN INTERVALLI, ORDINAMENTO SEMPLICE E ORDINAMENTO MULTIPLO) - RICERCA PARZIALE (OPERATORE LIKE)
II PARTE: SQL AVANZATO
(4 ORE + 4 ESERCITAZIONE) LINGUAGGIO SQL (2): OPERATORI DI AGGREGAZIONE - INTERROGAZIONI CON RAGGRUPPAMENTO - INTERROGAZIONI SU TABELLE MULTIPLE - INTERROGAZIONI NIDIFICATE
(4 ORE + 4 ESERCITAZIONE) LINGUAGGIO SQL (3): INTERROGAZIONI DI TIPO INSIEMISTICO - MANIPOLAZIONE DI DATI IN SQL (INSERIMENTO, CANCELLAZIONE E AGGIORNAMENTO DI TUPLE) - JOIN INTERNE ED ESTERNE - INTERROGAZIONI NIDIFICATE COMPLESSE
(2 ORE) LINGUAGGIO SQL (4), CONCETTI EVOLUTI: SQL COME LINGUAGGIO DDL - VINCOLI DI INTEGRITÀ GENERICI – ASSERZIONI – VISTE - FUNZIONI SCALARI - CONTROLLO DELL'ACCESSO - TRANSAZIONI
(2 ORE) LINGUAGGIO SQL (5), SQL PER LE APPLICAZIONI: PROCEDURE - TRIGGER - SQL EMBEDDED - USO DI SQL NEI LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE.
III PARTE: PROGETTAZIONE DI UN DB
(2 ORE) INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI IL CICLO DI VITA DEI SISTEMI INFORMATIVI - METODOLOGIE DI PROGETTAZIONE E BASI DI DATI
(4 ORE + 2 ESERCITAZIONE) IL MODELLO ENTITÀ-RELAZIONE: I COSTRUTTI PRINCIPALI DEL MODELLO: ENTITÀ, RELAZIONI, ATTRIBUTI, CARDINALITÀ DELLE RELAZIONI E DEGLI ATTRIBUTI, INDICATORI DELLE ENTITÀ, GENERALIZZAZIONI - DOCUMENTAZIONE DI SCHEMI E-R - PANORAMICA FINALE SUL MODELLO ER
(2 ORE+2 ESERCITRAZIONE) PROGETTAZIONE CONCETTUALE: LA RACCOLTA E L'ANALISI DEI REQUISITI – RAPPRESENTAZIONE CONCETTUALE DEI DATI - STRATEGIE DI PROGETTO - QUALITÀ DI UNO SCHEMA CONCETTUALE - UNA METODOLOGIA GENERALE - UN ESEMPIO DI PROGETTAZIONE CONCETTUALE
(4 ORE + 2 ESERCITAZIONE) LA PROGETTAZIONE LOGICA: FASI DELLA PROGETTAZIONE LOGICA - ANALISI DELLE PRESTAZIONI SU SCHEMI E-R - RISTRUTTURAZIONE DI SCHEMI E-R - TRADUZIONE VERSO IL MODELLO RELAZIONALE - UN ESEMPIO DI PROGETTAZIONE LOGICA.
(4 ORE + 2 ESERCITAZIONE) LA NORMALIZZAZIONE: RIDONDANZE E ANOMALIE - DIPENDENZE FUNZIONALI - FORMA NORMALE DI BOYCE E CODD - PROPRIETÀ DELLE DECOMPOSIZIONI - TERZA FORMA NORMALE - ALTRE FORME NORMALI - PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI E NORMALIZZAZIONE
Metodi Didattici
IL CORSO SI PROPONE DI SPRONARE GLI STUDENTI AL PROCESSO DI FORMAZIONE PERMANENTE (LIFELONG LEARNING), CHE COMPORTA L’AGGIORNAMENTO CONTINUO (PER TUTTA LA VITA) DELLE CONOSCENZE E DELLE COMPETENZE, CERCANDO DI STIMOLARE CURIOSITÀ E INTERESSE VERSO L’INFORMATICA E LE NUOVE TECNOLOGIE.
