STORIA DELL'ARCHITETTURA I

Ingegneria Edile-Architettura STORIA DELL'ARCHITETTURA I

0660100004
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2017
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
12120LEZIONE
Obiettivi
RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI E COMPETENZA DA ACQUISIRE:
ACQUISIRE LE NOZIONI NECESSARIE NONCHÉ I METODI E GLI STRUMENTI PER UNA COMPRENSIONE CRITICA DEI PRINCIPALI FENOMENI CHE HANNO CARATTERIZZATO LA STORIA DELL’ARCHITETTURA DALL’ANTICHITÀ AL PERIODO NEOCLASSICO.
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
ESSERE CONSAPEVOLI DELLE PRINCIPALI LINEE DI SVILUPPO DELLA STORIA DELL’ARCHITETTURA FINO AL XVIII SECOLO; RAGGIUNGERE UN’ADEGUATA CAPACITÀ DI RICONOSCERE, DESCRIVERE E VALUTARE LE ARCHITETTURE PRINCIPALI DEL PERIODO PRESO IN CONSIDERAZIONE.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
SAPER APPLICARE LA METODOLOGIA STORICA ACQUISITA E LA RICERCA D’ARCHIVIO ALL’ANALISI DI UN MANUFATTO DEL PASSATO.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
SAPER INDIVIDUARE I METODI PIÙ APPROPRIATI PER ANALIZZARE UN EDIFICIO E SAPER ELABORARE DEI COLLEGAMENTI TRA ARCHITETTURE DI PERIODI E STILI DIVERSI.
ABILITÀ COMUNICATIVE:
SAPER ANALIZZARE E DESCRIVERE ORALMENTE, CON UNA TERMINOLOGIA APPROPRIATA, UN EDIFICIO STORICO.
CAPACITÀ DI APPRENDERE:
SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE ANCHE A MANUFATTI E CONTESTI NON NECESSARIAMENTE ANALIZZATI NEL CORSO DELLE LEZIONI.
Prerequisiti
CULTURA GENERALE STORICA E ARTISTICA FORNITA DAI NORMALI PROGRAMMI DI STUDIO DELLE SCUOLE SUPERIORI. NON SONO PREVISTE PROPEDEUTICITÀ.
Contenuti
IL PROGRAMMA INCLUDE UNA CRONOLOGIA MOLTO VASTA CHE PARTE DALLA CIVILTÀ EGIZIANA PER ARRIVARE ALL’INIZIO DEL XVIII SECOLO. L’ANALISI E LA LETTURA CRITICA DELLE OPERE SELEZIONATE METTERÀ IN LUCE CONTINUITÀ E MOMENTI DI INNOVAZIONE SENZA TRALASCIARE RIFERIMENTI ALLA STORIA DELLA SOCIETÀ, DELLA CULTURA, DELLE IDEE E DELL’ARTE IN GENERALE QUALI PREMESSE IDEALI ALLE SCELTE TIPOLOGICHE E FORMALI INSITE NELL’ARCHITETTURA DI OGNI TEMPO.

