FILOSOFIA

Filosofia FILOSOFIA

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL PATRIMONIO CULTURALE
Anno Accademico2021/2022
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-5 - Classe delle lauree in Filosofia

Descrizione:

Il corso di Laurea triennale in Filosofia L5 afferisce al Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale con sede presso il Campus Universitario di Fisciano. Il Corso di Laurea ha una durata legale di tre anni (è possibile l'iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall'Ateneo).

Per il conseguimento del titolo lo studente deve acquisire 180 CFU.

Modalità di ammissione:

Per l'ammissione al corso è previsto un test valutativo, orientativo e non selettivo, volto a verificare l'adeguatezza della preparazione iniziale in ambito logico-linguistico, di comprensione del testo, di cultura filosofica e generale. I tempi e le modalità di svolgimento e valutazione della prova di ammissione nonché l'attivazione di eventuali percorsi didattici integrativi di supporto sono definiti annualmente nel Manifesto degli Studi e rese note sul sito WEB del Dipartimento

Origini:

Il corso di Laurea in Filosofia nasce a Salerno nel 1969, nel momento in cui, presso l'Istituto Universitario di Magistero di Salerno, è istituita la Facoltà di Lettere e Filosofia (Decreto del Presidente della Repubblica 18 dicembre 1968, n. 1436, pubblicato nella G. U. 3 marzo 1969, n. 57). Pur modificato nei tempi e nelle forme (da corso unico quadriennale a quello attuale articolato in un triennio più un biennio magistrale), il CdS di Filosofia a Salerno conserva ancora oggi la sua istitutiva e intrinseca finalità, ossia fornire agli iscritti gli strumenti intellettuali che rendono possibile una capacità critica atta a formulare un giudizio qualificante sul pensiero e sull'agire umano.

Competenze:

Il percorso di studi (che si propone di formare studiosi competenti negli ambiti di ricerca più tipici della tradizione filosofica) è finalizzato ad assicurare una competenza ampia e concreta, spendibile nei diversi ambiti culturali e produttivi che richiedano la presenza di formatori e professionisti dotati di:

1. competenze terminologiche, metodologiche, didattiche e critiche;

2. abilità di lettura e interpretazione dei testi;

3. capacità di valutazione critica di problematiche sociali, morali e religiose, estetiche e psico-pedagogiche.

Lo studente che dopo aver conseguito la laurea triennale in Filosofia intenda proseguire gli studi universitari può accedere alla laurea magistrale in Filosofia, attivo presso l'Ateneo di Salerno e progettato in modo organico in successione al percorso triennale.

Operatore della comunicazione disciplinare

Funzione nel contesto lavorativo

Tale figura professionale si occupa di:

- revisionare contenuti testuali originali o preesistenti;

- fornire consulenza per la produzione di contenuti relativi alle specifiche competenze su media classici (editoria cartacea, radio, tv etc.) e digitali;

· realizzare attività di editing e presentazione di testi;

· reperire e organizzare informazioni su argomenti specifici, anche attraverso ricerche in rete

· curare la comunicazione con enti e soggetti esterni all’azienda o all’ente.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel percorso di studio.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato sarà in grado di

- revisionare contenuti professionali specificamente ideati in relazione ai media espressivi di destinazione

- selezionare e organizzare informazioni e documenti da fonti specifiche

- verificare l’autenticità e l’attendibilità delle informazioni reperite

- avere dimestichezza con gli strumenti informatici e dell’editoria multimediale (programmi di scrittura, database relazionali, digital resources, ecc.)

- condividere le conoscenze acquisite utilizzando strumenti software e almeno una lingua straniera, mostrando consapevolezza delle trasformazioni digitali

- produrre argomentazioni dotate di una buona struttura logica ed espositiva, in forma scritta e orale, tanto in relazione agli aspetti formali quanto a quelli linguistico-espressivi

- dimostrare abilità espressive e professionali di base nell’ambito della produzione scritta, con particolare riferimento alle nuove forme della comunicazione

- dimostrare abilità espressive e professionali di base nell’ambito delle comunicazioni pubbliche (lezioni, conferenze, congressi, occasioni di incontro e trasmissioni radio-televisive e digitali)

- dimostrare abilità nell’enunciare/comunicare/insegnare oralmente, e nel produrre, con risultati apprezzabili sia nei contenuti sia nelle forme, saggi su temi inerenti alle competenze acquisite nel percorso formativo

