METAFISICA A

Filosofia METAFISICA A

0312500019
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
CORSO DI LAUREA
FILOSOFIA
2021/2022

ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
1) OBIETTIVO GENERALE
IL CORSO MIRA A PRESENTARE I TEMI FONDAMENTALI DELL’ONTOLOGIA GENERALE (CONCETTO DI ESSERE) E DELLE METAFISICHE SPECIALI (ANIMA, MONDO, DIO, E CONCETTI AFFINI). ATTRAVERSO QUESTI TEMI LO STUDENTE IMPARA A CONOSCERE PER UN VERSO I PROBLEMI FONDAMENTALI DEL PENSIERO FILOSOFICO, PER UN ALTRO A VEDERNE LE CONNESSIONI CON ALTRE DISCIPLINE FILOSOFICHE E SCIENTIFICHE.
2) CONOSCENZA E COMPRENSIONE
3) LO STUDENTE SAPRÀ ORIENTARSI NELL’ENCICLOPEDIA DEL SAPERE FILOSOFICO, NELLA SUA DISTINZIONE TRA DISCIPLINE GENERALI, ATTINENTI AI FONDAMENTI DI OGNI CONCEZIONE DELLA REALTÀ, E LE DISCIPLINE SPECIALI, ATTINENTI ALLE PECULIARITÀ DEI VARI CAMPI DI ESPERIENZA. IN QUESTO MODO IMPARERÀ A INDIVIDUARE CIÒ CHE CARATTERIZZA UN DISCORSO SUI FONDAMENTI TANTO ALL’INTERNO DELLE DISCIPLINE FILOSOFICHE, QUANTO NELLE ALTRE FORME DI SAPERE.
4) CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
LO STUDENTE IMPARERÒ A INDIVIDUARE COSA SONO E COME OPERANO I CONCETTI FONDAMENTALI DI OGNI FORMA DI CONOSCENZA. IMPARERÀ AD ESAMINARE LE STRUTTURE LOGICHE NONCHÉ LE RICADUTE PRATICHE DEL SAPERE (FORME CULTURALI E SIMBOLICHE, FORME ETICO-POLITICHE). SU QUESTA BASE EGLI SARÀ IN GRADO DI ELABORARE IN TERMINI AUTORIFLESSIVI E CRITICI IL MODO ATTRAVERSO CUI SI COSTRUISCE UNA RAPPRESENTAZIONE GLOBALE DELLA REALTÀ.
5) AUTONOMIA DI GIUDIZIO
ALLO STUDENTE È RICHIESTO DI VALUTARE AUTONOMAMENTE COME SI FORMA UNA RAPPRESENTAZIONE GENERALE DELLA REALTÀ, IMPARANDO A DISCERNERE CAPACITÀ E LIMITI DEI DIVERSI MODELLI FILOSOFICI OFFERTI DAL PENSIERO EUROPEO. IN QUESTO MODO SVILUPPERÀ UNA MAGGIORE CONSAPEVOLEZZA CRITICA DEL CONTESTO CULTURALE IN CUI SI MUOVE.
6) ABILITÀ COMUNICATIVE
ALLO STUDENTE È RICHIESTA UNA SUFFICIENTE CONOSCENZA DEL LESSICO FILOSOFICO DI BASE, CONSOLIDATA DA CONOSCENZE LINGUISTICHE CLASSICHE E MODERNE. CIÒ COSTITUIRÀ LA BASE PER TRASFORMARE LE CONOSCENZE IN COMPETENZE ATTIVE DA COMUNICARE E APPLICARE NEI DIVERSI CONTESTI, ANCHE GRAZIE ALL’USO DI STRUMENTI DIGITALI E DI PIATTAFORME MEDIATICHE.
7) CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
LO STUDENTE DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI UTILIZZARE GLI STRUMENTI BIBLIOGRAFICI TRADIZIONALI E TECNOLOGICI PER SVOLGERE ATTIVITÀ DI RICERCA E DI ANALISI, SAPENDO INDIVIDUARE E INTERPRETARE OPPORTUNAMENTE I TESTI E IL PATRIMONIO CULTURALE DISPONIBILE. SU QUESTA BASE EGLI POTRÀ REALIZZARE IL “LIFELONG LEARNING” PREVISTO DALLE SOCIETÀ EVOLUTE E COMPLESSE.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
NATURA E FORME DELLA DIALETTICA. PARTE PRIMA: LA DIALETTICA COME ARTE DEL DIALOGO E DELLA DISCUSSIONE.

IL TERMINE “DIALETTICA” HA ALMENO DUE SIGNIFICATI FILOSOFICAMENTE FONDAMENTALI. PER UN VERSO ESSA INDICA L’ARTE DEL DIALOGO E DELLA DISCUSSIONE, CHE RISPECCHIA LA NATURA PIÙ PROFONDA DEL PENSIERO E DELLA REALTÀ STESSA. PER UN ALTRO, INDICA UNA TECNICA DI PERSUASIONE AFFINE ALLA RETORICA CHE RESTA NELL'AMBITO DELLE OPINIONI E DEL MERAMENTE PROBABILE.
IN QUESTO MODULO SI DELINEANO TALI CARATTERI. IN PARTICOLARE SI AFFRONTA LA DIALETTICA IN PLATONE, ARISTOTELE E NELLE SUCCESSIVE PRINCIPALI LINEE DI SVILUPPO, SINO ALLA RINASCITA CONTEMPORANEA DELLA TEORIA DELL' ARGOMENTAZIONE E DELLA NUOVA RETORICA.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI
Verifica dell'apprendimento
ESAME ORALE. I CRITERI DI VALUTAZIONE SONO I SEGUENTI:
A) APPROFONDITA ED ESAUSTIVA CONOSCENZA DEL PROGRAMMA
B) CHIAREZZA ESPOSITIVA E COMPETENZA LESSICALE
C) CAPACITÀ CRITICA E CAPACITÀ DI FARE COLLEGAMENTI CULTURALI AUTONOMI
Testi
L. SICHIROLLO, DIALETTICA, EDITORE: MONDADORI, 1983.

CAPITOLI DA 1 A 7
Altre Informazioni
DURANTE IL CORSO VERRANNO FORNITI DEI MATERIALI DI APPROFONDIMENTO E UNA SELEZIONE MIRATA DI TESTI DELLA TRADIZIONE FILOSOFICA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-09-16]