PER ACCRESCERE L’ATTENZIONE E LA CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO, IL DOCENTE MOSTRERÀ I RISVOLTI “PRATICI” DI QUANTO PRESENTATO A LEZIONE E INCORAGGERÀ GLI STUDENTI AD UNA INTERAZIONE CONTINUA CON LUI E CON GLI ALTRI STUDENTI. IN AULA, PER MANTENERE L'ATTENZIONE VIGILE, SARÀ FATTO USO DI DIAPOSITIVE, OPPORTUNAMENTE ACCOMPAGNATE DA ELEMENTI MULTIMEDIALI. AL FINE DI ABITUARLI ALL'AUTO-APPRENDIMENTO, GLI STUDENTI SARANNO INVITATI AD APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI DEL CORSO PROPONENDO LORO L’ACCESSO A RISORSE ONLINE DI PARTICOLARE INTERESSE.
DURANTE IL CORSO IL DOCENTE FARÀ UN AMPIO USO DI ESEMPI, ESERCITAZIONI GUIDATE ED ESERCIZI DA SVOLGERE A CASA DAGLI STUDENTI, CON LA CORREZIONE ALLA LEZIONE SUCCESSIVA.
DA UN PUNTO DI VISTA STRUTTURALE, LE LEZIONI CONSISTERANNO IN
•LEZIONI FRONTALI CON ESEMPI ED ESERCITAZIONI GUIDATE.
•ESERCITAZIONI A CASA.
•PROGETTI COMPLETI
NELLE LEZIONI FRONTALI, IL DOCENTE PRESENTERÀ ALCUNI ESEMPI, IN GRADO DI DARE CONCRETEZZA A QUANTO SPIEGATO TEORICAMENTE, E INVITERÀ POI GLI STUDENTI AD ESEGUIRE ALCUNI ESERCIZI IN AULA, LA CUI SOLUZIONE VERRÀ IMMEDIATAMENTE DESCRITTA E COMMENTATA DAL DOCENTE.
NEI PROGETTI COMPLETI, VERRÀ MESSO IN PRATICA QUANTO PRESENTATO DURANTE IL CORSO. QUESTI PROGETTI COPRIRANNO TUTTE LE FASI, DALL’ANALISI DEI REQUISITI FINO ALLA NORMALIZZAZIONE DELLO SCHEMA RELAZIONALE. OGNI PROGETTO VERRÀ INTRODOTTO, ILLUSTRATO, AVVIATO DAL DOCENTE E POI LASCIATO CONCLUDERE AGLI ALLIEVI. ALLA FINE DI OGNI PROGETTO GUIDATO IL DOCENTE MOSTRERÀ E COMMENTERÀ LA SOLUZIONE.
LE ESERCITAZIONI IN AULA E A CASA PRESENTANO UN LIVELLO CRESCENTE E INCREMENTALE DI DIFFICOLTÀ; ESSE VERRANNO PRESENTATE DAL DOCENTE E POI LASCIATE SVOLGERE DAGLI STUDENTI. AL TERMINE DEL LAVORO DEGLI STUDENTI, IL DOCENTE MOSTRERÀ E COMMENTERÀ LA SOLUZIONE DELL’ESERCITAZIONE.
NELLE ULTIME LEZIONI, GLI STUDENTI, CON LA SUPERVISIONE DEL DOCENTE, VERRANNO ORGANIZZATI IN TEAM DI LAVORO E VERRÀ ASSEGNATO AD OGNI GRUPPO UN PROGETTO DA SVILUPPARE A PARTIRE DA ZERO E DA CONSEGNARE ENTRO LA FINE DEL CORSO.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI IN SEDE DI ESAME LO STUDENTE DOVRÀ MOSTRARE DI CONOSCERE “TEORICAMENTE” I CONCETTI E DI SAPER APPLICARE “PRATICAMENTE” LE TECNICHE APPRESE NELLO STUDIO DEL CORSO.
L’ESAME SI SVOLGERÀ PRESSO IL LABORATORIO DIDATTICO MULTIMEDIALE DEL DIPRTIMENTO (EDIFICIO B2, INGRESSO 14, PIANTERRENO) IL GIORNO E L’ORA FISSATI PER L’APPELLO E AVRÀ INIZIO PER TUTTI CONTEMPORANEAMENTE.
TERMINATE LE PROVE DEGLI STUDENTI, IL DOCENTE COMUNICHERÀ IL GIORNO E L’ORA IN CUI SI SVOLGERANNO LE OPERAZIONI CONCLUSIVE DI ESAME. NORMALMENTE TUTTO DOVREBBE TERMINARE NELLA STESSA GIORNATA IN CUI L’APPELLO HA INIZIO.