LE LEZIONI IN AULA AFFRONTERANNO I SEGUENTI TEMI:
- ARCHITETTURA EGIZIA (2 ORE)
- ARCHITETTURA DELLE CIVILTÀ PRE-ELLENICHE (2 ORE)
- ARCHITETTURA CLASSICA (20 ORE)
- ARCHITETTURA TARDO ANTICA E BIZANTINA (6 ORE)
- ARCHITETTURA MEDIOEVALE (18 ORE)
- ARCHITETTURA DEL RINASCIMENTO (16 ORE)
- ARCHITETTURA BAROCCA (10 ORE)
- ARCHITETTURA NEOCLASSICA (6 ORE)
-ESERCITAZIONI (RICERCHE DOCUMENTARIE, ANALISI STORICO-CRITICHE, ELABORAZIONI GRAFICHE) E SOPRALLUOGHI (40 ORE).
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI FRONTALI E SEMINARIALI DELLA DURATA DI 80 ORE COMPLESSIVE (8 CFU), ESERCITAZIONI IN AULA E SOPRALLUOGHI PER COMPLESSIVE 40 ORE (4 CFU).
LE LEZIONI TEORICHE CONDUCONO AD UNA LETTURA STORICO-CRITICA DELLE OPERE DEI DIVERSI PERIODI ANALIZZATI. OLTRE ALLA METODOLOGIA STORICA CI SI AVVARRÀ DI ANALISI STILISTICHE, COSTRUTTIVE ED ARCHITETTONICHE DEI MANUFATTI.
LE ESERCITAZIONI IN AULA E I SOPRALLUOGHI PREVEDONO DEGLI APPROFONDIMENTI SU TEMI TRATTATI NELLE LEZIONI TEORICHE.
LA FREQUENZA DELLE LEZIONI E DELLE ESERCITAZIONI IN AULA È OBBLIGATORIA. PER POTER SOSTENERE L’ESAME FINALE LO STUDENTE DEVE AVER FREQUENTATO ALMENO IL 70% DELLE ORE PREVISTE DALL’INSEGNAMENTO. LA MODALITÀ DI VERIFICA DELLA PRESENZA È GENERALMENTE DI TIPO ELETTRONICO, OVVERO RESA NOTA DAL DOCENTE ALL’INIZIO DELLE LEZIONI.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE UN ESAME CHE PREVEDE UNA PROVA ORALE ALLA FINE DEL CORSO.
LA PROVA ORALE È VALUTATA IN TRENTESIMI E SI INTENDE SUPERATA CON IL VOTO MINIMO DI 18/30.
LA PROVA ORALE CONSISTE IN UN COLLOQUIO CON DOMANDE E DISCUSSIONE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI INDICATI NEL PROGRAMMA DELL’INSEGNAMENTO ED È FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTO DALLO STUDENTE, NONCHÉ A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE RICORRENDO ALLA TERMINOLOGIA APPROPRIATA E LA CAPACITÀ DI ORGANIZZAZIONE AUTONOMA DELL'ESPOSIZIONE SUGLI STESSI ARGOMENTI A CONTENUTO TEORICO. TALE COLLOQUIO PREVEDE INOLTRE LA DISCUSSIONE DEGLI ELABORATI DELLE PROVE PRATICHE REALIZZATE DURANTE L’ANNO.
IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MINIMO (18) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA DI ORIENTARSI, CRONOLOGICAMENTE E STILISTICAMENTE, SUI VARI ARGOMENTI E HA UNA CONOSCENZA LIMITATA ALLE NOZIONI BASILARI.
IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MASSIMO (30) È ATTIRBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA APPROFONDITA DELLE CARATTERISTICHE E DELLE SPECIFICITÀ DEGLI STILI ARCHITETTONICI, DELLE PRINCIPALI OPERE E DEGLI AUTORI TRATTATI.
LA LODE VIENE ATTRIBUITA QUANDO IL CANDIDATO DIMOSTRA SIGNIFICATIVA E COMPLETA PADRONANZA DEI CONTENUTI E MOSTRA DI SAPER PRESENTARE GLI ARGOMENTI CON NOTEVOLE PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E CAPACITÀ DI ELABORAZIONE AUTONOMA ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI DAL DOCENTE.
Testi
AA.VV., LINEAMENTI DI STORIA DELL’ARCHITETTURA, ROMA, SOVERA EDITORE, 2018;
D. WATKIN, STORIA DELL’ARCHITETTURA OCCIDENTALE, BOLOGNA, ZANICHELLI, 1986;
A. BRUSCHI, INTRODUZIONE ALLA STORIA DELL'ARCHITETTURA. CONSIDERAZIONI SUL METODO E SULLA STORIA DEGLI STUDI, MILANO, MONDADORI UNIVERSITÀ, 2009.
B. ZEVI, SAPER VEDERE L’ARCHITETTURA, TORINO, EINAUDI, 1997.
Altre Informazioni
NESSUNA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2023-01-23]