TEORIA E PROGETTO DI EDIFICI IN ZONA SISMICA

Ingegneria Edile-Architettura TEORIA E PROGETTO DI EDIFICI IN ZONA SISMICA

0660100061
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
2017/2018

ANNO CORSO 5
ANNO ORDINAMENTO 2012
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
1TEORIA DEGLI EDIFICI IN ZONA SISMICA
660LEZIONE
2PROGETTO DI EDIFICI IN ZONA SISMICA
660LEZIONE
Obiettivi
RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI E COMPETENZE DA ACQUISIRE:

IL CORSO COSTITUISCE IL PRIMO MODULO DI TEORIA E PROGETTO DEGLI EDIFICI IN ZONA SISMICA (12 CFU) CHE PREVEDE UNA PARTE TEORICA (I MODULO) ED UNA PARTE PROGETTUALE (II MODULO) DEDICATA AGLI EDIFICI IN CEMENTO ARMATO E A QUELLI IN ACCIAIO IN ZONA SISMICA. LA PARTE TEORICA RISULTA FINALIZZATA ALL'APPRENDIMENTO DEI FONDAMENTI PER L'ANALISI DINAMICA E LA PROGETTAZIONE DI EDIFICI IN ZONA SISMICA. LA PARTE PROGETTUALE PREVEDE ESERCITAZIONI DURANTE LE QUALI, ANCHE MEDIANTE L'IMPIEGO DI ESEMPI NUMERICI, VENGONO FORNITE LE INDICAZIONI NECESSARIE PER LA REDAZIONE DI UN ELABORATO PROGETTUALE CHE GLI ALLIEVI DOVRANNO SVILUPPARE IN MANIERA AUTONOMA, SUPPORTATI DALL'ATTIVITÀ DI TUTORATO DIDATTICO CHE RISULTA PARTE INTEGRANTE DEL CORSO. L'ELABORATO CONSISTE NEL PROGETTO DI UN EDIFICIO IN CEMENTO ARMATO SITO IN ZONA SISMICA. IL CARATTERE PROGETTUALE COSTITUISCE L'ASPETTO FONDAMENTALE DEL CORSO (I E II MODULO). GLI ELABORATI STRUTTURALI VENGONO SVILUPPATI A PARTIRE DA UN PROGETTO ARCHITETTONICO, COSICCHÉ SI TRATTA DI UNA VERA E PROPRIA ESPERIENZA PROGETTUALE, PIUTTOSTO CHE DI UNA SEMPLICE VERIFICA DI UNA STRUTTURA ASSEGNATA. PERTANTO, IL CORSO RAPPRESENTA PER GLI ALLIEVI, NEL SETTORE DELL'EDILIZIA, IL PRIMO IMPEGNO IN UNA PROGETTAZIONE STRUTTURALE COMPLETA IN ZONA SISMICA CHE PARTE ED INTERAGISCE CON IL PROGETTO ARCHITETTONICO.
LE COMPETENZE RISULTANTI DALLE ATTIVITÀ PREVISTE RIGUARDANO LA CAPACITÀ DI SVILUPPARE MODELLAZIONI DI STRUTTURE SPAZIALI E DI ANALIZZARNE LA RISPOSTA DINAMICA SOTTO AZIONI SISMICHE E LA CAPACITÀ DI VERIFICARE LE STRUTTURE PROGETTATE NEL RISPETTO NELLE NORMATIVE.

CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

CONOSCENZA DELLE PRINCIPALI REGOLE DI PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE IN CEMENTO ARMATO IN ZONA SISMICA. CONOSCENZA DEI METODI PER L'ANALISI STATICA EQUIVALENTE E PER L'ANALISI DINAMICA DELLE STRUTTURE IN ZONA SISMICA. CAPACITÀ DI COMPRENDERE LA FILOSOFIA DI PROGETTAZIONE DELLE STRUTTURE SISMO-RESISTENTI E DI INQUADRARLA NEL CONTESTO NORMATIVO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE:

SAPER PROGETTARE ED ANALIZZARE SISTEMI STRUTTURALI, ANCHE COMPLESSI, PER EDIFICI MULTIPIANO IN ZONA SISMICA.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS):

SAPER INDIVIDUARE I METODI PIÙ APPROPRIATI PER L'ANALISI DI UN SISTEMA STRUTTURALE.

ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS):

SAPER LAVORARE IN GRUPPO ED ESPORRE ORALMENTE TEMATICHE RIGUARDANTI L'ANALISI E LA PROGETTAZIONE STRUTTURALE IN ZONA SISMICA. CAPACITÀ DI COMUNICARE ATTRAVERSO GLI STRUMENTI GRAFICI PIÙ MODERNI LE SOLUZIONI PROGETTUALI INDIVIDUATE.

CAPACITÀ DI APPRENDERE (LEARNING SKILLS):

CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE IN CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO E DI APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI ATTRAVERSO LO STUDIO, IN COMPLETA AUTONOMIA, DI MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI
Prerequisiti
PER IL PROFICUO RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI SONO RICHIESTE ADEGUATE CONOSCENZE MATEMATICHE DI BASE E LA CONOSCENZA DEI PRINCIPI E METODI FONDAMENTALI DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA DELLE COSTRUZIONI.
Contenuti
ANALISI DINAMICA DEI SISTEMI AD UN GRADO DI LIBERTÀ:

VIBRAZIONI LIBERE NON SMORZATE. VIBRAZIONI LIBERE SMORZATE. EQUAZIONI DEL MOTO E RISPOSTA IN TERMINI DI VARIABILI DI STATO. FUNZIONI DI RISPOSTA AL GRADINO UNITARIO E ALL'IMPULSO UNITARIO. RISPOSTA A FORZANTI GENERICHE. ANALISI DINAMICA NEL DOMINIO DELLA FREQUENZA. TRASFORMATE DI FOURIER. FORZANTI PERIODICHE.