L’ESAME È SUDDIVISO IN DUE PARTI, UNA “TEORICA” E UNA “PRATICA”; OGNI PARTE PRESENTA UNA SOGLIA MINIMA DI SUFFICIENZA, AL DI SOTTO DELLA QUALE L’INTERO ESAME NON È SUPERATO, ANCHE SE L’INSUFFICIENZA DOVESSE RIGUARDARE UNA SOLA DELLE DUE PARTI. IL VOTO FINALE È DATO, DI NORMA, DALLA SOMMA DEI VOTI DELLE DUE PARTI (SEMPRE SE ENTRAMBE SUPERATE). L’ESAME SI CONCLUDERÀ CON UN COLLOQUIO CHE COMINCERÀ CON LA LA VISIONE E LA DISCUSSIONE DEGLI ERRORI COMMESSI NELLE PROVE. TALE COLLOQUIO POTRÀ MODIFICARE, IN NEGATIVO O IN POSITIVO, L’ESITO DELLE PROVE. L’ESAME VA SOSTENUTO PER INTERO IN UN UNICO APPELLO, PER CUI LE PARTI DOVRANNO ESSERE SUPERATE ENTRAMBE NELLO STESSO APPELLO. CIÒ SIGNIFICA CHE LE PARTI NON SONO CONSERVATIVE: NON VARRANNO, QUINDI, PROVE SINGOLE SUPERATE IN ALTRI APPELLI.
PARTE 1: QUESTIONARIO SUGLI ARGOMENTI “TEORICI” DELL’INTERO CORSO:
•LA PROVA CONSISTE IN 32 DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA E RIGUARDA TUTTE LE PARTI DEL CORSO.
•PUNTEGGIO DELLA PROVA: FINO A 8 PUNTI, CON SUFFICIENZA A 4.
•I QUESTIONARI VENGONO SVOLTI DIRETTAMENTE AL COMPUTER UTILIZZANDO UN APPOSITO SOFTWARE, CHE COMUNICA IMMEDIATAMENTE ALL’ESAMINANDO L’ESITO DEL TEST.
PARTE 2A: PROGETTAZIONE DI UN DATABASE
•LA PROVA CONSISTE NELLA PROGETTAZIONE DI UN PICCOLO DATABASE, A PARTIRE DA UN INSIEME DI REQUISITI INDICATI NELLA TRACCIA. LO STUDENTE DOVRÀ SVILUPPARE L’APPLICAZIONE PASSANDO ATTRAVERSO TUTTE LE FASI (DALLA CREAZIONE DEL DIAGRAMMA ER ALLA NORMALIZZAZIONE DELLO SCHEMA RELAZIONALE).
•PUNTEGGIO DELLA PROVA: FINO A 12 PUNTI, CON SUFFICIENZA A 7.
PARTE 2B: SVILUPPO DI UN’APPLICAZIONE DBMS
•SVILUPPO DI UNA PICCOLA APPLICAZIONE DBMS CREANDO LE STRUTTURE RICHIESTE (TABELLE, MASCHERE, REPORT, ECC.) ASSEGNANDO LORO LE PROPRIETÀ CORRETTE, E POI POPOLANDO IL DATABASE E, INFINE, CREANDO LE INTERROGAZIONI RICHIESTE.
•PUNTEGGIO DELLA PROVA: FINO A 12 PUNTI, CON SUFFICIENZA A 7.
TEMPO MASSIMO A DISPOSIZIONE PER COMPLETARE LE VARIE PARTI: 120 MINUTI
Testi
P. ATZENI, S. CERI, P. FRATERNALI, S. PARABOSCHI, R. TORLONE, “BASI DI DATI – MODELLI E LINGUAGGI DI INTERROGAZIONE 4° EDIZIONE”, MCGRAW-HILL EDUCATION (ITALY) SRL, ISBN 978-8838668005
(IN ALTERNATIVA) P. ATZENI, S. CERI, P. FRATERNALI, S. PARABOSCHI, R. TORLONE, “BASI DI DATI - 5° EDIZIONE”, MCGRAW-HILL EDUCATION (ITALY) SRL,, ISBN 978-8838694455
(PER CONSULTAZIONE E/O APPROFONDIMENTO) R. ELMASRI, S. NAVATHE: “SISTEMI DI BASI DI DATI, FONDAMENTI - 6° EDIZIONE”, PEARSON ITALIA, ISBN 978-88-719-2628-5
Altre Informazioni
LE DIAPOSITIVE DEL CORSO E ULTERIORE MATERIALE DIDATTICO DEL CORSO, POSSONO ESSERE SCARICATI DAL SITO WEB DEL DOCENTE: (HTTP://DOCENTI.UNISA.IT/000794/RISORSE)
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-02-19]