CHIMICA PER L'INGEGNERIA AMBIENTALE

Ingegneria Civile per l'Ambiente ed il Territorio CHIMICA PER L'INGEGNERIA AMBIENTALE

0612500065
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE
CORSO DI LAUREA
INGEGNERIA CIVILE PER L'AMBIENTE ED IL TERRITORIO
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2022
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
Obiettivi
RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI E COMPETENZA DA ACQUISIRE: CONOSCENZA, COMPRENSIONE E RAZIONALIZZAZIONE DEI FENOMENI CHIMICI, STRUTTURAZIONE ATOMISTICA E MOLECOLARE DELLA MATERIA E SUE TRASFORMAZIONI FISICHE E CHIMICHE.
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: CONOSCENZA DELLA TERMINOLOGIA DESCRITTIVA E DEGLI ASPETTI METODOLOGICI-APPLICATIVI DEI FENOMENI CHIMICI, DELLA STRUTTURAZIONE DELLA MATERIA E DELLE SUE TRASFORMAZIONI.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE TEORICHE E LE METODOLOGIE DI CALCOLO ACQUISITE ALLA RISOLUZIONE DI PROBLEMI ELEMENTARI O DI ROUTINE DELLA CHIMICA DI BASE.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO: SAPER DESCRIVERE IN MODO APPROPRIATO I FENOMENI CHIMICI MACROSCOPICI IN TERMINI ATOMISTICI E SAPER INDIVIDUARE LE METODOLOGIE DI CALCOLO APPROPRIATE PER NUMERICAMENTE PROBLEMI ELEMENTARI DELLA CHIMICA DI BASE.
ABILITÀ COMUNICATIVE: SAPER ESPORRE ORALMENTE LE CONOSCENZE ACQUISITE, ANCHE CON SCHEMI GRAFICI E NUMERICI.
CAPACITÀ DI APPRENDERE: SAPER APPLICARE E AGGIORNARE AUTONOMAMENTE LE CONOSCENZE ACQUISITE.
Prerequisiti
PREREQUISITI: FONDAMENTI DELLA MATEMATICA E DELLA FISICA QUALI POSSONO ESSERE ACQUISITI A LIVELLO DI SCUOLA SECONDARIA.
PROPEDEUTICITÀ: NESSUNA.
Contenuti
MATERIA ED ENERGIA. STRUTTURA DEGLI ATOMI. IL SISTEMA PERIODICO. (5 ORE TEORIA + 2 ORE ESERCITAZIONI)
IL LEGAME CHIMICO: ENERGIE E FORZE DEI LEGAMI. I LEGAMI FORTI. TEORIE DEI LEGAMI FORTI: LEWIS, LEGAME DI VALENZA, ORBITALI MOLECOLARI. (6 ORE TEORIA + 2 ORE ESERCITAZIONI)
IBRIDIZZAZIONE DEGLI ORBITALI ATOMICI. RISONANZA. GEOMETRIE MOLECOLARI. INTERAZIONI DEBOLI FRA MOLECOLE: DIPOLO-DIPOLO, A IDROGENO, VAN DER WAALS. (5 ORE TEORIA + 2 ORE ESERCITAZIONI)
LA MOLE. FORMULE MINIME E MOLECOLARI. PERCENTUALI IN MASSA DEGLI ELEMENTI NEI COMPOSTI. (6 ORE ESERCITAZIONI)
STATI DI OSSIDAZIONE. REAZIONI REDOX IN AMBIENTE IONICO. CALCOLI STECHIOMETRICI: REAGENTE LIMITANTE. (2 ORE TEORIA + 7 ORE ESERCITAZIONI)
STATI DELLA MATERIA: SOLIDI; GAS; LIQUIDI. (5 ORE TEORIA)
TRASFORMAZIONI DI FASE. (3 ORE TEORIA)
SOLUZIONI E LORO PROPRIETÀ. PROPRIETÀ COLLIGATIVE. EQUILIBRI CHIMICI OMOGENEI IN FASE GASSOSA. EQUILIBRI IONICI IN SOLUZIONE ACQUOSA: ACIDI E BASI E EQUILIBRIO DI SOLUBILITÀ. (5 ORE TEORIA + 5 ORE ESERCITAZIONI)
ELETTROCHIMICA. LE PILE. EQUAZIONE DI NERNST. CALCOLO DELLA F.E.M. DI UNA PILA E DETERMINAZIONE DEL VERSO SPONTANEO DELLA REAZIONE REDOX CHE LA ALIMENTA. (2 ORE TEORIA + 3 ORE ESERCITAZIONI).