ANALISI DINAMICA DEI SISTEMI A PIÙ GRADI DI LIBERTÀ:

EQUAZIONI DEL MOTO DI STRUTTURE NON SMORZATE. MATRICE DI RIGIDEZZA. MATRICE DELLE MASSE. CONDENSAZIONE STATICA DELLE EQUAZIONI DEL MOTO. VIBRAZIONI LIBERE NON SMORZATE. PROPRIETÀ DI ORTOGONALITÀ DEGLI AUTOVETTORI. DETERMINAZIONE DELLE FORME MODALI ATTRAVERSO LA TECNICA DELLA MATRICE SPAZZINA. COMBINAZIONE DELLE FORME MODALI. MATRICE DI DISSIPAZIONE MODALE. VIBRAZIONI LIBERE DI STRUTTURE CLASSICAMENTE SMORZATE. VIBRAZIONI FORZATE DI STRUTTURE CLASSICAMENTE SMORZATE.

LE AZIONI SISMICHE:

SPETTRI DI RISPOSTA IN TERMINI DI SPOSTAMENTO, VELOCITÀ, ACCELERAZIONE; TESTO UNICO SULLE COSTRUZIONI (NTC 2008); EUROCODICE 8; IL FATTORE DI STRUTTURA.

DUTTILITÀ DELLE STRUTTURE:
DUTTILITÀ GLOBALE, DUTTILITÀ LOCALE, CAPACITÀ DI RIDISTRIBUZIONE PLASTICA, SENSIBILITÀ STRUTTURALE AGLI EFFETTI DEL SECONDO ORDINE. INTERAZIONE TRA DUTTILITÀ LOCALE E DUTTILITÀ GLOBALE.

LA RIPARTIZIONE DELLE AZIONI SISMICHE:

IL RUOLO DELL'IMPALCATO NEL PROBLEMA DELLA RIPARTIZIONE DELLE AZIONI SISMICHE; IL BARICENTRO DELLE MASSE ED IL BARICENTRO DELLE RIGIDEZZE; LA RIPARTIZIONE DELLE AZIONI SISMICHE NEL CASO DEGLI EDIFICI MONOPIANO; LA RIPARTIZIONE DELLE AZIONI SISMICHE NEL CASO DEGLI EDIFICI MULTIPIANO MEDIANTE IL METODO ITERATIVO.

ANALISI SISMICA DEGLI EDIFICI:

LA MATRICE DI RIGIDEZZA ALLA TRASLAZIONE DI ELEMENTI RESISTENTI VERTICALI; LA MATRICE DI RIGIDEZZA ALLA TRASLAZIONE DEI TELAI PIANI: METODO GENERALE DELLA CONDENSAZIONE STATICA DELLA MATRICE DI RIGIDEZZA; LA MATRICE DI RIGIDEZZA ALLA TRASLAZIONE DELLE PARETI; LE PARETI FORATE; RICHIAMI SULLA TORSIONE NON UNIFORME; I NUCLEI DI IRRIGIDIMENTO; NUCLEI A SEZIONE SOTTILE APERTA; NUCLEI A SEZIONE SOTTILE CHIUSA; LA MATRICE DI RIGIDEZZA TORSIONALE DEI NUCLEI; ASSEMBLAGGIO DELLE MATRICI DI RIGIDEZZA DEI SINGOLI ELEMENTI RESISTENTI VERTICALI; LA MATRICE DI RIGIDEZZA DELL'EDIFICIO; LA MATRICE DELLE MASSE; EQUAZIONI DEL MOTO; ANALISI STATICA EQUIVALENTE, ANALISI DINAMICA SPETTRALE.

ORE DI LEZIONE: 55
ORE DI ESERCITAZIONE: 5
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO CONTEMPLA LEZIONI TEORICHE ED ESERCITAZIONI IN AULA. LE ESERCITAZIONI IN AULA PREVEDONO SIA ESEMPI NUMERICI CHE APPLICAZIONI DI CALCOLO MEDIANTE L'AUSILIO DELL'ELABORATORE ELETTRONICO.
Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI AVVIENE MEDIANTE UN COLLOQUIO ORALE RIGUARDANTE GLI ARGOMENTI TEORICI TRATTATI NEL CORSO DELLE LEZIONI ANCHE ATTRAVERSO APPLICAZIONI NUMERICHE.
Testi
•APPUNTI DALLE LEZIONI.
•G. MUSCOLINO: "DINAMICA DELLE STRUTTURE", MC GRAW HILL
•R. RAMASCO: "DINAMICA DELLE STRUTTUE", CUEN
•R. CLOUGH, J. PENZIEN: "DYNAMICS OF STRUCTURES", MC GRAW HILL
•J.L. HUMAR (2012): "DYNAMICS OF STRUCTURES", THIRD EDITION, CRC PRESS/BALKEMA.
•F.M. MAZZOLANI, V. PILUSO: "THEORY AND DESIGN OF SEISMIC RESISTANT STEEL FRAMES", E&FN SPON, AN IMPRINT OF CHAPMAN & HALL.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-05-14]