Sbocchi Professionali

Le competenze acquisite permettono al laureato del CdS di accedere a posizioni lavorative operative e/o manageriali nell’ambito della produzione e revisione editoriale e della comunicazione presso enti pubblici e privati

Operatore della gestione delle risorse umane

Funzione nel contesto lavorativo

Tale figura professionale si occupa di selezionare, gestire e sviluppare le risorse umane. In particolare si occupa di

- collaborare nella ricerca e selezione del personale in linea con le esigenze dell’azienda o dell’ente;

- collaborare alla gestione del personale;

- collaborare all’integrazione delle diverse figure professionali entro le strutture e l’organizzazione complessiva dell’azienda o dell’ente;

- individuare attività di formazione e aggiornamento del personale.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel percorso di studio.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato sarà in grado di :

- svolgere una funzione di mediazione all’interno di contesti professionali diversi grazie alle competenze espressive, logico-linguistiche e di confronto critico acquisite nello studio delle diverse discipline e nelle attività a esse collegate

- individuare il ruolo e le competenze del personale in relazione alle esigenze e alle strutture organizzative dell’ente o dell’azienda;

- esprimersi e argomentare su registri stilistici e comunicativi diversi;

- mostrare, nelle attività professionali (pubbliche e private), capacità di integrazione con tutte le forme di alterità (intellettuale e ideologica, culturale, sociale, politica, religiosa, di genere), interagendo efficacemente con l'ambiente naturale e culturale;

- utilizzare motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base relazionali;

- individuare e valorizzare le competenze;

- utilizzare le competenze di ambito psicologico e pedagogico nella gestione delle risorse umane

- utilizzare la lingua straniera in contesti specifici

- utilizzare i principali software specifici in ambito umanistico

Sbocchi Professionali

Addetto alle relazioni pubbliche presso enti istituzionali e privati

Operatore della gestione di eventi culturali

Funzione nel contesto lavorativo

Tale figura professionale si occupa di comunicazione, divulgazione culturale e promozione di eventi culturali (in special modo di carattere interdisciplinare), con particolare attenzione agli aspetti organizzativi. In particolare si occupa di:

- gestire problemi, logistici e teorici, legati all’uso delle nuove tecnologie e all’interazione tra saperi e culture diverse

- organizzare le informazioni relative a specifiche tematiche

- sviluppare progetti relativi all’allestimento e alla gestione di mostre, repertori, esposizioni e altre iniziative;

- organizzare attività formative e divulgative collegate a eventi culturali, mostre, ecc.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel percorso di studio

Competenze associate alla Funzione

Il laureato sarà in grado di :

- favorire l’interazione con saperi diversi e differenti esigenze espressive grazie all’approccio interdisciplinare, sviluppato nell’ambito delle diverse competenze teoretiche, etiche, estetiche, storico-filosofiche, logico-linguistiche, antropologico-psicologiche acquisite nel percorso di studio

- produrre argomentazioni dotate di una buona struttura logica ed espositiva, in forma scritta e orale, tanto in relazione agli aspetti formali quanto a quelli linguistico-espressivi

- condividere le conoscenze acquisite utilizzando strumenti software e almeno una lingua straniera

- dimostrare abilità espressive e professionali di base nell’ambito della produzione scritta, con particolare riferimento alle nuove forme della comunicazione

- dimostrare abilità espressive e professionali di base nell’ambito delle comunicazioni pubbliche (lezioni, conferenze, congressi, occasioni di incontro e trasmissioni radio-televisive e digitali)

- dimostrare abilità nell’enunciare/comunicare/insegnare oralmente, e nel produrre, con risultati apprezzabili sia nei contenuti sia nelle forme, saggi su temi inerenti alle competenze acquisite nel percorso formativo

- utilizzare motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base;

- utilizzare la lingua straniera in contesti specifici

- utilizzare i principali software specifici in ambito umanistico

Sbocchi Professionali

Organizzatori di eventi culturali presso istituzioni ed enti privati

Tecnici delle pubbliche relazioni3.3.3.6.2
Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali3.4.1.2.1
Tecnici dei servizi per l'impiego3.4.5.3.0
Michele ABBATE
Francesco Paolo ADORNO
Gian Paolo CAMMAROTA
Giulio D'ONOFRIO
Renato DE FILIPPIS
Andrea MARINO
Davide MONACO
Gabriele PULLI
Marco RUSSO
Michele ABBATE
Armando BISOGNO
Marco RUSSO
Gian Paolo CAMMAROTA
Francesco VITALE
Marina Passaro
Gabriele Maiellaro
Teodora Trotta
Fonte AVA-SUA