FISICA

Informatica FISICA

0512100003
DIPARTIMENTO DI INFORMATICA
CORSO DI LAUREA
INFORMATICA
2013/2014



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2008
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
432LEZIONE
224LABORATORIO


Obiettivi
CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
IL CORSO INTENDE FORNIRE, IN MODO CONCISO E ADATTO ALLE APPLICAZIONI, LA CONOSCENZA DELLE NOZIONI DI BASE E DELLE APPLICAZIONI DELLA MECCANICA CLASSICA, DELLA TERMODINAMICA E DELL’ELETTROMAGNETISMO.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE :
IL CORSO HA COME OBIETTIVO QUELLO DI RENDERE LO STUDENTE CAPACE DI ASSIMILARE LE CONOSCENZE ACQUISITE E DI SAPER RISOLVERE SEMPLICI ESERCIZI. IN PARTICOLARE, LO STUDENTE DEVE SAPER SVOLGERE ESERCIZI RIGUARDANTI PROBLEMI ELEMENTARI DI MECCANICA, TERMODINAMICA ED ELETTROMAGNETISMO.

ABILITÀ COMUNICATIVE:
IL CORSO TENDERÀ A FAVORIRE LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI ESPORRE IN MODO CHIARO E RIGOROSO LE CONOSCENZE ACQUISITE. AL TERMINE DEL CORSO LO STUDENTE DEVE ESSERE IN GRADO DI ENUNCIARE IN MODO CORRETTO DEFINIZIONI, PROBLEMI E TEOREMI RIGUARDANTI I CONTENUTI DEL CORSO STESSO.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
GLI STUDENTI SONO GUIDATI AD APPRENDERE IN MANIERA CRITICA E RESPONSABILE TUTTO CIÒ CHE VIENE SPIEGATO LORO IN CLASSE E AD ARRICCHIRE LE PROPRIE CAPACITÀ DI GIUDIZIO ATTRAVERSO LO STUDIO DEL MATERIALE DIDATTICO INDICATO DAL DOCENTE.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO:
GLI STUDENTI, AI QUALI VIENE FORNITA UNA PREPARAZIONE DI BASE SULLE DISCIPLINE FISICHE, SONO IN GRADO DI AFFRONTARE, IN MODO SISTEMATICO, SUCCESSIVI STUDI, NEI QUALI POSSONO ESSERE RICHIAMATI I CONCETTI CARDINI DELLA FISICA CLASSICA.
Prerequisiti
È RICHIESTA LA CONOSCENZA DEGLI ARGOMENTI DI BASE DI MATEMATICA TRATTATI NEI CORSI DI SCUOLA MEDIA SUPERIORE. IN PARTICOLARE, SI RICHIEDE LA CONOSCENZA DELL’ALGEBRA ELEMENTARE, DEI METODI RISOLUTIVI DELLE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI DI PRIMO E SECONDO GRADO, LOGARITMI, TRIGONOMETRIA.
Contenuti
ORE DI LEZIONI FRONTALI: 32
ORE DI LABORATORIO/ESERCITAZIONI: 24
CONTENUTO:
MECCANICA: ELEMENTI INTRODUTTIVI: GRANDEZZE FISICHE E LORO UNITÀ DI MISURA. ALGEBRA VETTORIALE: DEFINIZIONE DI UN VETTORE. SOMMA E DIFFERENZA. PRODOTTO SCALARE E PRODOTTO VETTORIALE. MECCANICA: LA CINEMATICA. VETTORE POSIZIONE, SPOSTAMENTO, VELOCITÀ, ACCELERAZIONE. MOTO IN UNA E DUE DIMENSIONI. IL MOTO CIRCOLARE. LA DINAMICA. LE LEGGI DI NEWTON. ALCUNE FORZE FONDAMENTALI. ATTRITO, TENSIONE, REAZIONI VINCOLARI. IL PENDOLO E L’EQUAZIONE DELL’OSCILLATORE ARMONICO. ENERGIA CINETICA E LAVORO. TEOREMA DELL’ENERGIA CINETICA. ENERGIA POTENZIALE. CONSERVAZIONE DELL’ENERGIA MECCANICA. CENTRO DI MASSA E QUANTITÀ DI MOTO. TERMODINAMICA:TEMPERATURA E CALORE. IL LAVORO IN TERMODINAMICA. IL PRIMO PRINCIO DELLA TERMODINAMICA. TRASFORMAZIONI REVERSIBILI E IRREVERSIBILI. CICLI TERMICI E RENDIMENTO DI UNA MACCHINA TERMICA. L’ENTROPIA. IL SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA. ELETTROMAGNETISMO: LA CARICA ELETTRICA. IL CAMPO ELETTRICO. IL TEOREMA DI GAUSS. IL POTENZIALE ELETTROSTATICO E L’ENERGIA POTENZIALE ELETTROSTATICA. I CONDENSATORI. LA CORRENTE ELETTRICA. LA RESISTENZA ELETTRICA E LA LEGGE DI OHM. LE LEGGI DI KIRCHHOFF E I CIRCUITI ELETTRICI. IL CIRCUITO RC. IL CAMPO MAGNETICO. LA FORZA DI LORENTZ. FILI PERCORSI DA CORRENTE. LEGGE DI BIÒT-SAVART. LEGGE DI AMPÈRE. LA LEGGE DI FARADAY. CENNI SULLE EQUAZIONI DI MAXWELL E SULLE ONDE ELETTROMAGNETICHE.
Metodi Didattici
IL CORSO SI SVILUPPA IN LEZIONI TEORICHE E PRATICHE MIRATE ALL'APPRENDIMENTO DEI CONCETTI FONDAMENTALI DELLA MECCANICA, TERMODINAMICA ED ELETTROMAGNETISMO. OGNI LEZIONE CONSISTE NELL'ESPOSIZIONE DI UNO O PIÙ ARGOMENTI SEGUITI DA ESEMPI E APPLICAZIONI.
Verifica dell'apprendimento
(A)PROVE SCRITTE IN ITINERE E PROVA ORALE FINALE ALLA QUALE SI È AMMESSI CONSEGUENDO UNA MEDIA MINIMA DI 15/30 ALLE PROVE SCRITTE IN ITINERE (POSSONO RICHIEDERE DI ESSERE ESONERATI DALLA PROVA ORALE GLI ALLIEVI CHE HANNO CONSEGUITO UNA MEDIA DI ALMENO 24/30 NELLE PROVE SCRITTE IN ITINERE).
(B)PROVE SCRITTE PERIODICHE CON RELATIVA PROVA ORALE SECONDO IL CALENDARIO FISSATO DAL CONSIGLIO DI AREA DIDATTICA PER COLORO CHE NON HANNO SOSTENUTO E/O SUPERATO LE PROVE IN ITINERE. SONO AMMESSI ALLA PROVA ORALE I CANDIDATI CHE HANNO CONSEGUITO UNA VOTAZIONE NON INFERIORE A 15/30.
Testi
1.HALLIDAY D., RESNICK R., WALKER J.: FONDAMENTI DI FISICA. CASA EDITRICE AMBROSIANA, ROZZANO (MI).
2.SERWAY R. A., JEWETT J. W.: FISICA PER SCIENZE E INGEGNERIA. ED. EDISES, NAPOLI.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]