UNIT OPERATIONS IN CHEMICAL ENGINEERING - IMPIANTI CHIMICI

Ingegneria Alimentare - Food Engineering UNIT OPERATIONS IN CHEMICAL ENGINEERING - IMPIANTI CHIMICI

0622800031
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
INGEGNERIA ALIMENTARE
2017/2018



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO INTENDE ILLUSTRARE GLI ASPETTI SPECIFICI DELL'INDUSTRIA DI PROCESSO PER QUANTO
RIGUARDA L'ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PRODUTTIVI E DELLE UTILITIES, NONCHÈ LE TECNICHE DI
MANAGEMENT APPROPRIATE. VENGONO RICHIAMATE ANCHE LE PRINCIPALI NORMATIVE AMBIENTALI E
SULLA SICUREZZA.
CONOSCENZE E CAPACITA' DI COMPRENSIONE:
COMPRENSIONE DEI CONCETTI DI BILANCIO DI MATERIA E DI CALORE E DELLE TECNICHE DI
UTILIZZAZIONE NELL'ESERCIZIO DI IMPIANTI.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
SAPER INDIVIDUARE I TERMINI DI MAGGIORE IMPATTO TECNICO, ECONOMICO, E SULLA SICUREZZA IN
UN IMPIANTO DI PROCESSO.
ABILITA' COMUNICATIVE:
SAPER ESPORRE IN MODO CHIARO E TECNICAMENTE CORRETTO ARGOMENTI LEGATI ALL'ESERCIZIO
DI IMPIANTI DI PROCESSO.
SAPER LEGGERE UN DIAGRAMMA DI PROCESSO.
CAPACITA' DI APPRENDERE:
SAPER APPLICARE LE COMPETENZE ACQUISITE A CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI NEL
CORSO.
Prerequisiti
SONO RICHIESTE CONOSCENZE DI BASE DI FISICA, MATEMATICA E TERMODINAMICA PRINCIPI DI ECONOMIA APPLICATA.
Contenuti

L'INDUSTRIA DI PROCESSO: DEFINIZIONE E SPECIFICITÀ. 2 H
LE CORRENTI DI PROCESSO E LE UTILITIES. 4 H
LE OPERAZIONI UNITARIE DELL'INDUSTRIA DI PROCESSO: VARIABILI DI
PROGETTO E DI ESERCIZIO. 6 H
OPERAZIONI TERMICHE, DI SEPARAZIONE E DI REAZIONE. 6 H
I BILANCI MATERIALI: UTILIZZAZIONE ED ESEMPI APPLICATIVI. 10 H
I BILANCI DI ENERGIA: UTILIZZAZIONE NELLA DEFINIZIONE DEI
REQUISITI DELLE UTILITIES. 4 H
IL CICLO DEL VAPORE E DELL'ACQUA DI RAFFREDDAMENTO. 2 H
CENNI ALLA NORMATIVA AMBIENTALE E DI SICUREZZA. 4 H
PROPRIETA’ DELLE SOSTANZE COMBUSTIBILI INERENTI LA SICUREZZA 4 H
CENNI ALLA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO NEGLI IMPIANTI
DI PROCESSO 4 H
IL PROGETTO DELL'IMPIANTO DI PROCESSO: DALL'IDEA, ALLA
PROGETTAZIONE, ALLA COSTRUZIONE. 4 H
LE TECNICHE DI PROJECT MANAGEMENT NELL'INDUSTRIA DI PROCESSO. 8 H

I

Metodi Didattici
IL CORSO PREVEDE CIRCA IL 70% DI DIDATTICA TRADIZIONALE IN AULA, MENTRE IL 30% DELLE
ATTIVITÀ CONSISTE IN ESERCITAZIONI CALCOLATIVE SU PROBLEMI DI INTERESSE APPLICATIVO.
Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE AVVIENE ATTRAVERSO UN COLLOQUIO CHE VERIFICA LA CAPACITA' DI IMPOSTARE BILANCI DI MATERIA E TERMICI, LA COMPRENSIONE DEI PROBLEMI DI SICUREZZA ED AMBIENTALE DEI PROCESSI E LA FAMILIARITA' CON LE TECNICHE DI PROJECT MANAGEMENT

Testi
C. BRANNAN: "RULES OF THUMB FOR CHEMICAL ENGINEERS", GPP EDITIONS
APPUNTI DELLE LEZIONI
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-05-14]