TRIBOLOGY

Ingegneria Meccanica TRIBOLOGY

0622300054
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
INGEGNERIA MECCANICA
2022/2023

ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2018
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO FORNISCE LE CONOSCENZE PER LA COMPRENSIONE DEL COMPLESSO DEI FENOMENI CORRELATI ALL’INTERAZIONE TRA LE SUPERFICI DI SISTEMI MECCANICI E BIOMECCANICI IN MOTO RELATIVO, ANCHE IN PRESENZA DI LUBRIFICANTI. SI INTENDE FORNIRE AGLI STUDENTI CONTENUTI SULLA MECCANICA DEI CONTATTI, SUI FENOMENI DI ATTRITO, SULL’USURA E SUI MECCANISMI DI LUBRIFICAZIONE CHE COINVOLGONO ACCOPPIAMENTI CINEMATICI. UNA PARTE DEL CORSO È INOLTRE DEDICATA ALLA BIOTRIBOLOGIA (TRIBOLOGIA APPLICATA AI SISTEMI BIOLOGICI), CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI METODI IN VITRO ED IN SIICO PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI FENOMENI DI USURA DI PROTESI ARTICOLARI UMANE ED AI FENOMENI DI USURA DENTALE.

CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE.
-PRINCIPI DELLA MECCANICA DEI CONTATTI ED ANALISI DI ACCOPPIAMENTI HERTZIANI.
- PARAMETRI E DELLE STRUMENTAZIONI PER LA CARATTERIZZAZIONE DELLA TOPOGRAFIA DI SUPERFICI.
- MECCANISMI E MODELLAZIONE DI FENOMENI DI USURA.
-PROPRIETÀ DEI LUBRIFICANTI
-MECCANISMI DI LUBRIFICAZIONE E PROGETTAZIONE DI CUSCINETTI LUBRIFICATI IDRODINAMICAMENTE
-FENOMENI DI LUBRIFICAZIONE SINOVIALE NATURALE
-PRINCIPI DI CINEMATICA E DINAMICA MUSCOLOSCHELETRICA
-PROTESI ARTICOLARI UMANE (THR, TKR) E LORO COMPORTAMENTO TRIBOLOGICO
-TRIBOLOGIA DENTALE
- CAPACITÀ DI UTILIZZO DELLA TEORIA HERTZIANA PER LA DEFINIZIONE DELLO STATO DI SOLLECITAZIONE ED IL REGIME TERMICO IN ACCOPPIAMENTI MECCANICI.
- CAPACITÀ DI ANALIZZARE LA TOPOGRAFIA DI SUPERFICI REALI.
- CAPACITÀ DI DEFINIRE I MECCANISMI DI LUBRIFICAZIONE DI TRIBOSISTEMI IN FUNZIONE DEI PARAMETRI OPERATIVI E DELLA REOLOGIA DEI LUBRIFICANTI.
- CAPACITÀ DI MODELLARE I FENOMENI TRIBOLOGICI IN SISTEMI BIOMECCANICI.
COMPETENZE TRASVERSALI
- CAPACITÀ PROGETTARE ACCOPPIAMENTI MECCANICI OTTIMIZZATI DAL PUNTO DI VISTA TRIBOLOGICO.
- CAPACITÀ DI MODELLARE FENOMENI COMPLESSI DI LUBRIFICAZIONE.
- CAPACITÀ DI INTERPRETARE FENOMENI TRIBOLOGICI CON RIFERIMENTO A SISTEMI BIOLOGICI.

Prerequisiti
ELEMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE.
Contenuti
CARATTERISTICHE DESCRITTIVE (25H LEZIONE)
- MECCANICA DEI CONTATTI E TEORIA HERTZIANA
-TEMPERATURA DI FLASH
-TOPOGRAFIA DI SUPERFICI
-CLASSIFICAZIONE E PROPRIETÀ CHIMICO FISICHE DI LUBRIFICANTI
-MECCANISMI E MODELLI DI LUBRIFICAZIONE
- PROTESI ARTICOLARI
CARATTERISTICHE PROGETTUALI (5H LEZIONE + 10H ESERCITAZIONE)
- VALUTAZIONE DELLO STATO DI SOLLECITAZIONE E DELLE TEMPERATURE SUPERFICIALI IN ACCOPPIAMENTI TRIBOLOGICI.
-DIMENSIONAMENTO DI CUSCINETTI LUBRIFICATI ED ANALISI DI STABILITÀ DI ROTORI
- MISCELE DI LUBRIFICANTI
APPROFONDIMENTI (15H LEZIONE + 5H SEMINARI)
- MODELLI MULTIBODY E SOFTWARE PER SIMULAZIONI DINAMICHE MUSCOLOSCHELETRICHE
- VALUTAZIONE IN-VITRO ED IN-SILICO DI FENOMENI DI USURA PROTESICA
-USURA DENTALE
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, SEMINARI SPECIALISTICI, ANALISI DI PROGETTI REALIZZATI.
Verifica dell'apprendimento
LA VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO SARÀ EFFETTUATA ATTRAVERSO UNA PROVA ORALE FINALE. DURANTE IL CORSO SARÀ PROPOSTO LO SVOLGIMENTO DI UN LAVORO DI GRUPPO CHE VERRÀ DISCUSSO IN SEDE DI PROVA ORALE. L’ESAME SARÀ TESO A VALUTARE LE CONOSCENZE E LE CAPACITÀ OPERATIVE ACQUISITE. SARANNO FORMULATI ALMENO DUE QUESITI TESI A VALUTARE LE CONOSCENZE E LE CAPACITÀ OPERATIVE. LA VALUTAZIONE SARÀ ESPRESSA IN TRENTESIMI. LA VALUTAZIONE FINALE SI OTTIENE COME MEDIA DELLE VALUTAZIONI PARZIALI.
IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MINIMO (18) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE HA UNA CONOSCENZA FRAMMENTARIA DEI CONTENUTI TEORICI E MOSTRA UNA LIMITATA CAPACITÀ DI UTILIZZARLI AL CONTESTO DI STUDIO.
IL LIVELLO MASSIMO (30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA DELLE METODOLOGIE E DEGLI STRUMENTI ED HA UNA NOTEVOLE CAPACITÀ DI UTILIZZARLI AL CONTESTO DI STUDIO.
LA LODE VIENE ATTRIBUITA QUANDO IL CANDIDATO DIMOSTRA SIGNIFICATIVA PADRONANZA DELLE METODOLOGIE E DEGLI STRUMENTI E MOSTRA NOTEVOLE PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E CAPACITÀ DI ELABORAZIONE AUTONOMA ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI DAL DOCENTE.
Testi
V. D’AGOSTINO – FONDAMENTI DI TRIBOLOGIA, VOL. I. EDIZIONI, CUEN.
V. D’AGOSTINO E D. GUIDA – FONDAMENTI DI TRIBOLOGIA, VOL. II. EDIZIONI, CUEN.
APPUNTI DALLE LEZIONI DISTRIBUITI DAL DOCENTE.
Altre Informazioni
CORSO EROGATO IN LINGUA INGLESE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-30]