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI TEORICHE (33 ORE = 3,3 CFU) ED ESERCITAZIONI IN AULA (27 ORE = 2,7 CFU). DURANTE LE ESERCITAZIONI SI PROPONE ALLO STUDENTE LA RISOLUZIONE DI PROBLEMI LEGATI ALLA STECHIOMETRIA. IL METODO DI RISOLUZIONE CONSISTE NELLA COMPRENSIONE DEL PROBLEMA, NELLA PIANIFICAZIONE DELLA SOLUZIONE, E INFINE NELLA RISOLUZIONE. QUEST’ULTIMA FASE PROMUOVE L’ABITUDINE A VALUTARE LA RAGIONEVOLEZZA DELLA RISPOSTA E A VERIFICARE LA COERENZA CON I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA CHIMICA.
L’INSEGNAMENTO È EROGATO IN PRESENZA. LA FREQUENZA È OBBLIGATORIA. LA FRAZIONE MINIMA DELLE ORE DI ATTIVITÀ DIDATTICA FRONTALE NECESSARIA PER SOSTENERE L’ESAME È PARI AL 70%. LA MODALITÀ DI VERIFICA DELLA PRESENZA È GENERALMENTE DI TIPO ELETTRONICO, OVVERO RESA NOTA DAL DOCENTE ALL’INIZIO DELLE LEZIONI.
Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI AVVERRÀ ATTRAVERSO LO SVOLGIMENTO DI UNA PROVA D’ESAME, FINALIZZATA A VALUTARE LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI AVERE APPRESO I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA STRUTTURA DELLA MATERIA, AVENDO ACQUISITO LA DIFFERENZA TRA UN APPROCCIO FENOMENOLOGICO E UN APPROCCIO MICROSCOPICO RISPETTO ALLO STUDIO DELLE PROPRIETÀ DELLA MATERIA E DELLE SUE TRASFORMAZIONI.
LA PROVA D'ESAME CONSISTERÀ IN UNA PROVA SCRITTA CON QUESITI DI STECHIOMETRIA (REAZIONI REDOX, EQUILIBRIO OMOGENEO IN FASE GAS, PROPRIETÀ COLLIGATIVE, EQUILIBRIO ACIDO-BASE, EQUILIBRIO DI SOLUBILITÀ, CELLE GALVANICHE) E UNA PROVA ORALE, ENTRAMBE VALUTATE IN TRENTESIMI. PER ACCEDERE ALLA PROVA ORALE È NECESSARIO OTTENERE UNA VALUTAZIONE PARI AD ALMENO 15/30. LA PROVA ORALE CONSISTERÀ IN UN COLLOQUIO IN CUI VERRANNO COLMATE EVENTUALI LACUNE RISCONTRATE NELLA PROVA SCRITTA E APPROFONDITI GLI ARGOMENTI DI TEORIA. IL VOTO FINALE CONSEGUITO, ESPRESSO IN TRENTESIMI CON EVENTUALE LODE, DIPENDERÀ DALLA MATURITÀ ACQUISITA SUI CONTENUTI DEL CORSO E SARÀ DATO DALLA MEDIA NUMERICA DEI PUNTEGGI OTTENUTI NELLE DUE PROVE. AI FINI DELLA LODE SI TERRÀ CONTO DELLA QUALITÀ DELL’ESPOSIZIONE, IN TERMINI DI UTILIZZO DI LINGUAGGIO SCIENTIFICO APPROPRIATO, E DELL’AUTONOMIA DI GIUDIZIO DIMOSTRATA.
Testi
1) BRAIN B. LAIRD, CHIMICA GENERALE (MCGRAW-HILL)
2) BERTINI IVANO, MANI FABRIZIO, LUCHINAT CLAUDIO, STECHIOMETRIA, CEA
3) QUALSIASI ALTRO TESTO UNIVERSITARIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA

IL MATERIALE PER LE ESERCITAZIONI, SIA PUR PRESENTE NEI TESTI CONSIGLIATI, VERRÀ INTEGRATO DURANTE IL CORSO DAL DOCENTE.
Altre Informazioni
POTRANNO ESSERE SVOLTE PROVE INTRA-CORSO, APERTE ESCLUSIVAMENTE AGLI STUDENTI DEL I ANNO

LINGUA DEL CORSO: ITALIANO
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-09-16]