STORIA DEL PENSIERO TARDO-ANTICO A

Filosofia STORIA DEL PENSIERO TARDO-ANTICO A

0322600157
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
FILOSOFIA
2022/2023

ANNO ORDINAMENTO 2021
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
AppelloData
APPELLO MAGGIO23/05/2023 - 15:30
APPELLO GIUGNO13/06/2023 - 09:30
APPELLO LUGLIO03/07/2023 - 15:30
APPELLO SETTEMBRE19/09/2023 - 15:30
APPELLO DICEMBRE12/12/2023 - 09:30
Obiettivi
IL CORSO HA L’OBIETTIVO DI APPROFONDIRE AUTORI, TEMATICHE E TRADIZIONI DI PENSIERO RICONDUCIBILI ALL'ETÀ TARDO ANTICO

CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
LO STUDENTE:
-AVRÀ MODO DI AFFRONTARE LO STUDIO DEL PENSIERO TARDO-ANTICO E DI AFFINARE LE SUE COMPETENZE RELATIVE.
-AVRÀ MODO DI COMPRENDERE QUALI SIANO LE CARATTERISTICHE FONDAMENTALI DELLA SPECULAZIONE FILOSOFICA NELL'ETÀ TARDO-ANTICA.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-ESAMINARE IN MODO DETTAGLIATO LE TEMATICHE FONDAMENTALI DI CARATTERE METAFISICO, ONTOLOGICO, ETICO E TEOLOGICO CHE EMERGONO NELLE TRADIZIONI DI PENSIERO RICONDUCIBILI ALL'ETÀ TARDO-ANTICA
-AFFRONTARE IN MODO SISTEMATICO LO STUDIO DI AUTORI E DI CORRENTI DI PENSIERO DELL'ETÀ TARDO-ANTICA
- APPROFONDIRE TEMATICHE SPECIFICHE DELLA TRADIZIONE TARDO-ANTICA ANCHE IN RELAZIONE AGLI INFLUSSI DA ESSA ESERCITATI SU FASI, EPOCHE E TRADIZIONI DI PENSIERO SUCCESSIVE.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-SVILUPPARE RIFLESSIONI AUTONOME E FONDATE SUL CONFRONTO CON I TESTI.
-AMPLIARE LA PROPRIA CAPACITÀ CRITICA E DI ANALISI.
-INDIVIDUARE E SELEZIONARE FONTI TESTUALI IN RELAZIONE A SPECIFICI TEMI DI RICERCA E DI INDAGINE.

ABILITÀ COMUNICATIVE:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI :
RAPPRESENTARE E COMUNICARE, MEDIANTE TESTI O ANCHE STRUMENTI VIRTUALI, RISULTATI DI RICERCHE O ELABORAZIONI PROPRIE.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI :
-UTILIZZARE GLI STRUMENTI BIBLIOGRAFICI TRADIZIONALI E LE RISORSE INFORMATICHE DI ANALISI E DI ARCHIVIAZIONE;
-SVOLGERE ATTIVITÀ DI RICERCA, COMPRENDERE E INTERPRETARE TESTI COMPLESSI, DI VARIA NATURA E CARATTERIZZATI DA UN AMPIO TESSUTO DI RIFERIMENTI A TRADIZIONI CULTURALI E/O FILOSOFICHE DIVERSE.
-AGGIORNARE IN MANIERA SISTEMATICA E CONTINUA LE PROPRIE CONOSCENZE, UTILIZZANDO LA LETTERATURA TECNICA E SCIENTIFICA DI RIFERIMENTO.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
IL CORSO INTENDE AFFRONTARE IL PROBLEMA DEL MALE NEL PENSIERO DI PROCLO E IL MODO IN CUI IL FILOSOFO SUPERA GLI ASPETTI APORETICI DELLA CONCEZIONE PLOTINIANA SUL MALE.
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE 30 ORE DI LEZIONI FRONTALI, CON IL SUPPORTO DELLA LETTURA COMMENTATA DELLE DISSERTAZIONI DEL "COMMENTO ALLA REPUBBLICA" DI PROCLO E DI ALCUNI CAPITOLI DELLE ENNEADI DI PLOTINO.
Verifica dell'apprendimento
LA PROVA CONSISTE IN UN ESAME ORALE VOLTO A VERIFICARE LA PREPARAZIONE DELLO STUDENTE E L’IDONEITÀ AD UTILIZZARE LE CONOSCENZE ACQUSITE. NEL CORSO DEL COLLOQUIO VERRÀ VALUTATA LA CAPACITÀ DI ESPORRE IN MODO ARTICOLATO, ANCHE CON RIFERIMENTI TESTUALI, LE TEMATICHE AFFRONTATE NEL CORSO.
Testi
PLOTINO, "ENNEADI". TRADUZIONE A CURA DI R. RADICE, MONDADORI 2002.

M. ABBATE (A CURA DI), PROCLO. COMMENTO ALLA REPUBBLICA DI PLATONE, BOMPIANI, 2004.

1998: PARYPÓSTASIS: IL CONCETTO DI MALE NELLA QUARTA DISSERTAZIONE DEL COMMENTO ALLA REPUBBLICA DI PROCLO, IN: «RIVISTA DI STORIA DELLA FILOSOFIA» 53, 109-115.

F. FERRARI: IL DIBATTITO ANTICO INTORNO ALL’ORIGINE DEL MALE: PLATONE E LA TRADIZIONE PLATONICA, IN: «ERANOS YEARBOOK 73» 2015, 42-89.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2023-01-23]